Fernandez Arman - Pagina 173
Mercati emergenti con una marcia in più: +60% dai minimi e la Cina pronta a innescare nuovo rally nel 2021
Le azioni dei mercati emergenti potrebbero sorprendere in positivo nel 2021 grazie al fatto che l’Asia sta uscendo dalla pandemia Covid-19 in maniera migliore rispetto alle economie avanzate. Molto probabilmente …
Affossare il Bitcoin ultimo atto di Trump? Tonfo record da marzo, in poche ore brucia $3000
Sell off da record sul Bitcoin che, dopo essere salito a un valore inferiore di appena 7 dollari rispetto al massimo assoluto di $19.500 (e in rialzo del 250% negli …
UniCredit lancia sul mercato la più ampia emissione di Bonus Certificate dell?anno
Disponibile sul SeDeX ed EuroTLX di Borsa Italiana la nuova serie di 100 Bonus Certificate che si aggiungono agli oltre 250 Bonus Certificate già emessi da UniCredit. I nuovi prodotti …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1721
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,243
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    140 Post(s)
    Quoted
    4035 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Antipole Visualizza Messaggio

    Ci sta bene anche Brassens...
    Anche se non suona il mandolino...
    Ciao!!

    Gli amici di sempre...

    All'adunata, all'osteria,
    non era per vigliaccheria
    se ne mancava uno, ma
    era all'Aldilà.
    Se muore un Papa se ne fa
    subito un altro, è vero, ...ma
    con un amico vero, no,
    questo non si può!

    Battelli ne ho presi un bel pò,
    ma il solo che non affondò,
    che non ha naufragato mai,
    naufragato mai,
    andava per la rotta sua
    e aveva scritto sulla prua
    il nome "Vecchi Amici Miei"
    "Vecchi Amici Miei"

    Che piacere leggere questi post su Arman, bravi!!!

    E poi, caro @anti, hai postato una delle mie canzoni preferite, peccato che il testo in italiano non renda un decimo di quello originale.
    Questo video non so quante volte l'avrò guardato... volete vedere un vero brillìo di felicità? Aspettate il minuto 1:58 e vedrete la gioia in Brassens quando entrano le note al pianoforte.
    Avrà eseguito questa stessa canzone centinaia di volte e con vari accompagnamenti (o solo con la chitarra), eppure si vede che se la gustava e se la godeva.
    Ogni volta che lo vedo mi emoziono.

  2. #1722
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,661
    Mentioned
    75 Post(s)
    Quoted
    298 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    1977
    ELEPHANT WALK
    Trombonnes soudés entre eux = accumulazione di tromboni saldati assieme


    Fernandez Arman-tromboni.jpg

    [...] Il termine passeggiata sugli elefanti risale alla seconda guerra mondiale, quando grandi flotte di bombardieri alleati avrebbero condotto attacchi in missioni contenenti 1.000 aerei. Coloro che hanno osservato ciò hanno affermato che il rullaggio di questi grandi numeri di aerei al decollo in fila indiana in formazioni dal naso alla coda ha detto che sembravano elefanti che camminano verso il prossimo abbeveratoio. Nel corso del tempo, è stato incorporato nel lessico dell'aeronautica degli Stati Uniti per identificare un "picco massimo di sortita". [...]

    Forse, Arman ha sentito questa espressione – in America - riferita a bombardamenti a tappeto eseguiti nel corso della guerra Vietnam (1965 – 1972, ma terminata definitivamente il 30 aprile 1975 con la caduta di Saigon) e, che prevedevano il decollo, quasi, simultaneo di un enorme numero di aeromobili?!
    E’ una mia ipotesi e come tutte le ipotesi sta in piedi fino a prova contraria!


    Fernandez Arman-c130.jpg

  3. #1723
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    6,924
    Mentioned
    198 Post(s)
    Quoted
    1311 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Prendo spunto dalla guerra in Vietnam, ricordando anche Dispacci dal fronte di John Steinbeck per una lettura diversa dalla solita anche se forse meno condivisibile, per passeggiare in altre direzioni...

    Rudyard Kipling nel 1901 pubblica Kim romanzo picaresco ambientato durante il conflitto politico tra Impero Russo e Impero Britannico in Asia centrale che prenderà il nome di grande gioco...

    Da questo grande gioco prese spunto Walt Disney e forse Arman...
    Ciao!!


  4. #1724
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    5,501
    Mentioned
    188 Post(s)
    Quoted
    1874 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Penso che "la passeggiata degli Elefanti" non si riferisca al Vietnam, ma alla Seconda guerra mondiale.. in particolare al bombardamento di Dresda e seguenti...

  5. #1725
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,661
    Mentioned
    75 Post(s)
    Quoted
    298 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    @ Kiappo:

    è corretto quanto affermi circa il bombardamento di Dresda, tuttavia, fonte militare sostiene:


    […] Esiste una particolare denominazione in uso nella Air Force americana, che trova la sua origine durante la seconda guerra mondiale dall’impiego contemporaneo nelle missioni di bombardamento di decine ed anche centinaia di velivoli che dovevano decollare contemporaneamente, anche da più basi, per formare le imponenti formazioni per le missioni di bombardamento strategico sulla Germania o sul Giappone:

    Ai tempi del Covid, Aviano primo “Elephant Walk” in Italia – ExTra REPORTS

    … aprendo il link si vedono tutte le foto relative alle diverse elephant-walk.

  6. #1726
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,661
    Mentioned
    75 Post(s)
    Quoted
    298 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    1978
    NEW YORK MARATHON


    Fernandez Arman-armand.jpg



    La prima maratona di New York si corse nel 1970 (127 atleti soltanto), ma è dal 1975 che si corre su di un percorso simile all’attuale; negli anni le richieste di partecipazioni sono aumentate in maniera tanto esponenziale da indurre gli organizzatori a stabilire in 100.000 il numero massimo dei partecipanti ammessi.
    Arman descrive questo importantissimo evento sportivo con un’enorme accumulazione di scarpe rosse … ma, perché proprio le scarpe?
    Perché, essendo lo “strumento” primario per poter correre una maratona - a livello dilettantistico o professionistico – senza procurarsi guai all’apparato osteoarticolare e muscolare, è naturale che i grandi marchi di calzature sportive (Nike, Adidas, New Balance etc.) finanzino continuamente nuove ricerche, per creare “prodotti” sempre più performanti che, attraverso mirate campagne pubblicitarie, stimolino il desiderio di acquisto in un numero sempre crescente di consumatori.
    Emblematica, in tal senso, è la storia seguente:


    Il 12 ottobre 2019 a Vienna Kipchoge ha infranto il muro delle due ore sulla maratona. Non è un record omologabile, perché l'ha ottenuto fuori da una competizione ufficiale, aiutato da 41 "lepri" e utilizzando delle scarpe prototipo non autorizzate.
    L’impresa però ha avuto una portata simbolica e commerciale: un mega-spot per Nike che ha messo ai piedi del keniano le Alphafly Prototype. Una settimana fa World Athletics, l’ex Iaaf, il governo dell’atletica mondiale, ha stabilito nuove regole sulle scarpe da competizione: dal 30 aprile potranno essere utilizzate solo calzature già in commercio per tutti da almeno quattro mesi (non prototipi, dunque), e saranno vietate quelle con più di una piastra in fibra di carbonio o con un’intersuola più spessa di 40 millimetri.
    A New York Nike ha presentato l’Air Zoom Alphafly Next%, che nasce dal prototipo testato da Kipchoge, e ne ha rivendicato la regolarità: “Siamo lieti che la serie Vapofly e l’Alphafly Next% restino legali. Continueremo a dialogare con World Athletics e con l’industria sulle nuove norme per le calzature”. Per rispettare i parametri, l’Alphafly in commercio avrà una piastra unica in fibra di carbonio (quella di Kipchoge a Vienna ne aveva tre, secondo indiscrezioni). Ha due cuscinetti Zoom Air aggiunti all’avampiede, come nel prototipo da record.
    Dunque: non esattamente la stessa scarpa, ma una sua evoluzione, che rispetta le regole sviluppando la stessa tecnologia. Una contromossa che arriva dopo meno di una settimana dalla pubblicazione dei divieti da parte di World Athletics. Le "scarpe magiche" saranno in vendita a fine febbraio negli Stati Uniti, a marzo in Europa: questo vuol dire che potranno essere calzate dagli atleti ai Giochi di Tokyo. Presentate anche due scarpe di allenamento (Nike Air Zoom Tempo Next% e Nike Air Zoom Tempo Next% Flyease) e un modello di scarpe chiodate da pista (Nike Air Zoom Victory), che saranno in vendita in estate.


    p.s. l’opera è stata la copertina della Mostra del 1998 alla Galerie Nationale du Jeu de Paume.

  7. #1727
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    6,924
    Mentioned
    198 Post(s)
    Quoted
    1311 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Per approfondire l'uomo dietro l'artista aggiungo...
    Ciao!!

    Nel 1950 Arman ha prestato servizio con i marines francesi in Indocina.

    I suoi altri gusti combattivi andavano dagli scacchi (giocati in modo competitivo ai massimi livelli) e il gioco da tavolo Go (di cui era uno dei giocatori occidentali di più alto rango), al judo e al Kung Fu Wu Su.
    Con Yves Klein, infatti, aveva aperto un dojo di judo a Madrid.

    Un esperto praticante di tali abilità di combattimento, Arman era anche un importante collezionista di spade e armature giapponesi.
    È stato riconosciuto come uno dei più grandi collezionisti-esperti al mondo di arte africana.
    Era altrettanto esperto nel campo oceanico, per non parlare di diamanti, pietre preziose, porcellane cinesi e orologi antichi.

    A un certo punto Arman aveva 17 diverse collezioni
    "Sono un collezionista di collezioni", ha detto, inclusa una biblioteca sorprendente, che andava da Rimbaud e Verlaine a rarità e manoscritti dada e surrealisti.

    Era un artista la cui reale importanza culturale era stata dimenticata, ma che veniva consultato da musei e accademici su tutto, dalle spade antiche alle maschere tribali.

    Arman | The Independent

  8. #1728
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,661
    Mentioned
    75 Post(s)
    Quoted
    298 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Relativamente al 1979 sono stato tentato di proporre, ancora una volta, un scultura o meglio un’accumulazione di contrabbassi dal titolo “Music Power” perché le tre o quattro versioni che esistono di quest’opera, seppur di anni differenti, hanno tutte una collocazione istituzionale: Acropoli della città natale dell'artista, Nizza (1985) - Museo d'arte di Tel Aviv (1986) fino ad arrivare all’ultima versione del 2002 "Music Power II" esposta nel “Giardino delle sculture” del Museo Boca Raton in Florida.

    Però esaminando meglio le opere archiviate sono stato attratto dall’opera Blue Sharp perché appartenente ad un settore della catalogazione non ancora citato, cioè quello dei: WALL RELIEFS … o rilievi da parete.


    1979

    Blue Sharp


    Fernandez Arman-wall-relief.jpg

    Citazione:

    […] Il suo lavoro è spesso caratterizzato dalla ripetizione, prendendo lo stesso oggetto e ripetendolo così tante volte che perde il suo significato.
    Nel suo pezzo "Blue Sharp 1979" mi ci sono voluti alcuni istanti per rendermi conto che si trattava di più paia di forbici che aveva rivestito e stratificato; i miei occhi sono attratti dal seguire i modelli orizzontali che crea […].

  9. #1729
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    6,924
    Mentioned
    198 Post(s)
    Quoted
    1311 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Aggiungo altro Relief sempre da parete...
    Ciao!!

    Yves Klein. Portrait Relief Of Arman, (Pr 1). 1962.Centre Georges Pompidou.

    Fernandez Arman-artwork_thumbnail_1041-1-.jpg

  10. #1730
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,661
    Mentioned
    75 Post(s)
    Quoted
    298 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    [QUOTE=Antipole;54982895]Aggiungo altro Relief sempre da parete...
    Ciao!!

    Yves Klein. Portrait Relief Of Arman, (Pr 1). 1962.Centre Georges Pompidou.

    ... nonostante l'Autore, posso dire che non mi piace!
    Ciao

Accedi