Quanto sono aumentati i costi delle ristrutturazioni? - Pagina 14
Fioccano i licenziamenti a Wall Street, ma c’è un colosso globale inondato di CV per 220.000 assunzioni
EY pronta ad assumere nuovi professionisti. Un importante giro di vite nel settore finanziario. Se da una parte le principali banche d?investimento potrebbero tagliare dei posti di lavoro nel corso dei prossimi mesi, le società specializzate in servizi professionali stanno diventando più grandi e sono pronte a nuove assunzioni nel corso dei prossimi mesi.EY, precedentemente
Italia: fiammata della fiducia a novembre fa ben sperare per tenuta Pil. Ecco la view di Ing e Intesa
Rimbalzo a sorpresa della fiducia dei consumatori in Italia. Il clima di fiducia dei consumatori presenta una dinamica positiva, dovuta soprattutto ad opinioni sulla situazione economica del paese (ivi comprese quelle sulla disoccupazione) in deciso miglioramento, seguite da attese sulla situazione economica familiare e da opinioni sul risparmio (possibilità future) in ripresa. Dopo quattro mesi
JP Morgan: bond globali pronti alla grande rimonta del 2023, maxi spinta da $1 trilione
JP Morgan preannuncia la grande rimonta dei bond di tutto il mondo, grazie a una domanda netta di 1 trilione di dollari: stando a quanto riporta un articolo di Bloomberg, JP Morgan spiega l?outlok bullish sui bond con il calo dell?offerta, che dovrebbe procedere a un ritmo più veloce della flessione che interesserà la domanda.Per
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #131

    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    17,807
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    7352 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da nueva leivi Visualizza Messaggio
    C'era anche un'altra differenza, allora l'indebitamento delle persone era basso, il credito al consumo poco sviluppato.
    soprattutto la ristrutturazione la pagavi coi tuoi soldi, senza rubare agli altri contribuenti.

  2. #132
    L'avatar di ladiga
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    9,699
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    1946 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da nueva leivi Visualizza Messaggio
    C'era anche un'altra differenza, allora l'indebitamento delle persone era basso, il credito al consumo poco sviluppato.
    Ottima osservazione.

    Praticamente con tutte queste differenze in negativo (adesso versus 73-80) il botto, sarà ancora più devastante?

  3. #133

    Data Registrazione
    Jul 2022
    Messaggi
    232
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    99 Post(s)
    Potenza rep
    5843514
    Citazione Originariamente Scritto da ladiga Visualizza Messaggio
    Ottima osservazione.

    Praticamente con tutte queste differenze in negativo (adesso versus 73-80) il botto, sarà ancora più devastante?
    La casa serve, a tutti.
    Affittare in italia resta difficile.
    La gente snobba "svendere".

    Penso che i tassi d'interesse saliranno ancora molto, ma non arriveranno al 8/10%. Troppa gente ha troppi debiti.
    E non sarei negativo sul prezzo delle case, salvo incertezze di "breve periodo". Questa inflazione, a "ondate", penso ci farà compagnia per anni, e con essa saliranno anche i prezzi delle case, salvo "imprevisti" dal forte impatto emotivo sul fronte fiscale.

  4. #134

    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    1,051
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    605 Post(s)
    Potenza rep
    41668597
    Citazione Originariamente Scritto da ladiga Visualizza Messaggio
    Dico la mia senza pretesa di pontificare.

    Il tema del capitolo è il costo di ristrutturazione. Che è aumentato e ancora aumenterà prima di assestarsi piu in basso ma sempre molto piu alto del cosiddetto periodo pre Covid.

    Sto ristrutturando con 110, sono partito un anno fa e dovrei finire a Novembre. Avevo dei contratti iniziali che ho dovuto rivedere al rialzo pena l'abbandono del fornitore il quale (se è un professionista) ha la fila fuori. Parliamo di un immobile di 60 anni bisognoso di intervento radicale.

    Ciò detto, il mondo immobiliare, ma direi un po tutto il mondo economico finanziario, potrebbe ripetere con qualche variante di rilievo lo scenario 1973-80. Shock energetico, ricatto dei produttori, partenza inflazione con escalation fuori controllo nella parte finale.

    Gli accostamenti storici sono sempre problematici ma sono vichiano e confido nelle similitudini dei corsi e ricorsi storici.

    Quindi mi aspetterei inflazione che sale con dei movimenti up-down, debiti e patrimoni erosi e salari che faticano a tenere il passo. Questo se c'è il copia incolla del 1973-80.

    Purtroppo non la vedo così semplice. La geopolitica è diversa, i blocchi delle superpotenze sono diversi, i ruoli delle BC sono diversi, ma soprattutto è diverso il mondo della comunicazione che sposta i processi decisionali e di aggregazione sociale in maniera nuova e dirompente. Ciò significa, esempio banale, che dalla lira del 73 all'euro del 2022 ci sono passaggi obbligati che privano le conseguenze della "domesticita'" delle decisioni. Che non è poco a pensarci bene.

    L'enorme liquidità stampata dal 16 settembre 2008 deve venire prosciugata, non si può fisicamente pensare che il processo continui all'infinito creando squilibri finanziari assurdi.

    Nel 1973 il Ceo di Banca Commerciale (Intesa) guadagnava... 30-40 volte? quello che guadagnava l'usciere. Nel 2022? Mi pare si parli di oltre 150 volte...

    Nel 1973 a Cortina, Forte dei Marmi, Capri (Porto Cervo non c'era) si comprava/affittava caro ma umano, nel senso che una buona fetta di benestanti Italiani poteva, magari con fatica, arrivare al sogno. Nel 2022? In Val Gardena chiedono 15.000€ al metro in appartamento... sono 30 milioni di lire...si comprava a Cortina l'appartamento non un metro quadro!

    Morale: la liquidità deve trovare un nuovo equilibrio e la soluzione personale, che nel 1973-80 aveva un paradigma abbastanza leggibile ( immobili, Bot, oro...) nel 2022 diventa complicata. Non basta diversificare, non basta l'adagio "cash is king", non basta comprare un immobile di pregio. Potrebbe servire altro.
    A me farebbe comodo una situazione stile anni 80 avendo un mutuo a tasso fisso e lo stipendio che si adegua all'inflazione

    Il problema sta toccando tutta europa
    In italia si amplifica molto perché non ha neanche uno stipendio minimo
    Nel resto d'europa benché ci sia uno stipendio minimo, hanno il problema che pochi hanno gli stipendi legati all'inflazione e i salari si appiattiscono di conseguenza verso lo stipendio minimo che come una ruspa tira su tutti ma allo stesso tempo lascia una gran fetta più povera
    Vedi in francia dove gli insegnanti con i contratti bloccati sono arrivati a guadagnare il minimo...

  5. #135
    L'avatar di ladiga
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    9,699
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    1946 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da nueva leivi Visualizza Messaggio
    La casa serve, a tutti.
    Affittare in italia resta difficile.
    La gente snobba "svendere".

    Penso che i tassi d'interesse saliranno ancora molto, ma non arriveranno al 8/10%. Troppa gente ha troppi debiti.
    E non sarei negativo sul prezzo delle case, salvo incertezze di "breve periodo". Questa inflazione, a "ondate", penso ci farà compagnia per anni, e con essa saliranno anche i prezzi delle case, salvo "imprevisti" dal forte impatto emotivo sul fronte fiscale.
    Mi sono espresso male. Per botto non intendevo il settore immobiliare, che anzi penso, come te, bene o male terrà il valore reale o poco meno, ma il risvolto recessivo da rischio geopolitico sommato a politiche monetarie restrittive. Con tensioni sociali in crescita.

    Bella intervista a Pistorio sul Sole oggi sul tema.

  6. #136
    L'avatar di ispuligidenie
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    1,734
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    897 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Prima della fine dell anno annunciato altro aumento di prezzo per materiali…
    A gennaio poi c è L aumento che immancabilmente avviene ogni anno…
    Non fate nulla per almeno un anno…

  7. #137

    Data Registrazione
    Feb 2020
    Messaggi
    457
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    273 Post(s)
    Potenza rep
    10205449
    Citazione Originariamente Scritto da ispuligidenie Visualizza Messaggio
    Prima della fine dell anno annunciato altro aumento di prezzo per materiali…
    A gennaio poi c è L aumento che immancabilmente avviene ogni anno…
    Non fate nulla per almeno un anno…
    è quello che temo anch'io. a questo punto per tornare ai prezzi pre 2020 quanto si dovrà aspettare? torneranno mai?

  8. #138
    L'avatar di JacksonT
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    24,676
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    12767 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da ezra stone Visualizza Messaggio
    è quello che temo anch'io. a questo punto per tornare ai prezzi pre 2020 quanto si dovrà aspettare? torneranno mai?
    Quando i prezzi salgono così tanto è praticamente impossibile tornino ai livelli "pre"

  9. #139
    L'avatar di JacksonT
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    24,676
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    12767 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da ispuligidenie Visualizza Messaggio
    Prima della fine dell anno annunciato altro aumento di prezzo per materiali…
    A gennaio poi c è L aumento che immancabilmente avviene ogni anno…
    Non fate nulla per almeno un anno…
    Scusa, "annunciato" da chi?
    Per quali materiali?

  10. #140

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Cercando in rete sembrerebbe che ci sia qualche accenno di diminuzione dei prezzi :

    https://www.corriere.it/economia/azi...b38fef4d.shtml

Accedi