Fernandez Arman - Pagina 156
TIM schiva le vendite in Borsa, ritrova slancio con accelerazione su fibra ottica  
Mentre Piazza Affari continua la sua marcia ribassista in scia ai timori di una seconda ondata di contagi da coronavirus, Telecom Italia viaggia controcorrente (tra i pochi segni in territorio …
Bankitalia: debito tocca nuovo record, a giugno vola a 2.530,6 mld  
  La risalita del debito pubblico italiano prosegue e a giugno registra un nuovo record. Secondo l'aggiornamento mensile presentato stamattina dalla Banca d'Italia, a fine giugno il debito delle amministrazioni …
Atlantia: Conte, ancora molti punti aperti su accordo per Aspi e concessioni. Nessuna rinuncia ad azione di responsabilità
L’accordo tra Atlantia e il governo sulla revisione della concessione e l?assetto di Autostrade per l?Italia (Aspi) appare ancora lontano. I negoziati proseguono ma i punti in sospeso rimangono ancora …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1551
    L'avatar di cap.Harlock
    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    242
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    105 Post(s)
    Potenza rep
    21085938
    Il Museo fa delle scelte che spesso influenzano le collezioni e i valori artistici ma non sempre le idee dei curatori collimano con i gusti del mercato e i relativi prezzi futuri.
    Ad esempio per la GNAM di Roma, di Arman, Palma Bucarelli acquistò ed espose un Copes ( le reve passe 1963) che aveva partecipato alla Biennale di Venezia del 64. Si tratta di una statuina di bronzo sezionata e disposta spazialmente inserita nella resina e plexsiglass che faceva parte della serie Sileced Objects realizzati tra il 1960 e il 63 che anche Schawarz aveva esposto alla Galleria Apollinaiere.
    Ha fatto bene? E' importante? Mi piace- non m i piace ? Forse se pensava di dover fare un investimento avrebbe scelto un altra opera ma sicuramente x un museo è un opera significativa

  2. #1552
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,937
    Mentioned
    169 Post(s)
    Quoted
    1132 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Citazione Originariamente Scritto da techne Visualizza Messaggio
    Cosa rappresenta l' "inclusione" per Arman? In matematica è la creazione di un nuovo insieme, o giù di lì.

    Ci riflettevo (per altri versi) anche a proposito della "immersione" degli strumenti, non in resina trasparente, ma nel cemento…. che mi dà un effetto molto diverso.
    L'inclusione è un dialogo vedi messaggio #719 Fernandez Arman

    Mentre per il cemento parto da lontano...

    L’architettura brutalista, popolare tra gli anni ‘50 e ‘70 del secolo scorso, fu un movimento identificato da edifici massici, forme rudi e materiali grezzi, primo fra tutti il calcestruzzo a vista o breton brut, emblema di una certa chiarezza costruttiva nel mostrare la natura e la forza espressiva della sua struttura.

    Maestro e pioniere Le Corbusier che negli anni ‘50 ha dato il via all’esperienza mistica del breton brut con importanti interventi come l’Unite d’Habitation di Marsiglia.

    Guy Rottier collabora alla realizzazione dell'opera e nel '68 realizza la villa di Arman a Vence.

    La conoscenza di questi avvenimenti e quella del materiale può averlo spinto a sperimentare questa via.
    Oltre al fatto che questo si sposava perfettamente al Nouveau Realisme che aveva tra i suoi elementi costitutivi l'uso di materiali presi dalla realtà.
    Ciao!!

    Fernandez Arman-1200px-unite_dhabitation_1_-_panoramio.jpg

  3. #1553
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,171
    Mentioned
    53 Post(s)
    Quoted
    377 Post(s)
    Potenza rep
    16820704
    Citazione Originariamente Scritto da Antipole Visualizza Messaggio
    L'inclusione è un dialogo vedi messaggio #719 Fernandez Arman

    Mentre per il cemento parto da lontano...

    L’architettura brutalista, popolare tra gli anni ‘50 e ‘70 del secolo scorso, fu un movimento identificato da edifici massici, forme rudi e materiali grezzi, primo fra tutti il calcestruzzo a vista o breton brut, emblema di una certa chiarezza costruttiva nel mostrare la natura e la forza espressiva della sua struttura.

    Maestro e pioniere Le Corbusier che negli anni ‘50 ha dato il via all’esperienza mistica del breton brut con importanti interventi come l’Unite d’Habitation di Marsiglia.

    Guy Rottier collabora alla realizzazione dell'opera e nel '68 realizza la villa di Arman a Vence.

    La conoscenza di questi avvenimenti e quella del materiale può averlo spinto a sperimentare questa via.
    Oltre al fatto che questo si sposava perfettamente al Nouveau Realisme che aveva tra i suoi elementi costitutivi l'uso di materiali presi dalla realtà.
    Ciao!!

    Fernandez Arman-1200px-unite_dhabitation_1_-_panoramio.jpg


    Grazie

  4. #1554
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,449
    Mentioned
    72 Post(s)
    Quoted
    236 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Antipole Visualizza Messaggio
    L'inclusione è un dialogo vedi messaggio #719 Fernandez Arman

    Mentre per il cemento parto da lontano...

    L’architettura brutalista, popolare tra gli anni ‘50 e ‘70 del secolo scorso, fu un movimento identificato da edifici massici, forme rudi e materiali grezzi, primo fra tutti il calcestruzzo a vista o breton brut, emblema di una certa chiarezza costruttiva nel mostrare la natura e la forza espressiva della sua struttura.

    Maestro e pioniere Le Corbusier che negli anni ‘50 ha dato il via all’esperienza mistica del breton brut con importanti interventi come l’Unite d’Habitation di Marsiglia.

    Guy Rottier collabora alla realizzazione dell'opera e nel '68 realizza la villa di Arman a Vence.

    La conoscenza di questi avvenimenti e quella del materiale può averlo spinto a sperimentare questa via.
    Oltre al fatto che questo si sposava perfettamente al Nouveau Realisme che aveva tra i suoi elementi costitutivi l'uso di materiali presi dalla realtà.
    Ciao!!

    Fernandez Arman-1200px-unite_dhabitation_1_-_panoramio.jpg
    ... un bravissimo, anche se un po' di corsa; ciao

  5. #1555
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,449
    Mentioned
    72 Post(s)
    Quoted
    236 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    @Antipole, riannodando " le fila di quel discorso" di un po’ di tempo fà ):


    […] La villa Arman, costruita nel 1968, rappresenta un manifesto perché è un'opportunità per il suo autore di mettere in pratica alcune delle sue idee più audaci, in particolare per i dispositivi semi-sepolti e mobili. Inoltre testimonia le estensioni, a volte trasgressive, al lavoro nel collettivo perché l'artista lo investe gradualmente attraverso le sue accumulazioni. Attraverso questo processo di appropriazione, confonde il carattere originale della casa e lo fa scivolare in un'altra forma di espressione artistica. L'architettura di Guy Rottier diventa così un'opera scultorea di Arman (fig. 12), mettendo così in discussione i legami tra arte e architettura. Mentre l'architetto voleva sfruttare la libertà lasciata dall'artista per introdurre una dimensione estetica e plastica nella sua produzione, l'artista desiderava l'investimento dello spazio, invadendo, riappropriandosi e deviando l'ambiente costruito. È certamente così che possono nascere forme ibride di creazione che Martine Bouchier definisce come un "antagonismo reciproco e fondamentale, una struttura di condizionamento attrazione-repulsione? le operazioni estetiche e produttive di quello che può essere chiamato il rapporto tra arte (e) e architettura ” 26 .

    Fernandez Arman-img-12-small480.jpg

    Vista della parte settentrionale della villa Arman nel 2014: una camera da letto è stata costruita nei primi anni '80 e la villa è stata coperta da tamburi di lavatrice di Arman.

  6. #1556
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,937
    Mentioned
    169 Post(s)
    Quoted
    1132 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    A proposito di "riannodare le fila"...
    Ciao!!

    Fernandez Arman-tumblr_p06ltgdfxo1twhq1io4_1280.jpg

    Ps, sempre della villa...

    Fernandez Arman-tumblr_p06ltgdfxo1twhq1io5_1280.jpg

    Fernandez Arman-tumblr_p06ltgdfxo1twhq1io2_1280.jpg

  7. #1557
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,449
    Mentioned
    72 Post(s)
    Quoted
    236 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    ... le ho, ma di qualità fotografica inferiore (quindi ho evitato) ... evidentemente la fonte non è la stessa.

    Non riesco più ad aprire l'official site of New York, puoi, per favore, controllare se dipende dal "manico" o se invece è Madam che sta "spolverando"

  8. #1558
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,937
    Mentioned
    169 Post(s)
    Quoted
    1132 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Non riesco neanch'io...
    Ciao!!

  9. #1559
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,449
    Mentioned
    72 Post(s)
    Quoted
    236 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Antipole Visualizza Messaggio
    Non riesco neanch'io...
    Ciao!!

    Ciao, oggi funziona di nuovo

  10. #1560
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,937
    Mentioned
    169 Post(s)
    Quoted
    1132 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Ciao!!

    Ps, approfitto per segnalare un opera unica tra poco in asta.

    Andre Trigano Collection | Sale ndeg4014 | Lot ndeg145 | Artcurial

    Nel 1967, la rivista Réalités organizzò un evento eccezionale a beneficio della Fondazione francese per la ricerca medica.
    Ha chiesto a cinque artisti di personalizzare cinque auto fornite da cinque grandi produttori, prima di venderle a beneficio della Fondazione: una Daf per Carlos Cruz-Diez, una Simca 1000 per Agam (Yaacov Gibstein), una Opel Kadett per Victor Vasarely , una Matra 530 per Sonia Delaunay.

    Arman ha scelto di coprire la Renault 4 con disegni di Renault 4.
    "Le 819 auto Renault allineate sul corpo simboleggiano il tema dell'accumulazione.
    Oggi l'uomo non modella più gli oggetti, li secerne: essendo diventati parte di se stesso, nascono, si degradano e poi muoiono in un ciclo che imita il nostro."

    Fernandez Arman-4014_10671613_0.jpg

Accedi