Immobiliare, rischio bolla cresciuto nel 2020: Milano ancora tra le più allettanti al
I bond segnalano problemi in arrivo, sar fondamentale monitorare i rendimenti reali
Gli investitori dovrebbero iniziare a preoccuparsi dei loro investimenti, dal momento che i rendimenti del Tesoro USA si stanno muovendo pi in alto, trascinando con loro i crediti a basso …
Trading fino a sera, nuovi orari per la Borsa tedesca che rester aperta fino alla chiusura di Wall Street. Anche Piazza Affari pronta per gli straordinari?
Da luned 29 novembre la Borsa di Francoforte consentir agli investitori di negoziare azioni, Etf/Etp e fondi comuni di investimento fino alle ore 22, potendo cos reagire agli eventi sui …
La giornata pi nera dell’anno per le Borse, panic selling con petrolio a -13%. Ftse Mib affonda a-4,6%
Venerd nero a tutti gli effetti sui mercati. In coincidenza con il Black Friday che segna l?avvio della stagione degli acquisti pre-natalizi, i mercati sono stati travolti dall?emergere di una …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di reganam
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    17,802
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    5403 Post(s)
    Potenza rep
    42949685

    Immobiliare, rischio bolla cresciuto nel 2020: Milano ancora tra le più allettanti al

    Il rischio bolla cresciuto, i prezzi saliti in media del 6% e Milano ancora annoverata tra le citt pi interessanti di tutto il globo. Sono questi alcuni dei punti chiave pi interessanti emersi dal report sullimmobiliare realizzato da UBS, pubblicato recentemente, che offre spunti fondamentali per chi punta a investire su questo mercato.

    Le citt pi in vista

    LUBS Global Real Estate Bubble Index 2021, uno studio annuale condotto dal Chief Investment Office di UBS Global Wealth Management, indica che il rischio di bolle immobiliari in media aumentato durante lo scorso anno, cos come aumentata la potenziale severit di una correzione dei prezzi in molte delle citt osservate dallindice. Francoforte, Toronto e Hong Kong sono in cima allindice di questanno e rappresentano quindi le tre citt con maggior rischio di bolla tra i mercati immobiliari analizzati. Il rischio elevato anche a Monaco e Zurigo, mentre sia Vancouver che Stoccolma sono rientrate nella zona di rischio bolla. Amsterdam e Parigi completano la lista di citt con un rischio di bolla.

    Tutte le citt statunitensi valutate Miami (che sostituisce Chicago nellindice di questanno), Los Angeles, San Francisco, Boston e New York si trovano in un territorio di sopravvalutazione. Gli squilibri nel mercato immobiliare sono elevati anche a Tokyo, Sydney, Ginevra, Londra, Mosca, Tel Aviv e Singapore, mentre Madrid, Milano e Varsavia presentano ancora valutazioni eque. Dubai lunico mercato sottovalutato e lunica citt classificata in una categoria inferiore rispetto allo scorso anno.

    Laumento dei prezzi

    Da met 2020 a met 2021 la crescita dei prezzi immobiliari ha subito unaccelerazione in media pari al 6% in termini rettificati per linflazione. Solo quattro citt (Milano, Parigi, New York e San Francisco) non hanno visto un aumento dei loro prezzi immobiliari. In cinque citt invece si persino registrata una crescita a due cifre: Mosca, Stoccolma e le citt attorno al Pacifico, Sydney, Tokyo e Vancouver. Un mix di circostanze speciali ha alimentato questo rally dei prezzi.

    Attualmente il basso costo della propriet di abitazione rispetto alla locazione, unitamente allaspettativa di prezzi immobiliari in costante crescita, rende la propriet immobiliare apparentemente pi interessante per le famiglie, indipendentemente dai livelli di prezzo e dalleffetto leva. Questa motivazione potrebbe mantenere i mercati in funzione per il momento. Le famiglie devono per prendere in prestito quantit sempre maggiori di denaro per tenere il passo con i prezzi pi elevati degli immobili.

    La spinta dei mutui

    Infatti, la crescita dei mutui ipotecari dovuti ha registrato unaccelerazione quasi ovunque negli ultimi trimestri e i rapporti debito/reddito sono quindi aumentati. Nel complesso, i mercati immobiliari sono diventati ancora pi dipendenti da tassi dinteresse molto bassi e un inasprimento degli standard di prestito potrebbe portare lapprezzamento dei prezzi a un brusco arresto nella maggior parte dei mercati. Tuttavia, leffetto leva e i tassi di crescita del debito sono ancora ben al di sotto dei loro massimi storici in molti Paesi. Da questa prospettiva, poco probabile che al momento il mercato immobiliare provochi grosse turbolenze sui mercati finanziari globali.

    In aggiunta ai pi bassi costi di finanziamento, lurbanizzazione nellultimo decennio stata il pilastro principale dellapprezzamento dei prezzi immobiliari nei centri citt. Tuttavia, la vita di citt ha risentito notevolmente a causa dei lockdown. Lattivit economica si diffusa al di fuori dei centri citt, verso i loro sobborghi (a volte distanti) e satelliti e lo stesso quindi avvenuto per la domanda di immobili. Di conseguenza, per la prima volta dai primi anni 90, i prezzi degli immobili in aree non urbane sono aumentati pi velocemente di quanto abbiano fatto nelle citt negli ultimi quattro trimestri.

    Il futuro del mercato

    Sebbene alcuni effetti possano essere transitori, questa inversione indebolisce la tesi dellapprezzamento dei prezzi immobiliari quasi garantito nei centri citt. Limpatto di questo spostamento di domanda sar probabilmente ancora pi marcato nelle regioni con popolazione in stagnazione o persino in diminuzione (ad esempio in Europa), poich lofferta avr maggiore facilit a tenere il passo con la domanda. Matthias Holzhey, autore principale dello studio e Head Swiss Real Estate di UBS Global Wealth Management Chief Investment Office, conclude: Un lungo periodo di magra per i mercati immobiliari delle citt appare sempre pi probabile, anche se i tassi dinteresse rimangono bassi.


    Immobiliare, rischio bolla cresciuto nel 2020: Milano ancora tra le piu allettanti al mondo | WSI

  2. #2

    Data Registrazione
    Jul 2020
    Messaggi
    205
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    133 Post(s)
    Potenza rep
    1931642
    Concordo con il rischio bolla...siamo quasi a livello primi anni 2000...amici AI mi hanno confermato che determinate tipologie di immobili si stanno vendendo a prezzi folli, soluzioni da superbonus, ville e villette e soluzioni indipendenti aumentate anche del 30% rispetto ad un anno fa e si vendono!!! inoltre si sta iniziando a percepire il rincaro delle materie prime, piccolo paese della brianza anno 2019 cantiere con appartamenti in classe A 2200 al metro quadro, qualche settimana f sono apparsi annunci di un nuovo cantiere a 3000 al mq....assurdo.

  3. #3
    L'avatar di enteparassitario
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Messaggi
    631
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    299 Post(s)
    Potenza rep
    13414059
    Qui da noi in alta toscana ,sembra ci sia la corsa a disfarsi delle seconde case,visto parecchi cartelli vendesi,tra impossibilit x sfiducia ad affittare e paura nuovi incrementi tassazioni imu,la seconda casa divenuta un peso,altro che 3k il mtq.....

Accedi