Kounellis - Pagina 3
BTP Italia tornerà a far breccia tra le famiglie? Emissione al via tra tante certezze e qualche incognita
Tutto pronto per il Btp Italia. Il collocamento della quindicesima emissione del titolo di stato indicizzato all?inflazione (FOI meno tabacchi) dedicato ai piccoli risparmiatori italiani avrà luogo dal 21 al …
Tassi di interesse negativi ci dicono che il futuro vale più del presente in un mondo dove sovrabbonda il risparmio
Cosa si nasconde dietro questa grossa ondata di tassi d?interesse negativi? Da Francoforte  a Zurigo passando per Tokio, più di un terzo dei bond presenti sul mercato offrono ormai ritorni …
Calendario conti 3° trimestre 2019 Ftse Mib: apre Saipem, banche e FCA le più attese
Dopo un inizio poco fortunato, il mese di ottobre ha visto un forte rialzo dei mercati azionari internazionali. Gli indici USA sono tornati sui massimi storici, mentre quelli europei (Ftse …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,092
    Mentioned
    81 Post(s)
    Quoted
    2640 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Un'ulteriore annotazione.
    Pensate a quanto negli anni 60 Kounellis è distante dalle ricerche contemporanee dei colleghi americani: gli americani vanno verso il minimalismo in cui deve dominare l'inespressività, l'assenza della mano che crea.
    Kounellis al contrario, rende espressivi anche i materiali più anonimi, più distanti dall'arte, meno considerati. Ma potenti. Sembra sottolineare come gli americani non abbiano storia, e come invece Roma e la Grecia siano capaci di impregnare di vissuto, di memoria e di storia ogni cosa.
    Fantastico!

  2. #22

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,092
    Mentioned
    81 Post(s)
    Quoted
    2640 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Le grandi installazioni di Kounellis hanno un che evidente di "sacralità". Infatti l'opera di Kounellis ha bisogno di grandi spazi, è invadente, è monumentale. Tragica. Gli oggetti che usa (straordinari i cappotti, tutti neri, tutti uguali) richiamano senza mezzi termini la condizione umana, la difficoltà, la sofferenza, la morte. Quegli oggetti più che simboli, sono maschere. Infatti quegli oggetti non cambiano a seconda della situazione, ma hanno un loro ruolo, una loro identità e lui li usa per mettere in scena la realtà.

  3. #23
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    27,627
    Mentioned
    149 Post(s)
    Quoted
    5669 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Ringrazio tutti gli amici
    che hanno offerto un prezioso contributo

  4. #24
    L'avatar di mambor1
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    6,207
    Mentioned
    42 Post(s)
    Quoted
    1052 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da artebrixia Visualizza Messaggio
    Quando dodici cavalli veri divennero un'opera d'arte. Era il 1969, nella sala eella galleria romana L'Attico. Gli animali furono legati attorno al perimetro della quattro mura che formava lo spazio rettangolare della sala espositiva. Pulsanti di energia vitale, col loro odore e la loro fisiologia attiva, quei cavalli diventarono un lavoro leggendario, l'ambigua e surreale installazione con cui il greco, ma romano d'adozione, Jannis Kounellis affermava il suo prorompente e provocatorio vitalismo creativo.

    Era il trionfo del "recupero della natura viva", dell'esplosione della vita nella sua attualità, raccontata in tempo reale. Con i cavalli, comparvero pappagalli veri su trespoli d'acciaio, donne coperte di un sudario e stese su un letto col becco a gas legato ad un piede, giochi di fuochi sprigionati da fiamme ossidriche, carbone, caffè e oro, sacchi e pietre, cactus e uccelli.
    Grande artista ma in questo caso Richard serra lo aveva anticipato e tra l' altro tre anni prima a Roma..e sicuramente un contatto tra i due c'e' stato.
    Immagini Allegate Immagini Allegate Kounellis-rs_cage_1-det.jpg 

  5. #25
    L'avatar di artepassion
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    4,393
    Mentioned
    75 Post(s)
    Quoted
    968 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Che dire......post bellissimo.
    Kounellis è semplicemente un grande dell'Arte povera che vorrei avere in collezione ma che aimè non ho...

  6. #26
    L'avatar di mambor1
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    6,207
    Mentioned
    42 Post(s)
    Quoted
    1052 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    C'e' anche un' altra similitudine...
    Immagini Allegate Immagini Allegate Kounellis-i-cappotti-di-beuys-267x300.jpg 

  7. #27

    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    340
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    1420800


    Citazione Originariamente Scritto da mambor1 Visualizza Messaggio
    Grande artista ma in questo caso Richard serra lo aveva anticipato e tra l' altro tre anni prima a Roma..e sicuramente un contatto tra i due c'e' stato.

  8. #28

    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    340
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    1420800
    Cavolo, questa non la conoscevo. Grazie Mambor!

    Citazione Originariamente Scritto da mambor1 Visualizza Messaggio
    C'e' anche un' altra similitudine...

  9. #29
    L'avatar di mambor1
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    6,207
    Mentioned
    42 Post(s)
    Quoted
    1052 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da vinma Visualizza Messaggio
    Cavolo, questa non la conoscevo. Grazie Mambor!
    Beuys

    Come anche questa sui cavalli per non parlare dei sacchi....

    Abbiamo appena finito di parlare di critici che non criticano
    Un po' di approfondimento e non solo di osanne da parte nostra fa bene
    Immagini Allegate Immagini Allegate Kounellis-joseph-beuys.jpg 

  10. #30
    L'avatar di rothko
    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    5,998
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    42949692

Accedi