Vincenzo Agnetti - Pagina 31
Vietnam e Arabia alla guida dei VARPS. Focus su cinque paesi decorrelati dai mercati emergenti principali
Di seguito pubblichiamo il commento a cura di Tim Love, Investment Director responsabile delle strategie azionarie dei paesi emergenti di GAM Nel 2016 abbiamo identificato cinque mercati chiave all’interno dell’universo …
Dividendo Intesa Sanpaolo fa gola a tanti, titolo gongola e vede i top dal 2018 con +35% Ytd
Intesa Sanpaolo sugli scudi in attesa del corposo dividendo che verrà staccato lunedì 18 ottobre. Il titolo ha veleggiato oggi nelle posizioni di testa del Ftse Mib (close a +2,05% …
E’ frenesia da Bitcoin, +35% a ottobre con conto alla rovescia per lancio primo ETF ad hoc negli States. Occhio a trappola sell on news
Nuovo scatto del Bitcoin che si porta nei pressi dei 60.000 dollari per la prima volta in sei mesi avvicinandosi al suo massimo storico, mentre i trader esprimono fiducia sul …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #301
    L'avatar di blackcity
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    4,304
    Mentioned
    111 Post(s)
    Quoted
    2063 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    beh

    un feltro o una bachelite in asta comunque solitamente supera i 100 mila euro

    prezzi contenuti mica tanto
    Quasi mai successo Ale, e men che meno adesso...

  2. #302

    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    597
    Blog Entries
    3
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    104 Post(s)
    Potenza rep
    25577083
    Citazione Originariamente Scritto da smw85 Visualizza Messaggio
    Voglio anche dire una cosa a favore delle gallerie, il lavoro lo fanno però ci deve anche essere il collezionista perchè non credo che a @mr perplide piaccia lavorare gratis o in perdita nè tantomeno con clienti che stanno li appollaiati per fare l'affare...come ha spiegato, con un mercato di clienti che comprano gia' con le mani che prudono per rivendere, il lavoro non funziona e i soldi giustamente la galleria non li investe, piuttosto lavora su nomi più, non dico commerciali, ma commerciabili. Ritengo che la discesa del mercato (non dell'importanza) di alcuni artisti, tanto spesso, non dipenda tanto dalle gallerie ma da chi li "colleziona" e di come gestisce le opere che hanno comprato (provare a venderle in malomodo, buttarle in asta, scambiarle male etc etc).
    Premetto che non mi ritengo un “compratore investitore” ma un collezionista vero (colleziono da quasi 30 anni e quando ho venduto l’ho fatto per finanziare un acquisto di livello più alto ) bisogna dire che è legittimo essere anche un semplice “compratore investitore” , peraltro ci troviamo in un blog che si chiama “ investimenti in arte e collezionismo “ , il significato della parola investimento è chiaro a tutti credo.
    L’argomento “ le quotazioni aumenteranno perché è un grande artista e il mercato lo riconoscerà “ è il più usato dai mercanti, televisivi e non . Vogliamo negarlo ? Musica per le orecchie anche del collezionista duro e puro che , essendo colto , ha comprato solo dopo aver passato le notti a studiare l’artista , ma che in realtà non vede l’ora che le quotazioni delle opere del suo artista preferito prendano il volo per poi bacchettare i poveri rozzi e incolti “compratori investitori” . Se poi quell'artista resterà nel dimenticatoio è solo perchè domina il "mercato bellezza!" che è notoriamente in mano a squallidi e ignoranti speculatori .
    Detto ciò e fuori dall’ipocrisia e per rispondere alle argomentazioni di Mr. Perplide , che comprendo perfettamente , vorrei evidenziare che le sue sono riflessioni tipiche del mercante e che non sono quelle del cliente che , per motivi vari anche speculativi , acquista un’opera d’arte.
    Forse il gallerista che vende arte e snobba il rozzo compratore dovrebbe mettere in galleria un cartello che informasse i possibili clienti che si vendono opere solo a veri collezionisti.
    Cioè a gente disposta a spendere molto del loro reddito per un bel quadro ma guai a pensare che il valore di mercato potrà aumentare , che si goda l’opera del grande artista , se lo appenda alla parete e non si lamenti se domani ciò che ha pagato 10 adesso lo stesso gallerista lo vende a 3 .
    Perchè ciò è accaduto e continua ad accadere.
    Tutti sappiamo che alcune opere hanno decuplicato il prezzo dal giorno alla notte ( anche alcuni lavori di Agnetti …. ) grazie ad aggiudicazioni magari artificiali per poi sgonfiarsi in un anno o poco più.
    La domanda di Mr. Perplide è cosa significa difendere e non trascurare ? Significa che il mercante di riferimento , cioè chi ha o aveva in casa decine di opere di quell’artista e che ha venduto ai propri clienti a 10 e che ora rischiano di valere ( parlo di mercato non di storia dell’arte) 3 ,dovrebbe attivarsi a proteggerle anche in asta , capisco che dovrebbe avere le spalle finanziariamente larghe ma se non lo fa in qualche modo tradisce chi si era affidato a lui e che probabilmente , come cliente , perderà.
    Ovviamente è molto più comodo avere come clienti solo veri collezionisti e non compratori/investitori , ciò consente di lavarsene le mani se l’opera a suo tempo strapagata adesso vale meno della metà ma , che i mercanti lo capiscano , prima o poi la credibilità del mercante stesso avrà la stessa parabola della quotazione del grande artista che il mercato , cinico e baro, proprio non vuole riconoscere.
    E poi scusate , ma chi lo fa il mercato ? ....I mercanti , sbaglio ?

  3. #303
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    7,140
    Mentioned
    323 Post(s)
    Quoted
    3342 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    il mercato lo fanno solo i collezionisti.
    I mercanti cercano di indirizzare le scelte, il collezionista erudito sa bene cosa comperare e che cosa no.

  4. #304

    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    597
    Blog Entries
    3
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    104 Post(s)
    Potenza rep
    25577083
    Citazione Originariamente Scritto da mmt Visualizza Messaggio
    il mercato lo fanno solo i collezionisti.
    I mercanti cercano di indirizzare le scelte, il collezionista erudito sa bene cosa comperare e che cosa no.
    Illusione assoluta …. Amico mio.

  5. #305
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    7,140
    Mentioned
    323 Post(s)
    Quoted
    3342 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    fidati, basta che tu riesca a nuotare controcorrente fino alla fonte, bracciata dopo bracciata e vedrai che capisci prima che cosa sta succedendo.
    Grande sensibilità, conoscenza e forza nelle braccia, amico mio.
    La maggior parte degli attori del mercato sono lì per caso.
    Fidati.

  6. #306

    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    597
    Blog Entries
    3
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    104 Post(s)
    Potenza rep
    25577083
    Citazione Originariamente Scritto da mmt Visualizza Messaggio
    fidati, basta che tu riesca a nuotare controcorrente fino alla fonte, bracciata dopo bracciata e vedrai che capisci prima che cosa sta succedendo.
    Grande sensibilità, conoscenza e forza nelle braccia, amico mio.
    La maggior parte degli attori del mercato sono lì per caso.
    Fidati.
    Il collezionista erudito non fa il mercato , compra per se stesso e fa bene. Il mercato è altra cosa , la determinazione del prezzo di un oggetto di mercato è in mano a chi ne detiene una quantità. La regola è questa ….

  7. #307
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,384
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    162 Post(s)
    Quoted
    4546 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Condivido l'intervento #302 di Hotto, tranne l'ultima riga e su quel tema mi trovo più in linea con quanto scritto da mmt.

    Anche secondo me mercanti e galleriesti possono provare ad influenzare il mercato, con valorizzazioni reali e durature o anche con operazioni più "mordi e fuggi", ma il mercato non si regge sulla sola "offerta": banalmente se non c'è il compratore, ossia il collezionista, nessun mercato sta in piedi.
    Sono quindi le scelte dei collezionisti nel loro complesso a generare l'andamento di un mercato.

    La controprova è che quando i collezionisti, per qualunque motivo o senza alcun motivo, smettono di comperare un dato artista - o iniziano a venderlo - i prezzi scendono, al di là di quello che possono cercare di fare o di non fare i mercanti o i galleristi.

    Volendo, i galleristi possono anche continuare a chiedere mille mila milioni, ma se non compra più nessuno un dato artista, quello non è un mercato.
    La sola offerta non è mercato.

    Mercato è incontro tra offerta e domanda.

  8. #308

    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    597
    Blog Entries
    3
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    104 Post(s)
    Potenza rep
    25577083
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Condivido l'intervento #302 di Hotto, tranne l'ultima riga e su quel tema mi trovo più in linea con quanto scritto da mmt.

    Anche secondo me mercanti e galleriesti possono provare ad influenzare il mercato, con valorizzazioni reali e durature o anche con operazioni più "mordi e fuggi", ma il mercato non si regge sulla sola "offerta": banalmente se non c'è il compratore, ossia il collezionista, nessun mercato sta in piedi.
    Sono quindi le scelte dei collezionisti nel loro complesso a generare l'andamento di un mercato.

    La controprova è che quando i collezionisti, per qualunque motivo o senza alcun motivo, smettono di comperare un dato artista - o iniziano a venderlo - i prezzi scendono, al di là di quello che possono cercare di fare o di non fare i mercanti o i galleristi.

    Volendo, i galleristi possono anche continuare a chiedere mille mila milioni, ma se non compra più nessuno un dato artista, quello non è un mercato.
    La sola offerta non è mercato.

    Mercato è incontro tra offerta e domanda.
    Tesi che ha una sua logica ….
    “ merita una riflessione “

  9. #309
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,384
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    162 Post(s)
    Quoted
    4546 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Vincenzo Agnetti-screenshot-2021-09-16-10-37-08-vincenzo-agnetti-pagina-30.jpg

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    beh

    un feltro o una bachelite in asta comunque solitamente supera i 100 mila euro

    prezzi contenuti mica tanto
    Momento, un feltro capolavoro può anche arrivare a superare i 100k, ma una bachelite oggi si può comperare alla metà - o anche andare invenduta alla metà - e c'è tanta parte di produzione su carta - anche di un certo livello - che si compra a meno di 10.000 euro o intorno a quella cifra.
    Ci sono anche feltri passati recentemente in asta a 50.000 euro (come questo, 85x100cm: https://www.sothebys.com/en/buy/auct...e-non-esistono )

    Siccome il collezionista medio normalmente e salvo eccezioni non ha i capolavori assoluti di un artista - non credo qui siano in tanti ad avere un Fine di Dio di Fontana, una Mappa di Boetti, un Sacco di Burri ecc - non credo che qui ci sia una rappresentanza di collezionisti che abbiano di Agnetti un grande feltro o una grande bachelite, pur augurandomelo per loro!

    Quindi, tutto il resto della produzione di Agnetti, ossia quella per collezionisti comuni, oggi è certamente comprabile a prezzi più "contenuti".
    Ovviamente non è gratis, per questo ho virgolettato "prezzi contenuti".

    In asta parliamo dei 10-15.000 euro per opere valide e interessanti.
    Non certo mediamente oltre 100.000... cifra con cui si comprano eventalmente i capolavori (alcuni però sono passati in asta anche a 50.000 o a quella cifra andati invenduti.)

    Vincenzo Agnetti-agnetti.jpg

    Vincenzo Agnetti-agnetti-2.jpg

  10. #310
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    7,140
    Mentioned
    323 Post(s)
    Quoted
    3342 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    la casa d'asta, il mercante, il gallerista, il trafficone, l'art advisor, sposta l'opera dal collezionista A ad il collezionista B.
    Stiamo parlando di secondo mercato, artisti storicizzati, dove nessuno e ripeto nessuno ha 300 opere in magazzino.
    Tranne che...

Accedi