Agevolazioni prima casa e quote di case ereditate
Variante Omicron fa meno paura, dott.ssa che l’ha scoperta spiega i nuovi sintomi più lievi. Borse rimbalzano, petrolio e bitcoin +5%
I mercati provano a risalire la china dopo la peggiore seduta dell’anno. A riportare un cauto ottimismo è la speranza che la nuova variante Omicron presenti sintomi diversi e più …
I bond segnalano problemi in arrivo, sarà fondamentale monitorare i rendimenti reali
Gli investitori dovrebbero iniziare a preoccuparsi dei loro investimenti, dal momento che i rendimenti del Tesoro USA si stanno muovendo più in alto, trascinando con loro i crediti a basso …
Trading fino a sera, nuovi orari per la Borsa tedesca che resterà aperta fino alla chiusura di Wall Street. Anche Piazza Affari pronta per gli straordinari?
Da lunedì 29 novembre la Borsa di Francoforte consentirà agli investitori di negoziare azioni, Etf/Etp e fondi comuni di investimento fino alle ore 22, potendo così reagire agli eventi sui …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    77
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    48 Post(s)
    Potenza rep
    6

    Agevolazioni prima casa e quote di case ereditate

    Ciao a tutti! Il mese scorso ho acquistato casa con mio marito, la prima casa che entrambi compriamo. Abbiamo fatto mutuo cointestato, e cointestazione anche al rogito (siamo in comunione dei beni). Scrivo qui ora però pere togliermi un dubbio per quanto riguarda le agevolazioni prima casa di cui abbiamo usufruito.
    Io ho ereditato per successione legittima dalla morte di mia madre, quattro anni fa, quando già vivevo fuori casa (in affitto e in diversa provincia), 1/6 di due appartamenti di cui erano comproprietari i miei genitori, per altro in comunione dei beni. Per essere più precisa, le quote ora sono così suddivise:
    - casa A, dove vive mio padre, comprata dai miei genitori con le agevolazioni prima casa, prima ancora che io nascessi: 4/6 mio padre (vale a dire 3/6 che lui già aveva + 1/6 di eredita), 1/6 io, 1/6 mio fratello
    - casa B, in comune differente: 4/6 mio padre (cioè 3/6 suoi + 1/6 di eredita), 1/6 io, 1/6 mio fratello.
    La successione legittima, l'ha fatta mio padre col Caf, consegnando anche i nostri documenti. Io e mio fratello non abbiamo mai presenziato nè firmato nulla. Da questa successione ho in mano, come prova, solamente un foglio delle visure catastali delle due case aggiornate, con le quote ereditate da noi tre, nient'altro. Inoltre ha pagato tutto mio padre. Di queste quote pago Imu solo sulla casa B, dove mio padre NON vive, e idem lui e mio fratello. Su quella dove invece vive, nessuno di noi paga imu.
    Tornando al discorso principale, al momento del rogito con mio marito per l'acquisto della nostra prima casa, sita in un Comune diverso dai Comuni dove stanno le mie quote ereditate, quando il notaio ci ha chiesto se noi avessimo mai acquistato in precedenza, ho cercato di fargli presente che possiedo queste quote, ma il notaio, che ahimé è stato molto sbrigativo, mi ha subito interrotta alla parola "eredità" e mi ha detto: "SOLO case acquistate! Voi avete mai acquistato?". Al che ho dovuto abbandonare il discorso che stavo facendo in merito alla successione legittima, e ho risposto semplicemente di no, che nella mia vita non ho mai acquistato immobili, attribuendo alla parola "acquisto" il significato di "compera". È per questo che ora sono qui a scrivere. Al di là del pressapochismo del notaio che, se potessi tornare indietro non sceglierei più, è corretto quanto ho risposto? In poche parole, le quote sulle case che ho ereditato dalla morte di mia madre inificiano o NON inificiano le agevolazioni fiscali per la prima casa da noi richieste al rogito ?? Grazie a chi mi saprà rispondere

  2. #2
    L'avatar di Galerkin
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    23,918
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    14097 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Ha ragione il notaio: le quote ereditate NON inificiano i benefici prima casa di cui godrai col tuo nuovo acquisto.
    Stai tranquilla

  3. #3

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    27,187
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    4246 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Per l'esattezza "acquisto con benefici prima casa". Il notaio è stato un po' sbrigativo perchè per lui sono cose abituali, però ha ragione.

  4. #4
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    3,388
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    2866 Post(s)
    Potenza rep
    17987496
    Citazione Originariamente Scritto da Galerkin Visualizza Messaggio
    Ha ragione il notaio: le quote ereditate NON inificiano i benefici prima casa di cui godrai col tuo nuovo acquisto.
    Stai tranquilla
    Ciao seguendo con interesse, in teoria anche se mi donano 10 case e NON ho mai acquistato la prima casa posso sempre ottenere i benefici\agevolazioni 1 casa.

    Corretto?

    Un saluto

  5. #5

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    77
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    48 Post(s)
    Potenza rep
    6
    Citazione Originariamente Scritto da Galerkin Visualizza Messaggio
    Ha ragione il notaio: le quote ereditate NON inificiano i benefici prima casa di cui godrai col tuo nuovo acquisto.
    Stai tranquilla
    Ti ringrazio per la risposta, ma non mi e purtroppo ancora chiara una cosa. Perché queste quote ereditate non inificiano le agevolazioni 1 casa x rogito e mutuo? Perché sono quote ininfluenti, che non mi permettono di usufruire di nulla (visto che mio padre è proprietario di maggioranza) o perché per acquisto si intende una mera compravendita, che nel mio caso non è mai avvenuta?

  6. #6

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    77
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    48 Post(s)
    Potenza rep
    6
    Citazione Originariamente Scritto da broken brick Visualizza Messaggio
    Per l'esattezza "acquisto con benefici prima casa". Il notaio è stato un po' sbrigativo perchè per lui sono cose abituali, però ha ragione.
    Ha ragione per quale motivo? Questo non mi e ancora chiaro. Per il fatto che qualsiasi quota di immobile ottenuto con eredita/successione non vale come un acquisto, da intendersi come compravendita? oppure i motivi sono altri? Mi piacerebbe avere una risposta più specifica per potermi togliere tutte le perplessità.

  7. #7

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    77
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    48 Post(s)
    Potenza rep
    6
    Citazione Originariamente Scritto da asimpleplan Visualizza Messaggio
    Ciao seguendo con interesse, in teoria anche se mi donano 10 case e NON ho mai acquistato la prima casa posso sempre ottenere i benefici\agevolazioni 1 casa.

    Corretto?

    Un saluto
    Bella domanda!

  8. #8

    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    183
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    133 Post(s)
    Potenza rep
    8461792

    Ha ragione il Notaio

    Ha ragione il Notaio. Avrebbe potuto forse anche spiegare meglio.
    L'agevolazione prima casa per atto tra vivi spetta se non la si è già sfruttata e se non si ha una proprietà esclusiva (o diritti reali) o quote col coniuge nel comune.
    Per cui, anche fosse nello stesso Comune, bloccherebbe la richiesta di nuova agevolazione se in comune col coniuge, ma normalmente la successione determina comunione non col coniuge.
    Il perché è tecnico: la nota II-bis allegato al TU di registro richiama le norme agevolative della prima casa degli atti tra vivi e non quelle agevolative nelle successioni o donazioni. Non è vero invece il contrario: una volta acquistato con le agevolazioni prima casa tra vivi, poi non puoi chiedere quella sulle successioni. Può però farlo altro coerede che abbia i requisiti e il beneficio si estende a tutti.
    Comunque, in breve, nel tuo caso la quota in successione, anche se acquistata da tuo padre con le agevolazioni, non impedisce la richiesta di agevolazione nell'atto di acquisto con tuo marito.
    Il Notaio lo avevate scelto voi?

  9. #9

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    77
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    48 Post(s)
    Potenza rep
    6
    Citazione Originariamente Scritto da Camillo75 Visualizza Messaggio
    Ha ragione il Notaio. Avrebbe potuto forse anche spiegare meglio.
    L'agevolazione prima casa per atto tra vivi spetta se non la si è già sfruttata e se non si ha una proprietà esclusiva (o diritti reali) o quote col coniuge nel comune.
    Per cui, anche fosse nello stesso Comune, bloccherebbe la richiesta di nuova agevolazione se in comune col coniuge, ma normalmente la successione determina comunione non col coniuge.
    Il perché è tecnico: la nota II-bis allegato al TU di registro richiama le norme agevolative della prima casa degli atti tra vivi e non quelle agevolative nelle successioni o donazioni. Non è vero invece il contrario: una volta acquistato con le agevolazioni prima casa tra vivi, poi non puoi chiedere quella sulle successioni. Può però farlo altro coerede che abbia i requisiti e il beneficio si estende a tutti.
    Comunque, in breve, nel tuo caso la quota in successione, anche se acquistata da tuo padre con le agevolazioni, non impedisce la richiesta di agevolazione nell'atto di acquisto con tuo marito.
    Il Notaio lo avevate scelto voi?
    Ciao, ho visto ora la tua risposta. Grazie per avermi spiegato bene questa cosa. Il notaio lo avevamo scelto noi, relativamente. Ce lo ha consigliato l'agente immobiliare, e col fatto che la banca è stata molto lenta con le pratiche di mutuo, siamo arrivati talmente a pelo con la scadenza della proposta di acquisto, che anche il rogito è stato fissato letteralmente fra capo e collo. Per questo mi erano rimasti tutti questi dubbi, dopo il rogito e forse è anche per questo motivo (il dover fare tutto all'ultimo, c'era di mezzo pure agosto e le ferie di tutti) il notaio è stato molto spiccio.😅🙊

Accedi