Arte Concettuale & Minimal art - Pagina 3
Tassi di interesse negativi ci dicono che il futuro vale più del presente in un mondo dove sovrabbonda il risparmio
Cosa si nasconde dietro questa grossa ondata di tassi d?interesse negativi? Da Francoforte  a Zurigo passando per Tokio, più di un terzo dei bond presenti sul mercato offrono ormai ritorni …
Calendario conti 3° trimestre 2019 Ftse Mib: apre Saipem, banche e FCA le più attese
Dopo un inizio poco fortunato, il mese di ottobre ha visto un forte rialzo dei mercati azionari internazionali. Gli indici USA sono tornati sui massimi storici, mentre quelli europei (Ftse …
Descalzi a tutto campo: Eni non sarà preda M&A, dividendo può salire
Eni è diventata la compagnia più efficiente tra le grandi con riserve proprie che sono state scoperte e non comprate, con costi per i nuovi barili molto bassi, a meno …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21
    L'avatar di ginogost
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    15,891
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    1737 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da cleto Visualizza Messaggio
    '' It doesn’t really matter if the viewer understands the concepts of the artist by seeing the art. Once it is out of his hand the artist has no control over the way a viewer will perceive the work. Different people will understand the same thing in a different way.''

    S. Lewitt.
    Una specie di opera aperta ... ma basterebbe una piccola modifica: E l'arte concettuale necessita che un contenuto mentale - non l'artistico - venga riconosciuto ed elaborato dall'osservante.

  2. #22

    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    4,366
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    675 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da aharon Visualizza Messaggio
    le sue Opere sì.
    e avrei voluto vederle e percorrerle in lungo e in largo tutte.
    ma quella roba sacrificata in pochi cm o metri quadri che vendono a noi mi suscita solo tanta tenerezza.
    Se parli di ChristoIn effetti ...alcune sono e rimarranno semplici testimonianze /quelle pic colette con foto, piccolo lembo di tessuto usato e firma di moglie e marito (chissà, a livello di investimenti può anche darsi che queste piccole cose un giorno varranno tantissimo posto che saranno l'unica testimonianza ufficiale e tangibile dell'avvenuta opera con tanto di foto ricordo, firma e piccolo tessuto), mentre i progetti di Christo invece sono parte integrante dell'opera stessa anzi è lo studio preparativo.Queste ultime sono opere importanti e non solo semplici testimonianze.Poi quest'ultime sono ex ante opera mentre quelle piccolette sono ex post opera, due cose diverse nel formato, nell'importanza e nel valore venale.

  3. #23
    L'avatar di ginogost
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    15,891
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    1737 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da batteristasinest Visualizza Messaggio
    Dai che scherzo...Senza ombra di dubbio dentro senza postarne neppure una poichè lo sono tutte dico senza timore di smentita un certo Christo o quasi tutta la produzione artistica di un certo Beuys
    Il primo che citi ha vissuto alla grande tutta la vita su una sola "idea", che alla fine consiste nel vestire anche i monumenti (non le casette da geometri, quelle no, non fa il top del glamour ), cosa che già sotto la regina Vittoria, con le gambe dei tavoli ...
    Comunque, non è certo il pubblico che ne ha decretato la fama, quanto alcune benevole istituzioni che non avevano certo titolo a farlo, proprio come l'Assessore alla cultura di solito fatica ad esprimersi senza parlare in dialetto

    Del secondo andai a vedere più cose in più sedi, anche perché voci amiche me lo davano come spiritualmente vicino al mio ambito. Alla fine, il sobrio urlo fantozziano a proposito della nota corazzata/incrociatore non sono proprio riuscito a trattenerlo.
    Che sia famoso non me ne cale un ette. Anzi, sì, è un'informazione indiretta sul livello delle istituzioni (sempre loro! ) con cui abbiamo a che fare.


    Se hai altri esempi (seriamente) ...

  4. #24
    L'avatar di Cris70
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    3,791
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    252 Post(s)
    Potenza rep
    0
    gino
    sei simpatico, colto, educato, e son sicuro che ti lavi le mani prima di sederti a tavola è un piacere leggerti ma paragonare Christo e Beuys a due dilettanti allo sbaraglio è un insulto al buon senso oltre che alla storia dell'arte
    Se è pur vero che "gustibus non disputandum est", qui in ballo non c'è il piacere o meno di vedere un'opera qui si disquisisce su "...qualunque espressione artistica in cui i concetti e le idee espresse siano più importanti del risultato estetico e percettivo dell'opera" (Arte concettuale - Wikipedia)

    E' come se scrivessi che Woody Allen non ha capito una fava della vita perchè trovo i suoi lavori noiosi e Confucio era uno sfigato che qualcuno ha trascritto per i posteri .
    Sbaglio o tra Umorismo e Saggezza ..... la linea è sottile
    Magari l'approccio giusto potrebbe essere guardare un'opera e analizzarla su "due piani diversi: quello delle sue qualità puramente "artistiche" e quello, più sottilmente psicologico, del rapporto con "l'artista". Raddoppiando così il godimento" (da Confucio a Woody Allen - Giuliano Agostinetti)
    Ultima modifica di Cris70; 02-10-13 alle 20:51

  5. #25
    L'avatar di ginogost
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    15,891
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    1737 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Cris70 Visualizza Messaggio
    gino
    "...qualunque espressione artistica in cui i concetti e le idee espresse siano più importanti del risultato estetico e percettivo dell'opera" (Arte concettuale - Wikipedia)
    Questa definizione, se ci fai caso, vale anche per la filosofia, per la matematica, persino per la politica
    Che non hanno scopi artistici, cioè sul piano estetico.
    Allora, chiamarla Arte Concettuale significa fare confusione, perché connesso con qualunque arte (quindi anche musica, teatro, letteratura) è proprio un risultato estetico.
    Per me va vista sul piano di altre "arti", quale arte culinaria, arti erotiche, arte del vivere, arte dello scrocco, dove il termine arte non richiama affatto un risultato estetico, bensì una capacità.
    Né mi risulta che questa sezione del FOL si chiami Investimenti in Filosofia, o Investimenti in Politica
    Sennò potremmo dire che Andreotti fu il più grande artista italiano del secolo scorso

    Perdonami, ma sono abituato a sostenere ciò che ho a lungo vagliato, seppure fossi da solo contro il pifferaio magico e il suo ampio séguito.
    Non credo che ciò significhi chiusura o preconcetti.

  6. #26
    L'avatar di varoon
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    4,931
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    146 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Ehilà Io avevo aperto il 3d pensando da convogliare qui i post su Kosuth, Bochner, Broodthaers & Co, oltre ovviamente al papà di tutti Duchamp

    Noi avevamo già iniziato un 3d, dove emergeva abbastanza chiaramente la debolezza di certi artisti (come Cattelan, Hirst, etc), soprattutto se paragonata a Duchamp.

    http://www.finanzaonline.com/forum/i...l#post20994517

    La discussione aveva colto abbastanza nel segno, sulla debolezza di un certo tipodi arte, ma non avevamo focalizzato bene il perchè. Ovvio saltavamo da Duchamp ai Post Concettuali (Cattelan, Hirst, etc), senza passare dai Concettuali (Kosuth, Anastasi, Baldesarri, etc). Come abbiamo fatto a dimenticarcene? Semplicemente perchè questa è stata la propaganda anni '90 di Saatchi & Co, che hanno tentato di far passare come fenomeni artisti che scopiazzavano gli artisti anni '60 e '70...

    E così mi sono messo a studiare l'arte concettuale, scoprendomi (inaspettatamente) grande estimatore...

  7. #27

    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    4,366
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    675 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da ginogost Visualizza Messaggio
    Questa definizione, se ci fai caso, vale anche per la filosofia, per la matematica, persino per la politica
    Che non hanno scopi artistici, cioè sul piano estetico.
    Allora, chiamarla Arte Concettuale significa fare confusione, perché connesso con qualunque arte (quindi anche musica, teatro, letteratura) è proprio un risultato estetico.
    Per me va vista sul piano di altre "arti", quale arte culinaria, arti erotiche, arte del vivere, arte dello scrocco, dove il termine arte non richiama affatto un risultato estetico, bensì una capacità.
    Né mi risulta che questa sezione del FOL si chiami Investimenti in Filosofia, o Investimenti in Politica
    Sennò potremmo dire che Andreotti fu il più grande artista italiano del secolo scorso

    Perdonami, ma sono abituato a sostenere ciò che ho a lungo vagliato, seppure fossi da solo contro il pifferaio magico e il suo ampio séguito.
    Non credo che ciò significhi chiusura o preconcetti.
    Caro ginogost certa arte contemporanea anch'io non la sopporto e son contrario ad elucubrazioni artistiche che sfociano solo nel"nulla" anche se poi il successo arriva ugualmente e secondo me immeritatamente ma questa èc omunque la vità.Detto questo capisco anche che l'arte concettuale non ti sia molto simpatica.Personalmente pur non piacendomi molta arte contemporanea, quella concettuale (fatta bene) invece la apprezzo molto e i due nomi che ti ho citato per me son veri mostri sacri dell'arte concettuale e potrei provare a farti entrare nei concetti delle loro singole opere ma sarebbe sfoggio inutile di un bla bla bla che per pregiudizio tuo non approverai mai quindi...non ci provo
    Però lasciami dire due cosette, poi magari ne riparleremo .Intanto va subito chiarito che il linguaggio dell'arte concettuale non si scopre e individua tanto facilmente quanto altri modi pittorici di estrinsecare il proprio estro creativo.Il modo di esprimersi degli artisti concettuali (quelli che sanno come realizzarla, magari anche solo istintivamente),secondo me, è una delle grandi conquiste dell'arte contemporanea. Apprezzare un opera concettuale non significa apprezzare l'opera in sé ,credo che questo sia pacifico e anzi va subito inteso questo per capirla. Ciò che conta è come cisi avvicina all'idea utilizzando la creatività artistica.Non saprei come spiegartelo diversamente, scusami forse è un mio limite.
    Tu mi chiedi di farti altri nomi,ne avrei almeno dieci ma di uno non ti dico il nome ti dico solo cosa ha fatto uno dei più grandi esponenti dell'arte concettuale senza neppure postarti l'opera, sicuramente lo riconoscerai subito...è questo il messaggio del concettuale. Siamo nel lontano 1965 e quest'artista espone un'installazione in cui figura una sedia, una foto in bianco e nero di una sedia e l'ingrandimento della definizione di sedia presa da un dizionario.Orbene questo Grande artista senza usare parole ma con quell'installazione situata in un luogo dove l'arte parla al pubblico gridava: tu non vedi mai ciò che credi di vedere! e questo l'ha saputo dire usando il mezzo della sua creatività artistica concettuale:la sua pittura contemporanea.
    Comunque ti faccio il nome di un altro grandissimo dell'arte concettuale: on kawara.che ad esempio , in una sua opera,enfatizzando una "semplice" data fa emergere il lato riflessivo dell'osservatore anziché quello dell'ammirazione,del piacere visivo o dell'apprezzamento della calligrafia artistica insito in quasi tutte le altre forme di arte pittorica. Questa è l'arte concettuale.Spero di averti fatto cambiare idea

  8. #28
    L'avatar di Cris70
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    3,791
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    252 Post(s)
    Potenza rep
    0
    caro Gino

    premessa doverosa e ahimè sarastica

    ............. valutati gli ultimi "exploit" della classe politica (oggi mi ero perso tutto e sto cercando di capirci qualcosa ma mi pare tutto .... molto torbido) dire che Andreotti fu il più grande artista "politico" italiano del secolo scorso (ci metterei anche Berlinguer e De Gasperi) forse non è poi del tutto fuori luogo

    Tornando a noi e sulla base dei tuoi scritti sul FOL mi par di capire che tu privilegi le arti figurative (pittura, disegno, grafica, architettura) e ritieni che alle stesse sia possibile attribuire un valore sulla base del prodotto estetico ed in qunto tali olo queste sono pertinenti con l'argomento qui discusso che effettivamente è quello di Investimenti in Arte.
    Passando al discorso Concettuale non ti aggrada l'accoppiamento Arte + Concettuale perchè accosti il "concetto" ad una "capacità"
    Onestamene non mi convince o magari ho capito male io.

    Un conto è essere un grande matematico con grandi "capacità matematiche" ma un altro conto è essere Einstein e immaginare qualcosa che va oltre il seminato e quindi esprimere un "concetto matematico" che, oltre alla insita capacità matematica che si deve avere, arriva anche a dare una rappresentazione di un qualcosa (le leggi dell'universo) che nessuno prima aveva anche solo immaginato (partiva comunque avvantaggiato in quanto pare che avesse i due lobi frontali del cervello che essendo in contatto gli permettevano di unire lato sx logico-razionale con quella olistica di dx).
    Mi pare che son due cose molto diverse.

    Non mi permetterei mai e in nessun caso di immaginare che la tua posizione sia frutto di "chiusura o preconcetti" in quanto è ormai evidente a tutti che quando scrivi lo fai con cognizione di causa e dopo attente riflessioni, ma allora ti chiedo se mi spieghi con semplicità e chiarezz cosa tu intendi per quella corrente artistica che nei primi anni '60 un tale di nome Joseph Kosuth definì appunto Arte Concettuale per catalogare in un unico grande movimento tutto ciò che voleva essere fondato sul pensiero e non più sul piacere estetico.

    Ti faccio io un nome e sapendo che apprezzi gli scritti ti inviterei anche leggere qualcosa su di lui e di suo: Vincenzo Agnetti.

    ciao Grande
    Ultima modifica di Cris70; 02-10-13 alle 22:56

  9. #29

    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    4,366
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    675 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da aharon Visualizza Messaggio
    (tu non vedi mai ciò che credi di vedere! ) cit.

    praticamente ha gridato al mondo l' OVVIO.
    semplicemente rendendolo meno ovvio
    E' proprio questa la chiave di volta per capire l'arte concettuale e per l'artista quella per farla bene ossia sapere esprimere un concetto in forma artistica utilizzando i mezzi che ritiene più opportuni e adeguati,ma,ripeto, in chiave artistica pittorica,altrimenti sarebbe altra cosa. Non è filosofia punto e basta ma ad esempio è filosofia espressa in forma pittorica, è realizzazione di un concetto in chiave artistica. L'opera in sé non è quella che è predominante rispetto all'idea che invece è quella che prevale ma chiaramente espressa in forma pittorica.I paesaggisti fanno paesaggi in chiave artistica, gli informali rappresentano l'assenza di forme in chiave artistica,i cinetici il movimento in chiave artistica...e i concettuali rappresentano un idea in chiave artistica. (anche se poi in senso lato tutta l'arte ha dietro di sé un idea , un concetto.Ma nell'arte concettuale è questo l'oggetto-l'idea- e non il progetto da realizzare)Bisogna partire proprio da li. partendo da quel presupposto si può osservare come quell'idea è stata espressa in arte...e da qui scatta la sensibilità e il de gustibus dell'osservatore, questo è ovvio, ma deve partire sempre dall'idea e non prima dalla semplice visione dell'opera.E' una operazione inversa da quella che normalmente si fa o meglio,che i profani chiedono davanti ad un opera d'arte:bella ma...cosa rappresenta? Nel concettuale prima invece deve essere apprezzata l'idea rispondendo invece alla domanda:ho capito l'idea ma come è stata fatta?ha reso l'idea adeguatamente in modo artistico?

  10. #30
    L'avatar di Cris70
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    3,791
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    252 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da aharon Visualizza Messaggio
    ..... ingegnere ........
    ciao collega adesso ho capito perchè sei così giù.
    a noi ci frega il lato sx
    è per questo che mi sono immerso nell'arte e trovo serenità
    e per tenere sempre attivo anche l'altro lobo

Accedi