Aste Christie's - Pagina 25
Il Ftse Mib mette nel mirino i 21.000 punti. Focus tecnico su Mediaset e CNH Industrial
Il Ftse Mib conferma oggi il rimbalzo avviato il 16 agosto. Rimane comunque a 21.000 punti il primo livello di test importante a livello di sentiment. Da questo punto di …
Mediaset: Vivendi si schiera contro il riassetto internazionale, i proxy advisor si dividono
Torna ad intensificarsi lo scontro tra il Biscione e Vivendi in vista dell?assemblea del 4 settembre che sarà chiamata ad approvare la fusione tra Mediaset Spagna e Mediaset Italia nella …
Argentina: per Fernandez è già in default, nuovo crollo della Borsa. Fmi atteso a Buenos Aires
Argentina sull’orlo del baratro. Ieri la Borsa di Buenos Aires ha lasciato sul parterre 10 punti percentuali, dopo che settimana scorsa è arrivata a segnare un tonfo del 38% in …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #241
    L'avatar di dvdnavas
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    4,006
    Mentioned
    38 Post(s)
    Quoted
    1247 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Difficile trovar risultati brillanti a questo giro autunnale!

  2. #242
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,051
    Mentioned
    71 Post(s)
    Quoted
    3031 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Diciamo che in generale il panorama economico e finanziario di questo periodo è piuttosto incerto (ed è un eufemismo), e questa incertezza si riflette inevitabilmente sul mercato dell'arte.
    Con una certa prudenza può essere un momento buono per comperare scegliendo opere giuste.

  3. #243

    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    1,062
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    437 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da dvdnavas Visualizza Messaggio

    Su Christo mi taccio ( non vorrei irritare qualcuno )


    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Christo non ha brillato... ma sostanzialmente l'opera giusta era quella degli Champs Elysées.
    La window aveva doppia data e questo mi fa pensare ad un intervento sostanziale nel 2017 e non ad un piccolo ritocco. Ma non sapendo esattamente è difficile dire. Io ho pensato alla possibile sostituzione del tessuto, ma è un'ipotesi senza basi.
    Il "the wall" aveva dei problemi di conservazione, oltre a non essere uno dei soggetti top.
    Infine, lo Champs Elysées era un ottimo pezzo di uno dei soggetti più ricercati. Ne ho visti di più pieni ( e di più belli .. ), ma in ogni caso era splendido. Mi sarei aspettato certamente più gara. Ma è andata come è andata ...
    Chi lo ha preso alla minima ha fatto secondo me uno dei migliori acquisti degli ultimi anni. Beato lui...
    Non è escluso che lo rivedremo proposto in qualche fiera o televendita a oltre 150k.
    Concordo con quello che dici, ma - al di là del panorama economico e finanziario di questo periodo - a me da particolarmente fastidio nel progetto degli Champs Elysées il vistoso ingiallimento del collante sulla parte centrale e soprattutto l'inusuale scelta di fissare il collage ( in materiale plastico trasparente ) con la spillatrice. Sinceramente, con tutto il rispetto per l'Artista, le graffette metalliche a vista non danno un tocco in più all'insieme.

    Aste Christie's-cattura.png

    Per quanto riguarda "La window" - io ho quel che ho donato (motto di G. D’Annunzio) - la doppia datazione è da considerarsi ( ovviamente per come la vedo io .. ) un elegante escamotage per non voler dire di no a una sfacciata richiesta di archiviazione per un'opera donata tanto tempo fa ..


  4. #244
    L'avatar di dvdnavas
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    4,006
    Mentioned
    38 Post(s)
    Quoted
    1247 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Diciamo che in generale il panorama economico e finanziario di questo periodo è piuttosto incerto (ed è un eufemismo), e questa incertezza si riflette inevitabilmente sul mercato dell'arte.
    Con una certa prudenza può essere un momento buono per comperare scegliendo opere giuste.
    Nei momenti di crisi chi ha liquidità si avvantaggia sempre!

  5. #245
    L'avatar di -artpop-
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    8,906
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    354 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da blackcity Visualizza Messaggio
    Saranno i regalini fatti alle Miss muretto di turno, come già ne ho visti in giro in qualche fiera a volte con dedica annessa, diavolo d'un Lucio!
    Provengono dalla storica raccolta La Lune En Rodage I
    Il risultato, piu o meno, è in linea con le quotazioni di questa splendida chicca.

  6. #246
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,051
    Mentioned
    71 Post(s)
    Quoted
    3031 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da tra-fuocoeferro Visualizza Messaggio




    Concordo con quello che dici, ma - al di là del panorama economico e finanziario di questo periodo - a me da particolarmente fastidio nel progetto degli Champs Elysées il vistoso ingiallimento del collante sulla parte centrale e soprattutto l'inusuale scelta di fissare il collage ( in materiale plastico trasparente ) con la spillatrice. Sinceramente, con tutto il rispetto per l'Artista, le graffette metalliche a vista non danno un tocco in più all'insieme.

    Aste Christie's-cattura.png

    Per quanto riguarda "La window" - io ho quel che ho donato (motto di G. D’Annunzio) - la doppia datazione è da considerarsi ( ovviamente per come la vedo io .. ) un elegante escamotage per non voler dire di no a una sfacciata richiesta di archiviazione per un'opera donata tanto tempo fa ..

    La tua interpretazione sulla doppia datazione potrebbe anche corrispondere, la cosa strana è che l'opera era già firmata e datata 1964 e poi è stata nuovamente firmata e datata 2017. Boh! Sarebbe interessante capire esattamente...

    Per gli Champs Elysée: le graffette e la colla sono classiche per tutti i collage con tessuto, e anche la colla che usava in quegli anni spesso diventa marroncina. Il fatto che il collage sia realizzato con materiale plastico e trasparente rende certamente più evidenti questi elementi.
    A me sinceramente il fatto che siano in bella vista non dà alcun disturbo anzi trovo dia un certo sapore del tempo passato e evidenzi il modus operandi di Christo.

  7. #247

    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    1,062
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    437 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Che nei suoi collage combina l'utilizzo di collanti e graffette è un dato di fatto incontrovertibile. Con la mia osservazione sull'ingiallimento della colla e soprattutto sull'utilizzo di graffette metalliche a vista, intendevo dire che trovo inusuale la scelta da parte dell'artista di lasciarle cosi in bella vista. È più che ovvio il fatto che un collage realizzato con materiale trasparente rende più evidenti questi elementi, ma come ho già detto a me da particolarmente fastidio e comunque in ogni caso, il più delle volte, anche quando utilizza del materiale trasparente, l'artista interviene successivamente con del colore per nascondere (vedi foto allegate *) la graffetta di fissaggio.Voglio puntualizzare solo questo! Non ho di certo il potere di leggere nella mente di Christo, ma fin da subito osservando quell'opera ho avuto la sensazione di qualcosa di non finito, di approssimativo e men che meno (da tutti quei punti metallici in bella vista) la volontà di evidenziare il suo modus operandi. Poi per carità, ognuno è libero di pensarla come vuole…

    *

    Aste Christie's-cattura.jpg

    Aste Christie's-cattura.jpg


  8. #248
    L'avatar di arte2011
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    8,494
    Mentioned
    88 Post(s)
    Quoted
    1377 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da tra-fuocoeferro Visualizza Messaggio
    Che nei suoi collage combina l'utilizzo di collanti e graffette è un dato di fatto incontrovertibile. Con la mia osservazione sull'ingiallimento della colla e soprattutto sull'utilizzo di graffette metalliche a vista, intendevo dire che trovo inusuale la scelta da parte dell'artista di lasciarle cosi in bella vista. È più che ovvio il fatto che un collage realizzato con materiale trasparente rende più evidenti questi elementi, ma come ho già detto a me da particolarmente fastidio e comunque in ogni caso, il più delle volte, anche quando utilizza del materiale trasparente, l'artista interviene successivamente con del colore per nascondere (vedi foto allegate *) la graffetta di fissaggio.Voglio puntualizzare solo questo! Non ho di certo il potere di leggere nella mente di Christo, ma fin da subito osservando quell'opera ho avuto la sensazione di qualcosa di non finito, di approssimativo e men che meno (da tutti quei punti metallici in bella vista) la volontà di evidenziare il suo modus operandi. Poi per carità, ognuno è libero di pensarla come vuole…

    *

    Aste Christie's-cattura.jpg

    Aste Christie's-cattura.jpg

    Domanda non provocatoria.
    Non pensate che questa plastica con il tempo si deteriori e si spezzi come avviene con il nylon

  9. #249

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    1,879
    Mentioned
    87 Post(s)
    Quoted
    839 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da dvdnavas Visualizza Messaggio
    Difficile trovar risultati brillanti a questo giro autunnale!
    Ma come, se ci dicevano che erano andate così bene….

  10. #250

    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    1,062
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    437 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da arte2011 Visualizza Messaggio
    Domanda non provocatoria.
    Non pensate che questa plastica con il tempo si deteriori e si spezzi come avviene con il nylon
    Altroché! La tua è un'osservazione più che pertinente che certamente non riguarda soltanto le opere di Christo ma, allargando il discorso, bisognerebbe anche chiedersi cosa ne sarà dei cellotex e delle plastiche di Burri, delle evelpiume di Monachesi, degli acetati della Accardi, delle superfici lunari di Turcato … per non parlare delle opere degli anni '60 di Gilardi o delle gomme uretaniche di Cecchini. Che dire? Chi vivrà vedrà..
    Senz'altro con il tempo tutte queste opere si deteriorano, chi più chi meno, e qualcuna tantissimo ed è proprio per questo che penso sia un dovere anche nostro (di noi collezionisti) preservare in ottime condizioni determinati pezzi mettendo in atto alcuni accorgimenti e alcune misure di corretta conservazione ( il tutto sotto una teca di plexiglas) per rallentare questo processo.

    Poi, ahimè, "A mali estremi, estremi rimedi" .. si possono restaurare con un po' di impegno e soprattutto avvalendosi della consulenza di esperti:

    Fondazione PLART > Restauro > Biblioteca -

    A tal proposito ti annuncio che aprirà (dalle tue parti....) nel 2019 nell'area Open Incet Innovetion Center: un centro di restauro, innovazione e ricerca dedicato alle forme e alla cultura dei polimeri. Che cosa vuoi di più? Non pensare di .... hai una scusa in più per pianificare il prossimo acquisto di un'opera di Christo

Accedi