Graffitismo - Pagina 5
BTP Italia tornerà a far breccia tra le famiglie? Emissione al via tra tante certezze e qualche incognita
Tutto pronto per il Btp Italia. Il collocamento della quindicesima emissione del titolo di stato indicizzato all?inflazione (FOI meno tabacchi) dedicato ai piccoli risparmiatori italiani avrà luogo dal 21 al …
Tassi di interesse negativi ci dicono che il futuro vale più del presente in un mondo dove sovrabbonda il risparmio
Cosa si nasconde dietro questa grossa ondata di tassi d?interesse negativi? Da Francoforte  a Zurigo passando per Tokio, più di un terzo dei bond presenti sul mercato offrono ormai ritorni …
Calendario conti 3° trimestre 2019 Ftse Mib: apre Saipem, banche e FCA le più attese
Dopo un inizio poco fortunato, il mese di ottobre ha visto un forte rialzo dei mercati azionari internazionali. Gli indici USA sono tornati sui massimi storici, mentre quelli europei (Ftse …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #41
    L'avatar di marcdeni
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    2,695
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    657 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Kiappo Visualizza Messaggio
    Facevo questo...Allegato 2459469
    Però !!!
    Lavoro duro , complimenti

  2. #42
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    4,273
    Mentioned
    145 Post(s)
    Quoted
    1384 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Duro...si...ma meno stressante che stare dietro ad una scrivania. Il mio problema è stato, ad un certo punto, mettere la testa a posto..come dicono i benpensanti, vabbè lasciamo stare. Buon week end

  3. #43
    L'avatar di gabriban
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    847
    Mentioned
    30 Post(s)
    Quoted
    229 Post(s)
    Potenza rep
    28867115
    Citazione Originariamente Scritto da marcdeni Visualizza Messaggio
    Però !!!
    Lavoro duro , complimenti
    Grazie mille per le foto.

    Molto belle.

    Lascio un link di un documentario, in diverse parti, passato su arte:

    The Rise of Graffiti Writing – From New York To Europe (1/10)

    E' molto interessante perché fa vedere il passaggio da New York verso l'Europa.

  4. #44
    L'avatar di marcdeni
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    2,695
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    657 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da gabriban Visualizza Messaggio
    Grazie mille per le foto.

    Molto belle.

    Lascio un link di un documentario, in diverse parti, passato su arte:

    The Rise of Graffiti Writing – From New York To Europe (1/10)

    E' molto interessante perché fa vedere il passaggio da New York verso l'Europa.
    Ho guardato le prime 4 puntate , molto interessante , grazie Gabriban.
    C'è anche un riferimento alla galleria S eno di Milano

  5. #45
    L'avatar di gabriban
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    847
    Mentioned
    30 Post(s)
    Quoted
    229 Post(s)
    Potenza rep
    28867115
    Citazione Originariamente Scritto da marcdeni Visualizza Messaggio
    Ho guardato le prime 4 puntate , molto interessante , grazie Gabriban.
    C'è anche un riferimento alla galleria S eno di Milano
    Ciao MArcdeni. E' molto ben fatto quel documentario. Intanto quel pezzo che avevo segnalato di Lee Quinones (andato via solo a 3000 EUR, più diritti), l'ha preso un gallerista di street art.

    Secondo me con quella stima era veramente un affare.

    Purtroppo per un po' sono fermo perché ho appena acquistato un mese fa un altro quadro.

    Vediamo l'asta di artcurial di Martedì.

    Sono curioso di vedere cosa fa il pezzo importantissimo di Rammellzee in asta.

  6. #46
    L'avatar di marcdeni
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    2,695
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    657 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da gabriban Visualizza Messaggio
    Ciao MArcdeni. E' molto ben fatto quel documentario. Intanto quel pezzo che avevo segnalato di Lee Quinones (andato via solo a 3000 EUR, più diritti), l'ha preso un gallerista di street art.

    Secondo me con quella stima era veramente un affare.

    Purtroppo per un po' sono fermo perché ho appena acquistato un mese fa un altro quadro.

    Vediamo l'asta di artcurial di Martedì.

    Sono curioso di vedere cosa fa il pezzo importantissimo di Rammellzee in asta.
    Visto che te ne intendi vorrei fare un ragionamento con te.
    Il Grafitismo nasce negli Usa ed in particolare a New York negli anni 70 , l'esigenza del writer è di comunicare con tutti quelli che passano davanti al muro o carrozza metropolitana o sottopassaggio , in alcuni casi serve a segnare il controllo di un territorio da parte di una gang con una firma o un simbolo. Nei video che hai linkato vengono intervistati i più importanti Writers degli anni 80 , ci sono immagini anche di Haring e di Basquiat forse i primi a cambiare supporto , dal muro alla tela.
    Da quanto ne so io ; e qui parte il ragionamento che voglio fare con te, il writer accetta che il proprio lavoro venga integrato o trasformato da altri Writers che scrivono sopra il graffito precedente , una sorta di anarchica cooperazione tra artisti che indica l'evoluzione del segno e della società, ora con il passaggio alla tela ogni opera resta quello che è, non c'è più una continuità "evolutiva", quindi non viene a morire il significato iniziale del grafitismo ?

  7. #47
    L'avatar di marcdeni
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    2,695
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    657 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Sempre nei link dei video viene fuori il ruolo fondamentale della musica nell'esportazione del grafitismo dagli USA all'Europa per il tramite dei Clash negli anni 80 , ed il tributo ad alcuni Writers in un video di Blondie "Rapture" in cui viene cantato un brano rap per la prima volta , da parte di una star del rock

  8. #48
    L'avatar di gabriban
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    847
    Mentioned
    30 Post(s)
    Quoted
    229 Post(s)
    Potenza rep
    28867115
    Il problema é che si mette l'etichetta "graffitismo" o "street art" ad un fenomeno molto ampio e con varie sfaccettature.

    Il passaggio di alcuni artisti alla tela é stato un gesto consapevole e per fare arte.

    Molti di questi artisti hanno veramente dipinto pochissimo in strada ed alcuni seguivano anche un percorso artistico scolastico classico e dipingevano per strada.

    Secondo me la tela ed i muri sono due supporti diversi e da quello che so, anche in strada, i lavori di valore non vengono imbrattati da altri (mai nessuno si sognerebbe di dipingere sopra un lavoro degli Os Gemeos o di Bansky).

    Anche in strada ci sono alcuni lavori interessanti e forti, altri - e sono tanti - semplicemente d'impatto decorativo in grande formato, con molta abilità tecnica, ma nulla di più.

    La domanda é: ha senso un graffito su tela? Come dicevo inizialmente ha lo stesso senso di un progetto con un pezzo di tessuto di Christo per finanziare la sua opera.

  9. #49
    L'avatar di marcdeni
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    2,695
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    657 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da gabriban Visualizza Messaggio
    Il problema é che si mette l'etichetta "graffitismo" o "street art" ad un fenomeno molto ampio e con varie sfaccettature.

    Il passaggio di alcuni artisti alla tela é stato un gesto consapevole e per fare arte.

    Molti di questi artisti hanno veramente dipinto pochissimo in strada ed alcuni seguivano anche un percorso artistico scolastico classico e dipingevano per strada.

    Secondo me la tela ed i muri sono due supporti diversi e da quello che so, anche in strada, i lavori di valore non vengono imbrattati da altri (mai nessuno si sognerebbe di dipingere sopra un lavoro degli Os Gemeos o di Bansky).

    Anche in strada ci sono alcuni lavori interessanti e forti, altri - e sono tanti - semplicemente d'impatto decorativo in grande formato, con molta abilità tecnica, ma nulla di più.

    La domanda é: ha senso un graffito su tela? Come dicevo inizialmente ha lo stesso senso di un progetto con un pezzo di tessuto di Christo per finanziare la sua opera.
    Sui graffiti di Bansky hanno scritto varie volte, anche recentemente, era passato anche in tv.

    graffiti di banksy rovinati - Recherche Google

    La mia domanda non era se è giusto o sbagliato passare alla tela in quanto supporto , era che la tela pregiudica la commistione ai graffiti fatti da altri Writers, che è un po' l'essenza del graffito .
    Ultima modifica di marcdeni; 10-12-17 alle 15:05

  10. #50
    L'avatar di gabriban
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    847
    Mentioned
    30 Post(s)
    Quoted
    229 Post(s)
    Potenza rep
    28867115
    Ti faccio un esempio pratico.

    In questo post é stato inserito il murales di Os Gemeos presso l'hangar Bicocca.

    Se non erro c'é solo quello e non interagisce con altre opere.

    Ti dico che nonostante questo mi sembra molto forte.

    Non penso che sia indispensabile che ognuno abbia la parte del suo muro e debba interagire anche con altri, per dare un senso alla propria opera.

    Anzi.

    Penso che ci sono artisti in grado di riempire uno spazio da soli in modo completo, con il proprio linguaggio (come nella musica ci sono anche i solisti).

    Secondo me, come ho indicato, nella parola graffissimo si mette di tutto.

    Se hai occasione di trovare - o farti prestare - il documentario Post Graffiti della mostra presso la Sidney Janis Gallery, ti consiglio di guardarlo.

    Questo é il trailer:

    GRAFFTI/POST GRAFFITI - ART/new york No. 21 by Paul Tschinkel - YouTube

Accedi