Luciano Fabro
Warning HSBC mette KO le banche di Piazza Affari, deboli numeri anche da SocGen
Incipit di ottava con il segno meno per i titoli del settore bancario. Lo Stoxx 600 Banks arretra di oltre l’1% dopo che HSBC ha riportato utili semestrali più che …
Trump contro TikTok. La regina cinese dei social in trattative con Microsoft accusa invece Facebook
Nel pieno della campagna elettorale per l'Election Day - che si è appreso vorrebbe anche rimandare -Donald Trump va a caccia del cattivo di turno, che ha una nazionalità ovviamente …
Banche a secco di dividendi: effetti su prezzi di un’astinenza percepita come duratura e il rischio autogol recessivo della Bce
Il 28 luglio ha Bce ha prorogato fino al 1° gennaio 2021 la raccomandazione di non pagare dividendi agli azionisti delle banche. La decisione segue quella dello scorso marzo quando …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,011
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6880 Post(s)
    Potenza rep
    42949683

    Luciano Fabro

    Mi pare doveroso aprire un 3D a Lui dedicato.
    ________________________________________

    Luciano Fabro, Lo spirato.
    “Io rappresento l’ingombro dell’oggetto nella vanità dell’ideologia. Dal pieno al vuoto senza soluzione di continuità. “


    = Sappiamo che l’autore iniziò a lavorarvi nel 1968. Una serie di fotografie lo ritraggono steso a terra, il corpo adagiato su un giaciglio, semicoperto da un lenzuolo e con la testa poggiata sul cuscino. Da quella posa venne tratto il calco in gesso e dal gesso il pregiato e costoso marmo.
    Per finanziarlo, Fabro emise cento cedole e ne vendette cinquanta facendo de Lo spirato una proprietà collettiva della quale era il maggiore azionista. L’opera, sottratta in questo modo alla speculazione del mercato, è anche espressione di un’altra significativa sottrazione: dalla realtà alla sua trasposizione in arte, il corpo si è volatizzato, ne rimane solo la forma trattenuta dal panneggio del lenzuolo e dall’impronta lasciata sul cuscino.
    Anno cruciale, per Fabro, il 1968, quando passò dalla tautologia all’ontologico (l’espressione è sua).

    Rinunciò a lavorare sul dato di fatto abbandonando la prassi che le avanguardie dell’epoca impiegavano come antidoto all’idealismo e che lui stesso aveva adottato per «scansare ridicole interpretazioni e fare cose di facile lettura». Si dedicò, di contro, alla cosa in sé, il cui valore non doveva essere particolare (legato al singolo oggetto), ma esemplare (valido per tutti).=
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Luciano Fabro-4.jpg   Luciano Fabro-4a.jpg   Luciano Fabro-4c.jpg  
    Immagini Allegate Immagini Allegate Luciano Fabro-4b.jpg 

  2. #2
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,011
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6880 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Pietro Coletta, a proposito di Fabro.

    Nel 1969, ancora studente all’Accademia di Brera, presi un affitto uno spazio in corso Garibaldi 44, come atelier di scultura che in seguito divenne anche la mia abitazione. Un giorno vidi a pochi metri dal luogo in cui lavoravo una porta verde con l’iscrizione “Fabro”.
    Pensai: < Bene, sono fortunato ad avere come vicino un fabbro per il mio lavoro. Sarà comunque bravo, anche se ha dimenticato di aggiungere una “b” alla scritta>.
    Un giorno vidi vicino alla porta verde un giovane snello, accovacciato mentre impastava il gesso in un bacile. Mi avvicinai, lo salutai e gli dissi: << Ma il fabbro di solito lavora il ferro!>>.
    Mi guardò sorpreso e immediatamente si aprì in un dolce sorriso. Quello stesso sorriso che mi apparve in sogno la stessa notte della sua dipartita mentre usciva da quella porta verde spingendo una grande scultura su due ruote di luce. Sorpreso gli dissi: << Luciano, dove stai andando?>> .

    Mi guardò e rispose solo con lo stesso sorriso del nostro primo incontro: quel sorriso dolce, plasmato da mani invisibili annegate nel magnetico pallido gesso vomitante pensieri arcani di memorie ancestrali echi di materia antica alchimie poetiche disegni sognati dalle mani dell’anima affondate nel pallido gesso ricordo di quel dolce sorriso.
    ________________________________________ __________

    Opera : "tre modi di mettere le lenzuola"
    Immagini Allegate Immagini Allegate Luciano Fabro-12.jpg Luciano Fabro-10.gif Luciano Fabro-11.jpg 

  3. #3
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,005
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3930 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Fabro è stato uno degli artisti più intellettuali e concettuali, secondo me tra i più sottili ma anche tra i più difficili da capire.

  4. #4
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,011
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6880 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Da una intervista a Rosalind Krauss
    Lei è a Torino, la culla dell’Arte Povera: le interessava questo gruppo di artisti?
    «Moltissimo, in particolare il lavoro di Luciano Fabro, il suo modo di affrontare la scultura come una reinvenzione del Barocco».
    Immagini Allegate Immagini Allegate Luciano Fabro-10.jpg 

  5. #5
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,011
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6880 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Domani

    Luciano Fabro | Simon Lee
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Luciano Fabro-6.jpg  
    Immagini Allegate Immagini Allegate Luciano Fabro-7.jpg 

  6. #6

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    1,677
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    739 Post(s)
    Potenza rep
    23950359
    Complimenti, non è semplice organizzare una mostra di Fabbro...

  7. #7
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,011
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6880 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    con una b in meno

  8. #8
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,005
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3930 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    questa è una bella notizia prima della buona notte a tutti!

  9. #9
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,011
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6880 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    tanto per tornare su una b sola

    riporto quanto sopra:
    Pietro Coletta, a proposito di Fabro.

    Nel 1969, ancora studente all’Accademia di Brera, presi un affitto uno spazio in corso Garibaldi 44, come atelier di scultura che in seguito divenne anche la mia abitazione. Un giorno vidi a pochi metri dal luogo in cui lavoravo una porta verde con l’iscrizione “Fabro”.
    Pensai: < Bene, sono fortunato ad avere come vicino un fabbro per il mio lavoro. Sarà comunque bravo, anche se ha dimenticato di aggiungere una “b” alla scritta>.
    Un giorno vidi vicino alla porta verde un giovane snello, accovacciato mentre impastava il gesso in un bacile. Mi avvicinai, lo salutai e gli dissi: << Ma il fabbro di solito lavora il ferro!>>.
    Mi guardò sorpreso e immediatamente si aprì in un dolce sorriso. Quello stesso sorriso che mi apparve in sogno la stessa notte della sua dipartita mentre usciva da quella porta verde spingendo una grande scultura su due ruote di luce. Sorpreso gli dissi: << Luciano, dove stai andando?>> .

  10. #10
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,011
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6880 Post(s)
    Potenza rep
    42949683

Accedi