Investire nel vino - Pagina 39
Partita Generali, ‘Consob ostaggio di Paolo Savona’? Lui non ci sta: ‘sono io sotto scacco’
Partita Generali e Consob: su Twitter spunta un post di Paolo Savona, numero uno dell’Autorità di Borsa, ex ministro degli Affari europei del governo M5S-Lega, pomo della discordia tra la …
Netflix, tempi d’oro dei lockdown da Covid finiti? Titolo crolla -20% post trimestrale, bruciati $45 miliardi valore mercato
Per Netflix, i tempi d'oro vissuti nel periodo più buio del Covid, sembrano ormai lontani, come era d'altronde prevedibile. Il colosso dello streaming si è confermato tra i vincitori della …
Fuga dal rischio fa deragliare le cripto: -8% Bitcoin ed Ether, Russia valuta stop a mining
Mercati sotto pressione a fine ottava con la doccia fredda arrivata ieri sera da Netflix che alimenta ulteriormente il sell-off sull'azionario. Il Ftse Mib segna in avvio -1,4% a 27.179 …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #381
    L'avatar di ~Qohèlet~
    Data Registrazione
    Sep 2003
    Messaggi
    7,903
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    66 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    14 ottobre 2020

    VINI & TRUFFE

    Falso Sassicaia per 2 milioni di euro. Sgominata banda tra Toscana e Lombardia


    Sgominata organizzazione che vendeva false bottiglie di vino con la celebre etichetta “DOC Bolgheri Sassicaia” relative a diverse annate tra il 2010 e il 2015

    di Giorgio dell'Orefice

    Una falsa “verticale” di Sassicaia con annate comprese tra il 2010 e la celebratissima vintage 2015. E‘ stata sgominata tra la Toscana e la Lombardia una vera e propria banda che metteva in commercio falso vino Sassicaia per un giro d'affari di 2 milioni di euro.

    Nei giorni scorsi, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze, a conclusione di una complessa ed articolata indagine di polizia giudiziaria ed eseguendo un'ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Firenze, Giampaolo Boninsegna su richiesta della procura di Firenze, hanno arrestato due persone residenti in provincia di Milano che avevano organizzato una sofisticata e accurata falsificazione di bottiglie di vino con la celebre etichetta “DOC Bolgheri Sassicaia” relative a diverse annate tra il 2010 e il 2015, con la contraffazione della relativa indicazione geografica.

    Va ricordato che proprio l'annata 2015 del Sassicaia fu contrassegnata dalla rivista Wine Spectator nel 2018 come “il miglior vino del mondo”.Nell'ordinanza emessa dal G.I.P., si rileva che “sussiste anche l'aggravante della organizzazione stabile, considerato le attività osservate sono state effettuate in maniera sistematica, cioè con carattere stabile e non occasionale, nonché in maniera organizzata, con preordinata pianificazione di medio termine e nella prospettiva di un ulteriore sviluppo, per il futuro, per l'esito positivo conseguito”.In realtà è stato accertato che il vino acquistato e commercializzato con l'etichetta di uno dei più celebri vini made in Italy era acquistato in Sicilia, le bottiglie invece provenivano dalla Turchia e la produzione di etichette, tappi, casse e carta velina era incentrata in Bulgaria.

    Le bottiglie di vino contraffatte riproducevano falsamente gli ologrammi e i segni distintivi originali e venivano vendute a livello internazionale.Nel corso delle indagini, svolte per oltre un anno dai militari della Compagnia di Empoli, a fine settembre sono stati sequestrati nella provincia di Milano circa 80mila pezzi contraffatti tra etichette, bottiglie, tappi, casse di legno utilizzabili per confezionare circa 1.100 casse di vino “Sassicaia 2015”, per un totale di 6.600 bottiglie, il cui valore di mercato, laddove il prodotto fosse stato originale, si sarebbe avvicinato ai 2 milioni di euro. La tempestività dell'intervento ha consentito, tra l'altro, di intercettare la consegna di un ordine di 41 casse di “Sassicaia 2015” già confezionate e pronte per essere vendute.

    Da quanto emerso, la produzione e vendita del mercato illecito parallelo si attestava su circa 700 casse di vino contraffatto al mese, per un totale di 4.200 bottiglie, con un introito illecito stimato che si aggirava sui 400mila euro.Secondo le ricostruzioni investigative, diversi clienti tra cui, in particolare, coreani, cinesi e russi avevano già fatto ordini per un migliaio di casse mentre una piccola parte sarebbe stata destinata al territorio nazionale.All'interno del magazzino utilizzato per l'attività illecita – secondo quanto accertato dai militari della Gdo - i due arrestati si occupavano dell'imbottigliamento, dell'etichettatura e della carta velina sulle bottiglie nonché del successivo assemblaggio della cassa.Complessivamente risultano indagate 11 persone che, a vario titolo e in vario modo, si ritiene abbiano preso parte alla produzione e commercializzazione del vino contraffatto.

    Fonte:
    Il Sole 24 Ore

  2. #382
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    5,922
    Mentioned
    103 Post(s)
    Quoted
    3229 Post(s)
    Potenza rep
    42949679

  3. #383

    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    44
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    8
    Riporto in auge questa discussione.. mi sto appassionando anche io in questo campo ma non saprei come fare, ho letto i vari link riportati qui, ma quasi tutti sono datati e non funzionanti...
    Ad oggi c'è un modo per investire sui vini? Esempio comprarli prima della vendemmia o tramite qualche app o altre idee a me ignote?

  4. #384

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    558
    Mentioned
    38 Post(s)
    Quoted
    284 Post(s)
    Potenza rep
    20177272
    Citazione Originariamente Scritto da Gildor7 Visualizza Messaggio
    Riporto in auge questa discussione.. mi sto appassionando anche io in questo campo ma non saprei come fare, ho letto i vari link riportati qui, ma quasi tutti sono datati e non funzionanti...
    Ad oggi c'è un modo per investire sui vini? Esempio comprarli prima della vendemmia o tramite qualche app o altre idee a me ignote?
    Si può fare ma è un mondo molto complicato… bisogna avere denaro, spazio, tempo e tecnologie adeguate… ci sono aste importanti e siti di vendita diretta, ma ripeto la vedo complicata ed è un dispendio di energie … preferisco investire nel vino solo per una sera…

  5. #385
    L'avatar di biavo001
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    18,134
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1794 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da Gildor7 Visualizza Messaggio
    Riporto in auge questa discussione.. mi sto appassionando anche io in questo campo ma non saprei come fare, ho letto i vari link riportati qui, ma quasi tutti sono datati e non funzionanti...
    Ad oggi c'è un modo per investire sui vini? Esempio comprarli prima della vendemmia o tramite qualche app o altre idee a me ignote?
    Purtroppo è molto complicato e per i vini importanti ti potrei dire quasi impossibile. Per produttori e vini sconosciuti, basta contattare l'azienda, ma in questo caso non si può parlare di investimento, salvo che a sorpresa non esca un centello da parte di Parker.
    Prima cosa è scegliere l'annata giusta, ad esempio per il Sassicaia post 2000, le buone/grandi annate sono la 2001 2004 2006 2010 2013 2015 2016. Un'altra che dovrebbe essere di spicco è la 2019 che uscirà il prossimo anno. Seconda cosa il produttore e, per fare un investimento, devi acquistare quelli di grido, non sperare di indovinarne uno nuovo su 100.
    Negli ultimi anni il vino italiano che ha avuto i rialzi maggiori è sicuramente il barolo. Primo problema, baroli tipo Giuseppe Rinaldi escono dall'azienda a circa 50 euro ivati e sul mercato schizzano a 300, pertanto il vero investimento viene fatto da chi riesce ad acquistare direttamente, ma la lista dei privati in attesa è lunghissima.
    Un barolo che dovresti riuscire a trovare e che sicuramente è da investimento è il Pié Franco di Cappellano, l'ultima annata (ottima) è la 2016, ovviamente dipende dal prezzo d'acquisto, ok fino a 300 euro la bottiglia.
    Come segnalavo alcune pagine indietro e pochi anni fa, alcuni affari erano certi: Monfortino 2010 e Sassicaia 2015 e 2016 su tutti, questi ultimi li ho pagati tra i 130 e i 150 euro e oggi valgono il doppio.

    Comunque in bocca la lupo. Se dovessi sbagliare l'investimento, potresti comunque bere il vino...

  6. #386

    Data Registrazione
    Jan 2020
    Messaggi
    204
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    126 Post(s)
    Potenza rep
    2850049
    E cosa ne pensate delle società che appunto propongono pacchetti di investimento in vino da collezione?

  7. #387

    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    1,638
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    749 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    ... il buon vino preferisco degustarlo piuttosto che collezionarlo ! :-)

  8. #388
    L'avatar di biavo001
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    18,134
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1794 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da inv.estor83 Visualizza Messaggio
    E cosa ne pensate delle società che appunto propongono pacchetti di investimento in vino da collezione?
    Non credo assolutamente a questo modo di investire nel vino.

  9. #389

    Data Registrazione
    Jan 2020
    Messaggi
    204
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    126 Post(s)
    Potenza rep
    2850049
    Citazione Originariamente Scritto da biavo001 Visualizza Messaggio
    Non credo assolutamente a questo modo di investire nel vino.
    Puoi meglio spiegarti? Grazie

  10. #390
    L'avatar di arte2011
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    9,732
    Mentioned
    127 Post(s)
    Quoted
    1990 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Bevilo in altre parole

Accedi