Ottone Rosai - Pagina 4
Il Ftse Mib mette nel mirino i 21.000 punti. Focus tecnico su Mediaset e CNH Industrial
Il Ftse Mib conferma oggi il rimbalzo avviato il 16 agosto. Rimane comunque a 21.000 punti il primo livello di test importante a livello di sentiment. Da questo punto di …
Mediaset: Vivendi si schiera contro il riassetto internazionale, i proxy advisor si dividono
Torna ad intensificarsi lo scontro tra il Biscione e Vivendi in vista dell?assemblea del 4 settembre che sarà chiamata ad approvare la fusione tra Mediaset Spagna e Mediaset Italia nella …
Argentina: per Fernandez è già in default, nuovo crollo della Borsa. Fmi atteso a Buenos Aires
Argentina sull’orlo del baratro. Ieri la Borsa di Buenos Aires ha lasciato sul parterre 10 punti percentuali, dopo che settimana scorsa è arrivata a segnare un tonfo del 38% in …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

Rispondi alla Discussione

  1. #31
    L'avatar di Klee
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    2,495
    Mentioned
    29 Post(s)
    Quoted
    375 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da artebrixia Visualizza Messaggio
    come dicevi, scusa?
    Eleganza quasi metafisica della semplicità , rappresentata nei suoi ambienti e soggetti . A volte Rosai mi costringe a pensare sull ' infinito , a volte al contrario su ciò che non tornera ' più , ... mah ...
    Ultima modifica di Klee; 08-02-18 alle 16:39

  2. #32
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,051
    Mentioned
    71 Post(s)
    Quoted
    3031 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Qualora fosse sfuggita, c'è un'interessante opera di Rosai del 1935 (!) in asta da Pananti.
    Rosai Ottone : Due uomini (1935) - Olio su compensato - Asta ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA - III - Galleria Pananti Casa d'Aste

    E' accompagnata da autentica di Cavallo ma non si fa menzione dell'inserimento in Archivio o nel Catalogo Ragionato. Io tenderei a pensare che l'opera sia inclusa ma dico: un controllino con l'Archivio e il buon Faccenda non lo potevano fare in modo da dare conferma?...

    Ottone Rosai-1935.jpg

  3. #33
    L'avatar di Non Omnis Moriar
    Data Registrazione
    Mar 2017
    Messaggi
    193
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    146 Post(s)
    Potenza rep
    16372990
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Qualora fosse sfuggita, c'è un'interessante opera di Rosai del 1935 (!) in asta da Pananti.
    Rosai Ottone : Due uomini (1935) - Olio su compensato - Asta ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA - III - Galleria Pananti Casa d'Aste

    E' accompagnata da autentica di Cavallo ma non si fa menzione dell'inserimento in Archivio o nel Catalogo Ragionato. Io tenderei a pensare che l'opera sia inclusa ma dico: un controllino con l'Archivio e il buon Faccenda non lo potevano fare in modo da dare conferma?...

    Ottone Rosai-1935.jpg
    Dici il giusto, caro Biagio. Vero è che Faccenda, come ha detto più volte, non smentirà mai Cavallo (sono fraterni amici), ma quanto successo recentemente in un'asta a Milano inviterebbe alla prudenza.
    Molta, aggiungo io, in presenza di certi quadri non usuali.

  4. #34
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,051
    Mentioned
    71 Post(s)
    Quoted
    3031 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    @nonomnis la storia di Milano a cui ti riferisci non la conosco... se hai qualche informazione in più, approfondierei volentieri.

    Parlando di Rosai si può fare anche un ragionamento valido in generale: per qualunque Archivio è una materia estremamente delicata doversi occupare di opere precedentemente autenticate da altri, soprattutto in caso di opere dubbie. Questo sia per gli eventuali rapporti personali con gli esperti che storicamente se ne sono occupati in precedenza, che per il mercato, che per il rispetto dell'artista.

    Io non saprei come muovermi, perchè ci sono delle situazioni dove "come ti muovi, sbagli".

    E' chiaro che un Curatore o un Archivio debbano darsi una linea operativa a monte. Mi verrebbe da dire che dovrebbe prevalere la figura dell'artista.
    Ma ipoteticamente ci si potrebbe trovare nella situazione di opere autenticate in buona fede da uno storico esperto che poi purtroppo non vanno bene. Chi le ha comperate lo ha fatto perchè si sentiva tutelato dall'autentica e rischia di trovarsi con un'opera non archiviabile o con una datazione sballata, a fronte di un investimento economico rilevante.
    E' una situazione parecchio spinosa.

    La vediamo con Schifano, di cui esistono 2 archivi, la vediamo con Dorazio (il cui nuovo Archivio pretende oltretutto di essere PROFUMATAMENTE pagato ex novo per tutte le opere già in precedenza archiviate), o con Arman, lo vediamo per opposto in altri casi in cui gli Archivi non ci sono o non agiscono (Kounellis, Vedova, artisti del '900...).
    Per non parlare di Modigliani...

    E' un argomento che trovo molto interessante e di cui allo stesso tempo temo le fragilità.
    Per questo, in generale (e in particolare per gli artisti che colleziono o che seguo), non vedo l'ora che escano i relativi Cataloghi Ragionati in modo da avere non solo un punto di riferimento fondamentale ma anche una sorta di parola fine. Fin che dura...

  5. #35
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    27,358
    Mentioned
    146 Post(s)
    Quoted
    5560 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Il "sistema" archivi, fondazioni ed altri soggetti che hanno la titolarità di esprimere giudizi di autenticità
    lo conosciamo bene, ahinoi

    Ciò che mi lascia perplesso è che una casa d'asta come la Pananti, che tratta di sovente Artisti del novecento,
    non si sia debitamente informata che ad oggi il prof. Faccenda sta gestendo Ottone Rosai e non abbia provveduto
    a contattare appunto il nuovo archivio.

    Mah

  6. #36
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,051
    Mentioned
    71 Post(s)
    Quoted
    3031 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da artebrixia Visualizza Messaggio
    Il "sistema" archivi, fondazioni ed altri soggetti che hanno la titolarità di esprimere giudizi di autenticità
    lo conosciamo bene, ahinoi

    Ciò che mi lascia perplesso è che una casa d'asta come la Pananti, che tratta di sovente Artisti del novecento,
    non si sia debitamente informata che ad oggi il prof. Faccenda sta gestendo Ottone Rosai e non abbia provveduto
    a contattare appunto il nuovo archivio.

    Mah
    E già!
    Soprattutto visto che in quest'asta di opere di Rosai ne hanno diverse...

  7. #37
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    4,098
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    1334 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Buongiorno...Che ne dite di Tullio Bartoli ( o Bertoli...)..si è poi saputo quanti "Rosai" produsse?..e com'è la situazione odierna sulle opere del Maestro ( che a me piace come "poetica"... ma trovo fin troppo facile falsificare )

  8. #38

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    722
    Mentioned
    46 Post(s)
    Quoted
    298 Post(s)
    Potenza rep
    18642016
    Per quanto riguarda le opere di Ottone Rosai bisogna anche considerare che solo una modesta percentuale entrerà a far parte del catalogo generale (mi pare che il professor Faccenda parlasse complessivamente di circa 1.200 opere) mentre per le altre è fondamentale che ci sia l'autentica di Cavallo che appunto non verrà mai smentito da Faccenda. Discorso diverso se incappiamo in un'autentica falsificata....
    Teniamo presente che tutte le case d'asta (Farsetti in primis) almeno attualmente ritengono assolutamente sufficiente l'autentica del Professor Cavallo; poi se in più c'è anche la pubblicazione sul Catalogo generale tanto meglio. Ciò che invece mi lascia perplesso è la situazione attuale cioè se io avessi un'opera di Rosai senza autentica da chi dovrei farla autenticare? La logica direbbe da Faccenda ma continua ad autenticare anche Cavallo infatti l'ultima opera di Rosai passata alla Meeting una decina di giorni fa' era appena stata fatta autenticare prima di passare in asta proprio da Luigi Cavallo.

    Tornando invece a Pananti concordo con Biagio sull'importanza dell'opera del '35 però terrei anche in considerazione quella che è stata scelta come copertina del catalogo: Luci sulle case.
    Un lavoro del periodo bianco ma molto significativo, appartenuto alla moglie Francesca Fei Rosai e presente alla Biennale di Venezia del 1958, anno successivo alla morte di Rosai. In quell'anno a Rosai venne dedicata una sala personale e fra le 31 opere presenti vi era anche questo lavoro

  9. #39
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    27,358
    Mentioned
    146 Post(s)
    Quoted
    5560 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da menzio Visualizza Messaggio
    Per quanto riguarda le opere di Ottone Rosai bisogna anche considerare che solo una modesta percentuale entrerà a far parte del catalogo generale (mi pare che il professor Faccenda parlasse complessivamente di circa 1.200 opere) mentre per le altre è fondamentale che ci sia l'autentica di Cavallo che appunto non verrà mai smentito da Faccenda.

    Teniamo presente che tutte le case d'asta (Farsetti in primis) almeno attualmente ritengono assolutamente sufficiente l'autentica del Professor Cavallo; poi se in più c'è anche la pubblicazione sul Catalogo generale tanto meglio.
    1. Siamo proprio sicuri che Faccenda NON smentirà opere autenticate da Cavallo?
    2. Se per Pananti e Farsetti è "assolutamente sufficiente" non è detto che sia una garanzia, ma che cosa comporta a 'ste benedette case d'asta chiedere un parere a chi ad oggi è delegato a rilasciare autentiche?

    Ma prima o poi il prof. Faccenda si esprimerà in tal senso.

  10. #40

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    722
    Mentioned
    46 Post(s)
    Quoted
    298 Post(s)
    Potenza rep
    18642016
    Citazione Originariamente Scritto da artebrixia Visualizza Messaggio
    1. Siamo proprio sicuri che Faccenda NON smentirà opere autenticate da Cavallo?
    2. Se per Pananti e Farsetti è "assolutamente sufficiente" non è detto che sia una garanzia, ma che cosa comporta a 'ste benedette case d'asta chiedere un parere a chi ad oggi è delegato a rilasciare autentiche?

    Ma prima o poi il prof. Faccenda si esprimerà in tal senso.
    Giusto! Sarebbe bello se il prof. Faccenda intervenisse per chiarire un po' il discorso.

Accedi