Fernandez Arman - Pagina 14
Mattone, azioni, oro o bitcoin? La classifica delle differenti preferenze d’investimento di Millennials, donne e Over 55
Nonostante il lockdown e l’emergenza Covid, gli italiani continuano a considerare il mattone come un investimento sicuro e redditizio. Il settore sta vivendo un importante rilancio che gli ha permesso …
Ftse Mib: chi vince e chi perde, solo 7 titoli immuni da bufera Covid
La pandemia ha copito duramente economia e mercati. Per le aziende le ricadute del lockdown si sono fatte sentire soprattutto sui dati del secondo trimestre. Le aziende che generano la …
Posizioni nette corte: Maire la più shortata di Piazza Affari, tra i primi 4 anche Bper e Banco
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Maire Tecnimont con 2 posizioni short aperte per una quota …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #131
    L'avatar di Marione_
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    2,386
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    1023 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da HollyFabius Visualizza Messaggio
    Il prezzo di aggiudicazione risulta essere di 430.160 Euro (non so se il sito di artprice indichi con o senza diritti).
    grazie Holly!

    ottimo risultato: se vanno aggiunti i diritti siamo intorno ai 500k!!
    Arman è un grande artista internazionale, che si vende in Asia come in Europa e, ovviamente, negli Stati Uniti dove ha vissuto l'ultima parte della sua vita
    le sculture in bronzo anni 80 -pezzi unici- sono opere super!
    a

  2. #132
    L'avatar di Marione_
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    2,386
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    1023 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    confermato da altro sito: 490k dollari hammer!!

    attualmente appare cifra rilevante, spuntata da un'opera importante di grandi dimensioni; in realta' tra 5-10 anni sara' una cifra "normale" per opere di qualità; i capolavori, come questo Baroquial, costeranno milioni di dollari... il nuovo realismo non può costare 1/100 della pop art americana...discorso valido a maggior ragione x Arman americano di adozione...

  3. #133
    L'avatar di Marione_
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    2,386
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    1023 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    nessun commento?

    tutti dedicati ad Alinari...? ;-)

  4. #134
    L'avatar di avvoc
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    1,003
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    97 Post(s)
    Potenza rep
    14894001
    Citazione Originariamente Scritto da Marione_ Visualizza Messaggio
    confermato da altro sito: 490k dollari hammer!!

    attualmente appare cifra rilevante, spuntata da un'opera importante di grandi dimensioni; in realta' tra 5-10 anni sara' una cifra "normale" per opere di qualità; i capolavori, come questo Baroquial, costeranno milioni di dollari... il nuovo realismo non può costare 1/100 della pop art americana...discorso valido a maggior ragione x Arman americano di adozione...
    Ciao Marione, ritengo anch'io che Arman abbia tutte le carte in regola per salire. Ad oggi però eccetto qualche aggiudicazione su opere importantissime mi sembra che il mercato in generale di Arman sia fermo.

  5. #135
    L'avatar di Marione_
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    2,386
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    1023 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da avvoc Visualizza Messaggio
    Ciao Marione, ritengo anch'io che Arman abbia tutte le carte in regola per salire. Ad oggi però eccetto qualche aggiudicazione su opere importantissime mi sembra che il mercato in generale di Arman sia fermo.
    e' il motivo x cui e' una fase favorevole x acquistarlo...comunque qualche anno fa quell'opera avrebbe fatto fatica a spuntare mezzo milione...e se anche il mercato asiatico (oltre alle aste e' venduto anche nelle gallerie) inizia a cercare le opere di Arman...
    ne riparliamo tra 5 anni...!
    a parte il mercato, l'attenzione su Arman e' alta,continuamente inserito in mostre personali e collettive in ogni continente...basta dare un'occhiata anche solo ad artfcts x farsi in modo speditivo un'idea!

  6. #136
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,442
    Mentioned
    69 Post(s)
    Quoted
    234 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Un po' di immagini, sperando di fare cosa gradita

    riproduco l'opera di cui Post 126 by Marione:

    Pubblicato il 27 mar 2016 - SeoulAuction - 18th HONGKONG SALE
    04 APR. 2016,(Mon) 6PM HKT
    Renaissance HongKong harbour View Hotel

    https://www.youtube.com/watch?v=wnq4FuwX5Kg

    Le dimensioni, di quella che segue, sono leggermente diverse e, forse, anche l'anno di produzione; tuttavia il soggetto è molto simile. Quella passata alla Christie's di Parigi - a Dicembre 2006 - era una 3/8; all'epoca l'acquirente mi disse che lo stesso Arman aveva partecipato per il riacquistarla (si conoscevano).

    http://www.artvalue.com/auctionresul...al-1432010.htm

    Infine segnalo questo lotto , Sotheby's Parigi 07 June 2016 - 08 June 2016

    http://www.sothebys.com/en/auctions/...05/lot.20.html

  7. #137
    L'avatar di Marione_
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    2,386
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    1023 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    grande artista!

    capisco che essendo artista straniero sia "poco" collezionato da noi rispetto a tanti artisti autoctoni...e quindi poche pagine...
    aspettiamo qualche mostra in sedi museali importanti....
    ad es. l'accumulazione di maschere a gas presente al Pompidou è un'opera da brividi, degna di stare a fianco di artisti del calibro di DeChirico o Fontana. e certe sue sculture anni 80-90 sono opere super!!
    e non è vero che dagli anni 80 in poi ha prodotto solo x il mercato: lo ha fatto ma ha prodotto anche opere molto belle ( es. brushes, shooting color, ecc.) tra cui sculture affascinanti..: la poetica è sempre stata coerente e certe opere anche esteticamente sono molto belle. il nuovo realismo è movimento fondamentale, la risposta europea alla pop americana, e le distanze si ridurranno, anche nelle quotazioni....

  8. #138
    L'avatar di -artpop-
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    8,906
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    354 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    lotto 174, sotheby's ART CONTEMPORAIN VENTE DU JOUR.

    lavoro spettacolare del 1968

  9. #139
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,442
    Mentioned
    69 Post(s)
    Quoted
    234 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Riflessioni ad alta voce, con particolare riferimento ad Arman :

    Supponiamo che siate facoltosi mercanti d’arte ; supponiamo che vogliate fare un’operazione su Arman, come agireste ?
    Dico la mia.

    I mercanti in genere – ma quelli italiani, col nostro, si sono particolarmente distinti - per circa un decennio hanno alimentato, sostenuto, xxxxxxxx, un mercato di opere di qualità scarsa, giusto per non usare termini più forti o più espliciti ovviamente facendo grandi guadagni.
    Poi ad un certo punto, essendo il Mercato, andato fuori controllo, hanno deciso di calmierarlo e al contempo di iniziare un’operazione « di rastrellamento speculativo ».

    Però, prima si deve pulire il mercato e, poi si raccoglie.

    La prima operazione è piuttosto semplice da fare : basta mandare invenduti - anche - quei lotti sufficientemente significativi, che fino a qualche anno facevano gare in asta e riempivano gli stand nelle varie fiere, tanto, comunque, si possono sempre reperire - se non è questo sarà un altro - con l’indubbio vantaggio di far crollare le quotazioni e di permettere il riacquisto , con gli stessi denari, di due opere invece di una.

    La seconda operazione invece è più complessa, però prima di esporla, credo sia necessario fare una precisazione; esistono due modi classici di vendere un’opera d’arte :

    o, in asta o, in galleria ; tralasciamo il mercato/scambio tra privati.

    ASTE – esiste un tacito accordo per cui ogni volta che in asta passa un pezzo di valore, questo o viene acquisito ad un prezzo basso - rispetto a quanto avrebbe realizzato in un recente passato - o, ancor meglio, lo si manda invenduto.
    Quest’ultima modalità , rispetto alla precedente, ha un valore persino superiore perché gli abituali clienti – forti anche di strumenti di analisi e comparazione dati – notando l’invenduto, reagiscono dicendo : « vedi questo Artista non va, non si vende …, ergo, non lo compro ; quindi il mercato si deprime ! »

    GALLERIA - abbiamo diverse opzioni :
    proponiamo la nostra opera ad un Gallerista che conosciamo, ad un Grande Gallerista, ad un Gallerista che tratta l’Artista in oggetto o ad una televendita, ma i tempi si allungano.

    Come reagiranno i suddetti operatori ? … dipende :

    a) l’opera è passabile, ma seriale, quindi il gallerista non la vuole, quindi si tenta con le case d’aste, ma …

    b) l’opera è di qualità, rara e documentata ; in questo caso Il Gallerista fa un’offerta, che ovviamente tiene conto dei risultati d’asta, anzi li ricorda e, se esistono degli invenduti simili all’oggetto di cui si sta trattando, l’offerta sarà ancora minore.

    Conclusione : Il più delle volte l’opera torna al chiodo che l’ha sostenuta !
    … ma se invece avessimo proprio la necessità di VENDERE ? allora saremmo preda dei soliti squali, che riempiti i forzieri, ricominceranno il giochino.

    Che ci sia in atto qualcosa di simile ?

  10. #140
    L'avatar di andiuorol
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    1,334
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    301 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da pa18 Visualizza Messaggio
    Riflessioni ad alta voce, con particolare riferimento ad Arman :

    Supponiamo che siate facoltosi mercanti d’arte ; supponiamo che vogliate fare un’operazione su Arman, come agireste ?
    Dico la mia.

    I mercanti in genere – ma quelli italiani, col nostro, si sono particolarmente distinti - per circa un decennio hanno alimentato, sostenuto, xxxxxxxx, un mercato di opere di qualità scarsa, giusto per non usare termini più forti o più espliciti ovviamente facendo grandi guadagni.
    Poi ad un certo punto, essendo il Mercato, andato fuori controllo, hanno deciso di calmierarlo e al contempo di iniziare un’operazione « di rastrellamento speculativo ».

    Però, prima si deve pulire il mercato e, poi si raccoglie.

    La prima operazione è piuttosto semplice da fare : basta mandare invenduti - anche - quei lotti sufficientemente significativi, che fino a qualche anno facevano gare in asta e riempivano gli stand nelle varie fiere, tanto, comunque, si possono sempre reperire - se non è questo sarà un altro - con l’indubbio vantaggio di far crollare le quotazioni e di permettere il riacquisto , con gli stessi denari, di due opere invece di una.

    La seconda operazione invece è più complessa, però prima di esporla, credo sia necessario fare una precisazione; esistono due modi classici di vendere un’opera d’arte :

    o, in asta o, in galleria ; tralasciamo il mercato/scambio tra privati.

    ASTE – esiste un tacito accordo per cui ogni volta che in asta passa un pezzo di valore, questo o viene acquisito ad un prezzo basso - rispetto a quanto avrebbe realizzato in un recente passato - o, ancor meglio, lo si manda invenduto.
    Quest’ultima modalità , rispetto alla precedente, ha un valore persino superiore perché gli abituali clienti – forti anche di strumenti di analisi e comparazione dati – notando l’invenduto, reagiscono dicendo : « vedi questo Artista non va, non si vende …, ergo, non lo compro ; quindi il mercato si deprime ! »

    GALLERIA - abbiamo diverse opzioni :
    proponiamo la nostra opera ad un Gallerista che conosciamo, ad un Grande Gallerista, ad un Gallerista che tratta l’Artista in oggetto o ad una televendita, ma i tempi si allungano.

    Come reagiranno i suddetti operatori ? … dipende :

    a) l’opera è passabile, ma seriale, quindi il gallerista non la vuole, quindi si tenta con le case d’aste, ma …

    b) l’opera è di qualità, rara e documentata ; in questo caso Il Gallerista fa un’offerta, che ovviamente tiene conto dei risultati d’asta, anzi li ricorda e, se esistono degli invenduti simili all’oggetto di cui si sta trattando, l’offerta sarà ancora minore.

    Conclusione : Il più delle volte l’opera torna al chiodo che l’ha sostenuta !
    … ma se invece avessimo proprio la necessità di VENDERE ? allora saremmo preda dei soliti squali, che riempiti i forzieri, ricominceranno il giochino.

    Che ci sia in atto qualcosa di simile ?
    Non ho ben capito cosa intendi. Ci sarebbe un "cartello" di mercanti di alto livello che mandano invenduti i lotti in asta? Non credo intendessi questo, mi aiuti a capire meglio per favore?
    Aggiungo una mia considerazione: lavori di qualità di Arman, nelle aste "normali" e nostrane, non ne passano molti. Quasi sempre cose secondarie e seriali, che giustamente raccolgono poco.

Accedi