Fernandez Arman - Pagina 130
Beyond Meat: formidabile ascesa e tracollo dei burger vegetariani in Borsa. La storia dell’Ipo più pazza del 2019
Formidabile ascesa e formidabile tracollo a Wall Street per il titolo Beyond Meat, la migliore Ipo degli ultimi due decenni con valore in Borsa arrivato a oltre +800% in pochi …
Sei domande e risposte per far chiarezza sul caso Popolare Bari. Marattin: nessun vuole far fallire la banca
Il commissariamento della Popolare di Bari sta alimentando le tensioni in seno alla maggioranza di governo su come intervenire sulla banca pugliese. Ieri il Cdm non ha partorito alcun decreto …
Bufera Popolare di Bari si abbatte sul governo, Di Maio e Renzi dettano le condizioni per salvataggio
Il commissariamento della Popolare di Bari apre nuove crepe nel governo Conte bis con il cdm di ieri sera che ha visto le assenze pesanti di M5S e Italia Viva …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1291
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,699
    Mentioned
    105 Post(s)
    Quoted
    3292 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Forse è un ossimoro per te... ma ma in realtà la differenza è piuttosto chiara, palese e sostanziale.

    Ti risulta che non esistano falsi di Picasso?
    Ti risulta che esista un problema su Picasso?

    Ogni tanto ti impunti su discorsi assurdi: ci sono o non ci sono falsi di qualunque artista? SI.
    Per alcuni artisti questo è un problema, per altri no.

    Nel caso di Arman non esiste un problema di falsi, perché basta fare le verifiche gratuite presso gli archivi.
    Se poi uno i falsi se li va a cercare, e non fa alcuna verifica, mi spiace per lui, perché evidentemente non ha le basi per comperare delle opere d'arte.

    Su autentica Telemarket / Vecchiato ti ho già risposto sopra.

    Sulle tue stime non so su che dati ti basi per dire che solo il 20-30% dei collezionisti porterebbe avanti un'archiviazione.
    A me sembrano dei numeri insondabili.
    La mia percezione è che oggi invece le persone siano molto più attente di 10 o 20 anni fa e siano ben consapevoli dell'importanza che un'opera d'arte deve essere autenticata e possibilmente archiviata.
    Oggi questi strumenti sono ben più noti che in passato.

    E tornando su Arman una cosa estremamente positiva che mi sento di aggiungere è che entrambi gli Archivi (Durand Ruel + Arman Studio) erano già ampiamente attivi e sviluppati con Arman in vita.
    La quasi totalità delle sue opere risultano già con numerazione di Archivio quando l'Arman Studio era sotto la sua gestione.
    E la collaborazione con Denyse Durand Ruel risale agli anni 60.
    Quindi a parte alcune opere di più vecchia datazione che possono essere rimaste fuori, quelle dagli anni 80 in avanti sono state praticamente censite da Arman stesso in vita.
    Questo non è per niente un fatto da sottovalutare.
    Arman era uno che produceva molto, ma anche uno molto preciso ed organizzato.

    Un po' come lo è Christo e come lo sono tanti altri artisti, più tipicamente stranieri e più raramente italiani.
    Oggi quasi tutti.

  2. #1292
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,699
    Mentioned
    105 Post(s)
    Quoted
    3292 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da mmt Visualizza Messaggio
    pa18, scrivi a M me Corice che è tutto a posto, se ti dovesse chiedere la fonte: Biagio.tv
    Ma si può sapere che problemi hai?

  3. #1293

    Data Registrazione
    Feb 2004
    Messaggi
    198
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    41 Post(s)
    Potenza rep
    6312469
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    .....

    E tornando su Arman una cosa estremamente positiva che mi sento di aggiungere è che entrambi gli Archivi (Durand Ruel + Arman Studio) erano già ampiamente attivi e sviluppati con Arman in vita.
    La quasi totalità delle sue opere risultano già con numerazione di Archivio quando l'Arman Studio era sotto la sua gestione.
    E la collaborazione con Denyse Durand Ruel risale agli anni 60.
    Quindi a parte alcune opere di più vecchia datazione che possono essere rimaste fuori, quelle dagli anni 80 in avanti sono state praticamente censite da Arman stesso in vita.
    Questo non è per niente un fatto da sottovalutare.
    Arman era uno che produceva molto, ma anche uno molto preciso ed organizzato.

    Un po' come lo è Christo e come lo sono tanti altri artisti, più tipicamente stranieri e più raramente italiani.
    Oggi quasi tutti.
    Questo è tutto ciò che conta per quanto riguarda quest'argomento.
    Parlare di un "problema" falsi per Arman significa non sapere molto sul mercato dell'arte.
    Gli archivi erano serissimi quando era in vita. Sugli eredi non mi pronuncio, ma con tutte le opere che hanno (alcune qui pubblicate) penso non abbiano interesse a fare porcate che possano ritardare una rivalutazione di ciò che hanno.
    Si tratta solo di fare ordine e trovare qualche gallerista top interessato ad affiancarli.

  4. #1294
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,699
    Mentioned
    105 Post(s)
    Quoted
    3292 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Ottima sintesi @carisma!
    Chissà se sarà chiara a tutti... mah!

  5. #1295
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,114
    Mentioned
    63 Post(s)
    Quoted
    121 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da carisma Visualizza Messaggio
    Si tratta solo di fare ordine e trovare qualche gallerista top interessato ad affiancarli.
    Verbo sbagliato: non trovare, ma cercare ed è quello che non hanno fatto e non stanno facendo, dato che Arman ci ha lasciato da 15 anni!
    E' questo che Biagio non riesce a comprendere, che la Famiglia vive sugli allori senza fare nulla se non aver ricomposto una lite che ha procurato danni inenarrabili, lasciando andare alla deriva un Artista che in vita ha dimostrato ben altra volontà circa se stesso e la propria opera.
    Forse dovreste andare a rileggervi i "percorsi" fatti dal Maestro per arrivare dove è arrivato.

  6. #1296
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,114
    Mentioned
    63 Post(s)
    Quoted
    121 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Avendo un po’ di tempo aggiorno i dati inesatti già comunicati e che testimoniano il percorso artistico cui si è sottoposto il Nostro per arrivare ad essere ciò che fu in vita.

    Umilmente, faccio notare che per buona parte della carriera ha:
    ideato – dipinto – costruito – tagliato – saldato- - bruciato – fracassato – fatto esplodere - seguito l’istallazione di sculture monumentali … di migliaia di opere d’arte.

    Contemporaneamente ha partecipato a:

    solo exhibition: 300 in 49 anni, significa una media di 6,12 mostre l’anno
    group shows: 148 in 49 anni, con due Biennali (1968 – 1976) – due Dockumenta Kassell (1968- 1977) - significa una media di 3,02 mostre l’anno, che sommate producono una media di: 9,14 mostre l'anno per 49 anni!!!!!!!!!!!!!

    Questi sono i numeri (salvo errori) che Arman ha “fatto” per arrivare ad essere un Artista conosciuto in tutto il mondo.
    Comparate questi numeri (oggettivi) con ciò che ha fatto la Famiglia dopo la morte ed ognuno tragga le proprie conclusioni (soggettive).

    Buon primo maggio.

  7. #1297
    L'avatar di Marione_
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    2,259
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    958 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Buongiorno @pa,

    Documenta sono 3, c’e Anche il 1964

    Un saluto

  8. #1298
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,699
    Mentioned
    105 Post(s)
    Quoted
    3292 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da pa18 Visualizza Messaggio
    Verbo sbagliato: non trovare, ma cercare ed è quello che non hanno fatto e non stanno facendo, dato che Arman ci ha lasciato da 15 anni!
    E' questo che Biagio non riesce a comprendere, che la Famiglia vive sugli allori senza fare nulla se non aver ricomposto una lite che ha procurato danni inenarrabili, lasciando andare alla deriva un Artista che in vita ha dimostrato ben altra volontà circa se stesso e la propria opera.
    Forse dovreste andare a rileggervi i "percorsi" fatti dal Maestro per arrivare dove è arrivato.
    Caro @Pa, partiamo dal presupposto che a tutti avrebbe fatto piacere che gli eredi facessero di più. Questo è indiscutibile e siamo d'accordissimo.
    Ma rientra nel campo del desiderio, non della pretesa.

    Quello che tu non tieni presente sono due elementi:
    1) ci sono state delle liti tra eredi per l'eredità, come succedono in tantissime famiglie e solo in tempi recenti si sono riconciliati
    2) non esiste nulla da parte degli eredi che sia dovuto.


    Tu continui a scrivere rimproverando la famiglia di Arman di non fare nulla o di dormire sugli allori, ma forse non ti è chiaro che la famiglia non è tenuta a fare nulla di nulla e che avrebbe ogni diritto di vivere sugli allori.
    Gli eredi di Arman non sono Arman. Nè sono per forza la sua prosecuzione.
    Tutta la attività che tu pretenderesti dagli eredi, dovresti mettere in conto che non è dovuta.

    E tutto quello che faranno lo faranno perchè rientrerà in una logica di gratitudine verso Arman, di affetto, di rivalsa, di tutela ecc e anche per valorizzare la propria eredità.

    Il punto è che tutti noi possiamo solo auspicare che gli Eredi facciano delle cose, ma sono tutte cose che non sono minimamente tenuti a fare, perchè semplicemente sono esseri umani come tutti gli altri, con delle proprie vite, uniti dal fatto di essere eredi di un grande Artista.

    Quando un artista viene a mancare, se non è stato lui stesso a impostare con chiarezza quello che accadrà dopo, queste situazioni rappresentano delle situazione piuttosto ricorrenti: beghe tra eredi anche per lunghi anni, dissoluzione dei rapporti personali con i mercanti, incertezza del mercato.
    A volte gli Eredi degli artisti si dimostrano capaci dal punto di vista della tutela, della valorizzazione e della gestione complessiva, a volte no. A volte gli Eredi stessi si disinteressano completamente e vanno avanti con le proprie vite invece di dedicarsi all'artista.
    Sono scelte, vicissitudini, circostanze, ma tutto di base gira intorno a delle normalissime persone.
    Persone che non sono l'artista, e dalle quali non si può pretendere che automaticamente dedichino la propria vita alla prosecuzione di quella dell'artista scomparso.

    Arman in vita è arrivato dove è arrivato e ha fatto tutto quello che ha fatto, con le centinaia di mostre e le migliaia di opere.
    Ma ahimè, quando è mancato, la sua vita si è conclusa.
    Caro @pa18, è questo il punto: da lì in avanti, Arman non c'è più. E nessuno può sostituirlo.
    Non ha nessun senso fare comparazioni tra il prima e il dopo.

    Quindi, quello che si può fare è semplicemente augurarsi che ora che gli Eredi si sono riappacificati abbiano anche l'intenzione di dedicarsi a cercare e trovare dei canali di valorizzazione e gestione delle opere di Arman.
    Ma ce lo si può solo augurare, perchè se gli Eredi volessero invece passare la vita sotto un ombrellone a bere cocktails, o dedicarsi all'equitazione o alla moda o alla musica, questo sarebbe un loro diritto e una loro scelta.

    I figli non sostituiscono i genitori o le mogli i mariti.

    Ognuno cerca di andare avanti con la propria vita, con le proprie scelte e sogni, che possono includere quella di dedicare una parte della propria vita alla figura della persona scomparsa, ma non sempre è così o non sempre è possibile.

    Personalmente trovo che sia stato estremamente apprezzabile il fatto che Corice abbia portato avanti l'attività dell'Archivio tutelando il mercato di Arman e dando uno strumento gratuto di verifica delle opere. Questo significa dedicare parte della propria vita gratuitamente per tutelare i collezionisti. Ma è poco questo? E' dormire sugli allori? Quante persone o quanti archivi stanno lì gratuitamente a disposizione dei collezionisti?

    L'Archivio di Arman è attivo da decenni, ma qui parliamo di 15 anni dalla scomparsa di Arman con un lavoro continuativo svolto a titolo gratuito a fronte anche di spese di gestione con anche lo stipendio di un impiegato, compensate unicamente dal costo del certificato per chi volesse richiederlo.
    Ma quanti archivi gratuiti conoscete e che lavorino così bene per 15 anni dopo la scomparsa dell'artista. Non scherziamo, e diamo il peso e il valore anche a queste cose di importanza fondamentale.

  9. #1299
    L'avatar di pa18
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    2,114
    Mentioned
    63 Post(s)
    Quoted
    121 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Caro Biagio,
    inizio con un po’ di battute, spero tu non ti offenda:
    - grazie per avermi informato che Arman non è più tra noi
    - sei per caso un parente di Corice?

    Tornando serio, ti faccio notare che non rimprovero, ma, piuttosto constato l’indifferenza della famiglia verso il desiderio evidente del padre (la parte europea) del marito e padre ( la parte americana) di non cadere nel dimenticatoio. L’evidenza è data da quanto si è speso Arman per essere e stare a lungo al centro della scena; tanto per capirci, Arman era l’opposto di Corpora, che del Mercato – sia in vita e men che meno da morto – non gli ne è mai fregato nulla!
    I dati delle Mostre personali o di gruppo cui ha partecipato, la presenza nei Musei – già in vita – sono una chiara testimonianza del suo modo di voler essere e rimanere un protagonista.

    Tu difendi la famiglia ed avrai i tuoi motivi, mentre io constato che in particolare la figlia maggiore non ha fatto nulla o quasi per il padre; si sono spesi molto invece a difendere (un decennio di lotte) la propria parte di orticello (eufemismo) piovuto dal cielo; quanto a Corice gestisce l’archivio e allora? Io preferivo quello parigino, anche per storicità, poi il fatto che Arman abbia spostato l’atelier quasi esclusivamente a New York rendeva difficile la gestione e la catalogazione della produzione.

    Comunque, se sei così infastidito dal fatto che non condivido il comportamento della famiglia, anzi mi fanno proprio incaxxare, dimmelo così smetto di scriverlo, ma, certo non cambio opinione!

  10. #1300
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,699
    Mentioned
    105 Post(s)
    Quoted
    3292 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Caro @pa18,
    mi spiace che tu fraintenda, come anche qualcun altro, che io "difenda" la famiglia o gli eredi.
    Non è per nulla così. A me nella sostanza degli Eredi di Arman interessa poco o niente.
    Io molto semplicemente PRENDO ATTO delle situazioni, le rappresento e conseguentemente faccio i miei ragionamenti.

    Tu sei liberissimo di esprimere le tue opinioni, di essere incaxxato con la famiglia, ma così facendo cosa speri di ottenere? Purtroppo solo bruciori di stomaco.

    Io mi limito a constatare le situazioni. E questo metodo lo applico con Arman, con Picasso, con Warhol, con Vasarely e qualsiasi artista.
    Sono semplicemente REALISTA E CONCRETO.

    Per quanto riguarda gli archivi, abbi pazienza, ma sono l'unica certezza di qualità che abbiamo su Arman. Non so quali artista tu segua o abbia in collezione, ma nel panorama mondiale degli archivi, con Arman stiamo sul podio.
    Io sono pratico e vado sul concreto: quali altri archivi di artisti scomparsi che ti rispoondono a titolo gratuito conosci?
    Non serve essere parenti di Corice per riconoscere che questa è una cosa rarissima sul panorama internazionale, e chi non se ne rende conto vuol dire che non conosce questo settore o è talmente abbagliato e non obiettivo da impuntarsi a non riconoscerlo.
    Allo stesso modo ti informo che l'archivio di Parigi, ossia Durand Ruel è anche quello tutt'ora attivo e anche quello è gratuito. E pur non essendo parente nemmeno della Durand Ruel posso affermare che anche lei rappresenti uno dei migliori punti di riferimento come archivio sul panorama internazionale (su Arman, Cèsar e sugli altri artisti che ha seguito).
    Quindi, come ho già scritto, su Arman quello che è certo è che è uno degli artisti che da sempre ha avuto una tutela per l'archiviazione e autenticazione delle opere e che anche dopo la sua scomparsa questa situazione è rimasta invariata ed è rimasta gratuita.
    Questa è una costatazione oggettiva ed obiettiva. Nulla più.
    Da collezionista di Arman so che gli archivi sono un punto fermo e una garanzia. Sia perchè Arman ha repertoriato tramite i due archivi già quasi tutta la sua produzione quando era in vita, sia perchè a 15 anni dalla sua scomparsa, entrambi gli archivi sono ancora lì, operativi, sinergici e gratuiti.

    Per quanto riguarda gli Eredi, anche qui [email protected], non faccio la minima difesa, nè mi interessa farla. Semplicemente costato la realtà. Che è quella di tantissime famiglie dopo che una persona viene a mancare.
    Se mio nonno aveva un negozio di tende, nessuno poteva pretendere che dopo di lui mio padre continuasse l'attività delle tende. Magari qualuno poteva augurarselo, ma mio padre avrebbe ipoteticamente potuto fare qualsiasi altra cosa nella vita. Anche l'acrobata.

    Lo stesso discorso vale per gli eredi di tutti gli artisti (non solo di Arman...): tutti ci auguriamo che i familiari si occupino di gestire al meglio l'eredità, di valorizzare il lavoro dell'artista e proseguire sulle sue tracce. Ma se questi vogliono fare altro, evidentemente è la loro vita e faranno le loro scelte.
    Mi spiace, ma questa non è minimamente una difesa degli Eredi, è una constatazione di un possibile lecito scenario.

    Tutti noi ci auguriamo che gli Eredi di Arman ora che si sono riappacificati si occupino congiuntamente della valorizzazione e gestione del lavoro di Arman - e così probabilmente sarà - ma se non lo facessero, sarebbero liberissimi di farne a meno e andare avanti con la loro vita.

    Io non passo la mia vita a dire "Corice doveva fare quello... la figlia non ha fatto niente... dormono sugli allori... ecc". Metto in conto che fanno quello che vogliono, quel che possono, quel che desiderano e anche di cui sono capaci. E se decidessero di passare la vita in barca, so che è una scelta lecita, come lo sarebbe per qualsiasi altra persona. Che a uno piaccia o non piaccia, è una cosa del tutto relativa, perchè le persona fanno quello che scelgono di fare, non quello che noi vorremmo facessero.

    Evidentemente mi auguro che facciano cose ottime, ma non è che baso i miei eventuali acquisti di Arman su cose che ci saranno o non ci saranno o forse chissà.
    Se compro Arman è per Arman, non per i suoi Eredi.
    Se questi poi riusciranno a risollevarlo, sarò estremamente felice, ma altrimenti parto dalla constatazione dell'attuale panorama e ne prendo atto. Quindi metto anche in conto che nella peggiore delle ipotesi non facciano niente.
    Mi auguro qualcosa succeda, ma so che non posso pretendere nulla. Questo vuol solo dire essere realista e concreto. Nulla di più.

Accedi