Sono povero: posso permettermi di stare in affitto?
Wall Street mette il turbo dopo 100 giorni da incubo, ecco l’entità dei rimbalzi dell’S&P 500 in situazioni simili del passato
Settimana in poderoso recupero per i listini azionari, in particolare Wall Street. A supportare il movimento nelle ultime sedute sono state in prima battuta le minute Fed e poi le …
Tim accelera su rete unica, vicina la firma del MoU con CDP
Seduta all?insegna della bassa volatilità per Tim dopo il CdA di ieri che ha fatto il punto su rete unica e altri temi in vista della presentazione della riorganizzazione del …
Confindustria, l’affondo di Carlo Bonomi contro partiti e sindacati e l’appello a Draghi. Italia come nella ‘selva oscura’ di Dante
Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, non fa sconti: in occasione dell'assemblea dell'associazione degli industriali, la prima in presenza dall'inizio della sua presidenza, al cospetto di 580 imprenditori arrivati da tutta …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    221
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    135 Post(s)
    Potenza rep
    14337598

    Sono povero: posso permettermi di stare in affitto?

    Buongiorno a tutti! Riapro un dibattito molto vecchio con un topic dal titolo volutamente provocatorio provocatorio. Vorrei però che da questa provocazione partisse una discussione seria per un tema che attualmente mi sta dando parecchi problemi.

    Mi sono recentemente trasferito a Roma per lavoro (vinto concorso pubblico) e sto cercando un alloggio meno temporaneo di quello che ho adesso (stanza in appartamento), rimanendo però in una zona abbastanza ben collegata da mezzi pubblici, in quanto non ho un'auto e non voglio utilizzarla per muovermi in città, che ha mezzi tutto sommato abbastanza efficienti (metro C a parte, ma vabbè).

    Nonostante io desideri stare in affitto perchè non pianifico di rimanere in pianta stabile nella capitale (se potessi tornerei al nord tra 5 e poco più anni, non appena potrò sfruttare la mobilità interna), mi rendo conto che, soprattutto in certe zone della città, il confronto tra quanto dovrei pagare di mutuo rispetto all'affitto di una soluzione analoga è impietoso: per un mono/bilocale in zone servite almeno da 3/4 autobus (+ magari anche treno), con un mutuo ventennale a tasso fisso risparmierei anche fino a 150 euro al mese rispetto ad un affitto (che per la fascia di prezzo che sto attualmente considerando è un bel 20/25% del costo), conterei generalmente su case meglio tenute/in piani più alti/con migliori collegamenti, e "rischierei" anche di vedere un apprezzamento dell'investimento, guadagnandoci nella rivendita.

    So bene che il paragone non è così semplice: essere proprietari significa farsi carico di spese relative all'acquisto (agenzia, notaio ecc...), interessi passivi, manutenzione, tasse ecc...oltre che della possibile svalutazione della propria proprietà e delle difficoltà della rivendita. Quindi l'apparente risparmio non dovrebbe comunque spingermi a prendere un potenziale acquisto con mutuo 80% sottogamba.

    Alcune risorse online indicano che per valutare la mera convenienza economica della questione affitto/acquisto in maniera semplice, seppur inevitabilmente grossolana, è possibile ricorrere a questo sistema: ponendo di avere la possibilità di affittare o di acquistare una medesima proprietà, se il costo dell'affitto annuale equivale al 5% di quello che sarebbe il valore d'acquisto, allora l'affitto è finanziariamente equivalente all'acquisto. Se invece il costo d'affitto fosse inferiore al 5% del valore d'acquisto, allora la convenienza finanziaria sarebbe dalla parte dell'affitto, e viceversa in caso di costo dell'affitto superiore al 5%.

    Vorrei sapere se secondo voi posso tenere da conto questo sistema per valutare la possibilità di acquistare un appartamento per poi rivenderlo entro le tempistiche che vi ho detto (poco più di 5 anni). Chi conosce il mercato di Roma potrebbe anche dirmi se sono realistiche le possibilità di trovare proprietà rivendibili in tempi non esagerati rimanendo a non più di 15 minuti di autobus dalla più vicina fermata della metropolitana (metro B, di preferenza verso sud).


    Vi ringrazio per il vostro aiuto!

  2. #2
    L'avatar di Nic Olas
    Data Registrazione
    Jan 2021
    Messaggi
    278
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    210 Post(s)
    Potenza rep
    242681
    Ti consiglio di utilizzare questo tool: Is It Better to Rent or Buy? - The New York Times
    Perché funzioni devi compilare tutti i parametri, quindi devi essere ben informato su tutti i costi.

    Ti posso portare la mia esperienza personale: ho acquistato un nuovo appartamento pagato 135.000€ in provincia di VE, considerando tutti i costi (interessi passivi, notaio, agenzia, assicurazione, manutenzione ecc) e una svalutazione (ipotetica) tra 30 anni del 40%, perché sia conveniente l'affitto, dovrei pagare 150€ mensilmente la stessa identica casa.

  3. #3

    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    24,313
    Mentioned
    67 Post(s)
    Quoted
    8557 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Si ma chi ti dice che fra 30 anni si sarà svalutata del 40%? Capisco che parli di ipotesi ma, in quanto tali, potresti pure essere totalmente o in parte smentito.

    Oltretutto un link americano può essere valido per standard italiani che sono totalmente differenti rispetto a quelli di oltreoceano??

    Ad ogni modo la domanda di chi ha aperto il thread nasce più che altro per dire che se dovesse acquistare con mutuo rimarrebbe proprietario per un termine breve in quanto fra 5 anni proverebbe a fare domanda di trasferimento alla sua zona di origine che è nel Nord Italia (ed immagino che poi venderebbe), per cui il fulcro della domanda è tutto qui.

    Chiaramente io NON ho una risposta e nemmeno la azzardo perchè non vorrei scrivere fesserie.
    Ultima modifica di rickiconte; 10-01-22 alle 10:27

  4. #4

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    27,736
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    4568 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Per 5 anni io consiglierei l'affitto: zona strategica per risparmiare sui trasporti (piedi e bici), appartamento piccolo e con spese condominiali modeste, riscaldamento autonomo (risparmi sulle spese). Scegli mobili gradevoli per quelli che potrai trasportare facilmente: poltrone, divano, tavolo, lampadari...
    Cucina super economica, tanto difficilmente si riadatta, se c'è già meglio.

  5. #5
    L'avatar di Nic Olas
    Data Registrazione
    Jan 2021
    Messaggi
    278
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    210 Post(s)
    Potenza rep
    242681
    Citazione Originariamente Scritto da rickiconte Visualizza Messaggio
    Si ma chi ti dice che fra 30 anni si sarà svalutata del 40%? Capisco che parli di ipotesi ma, in quanto tali, potresti pure essere totalmente o in parte smentito.

    Oltretutto un link americano può essere valido per standard italiani che sono totalmente differenti rispetto a quelli di oltreoceano??

    Ad ogni modo la domanda di chi ha aperto il thread nasce più che altro per dire che se dovesse acquistare con mutuo rimarrebbe proprietario per un termine breve in quanto fra 5 anni proverebbe a fare domanda di trasferimento alla sua zona di origine che è nel Nord Italia (ed immagino che poi venderebbe), per cui il fulcro della domanda è tutto qui.

    Chiaramente io NON ho una risposta e nemmeno la azzardo perchè non vorrei scrivere fesserie.
    Non c'entra nulla che il tool sia americano, si possono modificare tutti i parametri manualmente. Acconto e spese mutuo, interessi, tasse, manutenzione, spese varie, anni di utilizzo, futura vendita ecc.
    Ovviamente l'andamento del mercato immobiliare non si può prevedere, ma negli ultimi 10 anni in Italia il prezzo degli immobili è sceso e degli affitti aumentato.

  6. #6

    Data Registrazione
    Apr 2020
    Messaggi
    595
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    547 Post(s)
    Potenza rep
    17814550
    Se la permanenza a Roma è di massimo 5 anni non starei nemmeno a pensare di sbattermi ad acquistare una casa, con tutte le spese e sbattimenti connessi. Personalmente non lo farei nemmeno sui 10 anni ma solo se pensassi ad un trasferimento definitivo e cmq di lungo termine.
    Come andrà il mercato nessuno lo sa, a mio modesto avviso in alcune zone di Roma oggi si compra molto bene e con i tassi praticamente a zero io non esiterei sulla prima casa ma, ripeto, sui 5 anni vai di affitto ben collegato e via

  7. #7

    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    2,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    224 Post(s)
    Potenza rep
    37370902
    Dal simulatore proposto per il mio caso conviene assolutamente l’acquisto.
    Dipende dalle zone, ma da quanto vedo io, per quello che mi interessa se poniamo a 100 la rata del mutuo, l’ipotesi di affitto sarebbe almeno 160. Una differenza piuttosto marcata.

  8. #8

    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    2,694
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    1504 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Dal titolo mi aspettavo il thread di un disoccupato disgraziato che rovista nei cassonetti e mangia alla caritas, trattasi invece di dipendente pubblico baciato (forse) dalla Dea Fortuna che verrà ipergarantito e a cui Brunetta pagherà la formazione vita natural durante. Col "sedere parato" il dilemma affitto/acquisto risulta pressochè irrilevante.

  9. #9
    L'avatar di Nic Olas
    Data Registrazione
    Jan 2021
    Messaggi
    278
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    210 Post(s)
    Potenza rep
    242681
    Citazione Originariamente Scritto da gianted Visualizza Messaggio
    Dal titolo mi aspettavo il thread di un disoccupato disgraziato che rovista nei cassonetti e mangia alla caritas, trattasi invece di dipendente pubblico baciato (forse) dalla Dea Fortuna che verrà ipergarantito e a cui Brunetta pagherà la formazione vita natural durante. Col "sedere parato" il dilemma affitto/acquisto risulta pressochè irrilevante.
    Essere dipendenti pubblici non significa essere benestanti.
    Un dipendente pubblico che guadagna 1200€ al mese e deve pagare da solo un affitto in centro a Milano è da considerarsi povero a tutti gli effetti.

  10. #10

    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    221
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    135 Post(s)
    Potenza rep
    14337598
    Ringrazio tutti quanti dei preziosi contributi! Davvero molte grazie! Cercare casa è davvero un lavoro parallelo, quindi mi serve tutto il supporto possibile!

    Rispondo ad alcuni in particolare solo per puntualizzare un paio di cose.

    Citazione Originariamente Scritto da Nic Olas Visualizza Messaggio
    Ti consiglio di utilizzare questo tool: Is It Better to Rent or Buy? - The New York Times
    Perché funzioni devi compilare tutti i parametri, quindi devi essere ben informato su tutti i costi.

    Ti posso portare la mia esperienza personale: ho acquistato un nuovo appartamento pagato 135.000€ in provincia di VE, considerando tutti i costi (interessi passivi, notaio, agenzia, assicurazione, manutenzione ecc) e una svalutazione (ipotetica) tra 30 anni del 40%, perché sia conveniente l'affitto, dovrei pagare 150€ mensilmente la stessa identica casa.
    Grazie mille per il tool, non lo conoscevo. Nel mio caso particolare, mettendo dei parametri abbastanza grossolani, ma credo comunque più o meno ragionevoli, l'acquisto risulta più conveniente di una percentuale importante (10% circa), ma non catastrofica per le mie finanze. Probabilmente dipende da zona a zona, ma sono contento di vedere che comunque anche in caso di un affitto non ci rimetto cifre esagerate. In questo momento non sono sicuro di volermi impegnare in un mutuo, e sono già contento di vedere che posso mettere in conto una perdita che però non dovrebbe mettere in serio pericolo il mio futuro finanziario.

    Citazione Originariamente Scritto da broken brick Visualizza Messaggio
    Per 5 anni io consiglierei l'affitto: zona strategica per risparmiare sui trasporti (piedi e bici), appartamento piccolo e con spese condominiali modeste, riscaldamento autonomo (risparmi sulle spese). Scegli mobili gradevoli per quelli che potrai trasportare facilmente: poltrone, divano, tavolo, lampadari...
    Cucina super economica, tanto difficilmente si riadatta, se c'è già meglio.
    Grazie mille per i consigli sul mobilio, ne avevo davvero bisogno. Pur preferendo l'idea di un appartamento ammobiliato, sto anche guardando appartamenti non ammobiliati, che consentono di risparmiare un pò sulle spese di affitto e di avere maggiore scelta. Ho visto che stando un anno e mezzo circa nello stesso posto si rientra delle spese abbastanza tranquillamente, anche se mi spiacerebbe non riuscire a rivendere ciò che non potrò portare via in caso di trasferimento.

    Sto avendo diverse difficoltà a trovare zone ben collegate: vicino alla metropolitana i costi sono allucinanti anche in zone periferiche come l'eur (che non è particolarmente economica anche lontano dalla metro). Mi toccherà probabilmente contare sugli autobus, anche a prezzo di qualche scomodità in più, spingendomi in zona portuense/magliana e simili e poi andare dalla parte giusta del tevere coi mezzi per far quadrare i conti.

    Citazione Originariamente Scritto da kolokotronis Visualizza Messaggio
    Se la permanenza a Roma è di massimo 5 anni non starei nemmeno a pensare di sbattermi ad acquistare una casa, con tutte le spese e sbattimenti connessi. Personalmente non lo farei nemmeno sui 10 anni ma solo se pensassi ad un trasferimento definitivo e cmq di lungo termine.
    Come andrà il mercato nessuno lo sa, a mio modesto avviso in alcune zone di Roma oggi si compra molto bene e con i tassi praticamente a zero io non esiterei sulla prima casa ma, ripeto, sui 5 anni vai di affitto ben collegato e via
    Lo penso e lo pensavo anche io, in realtà, ma volevo sentire altre campane, prima di decidere. Ovvio, coi tassi a zero e i prezzi che ancora non decollano è un buon momento per comprare, ma se non si è ancora pronti si rischia di fare stupidaggini anche in un mercato favorevole. e poi chissà, magari tra un anno mi innamoro di Roma e compro per rimanere in pianta stabile. Non esiste solo la Lombardia al mondo!

    Citazione Originariamente Scritto da gianted Visualizza Messaggio
    Dal titolo mi aspettavo il thread di un disoccupato disgraziato che rovista nei cassonetti e mangia alla caritas, trattasi invece di dipendente pubblico baciato (forse) dalla Dea Fortuna che verrà ipergarantito e a cui Brunetta pagherà la formazione vita natural durante. Col "sedere parato" il dilemma affitto/acquisto risulta pressochè irrilevante.
    Ebbene sì, sono il solito mangiapane pubblico a tradimento!
    Però lo sono da poco. Sono stato in cassa integrazione un anno e mezzo perchè lavoravo in uno degli ambiti più colpiti dal COVID (turismo). Fino a due anni fa mai avrei pensato di entrare nel pubblico, ma ora sono felice. E' un periodo di numerosi concorsi, e studiando un anno e mezzo sono riuscito a passarne diversi. Anzi, per chi non è particolarmente felice del proprio lavoro consiglio di provare: è un ottimo momento, e studiando con dedizione ce la si può fare senza uccidersi (posto di essere disposti a trasferirsi).

    Citazione Originariamente Scritto da Nic Olas Visualizza Messaggio
    Essere dipendenti pubblici non significa essere benestanti.
    Un dipendente pubblico che guadagna 1200€ al mese e deve pagare da solo un affitto in centro a Milano è da considerarsi povero a tutti gli effetti.
    I 1200 li guadagnavo nel privato lavorando a Milano (e non vivendoci, grazie a Dio): entrando nel pubblico sono probabilmente uno dei pochi che ha aumentato le entrate. Tuttavia, vivendo a Roma, anche prendere 1500 e qualcosa non è tantissimo, e cerco comunque di ingegnarmi per fare in modo di rimanere sotto il 50% dello stipendio per affitto+utenze. Ma ho vinto un altro concorso recentemente, e se tutto va bene firmo tra due settimane un contratto migliore (quello che appunto mi farà lavorare all'eur) con un pò più di soldi! Spero di potermi così concedere una casetta in affitto a Roma senza preoccuparmi di tirare troppo la cinghia!

Accedi