Victor Vasarely - Pagina 61
Dividendo Intesa Sanpaolo fa gola a tanti, titolo gongola e vede i top dal 2018 con +35% Ytd
Intesa Sanpaolo sugli scudi in attesa del corposo dividendo che verrà staccato lunedì 18 ottobre. Il titolo ha veleggiato oggi nelle posizioni di testa del Ftse Mib (close a +2,05% …
E’ frenesia da Bitcoin, +35% a ottobre con conto alla rovescia per lancio primo ETF ad hoc negli States. Occhio a trappola sell on news
Nuovo scatto del Bitcoin che si porta nei pressi dei 60.000 dollari per la prima volta in sei mesi avvicinandosi al suo massimo storico, mentre i trader esprimono fiducia sul …
ESG, più di $7 trilioni società esposte a cripto-shock. Ma Morgan Stanley teme più inflazione che criptovalute: ‘Fed faccia scoppiare un po’ quella bolla’
James Gorman, amministratore delegato di Morgan Stanley, lancia un appello alla Fed affinché “faccia scoppiare un po’ questa bolla” che ha creato, e sottolinea anche, guardando al Bitcoin e ad …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #601
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    7,140
    Mentioned
    323 Post(s)
    Quoted
    3342 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    basta aver studiato colorimetria per capirlo.

  2. #602
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,983
    Mentioned
    102 Post(s)
    Quoted
    2609 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da mmt Visualizza Messaggio
    basta aver studiato colorimetria per capirlo.
    D'accordo ma lo studio della colorimetria risponde anche ad una ricerca/esigenza estetica.

    I parrucchieri ad es. basano sulla colorimetria l'accostamento carnagione-colore di capelli, applicazione in chiave totalmente estetica.

  3. #603
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    7,140
    Mentioned
    323 Post(s)
    Quoted
    3342 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Cara Lory,

    Lo studio della colorimetria è una scienza, è oggettiva.
    Questi studi nascono alla fine degli anni 40 e sono basati su dati statistici, giusto per darti una idea, non hai mai notato che il nostro occhio riesce a differenziare un numero limitato di verdi, mentre è capace di identificare un numero di rossi, blue e gialli molto superiore?

  4. #604
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,983
    Mentioned
    102 Post(s)
    Quoted
    2609 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da mmt Visualizza Messaggio
    Cara Lory,

    Lo studio della colorimetria è una scienza, è oggettiva.
    Questi studi nascono alla fine degli anni 40 e sono basati su dati statistici, giusto per darti una idea, non hai mai notato che il nostro occhio riesce a differenziare un numero limitato di verdi, mentre è capace di identificare un numero di rossi, blue e gialli molto superiore?
    Sono d'accordo e non mi vedo in contraddizione con te ma torno sul punto. Nell'applicazione della scienza esatta Vasarely ha anche una finalità o compie una ricerca estetica o la resa estetica è una variabile indipendente, semplice conseguenza della sperimentazione sulla percezione ottica?
    E in questo senso al di là del gusto personale come si riconosce la qualità o il quadro riuscito? Per alcuni artisti credo di aver iniziato a capirlo ad es. Griffa o Schifano, per Vasarely ho le mie ipotesi ma ancora no.

  5. #605
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    7,140
    Mentioned
    323 Post(s)
    Quoted
    3342 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    proprio questo è il limite artistico di Vasarely e di tutta la ricerca Optical.
    Una persona come me che ha studiato la percezione visiva lo troverà sempre un esercizio di laboratorio.
    Per carità svolto bene, ma sempre una tavola di studio.

  6. #606
    L'avatar di blackcity
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    4,304
    Mentioned
    111 Post(s)
    Quoted
    2063 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    In effetti vedendolo ora esposto ha un impatto notevole, bravo Navas!

    Victor Vasarely-9bc98000-4630-4e54-aeb2-f125eb487383.jpg

  7. #607
    L'avatar di smw85
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    2,071
    Mentioned
    68 Post(s)
    Quoted
    998 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Un breve intervento visto che a Vasarely ci tengo. Non è concettuale, se si vuole puo' essere accostato alla Bauhaus ed ai "Zurcher Konkreten" per un fatto di studio del colore. Johannes Itten che era il maestro di Bill e degli altri alla Bauhaus ha scritto un capolavoro che è "la teoria dei colori" che suggerisco di leggere. Vasarely ha guardato Albers ed Itten come dei maestri anche se la sua ricerca si è spostata piu' sull'aspetto optical. Come giustamente detto da @mmt questi artisti lavoravano su ricerca e verifica, la verifica è l'aspetto fondamentale del loro lavoro anzi è un'ossessione. Leggete qualche libro od intervista a Bill, Soto, Vasarely, Alviani e vedrete come la "verifica", ovvero se quanto programmato corrisponde al risultato visivo finale, metodo cardine di lavoro di questi artisti. Idea, realizzazione, verifica.

    Torno nell'oblio, saluti.

  8. #608
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    7,140
    Mentioned
    323 Post(s)
    Quoted
    3342 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    grazie smw85, per l'intervento e per essere tornato tra noi.

  9. #609
    L'avatar di dvdnavas
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    5,435
    Mentioned
    67 Post(s)
    Quoted
    1824 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da smw85 Visualizza Messaggio
    Un breve intervento visto che a Vasarely ci tengo. Non è concettuale, se si vuole puo' essere accostato alla Bauhaus ed ai "Zurcher Konkreten" per un fatto di studio del colore. Johannes Itten che era il maestro di Bill e degli altri alla Bauhaus ha scritto un capolavoro che è "la teoria dei colori" che suggerisco di leggere. Vasarely ha guardato Albers ed Itten come dei maestri anche se la sua ricerca si è spostata piu' sull'aspetto optical. Come giustamente detto da @mmt questi artisti lavoravano su ricerca e verifica, la verifica è l'aspetto fondamentale del loro lavoro anzi è un'ossessione. Leggete qualche libro od intervista a Bill, Soto, Vasarely, Alviani e vedrete come la "verifica", ovvero se quanto programmato corrisponde al risultato visivo finale, metodo cardine di lavoro di questi artisti. Idea, realizzazione, verifica.

    Torno nell'oblio, saluti.
    Ciao grazie per l'intervento! A me farebbe piacere tu restassi.
    DVD

  10. #610

    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    1,466
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    658 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da smw85 Visualizza Messaggio
    Un breve intervento visto che a Vasarely ci tengo. Non è concettuale, se si vuole puo' essere accostato alla Bauhaus ed ai "Zurcher Konkreten" per un fatto di studio del colore. Johannes Itten che era il maestro di Bill e degli altri alla Bauhaus ha scritto un capolavoro che è "la teoria dei colori" che suggerisco di leggere. Vasarely ha guardato Albers ed Itten come dei maestri anche se la sua ricerca si è spostata piu' sull'aspetto optical. Come giustamente detto da @mmt questi artisti lavoravano su ricerca e verifica, la verifica è l'aspetto fondamentale del loro lavoro anzi è un'ossessione. Leggete qualche libro od intervista a Bill, Soto, Vasarely, Alviani e vedrete come la "verifica", ovvero se quanto programmato corrisponde al risultato visivo finale, metodo cardine di lavoro di questi artisti. Idea, realizzazione, verifica.

    Torno nell'oblio, saluti.
    Mi associo anch'io a quanto scritto da mmt e da DVD. Anche a me farebbe piacere tu restassi.

Accedi