Mario Schifano: Archivio e Fondazione - Pagina 58
Premio Nobel Economia al trio Banerjee-Duflo-Kremer. ‘Importante comprendere radici profonde povertà’
Abhijit Banerjee e Esther Duflo lavorano presso il MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Boston, mentre Michael Kremer presta servizio all'Università di Harvard. E' a loro che è stato assegnato …
Emorragia PIR: il disastro provocato dal governo M5S-Lega e la speranza Gualtieri
I fondi hanno sofferto flussi in uscita netti per sette mesi consecutivi pari a quasi 1 miliardo di euro, nel periodo compreso tra febbraio e agosto, rispetto ai flussi in …
Padre contro figli, scoppia la polveriera De Benedetti. Gedi vola (+12%) in attesa di offerte ‘serie’
Carlo De Benedetti lancia il guanto di sfida ai figli e accende la partita sul futuro di Gedi Gruppo Editoriale, che edita i quotidiani La Repubblica, La Stampa, Il Secolo …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #571
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,311
    Mentioned
    81 Post(s)
    Quoted
    3134 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da CineTotalErg Visualizza Messaggio
    Anche a me risulta che siano state bocciate opere senza motivazioni valide. Probabilmente ci saranno anche parametri a noi sconosciuti, ma che si possono intuire o desumere da comportamenti e dagli scritti inerenti.
    Come è già stato scritto, anche da te, gli Archivi non rilasciano le motiviazioni. Quindi "valide" o "non valide" sono aggettivi che non c'entrano.
    Non solo: proprio NON DOVREBBERO RILASCIARNE.
    Ogni informazione rilasciata corrisponde ad un elemento in più che può diventare di dominio del falsari. Quindi va del tutto evitato.
    E' chiaro che per questo motivi, le motiviazioni sollecitate potranno essere giocoforza "generiche".
    Ad esempio ti possono dire che "i materiali o i supporti usati non sono corrispondenti", o che "lo stile non è compatibile" o che non lo è la firma.

    Citazione Originariamente Scritto da CineTotalErg Visualizza Messaggio
    Se un'opera è del Grande Maestro si riesce a cogliere, a vederne anche l'Anima e si dovrebbe giudicare con annessi e connessi.
    Comunque bocciate o meno non importa nulla; se sono del Maestro, contemplandole, si assapora il suo messaggio.
    Allora, qui si va un po' verso punte insondate. Se l'opera del "Grande Maestro" (io parlo in generale di qualunque artista) si riuscisse "a cogliere", gli Archivi non servirebbero perchè ognuno di noi avrebbe la presunzione di saper riconoscere un originale da un falso.
    Cosa che in realtà evidentemente non può essere.

    Aggiungerei che per qualche motivo c'è un "vizio di fondo" secondo il quale i falsi debbano essere sempre più brutti degli originali. NON E' COSI'.
    E' vero che la maggior parte dei falsi sono opere mediocri, ma quelli ben fatti spesso addiruttura più accattivanti degli originali.
    Quindi un falso può tranquillamente essere un'opera bella e di qualità. Addiruttura con l'Anima (del falsario chiaramente...).

    Esistono opera false bellissime (e ce ne sono per tutti gli artisti), perchè puntano ad essere opere "ruffiane", e nulla vieta che il falsario abbia una mano felice.
    Pertanto anche un ottimo falso può essere assolutamente godibile. Rimane però appunto un falso.

    Quindi attenzione: le opere originali di un artista possono essere splendide o mediocri. Ma la stessa cosa vale per i falsi.
    La differenza non sta quindi nella bellezza o nella qualità, ma certamente nell'individuazione dell'autore, che può essere il noto Artista, o può essere un ignoto falsario.


    PS. Se girano opere con diversi archivi, ognuno è libero di scegliere quali opere prendere in base all'archivio che ritiene più affidabile. Poi però non ha alcun senso che si lamenti se eventualmente l'altro dei due Archivi non gli archivia l'opera. Se è contento, l'opera gli piace, e si sente garantito da un Archivio piuttosto che da un altro, è una scelta personale. Poi però se il mercato a un certo punto dovesse riconoscere uno solo dei due Archivi, se ne deve anche fare una ragione...

  2. #572

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,080
    Mentioned
    81 Post(s)
    Quoted
    2637 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Come è già stato scritto, anche da te, gli Archivi non rilasciano le motiviazioni. Quindi "valide" o "non valide" sono aggettivi che non c'entrano.
    Non solo: proprio NON DOVREBBERO RILASCIARNE.
    Ogni informazione rilasciata corrisponde ad un elemento in più che può diventare di dominio del falsari. Quindi va del tutto evitato.
    E' chiaro che per questo motivi, le motiviazioni sollecitate potranno essere giocoforza "generiche".
    Ad esempio ti possono dire che "i materiali o i supporti usati non sono corrispondenti", o che "lo stile non è compatibile" o che non lo è la firma.



    Allora, qui si va un po' verso punte insondate. Se l'opera del "Grande Maestro" (io parlo in generale di qualunque artista) si riuscisse "a cogliere", gli Archivi non servirebbero perchè ognuno di noi avrebbe la presunzione di saper riconoscere un originale da un falso.
    Cosa che in realtà evidentemente non può essere.

    Aggiungerei che per qualche motivo c'è un "vizio di fondo" secondo il quale i falsi debbano essere sempre più brutti degli originali. NON E' COSI'.
    E' vero che la maggior parte dei falsi sono opere mediocri, ma quelli ben fatti spesso addiruttura più accattivanti degli originali.
    Quindi un falso può tranquillamente essere un'opera bella e di qualità. Addiruttura con l'Anima (del falsario chiaramente...).

    Esistono opera false bellissime (e ce ne sono per tutti gli artisti), perchè puntano ad essere opere "ruffiane", e nulla vieta che il falsario abbia una mano felice.
    Pertanto anche un ottimo falso può essere assolutamente godibile. Rimane però appunto un falso.

    Quindi attenzione: le opere originali di un artista possono essere splendide o mediocri. Ma la stessa cosa vale per i falsi.
    La differenza non sta quindi nella bellezza o nella qualità, ma certamente nell'individuazione dell'autore, che può essere il noto Artista, o può essere un ignoto falsario.


    PS. Se girano opere con diversi archivi, ognuno è libero di scegliere quali opere prendere in base all'archivio che ritiene più affidabile. Poi però non ha alcun senso che si lamenti se eventualmente l'altro dei due Archivi non gli archivia l'opera. Se è contento, l'opera gli piace, e si sente garantito da un Archivio piuttosto che da un altro, è una scelta personale. Poi però se il mercato a un certo punto dovesse riconoscere uno solo dei due Archivi, se ne deve anche fare una ragione...
    Dopo la mia bonaria polemichetta dell'altro giorno, sono felice di essere com-ple-ta-men-te d'accordo con te

  3. #573
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    3,967
    Mentioned
    67 Post(s)
    Quoted
    2047 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Alcune considerazioni sull'interessante intervento di G. Faccenda, in primis sul senso del 3D che può essere utile a chi approccia l'acquisto, per essere "avvertito" ; di monografici dedicati alla sua pittura ne esiste una sequenza, anche quelli purtroppo "infestati" da queste tematiche.

    Credo che anche l’aspettativa di natura economica sia legittima, non dico speculativa, ma almeno per autotutela visto che le cifre in ballo non sono banali cautelandosi con la documentazione in ordine anche in funzione di ev. compravendite, come avviene ormai un pò in tutti i settori.

    L'analisi perfetta va ben oltre quanto mi aspettassi per quanto riguarda la "convenienza economica" nel bocciare più volte senza denunciare, per come è stata rappresentata.

    Due aspetti mi lasciano viceversa perplessa, la mancanza di motivazioni nelle perizie e le indagini diagnostiche. Per entrambi i punti mi riferisco all'intrigante trasmissione Fake or Fortune che proprio a partire dalle "criticità" che hanno determinato la bocciatura di un'opera costruisce un dossier di controdeduzioni per richiedere una revisione.
    Le prove a favore si basano sull'integrazione diversi elementi, stilistici, storici, provenienza e passaggi di proprietà documentati/testimonianze, comparazione con opere simili, uso dei colori ma anche analisi chimiche sui pigmenti (vedi ad es. uso del bianco di piombo) o IR/stratigrafie per la datazione ma anche per i successivi interventi di restauro oltre che per mettere in luce caratteristiche sulla concezione dell'opera.
    Chiaramente ogni tecnica va integrata con valutazioni di merito e conoscenza dell'artista altrimenti sarebbe come affidare un'indagine criminale ai soli dati del RIS, cosa che poi ultimamente mi pare avvenga con una certa frequenza!
    Mi domando se esista un'univocità di indirizzo nazionale e internazionale perchè in quei casi la procedura appare più trasparente ed i giudizi sono espliciti e documentati inclusi i pareri degli esperti nonostante l'utilizzo di qualche formula un pò ambigua nelle situazioni più controverse.
    Credo che con obblighi di riservatezza si potrebbero anche limitare i rischi paventati da BiagioTV sulle notizie utili ad eventuali falsari/trafficoni.

  4. #574
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    27,614
    Mentioned
    148 Post(s)
    Quoted
    5659 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Va però anche detto che (potrà sembrare un paradosso, eh)
    e legandomi a quanto avevo scritto sul 3D Archivi e Fondazioni,

    l'Archivio di Schifano risulta egregiamente coperto da un Comitato di tutto rispetto
    ad altri archivi che in confronto a questo, non possono vantare di tante presenze autorevoli:

    Archivio Mario Schifano:
    PRESIDENTE
    Monica De Bei Schifano
    DIRETTORE
    Marco Giuseppe Schifano
    COMITATO DEI GARANTI
    Achille Bonito Oliva, Enrico Ghezzi, Ettore Rosboch
    COMITATO DEI TECNICI
    Laura Cherubini, Marco Meneguzzo, Rinaldo Rossi
    COMITATO DEI CONSULENTI
    Fulvio Abbate, Massimo D’Alessandro, Memmo Mancini, Gianni Michelagnoli, Luca Ronchi



    Fondazione Lucio Fontana:
    Presidente: Paolo Laurini
    Vice Presidente: Silvia Ardemagni
    Consiglieri: Nini Ardemagni Laurini , Filippo Corbetta, Serena Monina, Maria Villa.


    Archivio Alighiero Boetti:
    Comitato Direttivo
    (presidente: Matteo Boetti, direttore: Agata Boetti
    membri: Laura Cherubini, Giorgio Verzotti, Andrea Barenghi

  5. #575
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,311
    Mentioned
    81 Post(s)
    Quoted
    3134 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Credo che con obblighi di riservatezza si potrebbero anche limitare i rischi paventati da BiagioTV sulle notizie utili ad eventuali falsari/trafficoni.
    mmm, gli "obblighi di riservatezza" temo che nel giro di mezz'ora diventerebbero "segreti di pulcinella". Senza ipotizzare che chi porta un'opera ad archiviare possa essere lui stesso un falsario...
    Ad ogni modo, Archivi e Fondazioni sono enti privati e quindi decidono loro stessi come preferiscono procedere ed organizzarsi, cosa condividere e cosa no. Tradotto: fanno come meglio ritengono. Come qualsiasi ente privato.
    Il fruitore semplicemente o si adegua o può fare inutili battaglie contro i mulini a vento.

    Se uno ha qualcosa contro un Archivio e non lo ritiene affidabile, ha le seguenti opzioni:
    - comperare un'opera dell'artista X priva di archiviazione
    - comprara un'opera dell'artista X con analisi di qualche "perito" anche se non riconosciuto sul mercato
    (due opzioni che non gli consentiranno di rivendere l'opera in futuro)
    - NON comperare opere dell'artista X
    - comperare SOLO opere pubblicate esposte in mostre personali con l'Artista X in vita, riprodotte su cataloghi e magari fotografate nel contesto della mostra.

    PS. grazie @acci!
    Ad ogni modo è anche sano essere su posizioni differenti su alcuni temi! Mica si può sempre essere d'accordo su tutto...
    Quando il confronto è pacato e educato ognuno può esprimere le proprie opinioni, ed è bello anche questo!

  6. #576

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,080
    Mentioned
    81 Post(s)
    Quoted
    2637 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    ...
    Credo che con obblighi di riservatezza si potrebbero anche limitare i rischi paventati da BiagioTV sulle notizie utili ad eventuali falsari/trafficoni.
    No. Il mercato dei falsi è quanto mai attento e desideroso di imparare i segreti per migliorare sempre di più la qualità dei suoi prodotti per cercare di renderli indistinguibili dalle opere originali. Appare evidente che un Archivio serio si tenga per sè tutto quanto potrebbe, se divulgato, favorire i falsari. Ha ragionissima Biagio: un conto è dare una motivazione generica del tipo "la firma non è conforme" o "il telaio non è originale" o "la tecnica non è quella usata dal Maestro". Ben diverso sarebbe soddisfare la curiosità dei trombati spiegando loro per filo e per segno i segreti dell'Artista. Se diventasse di dominio pubblico che "le tali lettere della firma sono troppo rotonde" dalla prossima volta quel falsario correggerebbe l'imperfezione. Se si dicesse che "telai di quel tipo l'Artista li odiava" dalla prossima volta verrebbero impiegati telai del tipo giusto. Se si precisasse che "il Maestro detestava qualla tonalità di blu" o "non voleva mai accostare il blu al nero", sarebbe come insegnare ai falsari come avvicinarsi di più alla sensibilità del Maestro. Sono solo esempi, ovviamente, ma ogni Archivio conosce determinate abitudini, preferenze, manie, vezzi, scelte, tecniche, ecc. che fa benissimo a non divulgare solo per far contenti coloro che vorrebbero sempre e per forza farsi promuovere l'opera. L'interesse generale come sempre deve prevalere sul capriccio del singolo. Quanto all'ipotizzato 'patto di riservatezza'... vabbè dai, è il caso di spiegare quanto durerebbe?

  7. #577
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,311
    Mentioned
    81 Post(s)
    Quoted
    3134 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    Va però anche detto che (potrà sembrare un paradosso, eh)
    e legandomi a quanto avevo scritto sul 3D Archivi e Fondazioni,

    l'Archivio di Schifano risulta egregiamente coperto da un Comitato di tutto rispetto
    ad altri archivi che in confronto a questo, non possono vantare di tante presenze autorevoli:

    Archivio Mario Schifano:
    PRESIDENTE
    Monica De Bei Schifano
    DIRETTORE
    Marco Giuseppe Schifano
    COMITATO DEI GARANTI
    Achille Bonito Oliva, Enrico Ghezzi, Ettore Rosboch
    COMITATO DEI TECNICI
    Laura Cherubini, Marco Meneguzzo, Rinaldo Rossi
    COMITATO DEI CONSULENTI
    Fulvio Abbate, Massimo D’Alessandro, Memmo Mancini, Gianni Michelagnoli, Luca Ronchi



    Fondazione Lucio Fontana:
    Presidente: Paolo Laurini
    Vice Presidente: Silvia Ardemagni
    Consiglieri: Nini Ardemagni Laurini , Filippo Corbetta, Serena Monina, Maria Villa.


    Archivio Alighiero Boetti:
    Comitato Direttivo
    (presidente: Matteo Boetti, direttore: Agata Boetti
    membri: Laura Cherubini, Giorgio Verzotti, Andrea Barenghi
    Per l'Archivio Boetti, fanno parte anche del Comitato Scientifico:
    Achille Bonito Oliva, Carolyn Christov-Bakargiev, con la direzione di Mark Godfrey (ruolo ricoperto da Jean-Christophe Ammann fino alla scomparsa). Inoltre fanno parte del "Comitato d'Onore" Lynne Cooke, Sir Nicolas Serota, Philippe Vergne, Hans Ulrich Obrist, con funzione di supervisori.

    A queste figure vanno aggiunti alcuni collaboratori che hanno lavorato direttamente con Boetti e che partecipano alle sedute di perizia.

    Vorrei anche far notare una cosa sostanziale: per alcuni artisti, tra cui Boetti e Fontana, ormai è stata censita larghissima parte della produzione e quanto ancora rimasto fuori è minimale e residuale.
    Questa è una grande differenza rispetto alle situazioni di altri artisti.

    Onestamente non so nemmeno perchè i proprietari delle opere aspettino ancora prima di archiviare le proprie opere, perchè non è escluso che a un certo punto alcuni Archivi chiudano o riducano le sessioni magari ad un solo appuntamento all'anno.

  8. #578

    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    97
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    49 Post(s)
    Potenza rep
    3435976
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Per l'Archivio Boetti, fanno parte anche del Comitato Scientifico:
    Achille Bonito Oliva, Carolyn Christov-Bakargiev, con la direzione di Mark Godfrey (ruolo ricoperto da Jean-Christophe Ammann fino alla scomparsa). Inoltre fanno parte del "Comitato d'Onore" Lynne Cooke, Sir Nicolas Serota, Philippe Vergne, Hans Ulrich Obrist, con funzione di supervisori.

    A queste figure vanno aggiunti alcuni collaboratori che hanno lavorato direttamente con Boetti e che partecipano alle sedute di perizia.

    Vorrei anche far notare una cosa sostanziale: per alcuni artisti, tra cui Boetti e Fontana, ormai è stata censita larghissima parte della produzione e quanto ancora rimasto fuori è minimale e residuale.
    Questa è una grande differenza rispetto alle situazioni di altri artisti.

    Onestamente non so nemmeno perchè i proprietari delle opere aspettino ancora prima di archiviare le proprie opere, perchè non è escluso che a un certo punto alcuni Archivi chiudano o riducano le sessioni magari ad un solo appuntamento all'anno.
    Dipende anche da artista e quotazioni. Ho delle opere "minori" (che per quanto a me piacciono...) di un artista, archiviandole non dico che spenderei più del loro valore, ma quasi. Non è il caso di Fontana o di Boetti, certo.

  9. #579
    L'avatar di arte povera
    Data Registrazione
    May 2014
    Messaggi
    1,671
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    464 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    Va però anche detto che (potrà sembrare un paradosso, eh)
    e legandomi a quanto avevo scritto sul 3D Archivi e Fondazioni,

    l'Archivio di Schifano risulta egregiamente coperto da un Comitato di tutto rispetto
    ad altri archivi che in confronto a questo, non possono vantare di tante presenze autorevoli:

    Archivio Mario Schifano:
    PRESIDENTE
    Monica De Bei Schifano
    DIRETTORE
    Marco Giuseppe Schifano
    COMITATO DEI GARANTI
    Achille Bonito Oliva, Enrico Ghezzi, Ettore Rosboch
    COMITATO DEI TECNICI
    Laura Cherubini, Marco Meneguzzo, Rinaldo Rossi
    COMITATO DEI CONSULENTI
    Fulvio Abbate, Massimo D’Alessandro, Memmo Mancini, Gianni Michelagnoli, Luca Ronchi
    a parte i nomi blasonati di fronte ai quali mi tolgo il cappello, per certi artisti, oltre al blasone, c'è chi sa riconoscere la mano del determinato artista!!, mi spiego meglio, che l'erede sia a sovraordinare le operazioni di archiviazione come garante di serietà ci sta tutto, ma se "l'erede tal dei tali" non ci capisce niente della mano del padre, nel comitato insieme ai blasonati, uno che conosceva e sapeva, non ce lo mette!? non faccio riferimenti ad archivi specifici... ma si sa...

  10. #580
    L'avatar di cicala69
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    4,330
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    977 Post(s)
    Potenza rep
    0
    purtroppo l'Archivio funziona....purtroppo x diversi!!!

Accedi