20 milioni di nuovi immobili l'anno in Cina: crac Evergrande. Ripercussioni ?
Intesa Sanpaolo sforna il dividendo d’autunno, rendimento da prima della classe e a novembre concederà il bis
Intesa Sanpaolo si appresta a distribuire un generoso dividendo ai propri azionisti. Lunedì 18 ottobre ci sarà infatti lo stacco della corposa cedola di 0,0996 euro per azione. La distribuzione avrà …
Carne coltivata prossima frontiera degli investimenti sostenibili. Le realtà più promettenti finite nel mirino di DiCaprio e Kutcher
Per ora la carne coltivata è disponibile solo a Singapore, ma in futuro i consumatori di tutto il mondo avranno la possibilità di addentare hamburger, costolette e filetti che non …
Vietnam e Arabia alla guida dei VARPS. Focus su cinque paesi decorrelati dai mercati emergenti principali
Di seguito pubblichiamo il commento a cura di Tim Love, Investment Director responsabile delle strategie azionarie dei paesi emergenti di GAM Nel 2016 abbiamo identificato cinque mercati chiave all’interno dell’universo …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    25,665
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    9153 Post(s)
    Potenza rep
    42949693

    20 milioni di nuovi immobili l'anno in Cina: crac Evergrande. Ripercussioni ?

    Leggo che ci sono 300 miliardi di debiti da parte del costruttore cinese Evergrande causati da iniziative immobiliari sconsiderate in un paese che costruisce circa 15-20 milioni di case nuove ogni anno, anno dopo anno.

    Oltre alle evidenti ripercussioni ambientali di un tale disastro ecologico causato da interventi edilizi a tutto spiano, pensate che possano esserci ripercussioni sull'immobiliare del nostro paese in caso di una nuova Lehman Brothers cinese ?

  2. #2

    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    1,824
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    975 Post(s)
    Potenza rep
    41807426
    era una cosa prevedibile...in Cina esiste da anni il fenomeno delle "città fantasma"...ovvero città con centinaia di migliaia di appartamenti che teoricamente avrebbero dovuto ospitare milioni di abitanti e sono rimaste completamente vuote

    https://www.ilgiornale.it/news/mondo...a-1258158.html

    Detto questo non vedo grossi contraccolpi per l'immobiliare non-cinese , cioè in Italia l'immobiliare è destinato al declino indipendentemente da cosa succede in Cina sia ben chiaro, però dubito che il crack Evergrande possa avere ripercussioni dirette all'estero.

  3. #3
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    25,665
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    9153 Post(s)
    Potenza rep
    42949693
    Un parere da parte di un osservatore qualificato sulla vicenda

    Evergrande guaio a China City | Phastidio.net

    Evergrande sviluppa progetti immobiliari, soprattutto appartamenti, che vende ai compratori dietro pagamento di acconti, spesso finanziati con mutui, e paga i fornitori in prevalenza con debito commerciale a breve termine ma anche con emissione di obbligazioni, anche in valuta estera, che sono finite nei portafogli internazionali. La società ha quasi 800 cantieri in corso in oltre 200 città.

  4. #4
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    25,665
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    9153 Post(s)
    Potenza rep
    42949693
    Citazione Originariamente Scritto da Megatron Visualizza Messaggio
    Detto questo non vedo grossi contraccolpi per l'immobiliare non-cinese , cioè in Italia l'immobiliare è destinato al declino indipendentemente da cosa succede in Cina sia ben chiaro, però dubito che il crack Evergrande possa avere ripercussioni dirette all'estero.
    Io invece vedrei molte affinita' a Milano con quanto sta succedendo in Cina, con tanti e troppi cantieri costruiti con un grosso apporto di finanziamenti di vario tipo e di varia natura e pochissimo capitale proprio. esattamente quanto e' accaduto con Evergrande.

    In molte iniziative di crowdfunding a Milano che sono andate esaurite in pochi minuti per la parte riservata al retail infatti i costruttori mettono 4 spicci nella S.r.l. e trasferiscono al popolo del crowdfunding il piu' consistente rischio di impresa.

  5. #5

    Data Registrazione
    Oct 2016
    Messaggi
    2,608
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1854 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Non accadrà niente, forse i prezzi si fermeranno per un pò, poi torneranno a salire, la pressione demografica nelle città Tier 1,Tier 2,Tier 3 è ancora molto forte.
    Le ghost town aumenteranno, non hanno una visione urbanistica, costruiscono per fare PIL e basta.

  6. #6
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    25,665
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    9153 Post(s)
    Potenza rep
    42949693

  7. #7

    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    1,116
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    547 Post(s)
    Potenza rep
    36277779
    C'è già un thread in proposito....

    Accorpare.

Accedi