utilizzo di un notaio austriaco per atto notarile provincia autonoma di Trento - Pagina 2
Tol Expo 2022, chiusa la ventesima edizione: un successo per contenuti e partecipazione
Un successo, per i contenuti espressi e il pubblico presente all?evento. Si può riassumere così questa ventesima edizione della Trading Online Expo, organizzata da Borsa Italiana e tenutasi fisicamente a …
Dividendi Piazza Affari 2022: 19 big del Ftse Mib staccano la cedola lunedì 23 maggio, ecco i titoli più generosi
Sta per arrivare il dividend-day 2022 per Piazza Affari. Lunedì 23 maggio staccheranno la cedola molte delle big del listino milanese. Dopo il corposo antipasto del mese scorso, il più …
Tesla, pressing per lancio buyback in risposta a tonfo del titolo. Musk ha un’altra grana: arriva accusa di molestie a hostess di Space X
Il crollo del titolo Tesla in borsa inizia a pesare anche sui grandi investitori. Il miliardario Leo Koguan, il quale sostiene di essere il terzo maggiore azionista individuale di Tesla, …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di 9999
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    20,224
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    0
    L'archivio notarile e' digitalizzato? E' consultabile anche da altri impiegati statali/comunali e professionisti del settore?

    L'imposta di registro a cosa serve? Per trascrivere una qualsivoglia transazione devo pagare in base al valore, per quale motivo? Che cosa mi offre lo stato in cambio? Per imbrattare un foglio precompilato, timbrarlo e vidimarlo 100 Euro bastano e avanzano, ma dal momento che lo stato italiano ha un'impostazione di stampo mafioso, pretende che gli venga pagato il pizzo anche se non offre nulla in cambio.

  2. #12
    L'avatar di Megatron
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    2,010
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1068 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    i notai sono tra le varie lobby che ancora resistono in italia (insieme a farmacisti, tassisti, balneari, etc)

    dubito si possa far rogitare a notai o pseudo notai non italiani...addirittura si ha la suddivisione provinciale tra notai!

    secondo me ci si ritrova con un atto che non ha alcun valore legale in italia, occhio!!!

  3. #13
    L'avatar di Megatron
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    2,010
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1068 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da 9999 Visualizza Messaggio
    L'archivio notarile e' digitalizzato? E' consultabile anche da altri impiegati statali/comunali e professionisti del settore?

    L'imposta di registro a cosa serve? Per trascrivere una qualsivoglia transazione devo pagare in base al valore, per quale motivo? Che cosa mi offre lo stato in cambio? Per imbrattare un foglio precompilato, timbrarlo e vidimarlo 100 Euro bastano e avanzano, ma dal momento che lo stato italiano ha un'impostazione di stampo mafioso, pretende che gli venga pagato il pizzo anche se non offre nulla in cambio.
    che non serva a nulla siamo d'accordo...o meglio serve allo stato ad incassare tasse...
    del resto a cosa servono le accise sulla benzina?

  4. #14

    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    2,683
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    1498 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Megatron Visualizza Messaggio
    secondo me ci si ritrova con un atto che non ha alcun valore legale in italia, occhio!!!
    Non è proprio così a Trento, Bolzano, Trieste e Gorizia il documento passa nelle mani di un Giudice (italiano) che se tutto va bene (e con le tempistiche dei tribunali) emetterà una specie di decreto di trasferimento come avviene per le aste immobiliari. Chiaramente la scrittura privata verrà sottoposta a verifica e respinta se presenta dei vizi formali o sostanziali.

  5. #15

    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    1,142
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    692 Post(s)
    Potenza rep
    19489639
    Citazione Originariamente Scritto da Camillo75 Visualizza Messaggio
    Il notaio ce lo ha messo lo Stato per far rispettare le regole, giuste o sbagliate che siano, che lo Stato ha formulato (e per questo gli atti sono controllati dall'archivio notarile, formato da funzionari statali per sanzionare chi ha ricevuto atti contrari a legge), per far pagare le tasse senza infiniti contenziosi (essendo il notaio un responsabile d'imposta, nei primi 60 giorni) e per aiutare chi non sarebbe in grado o non avesse tempo o voglia di predisporre i contratti, funzione che oggi, nonostante l'analfabetismo non esista quasi più, è ampiamente compensata dall'incrementata complessità della normativa di ogni genere: fiscale in particolare.

    Il notaio conserva gli atti a raccolta finché non va in pensione, ne rilascia le copie, e quando va in pensione gli atti vanno all'archivio notarile e poi, dopo 100 anni, all'archivio di Stato. Può essere utile ricostruire da chi nonno acquistò il podere e se vi fosse un atto costitutivo di una servitù che il vicino pretende di esercitare. Questo ovviamente ha un costo, che si traduce nella tassa archivio, che sta dentro al costo dell'atto notarile.

    In una vendita fino a 186.000 di valore, come ad esempio un appartamento, soggetto ad imposta di registro con agevolazione della prima casa (ipotizziamo su una rendita di 140.000), un costo qui a Roma per acquisto da privato può aggirarsi sui 5.000 euro compresa l'imposta. Un po' più o un po' meno a seconda della complessità.

    Di questi 5.000:
    - 3.000 sono le anticipazioni, di cui 2.800 registro, 100 ipotecaria e catastale, 48 tassa archivio, 50 circa almeno per visure;
    - 2.000 sono le competenze ivate (ma c'è chi chiede anche molto meno), di cui 1.639 di competenze lorde e 360 di IVA. Nei 1.639 sono comprese 227 euro di contribuzioni e circa 16 di assicurazione. I circa Euro 1.400 che rimangono sono al lordo delle spese generali e delle imposte.

    Per 2.000 euro che, come visto, comprendono alcune voci a fondo perduto sia per cliente che per notaio, hai la garanzia di acquistare con ragionevole tranquillità un bene che vale 90 volte tanto. Il costo incide per poco più dell'1%, che è molto ma molto meno di quello che prende un mediatore da una sola delle parti.

    Come già scritto, il "notaio" austriaco credo si limiti ad autenticare una scrittura scritta da altri, credo anche senza controllo di legalità sul documento né responsabilità fiscale né controllo dell'archivio. Difficilmente il suo prodotto verrà riconosciuto da una Conservatoria o dal Catasto, proprio perché l'atto deve essere autenticato da un pubblico ufficiale a ciò autorizzato. E' questa la condizione che pone lo Stato per evitare che chiunque possa trascrivere, iscrivere o volturare atti che, se fatti male, potrebbero portare all'inaffidabilità dei pubblici registri.

    A quel punto tanto vale fare la scrittura da sé. Il 1350 del codice civile lo permette. La proprietà passa. Poi magari cominci la trafila per l'accertamento dell'autenticità delle sottoscrizioni dal Giudice e scopri che serve l'avvocato, che va pagato. E magari alla fine scopri che mancava qualcosa di importante sulla scrittura, che va rifatta o sistemata.
    Cosa succede se l’archivio personale del notaio va a fuoco o si allaga od altro? Esiste comunque un secondo archivio con le copie o va tutto perso?
    Inoltre, gli atti vengono digitalizzato (sia quelli vecchi che quelli nuovi)?

  6. #16

    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    374
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    257 Post(s)
    Potenza rep
    11370167
    Se l'archivio del notaio va a fuoco si provvede alla ricostruzione dell'atto sulla base delle copie all'agenzia delle entrate e alla conservatoria.
    Gli atti presentati a detti uffici sono informatici, con firma digitale.
    Quelli all'archivio notarile più remoti sono anche su microfilm. Ignoro se quelli attuali vengano scansionati o meno.

  7. #17
    L'avatar di PiVi1962
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    2,805
    Mentioned
    37 Post(s)
    Quoted
    911 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da broken brick Visualizza Messaggio
    Certo se il catasto fosse probatorio, aggiornato e le complicazioni fossero minori...anche i notai costerebbero meno.
    Il caso in esempio si riferisce ad una delle zone d'Italia in cui esiste il Tavolare...

    Ove non esistesse il catasto (UK, ad esempio), intervengono altre entità come le agenzie immobiliari, necessarie per la doverosa due diligence.

  8. #18

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    27,726
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    4563 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da PiVi1962 Visualizza Messaggio
    Il caso in esempio si riferisce ad una delle zone d'Italia in cui esiste il Tavolare...

    Ove non esistesse il catasto (UK, ad esempio), intervengono altre entità come le agenzie immobiliari, necessarie per la doverosa due diligence.
    Vero! Il catasto austriaco probatorio! Si studiava ai tempi dell'università.

Accedi