Filippo De Pisis
Ftse Mib ingabbiato in un lunghissimo ‘piattone’, verso storno prima di attaccare resistenza chiave
Piazza Affari nelle ultime settimane ha ribadito il suo magic moment  con saldo da in inizio anno arrivato a +28% circa, sovraperformando gli altri indici azionari europei. Performance che nell’ultimo periodo …
Rumor ostacoli su rete unica fa scivolare Telecom in Borsa
Seduta di vendite per il titolo Telecom Italia che scivola agli ultimi posti dell?indice Ftse Mib con un calo di quasi il 2% a 0,528 euro. Il titolo della maggiore …
Stoxx Europe 600: questa volta l’assalto ai top storici può riuscire, ma occhio a volatilità nel breve
Ci risiamo, per la quinta volta in circa 20 anni lo Stoxx Europe 600, l?indice europeo di riferimento che include nel paniere i 600 titoli più importanti europei, è tornato …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

  2. #2
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    27,799
    Mentioned
    153 Post(s)
    Quoted
    5749 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Su De Pisis ci sarebbero ancora interi libri da scrivere, altro che!
    Se solo pensiamo che le sue opere ottennero il successo che si meritava soltanto alle Biennali di Venezia del 1948 e del 1954.
    (e morì il 2 aprile del 1956....)

    Fu inevitabile per l’epoca, che pagò taluni insuccessi per la sua omosessualità mai celata, tant’è che non ottenne il Gran Premio della Biennale del 1948.
    Post mortem, nel 1956, la Biennale gli organizzò una retrospettiva presentata da Francesco Arcangeli, forse per riparare…….
    Vabbè, lasciamo stare la storia, ora.

    Sottovalutato, dite?
    A mio parere sì, in particolare sugli acquerelli, che eseguiva in maniera impeccabile, al pari di Maurice Utrillo.
    Infatti "la sua pittura a zampa di mosca"', come l'ha definitì con ironia Eugenio Montale, almeno a livello di mercato, è sempre apparsa al di sotto delle sue potenzialità.
    Immagini Allegate Immagini Allegate Filippo De Pisis-1.jpg Filippo De Pisis-5.jpg 

  3. #3
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    27,799
    Mentioned
    153 Post(s)
    Quoted
    5749 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Va anche detto che la grave piaga dei falsi ha penalizzato il suo mercato, in parte arginata dal catalogo generale dei dipinti pubblicato da Giuliano Briganti nel 1991 che pur non essendo completo documenta gran parte della sua produzione.

    Si consideri che alla Phillips Collection di Washington (The Phillips Collection), De Pisis è presente .
    E' una delle più prestigiose collezioni di arte americana ed europea, che comprende opere di Renoir, Van Gogh, Bonnard, Cézanne, Picasso, Monet, Daumier, Braque, Corot, Courbet, Kandinsky, Kokoschka, Modigliani, Manet, Odilon Redon, Sisley, Utrillo, Rousseau.

    Ah, dimenticavo, in America è presente anche al Saint Louis Art Museum, Saint Louis, Missouri.
    Ed ebbe un esordio metafisico e futurista.
    Attenzione : NON astrattista!


    Adottò persino la tecnica dadaista del collage (gli anni in cui frequentava De Chirico, Savinio, Carrà, mi pare fra il ’18 ed il ‘25)
    Gli intenti erano decisamente più lirici e meno che polemici, se poi approdò ad altre culture e si fece conoscere per cicli a noi ben più noti, è altra storia, ma lui aveva tutto dentro, davvero tutto.
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Filippo De Pisis-3.jpg  
    Immagini Allegate Immagini Allegate Filippo De Pisis-2.jpg 

  4. #4
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    27,799
    Mentioned
    153 Post(s)
    Quoted
    5749 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    E come si legge in un libro di Calvesi “il ruolo che de Pisis ha saputo e voluto rivestire e interpretare all'interno del piccolo gruppo approdato nella città metafisica per eccellenza (De Chirico con il fratello Savinio, Carrà e, più tardi, Morandi) appare ancora in gran parte sconosciuto”.

    Ed anche nelle pagine straordinarie di Briganti sui metafisici nel saggio della mostra veneziana del 1979 sulla pittura di quel periodo, si legge di quell’esperienza ferrarese (la poetica dechirichiana che rimanda al nulla "l'enigma che fa coincidere l'ignoto con il vuoto di senso" e quella depisisiana, secondo l'intuizione dell'Arcangeli, richiamata al gioco del non-senso Dada ma anche, fondamentalmente lirica) ci fanno avvertire quanto de Pisis abbia contribuito alla formulazione di quel movimento così complesso e così affascinante.

    Insomma il De Pisis che tanti conoscono, dei fiorellini e dei paesaggi di Brugherio, era ben più grande di quanto si sappia!
    Pagò soltanto lo scotto di una società in cui la Chiesa era molto potente … ma lasciamo stare la sua vita privata, oggi non ne faremmo certo caso.
    Non ottenne infatti il Gran Premio della Biennale del 1948 perché omosessuale.
    Solo nel lontano 1956, ma post mortem, la Biennale gli organizzò una retrospettiva presentata da Francesco Arcangeli, bah….

    (sì, lo so, l'ho già scritto sopra, ma sto facendo un copia incolla di vecchi miei post sempre apparsi sul nostro forum)

    E ci basti riflettere che nel ’24 scrisse, in ambito di metafisica: "In certe camere che guardavano sopra un taciturno e verde giardino chiuso da alte pareti, camere ch'io avevo fatto rimbiancare, ermetiche, un po' spettrali, furono appese, ancora ignote al mondo, lungi da occhi profani, le più belle pitture del periodo metafisico, Le Muse inquietanti, Ettore e Andromaca, I Ritornanti, e forse mai vissero come per i miei occhi in certe desolate eppure armoniose sere d'inverno».

    Già, perché il pittore ferrarese esordì come scrittore e sognò di diventare poeta.
    Ma una ultima cosa consentitemela.
    Voleva fare il poeta?
    Con quella pittura fragile, luminosa, in un delirio di pennellate lievi, spesso aspre, venate d’angoscia, alla poesia c’è arrivato eccome.

    … e ci sarebbe ancora tanto da scrivere su questo artista….
    Immagini Allegate Immagini Allegate Filippo De Pisis-6.jpg 
    Ultima modifica di Alessandro Celli; 08-01-14 alle 20:39

  5. #5
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    27,799
    Mentioned
    153 Post(s)
    Quoted
    5749 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    ... del resto se l'artista non è internazionale, perchè discuterne?


    ma la forza del mercato ci invogliano a parlare dei Boetti con più gusto, o no?

    "Filippo De Pisis è sempre stato un artista considerato per la sua capacità pittorica, un uomo col pennello in mano e i colori sul tavolo.
    Nulla di più incredibile riscoprire nell’anima di quest’autore ferrarese una sinergica figura dai volti sensibili.
    Due arti che nutrivano di passione lo stesso corpo in modo autonomo e similare, due mondi d’immagine e chiarezza: in pittura si avvicina alla Metafisica e al futurismo per approdare, negli anni Venti, al recupero del classicismo: in poesia affronta con convinzione “l’altronovecentismo”, modo limpido e diretto d’imporre il verso."

    Tratto da “Poesie” di Filippo De Pisis,
    edito da Garzanti

    tanto vale chiudere con un'opera che ho a parete da anni
    e che farò molta fatica a staccare,
    peraltro la acquistai dal figlio di Andrea Raccagni
    che mi portò personalmente a casa
    .... fu una giornata per me difficile da dimenticare
    bella densa di racconti come piace a me.


    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Filippo De Pisis-de-pisis.jpg  

  6. #6
    L'avatar di rothko
    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    6,006
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    55 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    L'Italia è sempre stata forte nel fioretto
    e de Pisis è stato il maestro del tocco
    peccato che ci sia stata dietro una "sQuolà" di pessimo gusto
    (col suo nome ben in vista però)

  7. #7

    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    717
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    65 Post(s)
    Potenza rep
    9696254
    Bravo Artebrixia

  8. #8

    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    5,077
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    254 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da gano60 Visualizza Messaggio
    Bravo Artebrixia
    Mi unisco ai complimenti per il mitico Artebrixia

  9. #9

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    145
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    3435984
    Io un paio di anni fa ho visitato la casa museo boschi-di stefano e sono rimasto folgorato dai quadri di questo grande maestro!!

  10. #10

    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    1,247
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Riprendo questo argomento perché De Pisis lo ritengo uno dei maestri più importanti della prima parte del 900.
    Mi sembra che il caro Artebrixia una volta ha pubblicato la lista dei musei che ospitano sue opere.
    La ripubblico nuovamente qui per evidenziare che le sue opere si trovano anche in alcuni musei più importanti del mondo come l'Hermitage, i Musei Vaticani , il Centre Pompidou

    Cincinnati Art Museum, Ohio
    Home

    Città del Vaticano, collezione d’Arte Religiosa Moderna dei Musei Vaticani
    mv.vatican.va

    Colonia, Museo Ludwig
    Museum Ludwig, Köln

    Cortina D’Ampezzo, Galleria d’Arte Moderna Mario Rimoldi
    (Type a title for your page here)

    Ferrara, Galleria Civica d’Arte Moderna "de Pisis"
    sd2.provincia.fe.it

    Firenze, Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti
    Polo Museale Fiorentino :: Sito Ufficiale

    Genova, Galleria d’Arte Moderna
    www.genova-2004.it

    Grenoble, Museo d’arte contemporanea
    Accueil - Musée

    Leningrado, Museo dell’Ermitage
    The State Hermitage Museum, St. Petersburg, Russia -- Powered by IBM

    Lubiana (Slovenia), National Gallery
    Narodna galerija - NG

    Milano, Pinacoteca di Brera
    HomePage- Pinacoteca di Brera

    Milano, Civica Galleria d’Arte Moderna
    Comune di Milano.

    Novara, Museo Civico
    Comune di Novara

    Parigi, Musée National d’Art Moderne, Centre Pompidou
    Accueil ‐ Centre Pompidou

    Parigi, Musée d’Art Moderne de la ville de Paris
    Accueil paris.fr - Paris.fr

    Piacenza, Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi
    Sito in preparazione

    Roma, Galleria Nazionale d’Arte
    www.gnam.arti.beniculturali.it

    Torino, Museo Civico – Galleria d’Arte Moderna
    Servizio Telematico Pubblico - Città di Torino

    Torino, Civica Galleria d’Arte Moderna
    Galleria d'Arte Moderna - Home page

    Trieste, Civico Museo Revoltella, Galleria d’Arte Moderna
    Museo Revoltella

    Udine, Galleria d’Arte Moderna
    Comune di Udine

    Venezia, Museo d’Arte Moderna Ca’Pesaro
    MUVE – Fondazione Musei Civici Venezia

    Verona, Civica Galleria d’Arte Moderna
    Comune di Verona - Portale

Accedi