Mostre ed articoli di interesse - parte III - Pagina 163
Elezioni Usa e volatilità Wall Street: lo scenario che potrebbe portare a un novembre caotico
L?attenzione dei mercati nell’ultima settimana si è iniziata a spostare alle elezioni statunitensi. Il 3 novembre non è ancora alle porte, ma c’è chi come gli operatori in derivati che …
Posizioni nette corte: Saipem capolista degli short di Piazza Affari, subito dietro Maire e Bper
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Saipem con 6 posizioni short aperte per una quota pari al …
Piazza Affari archivia una settimana buia: sul Ftse Mib agli inferi Unicredit, Bper ed ENI
Piazza Affari manda in archivio una settimana incolore e anche l?ultima seduta si conclude con segno meno. L’indice Ftse Mib ha chiuso con un calo dell?1,09% a 19.524 punti in …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1621
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    6,286
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    1183 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Il senso delle proporzioni...
    Ciao!!

    Pablo Picasso, Portrait de jeune fille, d’après Cranach le Jeune (Ritratto di giovane donna, Dopo Cranach il giovane) dipinto su carta ha visto il risultato più alto tra le offerte della vendita.
    Quattro offerenti hanno gareggiato per l'edizione Picasso, portando il prezzo di aggiudicazione a $ 590.000.
    Alla fine il lavoro è stato venduto per $ 728.000 con le commissioni dell'acquirente, superando la sua stima pre-vendita da $ 300.000 a $ 500.000.

    Mostre ed articoli di interesse - parte III-picasso-2.jpg

    "Questo lavoro di Paolo Uccello, Battaglia sulle rive di un fiume, originariamente faceva parte di un cassone, una cassa del matrimonio magnificamente decorata che probabilmente sarebbe stata data in dote."
    Bell ha notato che è l'unico esempio dell'artista nel suo genere a venire sul mercato.
    L'opera ha un valore stimato tra $ 772.500– $ 1,03 milioni.

    Mostre ed articoli di interesse - parte III-uccello-768x499.jpeg

    Ps, viene esitato oggi.
    Si spera gli venga resa giustizia.
    Ultima modifica di Antipole; 28-07-20 alle 08:46

  2. #1622
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    6,286
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    1183 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    I semestre 2020 e riepilogo 2019...
    Ciao!!

    Il totale delle vendite globali dei tre player nei primi sei mesi dell'anno (fino al 10 luglio) è stato pari a 2,88 miliardi di dollari il 49% in meno rispetto al semestre 2019.

    A causa dell'impossibilità di organizzare aste fisiche, le case d'aste si sono rifugiate nella modalità delle aste unicamente online, che sono cresciute del 497%, generando 412 milioni di dollari contro i 69 milioni del primo semestre 2019.

    La batosta è arrivata in una situazione già di sofferenza: il 2019 aveva registrato un calo delle vendite del 19% rispetto al 2018.

    Il bilancio semestrale di Christie'''s, Sotheby'''s e Phillips segna -49% - Il Sole 24 ORE

    Ps, il Paolo Uccello del messaggio precedente ha realizzato 3.1 milioni $.
    Ultima modifica di Antipole; 29-07-20 alle 08:32

  3. #1623

  4. #1624

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    857
    Mentioned
    37 Post(s)
    Quoted
    281 Post(s)
    Potenza rep
    36834715
    ...e intanto a Livorno, deh!

    Mostre ed articoli di interesse - parte III-img-20200729-wa0013.jpg
    Mostre ed articoli di interesse - parte III-img-20200729-wa0014.jpg

    Nel 1945 Livorno, ferita dai bombardamenti, nella gravissima situazione
    economica e sociale post-bellica, presentava ai cittadini ben venti
    esposizioni: un risveglio che vide nascere nuove gallerie, gruppi e scuole
    artistiche, a conferma della irrinunciabile vitalistica attenzione all’arte,
    profondamente radicata, inizialmente nella sua accezione per lo più
    pittorica, poi interpretata e compresa nella sua essenza “visiva”, non certo
    solo dagli addetti ai lavori.
    Oggi, in un momento di grave incertezza, si propone una mostra che possa,
    come allora, segnalare un’urgenza, una sorta di impazienza nel desiderio di
    tornare ad occuparci di ciò che amiamo e che crediamo possa offrire più di
    uno stimolo alla ripresa personale e collettiva dell’esistenza.
    L’esposizione PROGRESSIVA, realizzata con la tempestiva e generosa
    collaborazione delle gallerie cittadine più sensibili alle nuove ricerche, vuole
    nel titolo rendere omaggio all’impegno profuso dal secondo dopoguerra
    dalle istituzioni per la diffusione dell’arte contemporanea, a partire dalle
    iniziative della Casa della Cultura fino al Premio Modigliani, e culminato nel
    1974 nella fondazione del Museo Progressivo d’Arte Contemporanea.
    Le emergenze storiche e qualitative del Museo Progressivo, oggi esposte
    nel Museo della Città, costituiranno il fondamentale antefatto ed
    integrazione alla mostra temporanea.
    PROGRESSIVA rappresenta uno spaccato dell’arte contemporanea a
    Livorno, segnalando le più significative personalità artistiche presentate da
    alcune gallerie dal 1989 (anno della chiusura del Museo Progressivo d’Arte
    Contemporanea) ad oggi, al fine di ricostruire, senza pretese di
    completezza, i lineamenti di un panorama estremamente vitale che
    conferma la continuità dell’attenzione, da parte della città, agli scenari del
    contemporaneo.
    Il percorso della mostra prende avvio da persistenze figurative riproposte
    negli ultimi trent’anni dalle gallerie, soffermandosi solo su rari nomi
    significativi che offrono l’occasione, come nel caso della grande Natura
    morta di Guttuso del 1952, di ripresentare al pubblico un’opera di notevole
    interesse conservata nei depositi del Museo della Città.
    Il variegato e contraddittorio universo delle presenze artistiche nelle
    gallerie cittadine, che rispecchia, in qualche misura, la complessità del
    panorama italiano ed internazionale, dove le più diverse sperimentazioni
    visive si confrontano a partire dal secondo dopoguerra, è evocato
    cercando di avvicinare ricerche svolte da artisti legati da anità formali e
    culturali, dall’Informale all’Espressionismo Astratto a Fluxus e alla Pop Art,
    dall’Arte Concettuale alla Pittura Analitica e al Nouveau Réalisme.
    A partire da queste esperienze ormai storicizzate, nella seconda parte
    della mostra vengono proposti una serie di artisti delle più recenti
    generazioni alle cui opere si alternano gli ultimi lavori di maestri ormai
    affermati che hanno avuto con la città di Livorno rapporti intensi e duraturi,
    in un dialogo che permette di cogliere episodi di tangenza o discontinuità.
    Una particolare sezione della mostra accoglie una selezione di una serie di
    cinquanta libri d’artista generosamente donati in questa occasione alle
    collezioni della Città.
    L’esposizione si conclude con l’inaspettato accostamento fra due opere
    capaci di suggerire visioni apparentemente antitetiche che rimandano
    all’immagine del mare, elemento pervasivo della città: minacciosi denti di
    squalo, macabri sorrisi, ironicamente commentati da un inquietante monito,
    travolti dalla libertà del volo e delle grida dei gabbiani sulle onde infinite, inno
    alla sfrenata gioia di vivere.
    Nadia Marchioni

    (inaugurazione venerdi alle 21,00)

  5. #1625
    L'avatar di eelle25
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    2,033
    Mentioned
    54 Post(s)
    Quoted
    871 Post(s)
    Potenza rep
    36624277
    @nonnafra se ci fai un salto farai qualche foto per gli amici che non possono andare? ... chissà se c'e' anche un catalogo?

  6. #1626

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    857
    Mentioned
    37 Post(s)
    Quoted
    281 Post(s)
    Potenza rep
    36834715
    Citazione Originariamente Scritto da eelle25 Visualizza Messaggio
    @nonnafra se ci fai un salto farai qualche foto per gli amici che non possono andare? ... chissà se c'e' anche un catalogo?
    Il catalogo dovrebbero pubblicarlo 'a mostra in corso'. Per le foto vedo cosa posso fare (se vado domani...)

  7. #1627
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    6,286
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    1183 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    La' in LA dove c'era un museo privato oggi c'è Larry...
    Ciao!!

    La Marciano Art Foundation, molto acclamata e di breve durata, si è conclusa lo scorso novembre quando i milionari fondatori di Guess, Maurice e Paul Marciano, hanno chiuso bruscamente il museo di Los Angeles che avevano aperto in uno storico ex tempio massonico.
    Acquistato nel 2013 per $ 8 milioni - e rifatto dall'architetto Kulapat Yantrasast e dalla sua amata ditta wHY, è stato sul mercato per $ 13,9 milioni.

    Quindi Paul e Maurice Marciano non hanno trovato un acquirente, ma si sta trasferendo Larry Gagosian.

    Sarà la seconda galleria di Larry Gagosian a Los Angeles, a integrare lo spazio di lunga data a Beverly Hills, e ad aumentare la sua presenza nella città dove ha iniziato la sua carriera vendendo poster incorniciati per strada a $ 15.

    Wet Paint: Gagosian to Open a Gallery in the Vacant Marciano Museum, Dealers Stalk Gavin Brown Artists, & More Art-World Gossip

  8. #1628
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,505
    Mentioned
    72 Post(s)
    Quoted
    255 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    [QUOTE=Antipole;54765784] ... " vendendo poster incorniciati per strada a $ 15" ... di Sterling Ruby .... ciao
    .

  9. #1629
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    6,286
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    1183 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Come si diventa il primo gallerista al mondo...
    Ciao!!

    "Non avevo soldi, quindi ho iniziato a vendere poster dopo aver visto qualcuno vendere poster sul marciapiede.
    Ho praticamente copiato l'attività di questo ragazzo.

    Sono anche andato nello stesso posto in cui è andato a comprare i suoi poster, Ira Roberts di Beverly Hills, che era una società di proprietà del padre di Michael Kohn, che ha una galleria a Los Angeles.
    Erano editori di questi poster di fascia bassa che si potevano acquistare per circa un dollaro, mettere una cornice e provare a vendere per $ 15.

    Ma non ho iniziato a vendere poster perché pensavo che sarebbe stato un percorso per diventare un commerciante d'arte.
    A quel punto non concettualizzavo davvero che essere un commerciante d'arte fosse una professione.
    Ma poi ho iniziato a vendere alcuni poster più costosi.


    Larry Gagosian - Interview Magazine

  10. #1630
    L'avatar di Axelart
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    834
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    106 Post(s)
    Potenza rep
    28929614
    Citazione Originariamente Scritto da Antipole Visualizza Messaggio
    Come si diventa il primo gallerista al mondo...
    Ciao!!

    "Non avevo soldi, quindi ho iniziato a vendere poster dopo aver visto qualcuno vendere poster sul marciapiede.
    Ho praticamente copiato l'attività di questo ragazzo.

    Sono anche andato nello stesso posto in cui è andato a comprare i suoi poster, Ira Roberts di Beverly Hills, che era una società di proprietà del padre di Michael Kohn, che ha una galleria a Los Angeles.
    Erano editori di questi poster di fascia bassa che si potevano acquistare per circa un dollaro, mettere una cornice e provare a vendere per $ 15.

    Ma non ho iniziato a vendere poster perché pensavo che sarebbe stato un percorso per diventare un commerciante d'arte.
    A quel punto non concettualizzavo davvero che essere un commerciante d'arte fosse una professione.
    Ma poi ho iniziato a vendere alcuni poster più costosi.


    Larry Gagosian - Interview Magazine
    Molto interessante questa parte dell'intervista utile per i nuovi collezionisti che vogliono cominciare:

    "BRANT: Che consiglio daresti a qualcuno che sta appena iniziando a collezionare?

    GAGOSIAN: Vai a 980 Madison.

    BRANT: Questa è buona. [entrambi ridono] Ma mentre si avvicinano alla Madison 980, cosa dovrebbero guardare o pensare?

    GAGOSIAN: Non credo che tu possa dire a qualcuno come dovrebbero raccogliere. È una domanda che mi viene posta spesso, ma non ho ancora trovato una buona risposta. Penso che si tratti solo di essere accesi dall'arte. Alla fine, alcune persone lo capiscono. Non capiscono tutti allo stesso modo o ottengono gli stessi artisti, ma è un viaggio che li entusiasma. Ho avuto persone che mi dicevano: "Bene, come posso iniziare?" Bene, inizi comprando. Compra quello che ti piace, compra quello che ti puoi permettere, e non lo dico solo perché sono un rivenditore. Non puoi essere così paralizzato da dove continui a dire: "Devo imparare di più". Il modo migliore per imparare è di andare a casa e mettere qualcosa sul muro. Quindi hai un investimento. Allora ci convivi. Allora sei nel gioco. Ma quando un collezionista dice "Devi educarmi" o "Che cos'è un buon investimento?" allora non so cosa dire. Non ne ho idea. Ammettiamolo, probabilmente consiglierò gli artisti che rappresento."

    tratto da Larry Gagosian - Interview Magazine

Accedi