Milano (città) - Osservatorio mercato immobiliare - Parte VIII - Pagina 157
L’inflazione pesa su tutti, è tempo di cambiare le abitudini di spesa. Il crollo di Walmart & co. è più che un indizio
L?impennata dell?inflazione si fa sentire sempre di più sui consumatori. All’iniziale batosta legala al caro energia tra bollette record e costo della benzina, adesso le ricadute sono a macchia d’olio. …
Tol Expo 2022, chiusa la ventesima edizione: un successo per contenuti e partecipazione
Un successo, per i contenuti espressi e il pubblico presente all?evento. Si può riassumere così questa ventesima edizione della Trading Online Expo, organizzata da Borsa Italiana e tenutasi fisicamente a …
Dividendi Piazza Affari 2022: 19 big del Ftse Mib staccano la cedola lunedì 23 maggio, ecco i titoli più generosi
Sta per arrivare il dividend-day 2022 per Piazza Affari. Lunedì 23 maggio staccheranno la cedola molte delle big del listino milanese. Dopo il corposo antipasto del mese scorso, il più …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1561

    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    24,295
    Mentioned
    67 Post(s)
    Quoted
    8544 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Antonius Full Tilt Visualizza Messaggio
    Congratulazioni
    Citazione Originariamente Scritto da lum Visualizza Messaggio
    Auguri!
    Citazione Originariamente Scritto da mirkosalva Visualizza Messaggio
    Grandeeee, complinenti.
    Citazione Originariamente Scritto da cecc88 Visualizza Messaggio
    Congratulazioni!!!
    @Fabio67 per educazione potresti anche ringraziare, non credi?

  2. #1562
    L'avatar di Fabio67
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    6,801
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    4270 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da rickiconte Visualizza Messaggio
    @Fabio67 per educazione potresti anche ringraziare, non credi?
    Ah si, scusate. Grazie a tutti.
    Vi tengo aggiornati su plus e minus di casa nuova e spese di condominio.

    Comunque anche se come dice Mirko i possenti redditi dei condomini dovrebbero fornire una certa forma di tutela, c'è già qualche animale che ha lasciato i cartoni del trasloco sulle scale all'ingresso dello stabile.
    L'amministratore come una faina l'ha subito cazziato dicendo che le telecamere installate danno la possibilità di individuare il responsabile e addebitargli i costi di pulizia

  3. #1563

    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    24,295
    Mentioned
    67 Post(s)
    Quoted
    8544 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Si mi sa che il reddito tutela ma fino ad un certo punto.

    Nel mio condominio c'è un ex primario all'ultimo piano (non nel mio giroscala comunque) che dall'alto della sua istruzione universitaria con ben due specializzazioni, ben voluto da tutti, alto senso civico, ha ritenuto mettere nel pianerottolo una bella scarpiera gigante che occupa due terzi dello stesso. Un vero Signore

    Meno male che avete un amministratore reattivo, almeno quello, il nostro non c'è mai nel senso che si interessa solo se interpellato e a volte pure controvoglia.

  4. #1564

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    27,726
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    4563 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Escludendo che numerosi condomini stiano traslocando proprio in questi giorni...i nostri sospetti si indirizzano su uno...

  5. #1565
    L'avatar di Benjamin_Malaussène
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    4,710
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    3867 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da Fabio67 Visualizza Messaggio
    L'amministratore come una faina l'ha subito cazziato dicendo che le telecamere installate danno la possibilità di individuare il responsabile e addebitargli i costi di pulizia
    Avete trovato l'amministratore di condominio più efficiente d'Italia: ri-complimenti

  6. #1566

  7. #1567

    Data Registrazione
    Apr 2021
    Messaggi
    77
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    62 Post(s)
    Potenza rep
    1240156
    prezzo medio delle abitazioni usate a Milano è di 3.152 euro al metro quadrato, a fronte di una media che nelle grandi città si attesta a 1.845 euro, gli stipendi, perlomeno dei lavoratori dipendenti che non rivestano funzioni apicali, sono però pressoché uguali ovunque e per comprare in città mediamente ci si finanzia per il 50 per cento in più che nel resto d’Italia. Un aumento dei tassi di soli due punti (oggi l’inflazione supera il 3% dopo che per anni è rimasta sostanzialmente a zero) combinata a ulteriori incrementi dei prezzi di fatto taglierebbe fuori dal mercato milanesi una larga fetta di potenziali acquirenti.


    Questa parte è inquietante. Per me vuol dire che è una grossa bolla immobiliare guidata dalle banche... 2% è pochissimo

  8. #1568

    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    9,215
    Mentioned
    37 Post(s)
    Quoted
    5942 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da ******* Visualizza Messaggio
    prezzo medio delle abitazioni usate a Milano è di 3.152 euro al metro quadrato, a fronte di una media che nelle grandi città si attesta a 1.845 euro, gli stipendi, perlomeno dei lavoratori dipendenti che non rivestano funzioni apicali, sono però pressoché uguali ovunque e per comprare in città mediamente ci si finanzia per il 50 per cento in più che nel resto d’Italia. Un aumento dei tassi di soli due punti (oggi l’inflazione supera il 3% dopo che per anni è rimasta sostanzialmente a zero) combinata a ulteriori incrementi dei prezzi di fatto taglierebbe fuori dal mercato milanesi una larga fetta di potenziali acquirenti.


    Questa parte è inquietante. Per me vuol dire che è una grossa bolla immobiliare guidata dalle banche... 2% è pochissimo
    Spesso però è questione di prospettiva dell'osservatore.
    Non so la media delle grandi città, ma dubito che Roma costi meno di 2k/mq e mettere nel calderone parecchie città dalle quali ogni anno c'è forte emigrazione per cercare lavoro altrove non mi pare il massimo.
    I prezzi di Milano sono comunque inquadrati in un'area urbana molto vasta senza discontinuità o quasi, la cui estensione supera i confini della Città Metropolitana.
    Milano, comune, è il centro nevralgico dell'area e finché dura il ruolo di Milano nell'economia italiana non può far altro che gentrificarsi.

    Parlare di "stipendi uguali" può confondere: è vero che i salari non si discostano spaventosamente, ma la disponibilità degli stessi è ben diversa.

    In questi ultimi anni abbiamo assistito alla corsa del centro e semicentro, per molti figlia di una bolla ingiustificata. Adesso pare che siano le periferie a riallinearsi verso l'alto seguendo il processo di gentrificazione tipico delle aree urbane occidentali.

    E, a guardare la città, non può che essere così: investimenti continui si traducono in nuovi palazzi, aree e infrastrutture. Questi interventi non possono far altro che allargare il semicentro, trasformando le periferie in aree a vocazione commerciale e residenziale.

    Occhio anche a parlare di bolla: nel milanese l'acquisto nell'hinterland è piuttosto sostenibile, mentre ho qualche vago ricordo dei prezzi da bolla del 2008.

    Ad esempio riporto il mio bel paesello, nel quale per puro caso 2 amici hanno acquistato nello stesso cortile a distanza di 10 anni:
    - uno nel 2007, appena diplomato "investe" su spinta dei genitori, in questo trilocale di circa 70-80 mq a 120k€
    - un altro, nel 2018, acquista una villetta (ricavate dalla casa di corte), circa 150 mq su 2 livelli + piccolo giardino (non ricordo il garage) a 150k€
    Entrambe le case erano state recentemente ristrutturate, non pesantemente, ma direi comparabili: entrambi non hanno dovuto fare lavori all'ingresso.
    Nel periodo passato il paese è migliorato come collegamenti e servizi, senza eventi che ne abbattessero i prezzi.

  9. #1569
    L'avatar di 123abc
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    4,298
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    3399 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da ******* Visualizza Messaggio
    prezzo medio delle abitazioni usate a Milano è di 3.152 euro al metro quadrato, a fronte di una media che nelle grandi città si attesta a 1.845 euro, gli stipendi, perlomeno dei lavoratori dipendenti che non rivestano funzioni apicali, sono però pressoché uguali ovunque e per comprare in città mediamente ci si finanzia per il 50 per cento in più che nel resto d’Italia. Un aumento dei tassi di soli due punti (oggi l’inflazione supera il 3% dopo che per anni è rimasta sostanzialmente a zero) combinata a ulteriori incrementi dei prezzi di fatto taglierebbe fuori dal mercato milanesi una larga fetta di potenziali acquirenti.


    Questa parte è inquietante. Per me vuol dire che è una grossa bolla immobiliare guidata dalle banche... 2% è pochissimo
    Questa è la realtà, la sostenibilità dei prezzi in quello scenario ipotetico diventerebbe bassa. E' solo uno dei possibili scenari per il prossimo futuro, ma se si avverasse i prezzi calerebbero. Altre vie non ce ne sono. E questo chi ha in progetto un acquisto lo deve considerare e prezzare (dargli una probabilità di accadimento).

    Cosa dice quel passaggio (che è laddove batto io da un pezzo...)? Che se salgono prezzi e tassi d'interesse tutta la fetta di mercato del ceto impiegatizio qualificato, ma non elevato (per capirci quelli che guadagnano tra i 30 e i 40k) viene tagliato fuori dalla possibilità di comprare (a meno che non abbia un backup famigliare "robusto"). Se capita questo allora i prezzi caleranno, al di là di tutta la retorica delle riqualificazioni, della gentrificazione, etc.etc.

  10. #1570

    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    9,215
    Mentioned
    37 Post(s)
    Quoted
    5942 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da 123abc Visualizza Messaggio
    Questa è la realtà, la sostenibilità dei prezzi in quello scenario ipotetico diventerebbe bassa. E' solo uno dei possibili scenari per il prossimo futuro, ma se si avverasse i prezzi calerebbero. Altre vie non ce ne sono. E questo chi ha in progetto un acquisto lo deve considerare e prezzare (dargli una probabilità di accadimento).

    Cosa dice quel passaggio (che è laddove batto io da un pezzo...)? Che se salgono prezzi e tassi d'interesse tutta la fetta di mercato del ceto impiegatizio qualificato, ma non elevato (per capirci quelli che guadagnano tra i 30 e i 40k) viene tagliato fuori dalla possibilità di comprare (a meno che non abbia un backup famigliare "robusto"). Se capita questo allora i prezzi caleranno, al di là di tutta la retorica delle riqualificazioni, della gentrificazione, etc.etc.
    Sarà retorica, ma a me pare che gli impiegati citati siano il motore della continua crescita di valori delle periferie. Periferie che, riqualificandosi, rappresentano per il suddetto impiegato una soluzione gradita dove vivere.
    Se non è gentrificazione un processo che vede sostanzialmente cambiare il tessuto sociale dei quartieri, passando da zone popolari con operai e industrie a zone residenziali e commerciali popolate da colletti bianchi, non so cosa sia allora.

    Inoltre il mercato immobiliare rappresenta sempre un prezzo basato su domanda e offerta. Se l'offerta di roba decente rimane strozzata rispetto alla domanda residenziale è difficile piegare i prezzi.

Accedi