Vito Acconci - Pagina 23
La disuguaglianza dell’inflazione: Donovan (UBS) spiega perché l’inflazione cpi è sbagliata per la maggior parte di noi
L’indice dei prezzi al consumo può essere un valore fuorviante se calcolato in maniera generalizzata per la maggior parte delle persone. “L’inflazione misurata dal consumer price index (CPI) “è una …
Wall Street mette il turbo dopo 100 giorni da incubo, ecco l’entità dei rimbalzi dell’S&P 500 in situazioni simili del passato
Settimana in poderoso recupero per i listini azionari, in particolare Wall Street. A supportare il movimento nelle ultime sedute sono state in prima battuta le minute Fed e poi le …
Tim accelera su rete unica, vicina la firma del MoU con CDP
Seduta all?insegna della bassa volatilità per Tim dopo il CdA di ieri che ha fatto il punto su rete unica e altri temi in vista della presentazione della riorganizzazione del …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #221
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    33,269
    Mentioned
    205 Post(s)
    Quoted
    8263 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Cresce nel Bronx, quando il Bronx è il Bronx nero e violento. A metà anni settanta lavora on the road. La sua formazione è letteraria, ma le parole stampate sono ferme e immobili e là fuori c’è la vita, la gente, il terreno, gli odori.

    Vito non ama le gallerie. Non ama l’arte. Pensa di non aver nulla a che fare con l’arte ma con la strada che “è un posto speciale”. Aggiunge la lingua parlata alle sue opere che chiama “installazioni” anche quando riguardano semplicemente il suo passaggio. “C’era un uomo qui, ma è scomparso, c’era un cane qui ma si è vanificato, c’era una strada ma non è più qui…” recita il video di una sua performance urbana.

    Il mondo per lui è il luogo del cambiamento. Anticipa i social filmando azioni minimali estreme di autolesionismo, il selfie, l’ozio, la provocazione. Si percepisce come un clown per il pubblico. E’ un perfezionista ma nessuno dei suoi progetti lo soddisfa, appena terminato lui è già altrove. Lo sguardo azzurro, slavato, è perso nel vuoto, nella percezione di una solitudine infinita, di una mancanza, di un balbettio o forse è perso in una premonizione.
    Lo spazio pubblico che Acconci occupa, inseguendo clandestinamente le persone per stabilire un’invisibile e impossibile relazione, è il principio della sua futura ricerca architettonica.
    Negli anni Ottanta non vuole più lavorare da solo perchè l’arte pubblica necessita di discussione e confronto e Acconci ambisce a fare architettura. Ha negato la propria appartenenza di genere, ha provocato vomito, risa e sgomento, ora è radicale anche nel progetto che mira a coinvolgere il pubblico in azioni concrete e vive e non solo voyeuristiche.

    I muri della Steven Holl Gallery di NY, per esempio, sono mobili, si aprono in volumi pieni e vuoti e debordano all’esterno, sul marciapiede. Nella sua splendida e fantascientifica visione, la proprietà privata è un’illusione, roba preistorica.

    Ma da sempre Vito si sente imprigionato.

    e che il mercato lo lasci in pace

    = di Manuela Gandini =

    Viva Vito !!!!!!
    Immagini Allegate Immagini Allegate Vito Acconci-a4.jpg 

  2. #222
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    33,269
    Mentioned
    205 Post(s)
    Quoted
    8263 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    W.T.F. ′′ Albero famiglia mondiale ′′ (2019)
    Centro Civico: Auditorium di Bill Graham
    99 Grove St., San Francisco


    Attraverso l'uso del linguaggio, l'opera d'arte di Kosuth riflette il significato storico dell'Auditorium, dimostrando anche come le parole rivelino relazioni con le realtà culturali e sociali.
    ′′ La struttura di questa installazione ha due parti: l'etimologia delle parole ′′ Civico ′′ e ′′ Auditorium ′′ in fluo bianco sulla facciata occidentale. La parola ′′ Civic ′′ è collegata alla lunga storia dell'attivismo per i diritti civili che si è svolta (e continua a essere) nella piazza - da Gay Rights a Black Lives Matter. La parola ′′ Auditorium ′′ invece è più specifica per l'edificio stesso, riferendosi al pubblico collettivo assemblato da Bill Graham, che ha trovato il modo, come promotore di concerti per non solo promuovere concerti ma anche comunità. È solo nel presente quando si usa una parola, come si fa con un'opera d'arte, che tutto ciò che comprende il presente trova la sua collocazione nel processo di realizzazione. Qui, in questo lavoro, il linguaggio diventa sia un'allegoria che un risultato effettivo di tutto ciò che vorrebbe parlare."

    @josephkosuthstudio
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Vito Acconci-1.jpg  

  3. #223
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    33,269
    Mentioned
    205 Post(s)
    Quoted
    8263 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Nel 2014 in una intervista replicò: “Fare performance, oggi, non ha più senso. Non serve a nulla e non capisco le ragioni di chi le fa. Non posso farti alcun nome perché non conosco nessuno. Ignoro totalmente l’arte di questi giorni”.

    E ancora: l’arte oggi “è diventata un business per pochi, roba da ricchi. A me interessa essere al centro di qualcosa, e con l’arte non è più possibile, mentre invece è qualcosa che può accadere facendo architettura e design. Creando nuovi spazi architettonici riesci ad arrivare a tutti”.

    E da queste parole si riesce a comprendere i motivi per cui il mercato ammmericano lo tenne in disparte:
    “Di quegli anni ricordo la Guerra in Vietnam. Fu un evento che mi scosse interiormente e cambiò definitivamente la mia visione degli Stati Uniti. Tolse la maschera alla faccia vigliacca del governo del nostro Paese. Il fulcro della mia serie di performance nacque dall’indignazione verso l’amministrazione pubblica”
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Vito Acconci-4.jpg  
    Immagini Allegate Immagini Allegate Vito Acconci-3.jpg 

  4. #224
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    33,269
    Mentioned
    205 Post(s)
    Quoted
    8263 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Tre anni fa pareva dovessero fare l’operazione del secolo, ‘ste due vanitose :

    Pace Gallery e Sotheby’s si alleano per Acconci | Artribune

    "la Pace Gallery garantirà la valorizzazione e la promozione del suo lavoro, presentando le opere dell’artista alle fiere, organizzando mostre in galleria e collaborando con le amministrazioni cittadine per costruire negli spazi pubblici i progetti di arte urbana ideati dall’artista e ancora non realizzati. L’altra di collocare il lavoro di Acconci nei musei"

    a distanza di tre anni non hanno fatto una beata mazza, anzi, sono sempre meno in America le gallerie che gestiscono Acconci rispetto a prima.

    diffidare sempre da quelli che fanno gli sboroni

  5. #225

    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    970
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    394 Post(s)
    Potenza rep
    26339949
    In asta passa molto poco, non interessa quasi a nessuno.
    Ottimo

  6. #226
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    33,269
    Mentioned
    205 Post(s)
    Quoted
    8263 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Qui in Italia è ancora gestito dalla Fumagalli e dalla Osart di Milano, poi dalla Michela Rizzo di Venezia.

    All’estero poche gallerie e di basso profilo, mentre anni fa era in mano anche alla Gladstone Gallery.

    Se vorranno riportarlo nel mercato e non ai suoi margini, al pari dei tanti musei che lo ospitano, ci vorranno molti anni e certo non con tre gallerie italiane
    L'accordo Studio Acconci e Pace Gallery è stato fallimentare, non sarà facile ridare lustro ad un artista che ovviamente meriterebbe molto di più.


  7. #227

    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    970
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    394 Post(s)
    Potenza rep
    26339949
    Segnalo una fotografia vintage Interessante da Borromeo.

  8. #228
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    33,269
    Mentioned
    205 Post(s)
    Quoted
    8263 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    sì però devono studiare di più

    Overtaking pieace fu una performance del 1970

    perchè diamine hanno scritto 2007 ??????

    leggere la pagina 74: https://videodautore.sciami.com/scm-...da_59_a_84.pdf

    opera visibile qui:
    http://194.176.109.135/eMuseumPlus;jsessionid=B9C18046E2782507B 8A81131644E184C.node1?service=direct/1/ResultLightboxView/result.t2.collection_lightbox.$TspTitleL ink.link&sp=10&sp=Scollection&sp=SfieldV alue&sp=1&sp=0&sp=3&sp=Slightbox_3x4&sp= 0&sp=Sdetail&sp=0&sp=F&sp=T&sp=1
    Ultima modifica di Alessandro Celli; 11-01-22 alle 15:07

  9. #229
    L'avatar di eelle25
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    2,724
    Mentioned
    63 Post(s)
    Quoted
    1136 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    …ma non ha uno straccio di Archivio o Fondazione?

    Comunque si, un po’ pasticcioni, la data si riferisce ad una pubblicazione… ma è anche quella errata

  10. #230
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    33,269
    Mentioned
    205 Post(s)
    Quoted
    8263 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da eelle25 Visualizza Messaggio
    …ma non ha uno straccio di Archivio o Fondazione?
    certamente sì
    Acconci Studio

    ma temo che per autenticare una foto simile chiederebbero tre volte il valore dell'opera

Accedi