Risveglio Culturale II - Pagina 177
Wall Street come il selvaggio West, i 5 giganti Tech alterano la visione di uno scenario ancora molto critico
I mercati hanno offerto una prova di grande resilienza facendo registrare il trimestre migliore dal 1987 e recuperando le perdite di marzo. Sullo sfondo si staglia la recessione, ma andando …
Nikola ergo la nuova Tesla. Tutto il fatturato guadagnato con installazione pannelli solari al suo fondatore
E’ il caso di dire: quando si parla di fondamentali. Un articolo della Cnbc si focalizza sul caso Nikola, la società ribattezzata la nuova Tesla, che continua a far parlare …
Balzo trading online traina gli utili di IW Bank, non solo nuovi trader dietro aperture conti durante lockdown
Balzo degli utili di IWBank Private Investments nei primi sei mesi del 2020. La Banca del Gruppo UBI Banca specializzata negli investimenti di individui e famiglie ha chiuso il primo …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1761
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,873
    Mentioned
    166 Post(s)
    Quoted
    1128 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Il mercante lanciò il foglio di carta ingiallita sul tavolo.
    L'artista esitò prima di prenderlo poi lentamente lo aprì.
    "Te lo ricordi vero?" Domandò il mercante.
    L'artista non rispose.
    "Dovresti...
    È il contratto che non hai mai rispettato."
    L'artista appallottoló il foglio con rabbia infilandolo nella tasca rischiando di romperla.
    "Mi spiace ma quello è mio..."
    Con la stessa forza con cui l'aveva infilato in tasca glielo scaraventò contro.
    Il foglio attraversò il mercante variando per un istante la frequenza dell'ologramma.

    "Così va meglio" voltandosi alle spalle e raccogliendolo con la mano composta da plasma, l'unica parte in grado di raccogliere oggetti solidi.
    "Ascoltami dovunque tu vada, ti sarà richiesto di fare cose che ritieni sbagliate.
    È una costante della vita quella di essere costretti a violare la propria identità.
    Una volta o l'altra ti troverai costretto ad agire così.
    È una maledizione che alimenta tutta la vita. Dappertutto nell'universo."
    Disse mentre indossava il cappotto di Astrakan sintetico materializzatosi nell'altra mano.
    L'artista lo osservava restando in silenzio.
    "Ricordati l'arte può darti la vita eterna.
    Io posso fare di meglio; posso metterla in commercio."

    Risveglio Culturale II-89_dada.jpg

  2. #1762
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,873
    Mentioned
    166 Post(s)
    Quoted
    1128 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Una luce fluorescente si manifestò nella stanza, l'ologramma la attraverso dissolvendosi.
    "Il guaio di farsi una cultura è che il processo richiede molto tempo, brucia la parte migliore della vita, e quando hai finito l'unica cosa che sai è che ti sarebbe convenuto fare qualsiasi altra cosa."

    Le parole del mercante fluttuarono nella stanza prima di disperdersi come la nebbia apparse al posto delle luce.
    Il pulviscolo dei portali spaziali in poco tempo avrebbe lascato spazio all'oscurità.
    Questa nebbia non lo spaventava come l'altra nebbia, quella interna che non si disperdeva, ma si allungava fino a stringerti le ossa.
    Di solito la seconda nebbia veniva chiamata solitudine.

    Risveglio Culturale II-mediateca-santa-teresa-turner-432x600.jpg
    Ultima modifica di Antipole; 14-06-20 alle 16:51

  3. #1763
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,036
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6886 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Nel 1963, lo Zoo del Bronx di New York aveva un'esposizione chiamata:

    "L'animale più pericoloso del mondo"

    Era uno specchio.
    Immagini Allegate Immagini Allegate Risveglio Culturale II-a2.jpg 

  4. #1764
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,873
    Mentioned
    166 Post(s)
    Quoted
    1128 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Breton sul rapporto tra ‘avanguardia’ surrealista e spirito politico, polemico.

    “Anche se avessimo investito tutti i nostri mezzi nell’azione politica – dicevamo, senza mezzi termini: azione rivoluzionaria – penso che prima o poi la sollecitazione surrealista ci avrebbe inghiottito ancora.
    Era irrefrenabile.
    Allora eravamo giovani, presumo, l’attività ludica era lontana dall’essere repressa…
    Il gusto dell’avventura nei meandri del linguaggio, nei sentieri del sogno era molto forte.

    Opere come Nadja offrono un discreto resoconto di quel clima mentale in cui il gusto del vagabondaggio era portato ai limiti estremi.
    Si tratta di vedere ciò che è nascosto dietro l’apparente.
    L’incontro inatteso, in effetti, tende sempre a prendere i contorni di una donna, ed è il culmine della ricerca”.

    Risveglio Culturale II-s-l300.jpg

  5. #1765
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,873
    Mentioned
    166 Post(s)
    Quoted
    1128 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Siamo tutti sulla stessa barca...
    Parte domani. Forse.
    Ciao!!


  6. #1766
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,873
    Mentioned
    166 Post(s)
    Quoted
    1128 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Il Titanic proseguiva veloce verso le aste di New York.
    Il Café Parisien era illuminato da numerose finestre, graziosi tavolini erano posizionati sotto dove gli ospiti consumavano cibi e bevande.

    Catalogo Generale Volume I osservava soddisfatto, Volume II terminato di leggere il dépliant disse eccitata:"
    "C'è anche un*grande salotto, nel quale gli ospiti di prima classe possono dedicarsi ad attività di relax, quali la lettura, la scrittura e la semplice conversazione.
    Sarei curiosa di vederlo!!"
    "Se è questo che vuoi ci andremo..."

    Risveglio Culturale II-download.jpeg

  7. #1767
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,873
    Mentioned
    166 Post(s)
    Quoted
    1128 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Sotto il primo ponte in corrispondenza del cassero centrale, laddove meno erano avvertiti i fastidiosi movimenti di beccheggio c'era il buffet della seconda classe.
    Famiglie di Cataloghi delle mostre ed esposizioni museali facevano la spola come formiche tra i banconi assortiti e i tavoli.
    "Certo che è un gran bell'ambientino niente da dire."

    Le zone di terza classe erano situate nella parte più bassa della nave.
    Fredde d'inverno, bollenti d'estate, mancavano d'ossigeno, igiene e spazio.

    Nelle cuccette di legno o ferro si ammassavano come bestie i catagoghi minori e le edizioni economiche dividendo il poco spazio con i bagagli che si sporcavano di vomito ed es-cre-men-ti.
    Le latrine erano due per centinaia di volumi...

    Risveglio Culturale II-8054886f65c51589dda766a2d4b28b68.jpg

  8. #1768
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,873
    Mentioned
    166 Post(s)
    Quoted
    1128 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Ps, dal 1925.

    Libero Bovio vuole descrivere l’esodo di massa dei figli negletti dell’Unità d’Italia verso le Americhe.
    Vuole farlo in modo popolare usando una lingua e delle atmosfere quanto più largamente condivise e che sia così impattante, sul piano emotivo, da trascendere la modesta vicenda privata di un emigrante, per diventare un’epica solenne e monumentale.

    La storia del fallimento di un uomo diventa quella di una comunità, di una generazione.
    Più catarsi, che “american dream”, dove il destino del migrante è sempre fallimento, è sempre nemesi, è sempre tradimento, anche quando produce un pò di riscatto economico...


  9. #1769
    L'avatar di Axelart
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    828
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    106 Post(s)
    Potenza rep
    28929614

  10. #1770
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,873
    Mentioned
    166 Post(s)
    Quoted
    1128 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    La tenevo per il sequel...
    Ciao!!

    Ps, a proposito di musica...

    Il 10 aprile 1912, gli otto membri dell'orchestra si imbarcarono a bordo del Titanic dal porto di Southampton. Erano iscritti in seconda classe con un unico biglietto, il 250654.

    Dal momento che non facevano più parte dell'equipaggio, i musicisti viaggiavano in seconda classe e dovevano avere con sé 50 £, per espletare le formalità a Ellis Island.

    L'alloggio preciso dei membri dell'orchestra non è certo; gli vennero assegnate due cabine: una da tre posti nel settore dell'equipaggio, sul ponte E vicino a Scotland Road, e una da cinque posti sullo stesso ponte, in una cabina che disponeva di un locale dove potevano alloggiare gli strumenti.

    Risveglio Culturale II-220px-titanic_band.jpg

Accedi