Milano (citta') - Osservatorio mercato immobiliare - Parte VI
Dividendi 2021 Piazza Affari: lunedì un antipasto con stacco cedola per sei big del Ftse Mib, Banco BPM la più generosa
Arriva il primo assaggio di dividendi a Piazza Affari. La Borsa di Milano, reduce da una settimana positiva che ha riportato l’indice Ftse Mib a ridosso dei top 2021, si …
Btp migliori rispetto ad analoghi titoli di Stato europei, ecco perché il debito italiano è più ‘solido’
Dall’inizio dell’anno, i rendimenti dei titoli del Tesoro Usa a 10 anni sono aumentati di oltre 70 punti base. La continua salita dei rendimenti negli Stati Uniti la rotazione dai …
Follia Dogecoin: settimana da +468% e trading selvaggio manda in tilt Robinhood. Cosa sta spingendo la cripto meme?
Nella settimana del debutto a Wall Street di Coinbase e del divieto di utilizzo di bitcoin per pagamenti da parte della Turchia, a risplendere più che mai è stato il …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di reganam
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    16,601
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    17 Post(s)
    Quoted
    4524 Post(s)
    Potenza rep
    42949684

    Nonostante la pandemia a Milano crescono i prezzi delle case (ma non in centro): i da

    Nonostante la crisi i prezzi delle case a Milano nel 2020 sono cresciuti mediamente dell'1,3%, ma i rialzi si sono concentrati principalmente all'esterno del centro storico. All'ombra (diretta) della Madonnina, infatti, il valore degli immobili è diminuito dello 0.4%. È quanto è emerso dalla "Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia", studio realizzato dalla Camera di commercio, in collaborazione con Fimaa, Assimpredil Ance, Fiaip Lombardia, Anama Milano, Isivi Milano, Ordine dei Geometri della Provincia di Milano e altre associazioni di categoria ed ordini professionali del settore.


    Mediamente comprare una casa a Milano costa 5.710 euro al metro quadro. La media in centro è di 10.228 euro al mq rispetto a 10.272 euro al mq del 2019, segnando una leggera flessione -0,4%. Nella zona nord, i prezzi passano da 4.268 euro al mq a 4.335 €/mq, +1,6%. Nel quadrante meridionale la variazione più significativa con quotazioni che crescono a +5,5%. Nella zona ovest si passa da 5.159 €/mq a 5.177 €/mq, +0,3%. In crescita la zona est, da 4.575 €/mq a 4.704 €/mq, con un incremento dei prezzi pari a +2,8%.

    Crescono i prezzi delle case nell'hinterlandTabella - Fonte: Camera di Commercio
    Da Cologno Monzese a Bresso, da Cormano a Cusano Milanino, crescono soprattutto a nord e nel quadrante est i prezzi in alcuni centri nell’hinterland milanese, in un quadro che si mantiene comunque all’insegna della stabilità per gli appartamenti nuovi. L’attenzione degli operatori si concentra sulla qualità dei servizi e sulla diponibilità di zone verdi, in un mercato che comincia a riflettere il cambio di paradigma conseguente all’emergenza sanitaria.

    Le zone più care di Milano
    Rimangono in centro città i quartieri più cari, seppure in lieve ridimensionamento. Si tratta di Spiga - Montenapoleone a 12.800 €/mq, in calo di 100 euro in un anno; Vittorio Emanuele - San Babila a 12.375 euro rispetto a 12.750 € mq di un anno fa; Diaz con Duomo e Scala a 11.700 €/mq rispetto a 11.850 €/mq; Parco e Castello a 10.850 €/mq, in calo di 100 euro al mq; Cairoli e Cordusio a 10.625 €/mq rispetto a 10.750 €/mq. Tra i segni positivi cresce Brera a 10.500 €/mq, in crescita di 50 euro. Nirone e S. Ambrogio salgono a 9.500 €/mq rispetto a 9.050 €/mq della precedente rilevazione e sorpassano in valore in un anno gli immobili di Repubblica - Porta Nuova, che calano da 9.500 €/mq a 9.375 €/mq, e di Venezia - Monforte, che restano stabili a 9.350 €/mq. In crescita lieve le quotazioni anche a Largo Augusto, che passa da 8.400 €/mq a 8.450 €/mq.

    Le zone di Milano che crescono di più
    Al primo posto Greco, da 3.200 a 3.750 €/mq, + 17,2%; Corvetto con quotazioni in crescita di + 16% a 3.700 €/mq; la zona Solari - Napoli + 15% a quota 6.500 €/mq; piazza Udine che passa da € 3.150 al mq a € 3.600 al mq, +14,3%; Forlanini e Mecenate da 3.025 €/mq a 3.400 €/mq, +12,4%; Musocco - Villapizzone a 3.075 euro al mq, +11,8%; Lambrate a 3.400 euro al mq, +11,5%; Brianza - Pasteur a 3.650, +7,4%; Bovisa e Dergano a 3.500 €/mq, +6,9%; Santa Giulia e Rogoredo a 3.150 €/mq, +5%; Nirone e S. Ambrogio passano da 9.050 €/mq a 9.500 €/mq, con una variazione di +5%; Fulvio Testi e Ca’ Granda a 3.200 €/mq, +4,9%; Abruzzi - Romagna a 4.800 €/mq, +4,9%; Gallaratese e Trenno a 2.750 €/mq, +3,8%; Niguarda vale 3.200 €/mq, +3,2%; Turro e Precotto prezzi a 3.300 €/mq, +3,1%. Tra le maggiori crescite si evidenziano anche Fulvio Testi e Bicocca con 3.300 €/mq, +3,1%; Istria e Maciachini a quota 3.500 €/mq, +2,9%; Buenos Aires e Vitruvio a 5.300 €/mq, +2,9%. Anche Baggio e Quarto Oggiaro crescono del 2%.

    Diminuiscono gli affitti
    Prezzi delle case in risalita, gli affitti invece sono in controdentenza. In centro le quotazioni calano a -11% per i monolocali e a -20% per i bilocali. Nella cerchia dei Bastioni si evidenziano valori in diminuzione di -4% per i monolocali e di -5% per i trilocali. Più stabile il mercato degli affitti in Circonvallazione, in calo però per i quadrilocali e le metrature ulteriori del 9%. In periferia gli affitti segnano quotazioni in calo di -3% per monolocali e trilocali, -2% per i bilocali.

    Nonostante la pandemia a Milano crescono i prezzi delle case (ma non in centro): i dati

  2. #2

    Data Registrazione
    Jun 2020
    Messaggi
    184
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    173 Post(s)
    Potenza rep
    3669707
    Citazione Originariamente Scritto da reganam Visualizza Messaggio
    Nonostante la crisi i prezzi delle case a Milano nel 2020 sono cresciuti mediamente dell'1,3%, ma i rialzi si sono concentrati principalmente all'esterno del centro storico. All'ombra (diretta) della Madonnina, infatti, il valore degli immobili è diminuito dello 0.4%. È quanto è emerso dalla "Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia", studio realizzato dalla Camera di commercio, in collaborazione con Fimaa, Assimpredil Ance, Fiaip Lombardia, Anama Milano, Isivi Milano, Ordine dei Geometri della Provincia di Milano e altre associazioni di categoria ed ordini professionali del settore.


    Mediamente comprare una casa a Milano costa 5.710 euro al metro quadro. La media in centro è di 10.228 euro al mq rispetto a 10.272 euro al mq del 2019, segnando una leggera flessione -0,4%. Nella zona nord, i prezzi passano da 4.268 euro al mq a 4.335 €/mq, +1,6%. Nel quadrante meridionale la variazione più significativa con quotazioni che crescono a +5,5%. Nella zona ovest si passa da 5.159 €/mq a 5.177 €/mq, +0,3%. In crescita la zona est, da 4.575 €/mq a 4.704 €/mq, con un incremento dei prezzi pari a +2,8%.

    Crescono i prezzi delle case nell'hinterlandTabella - Fonte: Camera di Commercio
    Da Cologno Monzese a Bresso, da Cormano a Cusano Milanino, crescono soprattutto a nord e nel quadrante est i prezzi in alcuni centri nell’hinterland milanese, in un quadro che si mantiene comunque all’insegna della stabilità per gli appartamenti nuovi. L’attenzione degli operatori si concentra sulla qualità dei servizi e sulla diponibilità di zone verdi, in un mercato che comincia a riflettere il cambio di paradigma conseguente all’emergenza sanitaria.

    Le zone più care di Milano
    Rimangono in centro città i quartieri più cari, seppure in lieve ridimensionamento. Si tratta di Spiga - Montenapoleone a 12.800 €/mq, in calo di 100 euro in un anno; Vittorio Emanuele - San Babila a 12.375 euro rispetto a 12.750 € mq di un anno fa; Diaz con Duomo e Scala a 11.700 €/mq rispetto a 11.850 €/mq; Parco e Castello a 10.850 €/mq, in calo di 100 euro al mq; Cairoli e Cordusio a 10.625 €/mq rispetto a 10.750 €/mq. Tra i segni positivi cresce Brera a 10.500 €/mq, in crescita di 50 euro. Nirone e S. Ambrogio salgono a 9.500 €/mq rispetto a 9.050 €/mq della precedente rilevazione e sorpassano in valore in un anno gli immobili di Repubblica - Porta Nuova, che calano da 9.500 €/mq a 9.375 €/mq, e di Venezia - Monforte, che restano stabili a 9.350 €/mq. In crescita lieve le quotazioni anche a Largo Augusto, che passa da 8.400 €/mq a 8.450 €/mq.

    Le zone di Milano che crescono di più
    Al primo posto Greco, da 3.200 a 3.750 €/mq, + 17,2%; Corvetto con quotazioni in crescita di + 16% a 3.700 €/mq; la zona Solari - Napoli + 15% a quota 6.500 €/mq; piazza Udine che passa da € 3.150 al mq a € 3.600 al mq, +14,3%; Forlanini e Mecenate da 3.025 €/mq a 3.400 €/mq, +12,4%; Musocco - Villapizzone a 3.075 euro al mq, +11,8%; Lambrate a 3.400 euro al mq, +11,5%; Brianza - Pasteur a 3.650, +7,4%; Bovisa e Dergano a 3.500 €/mq, +6,9%; Santa Giulia e Rogoredo a 3.150 €/mq, +5%; Nirone e S. Ambrogio passano da 9.050 €/mq a 9.500 €/mq, con una variazione di +5%; Fulvio Testi e Ca’ Granda a 3.200 €/mq, +4,9%; Abruzzi - Romagna a 4.800 €/mq, +4,9%; Gallaratese e Trenno a 2.750 €/mq, +3,8%; Niguarda vale 3.200 €/mq, +3,2%; Turro e Precotto prezzi a 3.300 €/mq, +3,1%. Tra le maggiori crescite si evidenziano anche Fulvio Testi e Bicocca con 3.300 €/mq, +3,1%; Istria e Maciachini a quota 3.500 €/mq, +2,9%; Buenos Aires e Vitruvio a 5.300 €/mq, +2,9%. Anche Baggio e Quarto Oggiaro crescono del 2%.

    Diminuiscono gli affitti
    Prezzi delle case in risalita, gli affitti invece sono in controdentenza. In centro le quotazioni calano a -11% per i monolocali e a -20% per i bilocali. Nella cerchia dei Bastioni si evidenziano valori in diminuzione di -4% per i monolocali e di -5% per i trilocali. Più stabile il mercato degli affitti in Circonvallazione, in calo però per i quadrilocali e le metrature ulteriori del 9%. In periferia gli affitti segnano quotazioni in calo di -3% per monolocali e trilocali, -2% per i bilocali.

    Nonostante la pandemia a Milano crescono i prezzi delle case (ma non in centro): i dati
    Niente da fare, dove leggi è tutto un rassicurare sull'andamento positivo del mercato immobiliare milanese.

    Proprio non si può leggere da nessuna parte - tranne su FOL - che la crescita inarrestabile dei prezzi richiesti di vendita si è almeno fermata.

    Non ci spero troppo ma, a fronte di così tanti articoli ottimisti, mi aspetto di vedere settimana prossima qualche bel "meno" sul report mensile di immobiliare.it

  3. #3

    Data Registrazione
    Feb 2021
    Messaggi
    268
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    222 Post(s)
    Potenza rep
    1141825
    Citazione Originariamente Scritto da Luc_ Visualizza Messaggio
    Niente da fare, dove leggi è tutto un rassicurare sull'andamento positivo del mercato immobiliare milanese.

    Proprio non si può leggere da nessuna parte - tranne su FOL - che la crescita inarrestabile dei prezzi richiesti di vendita si è almeno fermata.

    Non ci spero troppo ma, a fronte di così tanti articoli ottimisti, mi aspetto di vedere settimana prossima qualche bel "meno" sul report mensile di immobiliare.it
    come detto da altri forumisti, preparati ed imparziali, siamo all'inizio dello SBOOM.... prepariamoci alla discesa dei prezzi, ci sarà almeno un CALO DEL -20% anche se non è ben chiaro quando inizieranno i saldi di fine stagione!!!!

  4. #4

    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    239
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    209 Post(s)
    Potenza rep
    11428174
    Io credo che a Milano, al di là del covid, i prezzi avessero raggiunto valori limite, totalmente disallineati rispetto a livelli retributivi medi. Non credo nel tracollo dei valori perchè Milano resta e resterà l'unica piazza veramente attrattiva nello scenario italiano. Mi aspetto piuttosto una stabilizzazione dei valori.

    Era un po' che non frequentavo questa sezione ma vedo che la passione per le previsioni catastrofiche non passa mai di moda. Adesso mi leggo anche un po' di topic...

  5. #5
    L'avatar di arte3000
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    4,851
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1249 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da reganam Visualizza Messaggio
    Nonostante la crisi i prezzi delle case a Milano nel 2020 sono cresciuti mediamente dell'1,3%, ma i rialzi si sono concentrati principalmente all'esterno del centro storico. All'ombra (diretta) della Madonnina, infatti, il valore degli immobili è diminuito dello 0.4%. È quanto è emerso dalla "Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza di Milano e Provincia", studio realizzato dalla Camera di commercio, in collaborazione con Fimaa, Assimpredil Ance, Fiaip Lombardia, Anama Milano, Isivi Milano, Ordine dei Geometri della Provincia di Milano e altre associazioni di categoria ed ordini professionali del settore.


    Mediamente comprare una casa a Milano costa 5.710 euro al metro quadro. La media in centro è di 10.228 euro al mq rispetto a 10.272 euro al mq del 2019, segnando una leggera flessione -0,4%. Nella zona nord, i prezzi passano da 4.268 euro al mq a 4.335 €/mq, +1,6%. Nel quadrante meridionale la variazione più significativa con quotazioni che crescono a +5,5%. Nella zona ovest si passa da 5.159 €/mq a 5.177 €/mq, +0,3%. In crescita la zona est, da 4.575 €/mq a 4.704 €/mq, con un incremento dei prezzi pari a +2,8%.

    Crescono i prezzi delle case nell'hinterlandTabella - Fonte: Camera di Commercio
    Da Cologno Monzese a Bresso, da Cormano a Cusano Milanino, crescono soprattutto a nord e nel quadrante est i prezzi in alcuni centri nell’hinterland milanese, in un quadro che si mantiene comunque all’insegna della stabilità per gli appartamenti nuovi. L’attenzione degli operatori si concentra sulla qualità dei servizi e sulla diponibilità di zone verdi, in un mercato che comincia a riflettere il cambio di paradigma conseguente all’emergenza sanitaria.

    Le zone più care di Milano
    Rimangono in centro città i quartieri più cari, seppure in lieve ridimensionamento. Si tratta di Spiga - Montenapoleone a 12.800 €/mq, in calo di 100 euro in un anno; Vittorio Emanuele - San Babila a 12.375 euro rispetto a 12.750 € mq di un anno fa; Diaz con Duomo e Scala a 11.700 €/mq rispetto a 11.850 €/mq; Parco e Castello a 10.850 €/mq, in calo di 100 euro al mq; Cairoli e Cordusio a 10.625 €/mq rispetto a 10.750 €/mq. Tra i segni positivi cresce Brera a 10.500 €/mq, in crescita di 50 euro. Nirone e S. Ambrogio salgono a 9.500 €/mq rispetto a 9.050 €/mq della precedente rilevazione e sorpassano in valore in un anno gli immobili di Repubblica - Porta Nuova, che calano da 9.500 €/mq a 9.375 €/mq, e di Venezia - Monforte, che restano stabili a 9.350 €/mq. In crescita lieve le quotazioni anche a Largo Augusto, che passa da 8.400 €/mq a 8.450 €/mq.

    Le zone di Milano che crescono di più
    Al primo posto Greco, da 3.200 a 3.750 €/mq, + 17,2%; Corvetto con quotazioni in crescita di + 16% a 3.700 €/mq; la zona Solari - Napoli + 15% a quota 6.500 €/mq; piazza Udine che passa da € 3.150 al mq a € 3.600 al mq, +14,3%; Forlanini e Mecenate da 3.025 €/mq a 3.400 €/mq, +12,4%; Musocco - Villapizzone a 3.075 euro al mq, +11,8%; Lambrate a 3.400 euro al mq, +11,5%; Brianza - Pasteur a 3.650, +7,4%; Bovisa e Dergano a 3.500 €/mq, +6,9%; Santa Giulia e Rogoredo a 3.150 €/mq, +5%; Nirone e S. Ambrogio passano da 9.050 €/mq a 9.500 €/mq, con una variazione di +5%; Fulvio Testi e Ca’ Granda a 3.200 €/mq, +4,9%; Abruzzi - Romagna a 4.800 €/mq, +4,9%; Gallaratese e Trenno a 2.750 €/mq, +3,8%; Niguarda vale 3.200 €/mq, +3,2%; Turro e Precotto prezzi a 3.300 €/mq, +3,1%. Tra le maggiori crescite si evidenziano anche Fulvio Testi e Bicocca con 3.300 €/mq, +3,1%; Istria e Maciachini a quota 3.500 €/mq, +2,9%; Buenos Aires e Vitruvio a 5.300 €/mq, +2,9%. Anche Baggio e Quarto Oggiaro crescono del 2%.

    Diminuiscono gli affitti
    Prezzi delle case in risalita, gli affitti invece sono in controdentenza. In centro le quotazioni calano a -11% per i monolocali e a -20% per i bilocali. Nella cerchia dei Bastioni si evidenziano valori in diminuzione di -4% per i monolocali e di -5% per i trilocali. Più stabile il mercato degli affitti in Circonvallazione, in calo però per i quadrilocali e le metrature ulteriori del 9%. In periferia gli affitti segnano quotazioni in calo di -3% per monolocali e trilocali, -2% per i bilocali.

    Nonostante la pandemia a Milano crescono i prezzi delle case (ma non in centro): i dati


    Boh.


    Leggendo il link sembra che il fenomeno sia solo all'inizio.




    Aste immobiliari: boom di case pignorate con il Covid - InvestireOggi.it

  6. #6

    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    239
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    209 Post(s)
    Potenza rep
    11428174
    Citazione Originariamente Scritto da arte3000 Visualizza Messaggio
    Boh.


    Leggendo il link sembra che il fenomeno sia solo all'inizio.




    Aste immobiliari: boom di case pignorate con il Covid - InvestireOggi.it
    Ma di che parliamo? Se andiamo oltre i titoli acchiappa clic scopriamo che in Lombardia ci sono 2.100 immobili in asta..... Sul serio dobbiamo preoccuparci per 2mila immobili? Ma per favore....

  7. #7

    Data Registrazione
    Feb 2021
    Messaggi
    268
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    222 Post(s)
    Potenza rep
    1141825
    Citazione Originariamente Scritto da tlo Visualizza Messaggio
    Io credo che a Milano, al di là del covid, i prezzi avessero raggiunto valori limite, totalmente disallineati rispetto a livelli retributivi medi. Non credo nel tracollo dei valori perchè Milano resta e resterà l'unica piazza veramente attrattiva nello scenario italiano. Mi aspetto piuttosto una stabilizzazione dei valori.

    Era un po' che non frequentavo questa sezione ma vedo che la passione per le previsioni catastrofiche non passa mai di moda. Adesso mi leggo anche un po' di topic...
    ma non sono previsisoni catastrofistiche si tratta solo di assorbire l'incremento ingiustificato dei prezzi del 25% registrato nell'ultimo anno e mezzo....

  8. #8
    L'avatar di arte3000
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    4,851
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1249 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da tlo Visualizza Messaggio
    Ma di che parliamo? Se andiamo oltre i titoli acchiappa clic scopriamo che in Lombardia ci sono 2.100 immobili in asta..... Sul serio dobbiamo preoccuparci per 2mila immobili? Ma per favore....


    Onestamente non mi preoccupano le 2000 case all'asta,ma lo sbriciolamento della classe media.

  9. #9
    L'avatar di 123abc
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    3,171
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    2553 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da immo_immo Visualizza Messaggio
    ma non sono previsisoni catastrofistiche si tratta solo di assorbire l'incremento ingiustificato dei prezzi del 25% registrato nell'ultimo anno e mezzo....
    Questo è uno dei punti.

    Chi oggi ritiene i prezzi giusti se lo avessi intervistato nel 2017 non ti avrebbe risposto che i prezzi sarebbero cresciuti del 30%.
    I bias cognitivi tradiscono molti che credono di pensare in modo razionale.
    IMHO I motivi per i quali si è venuta a creare l'impennata di prezzi ora sono quasi tutti venuti meno e quindi è molto probabile vedere un ritorno verso valori pre boom o comunque poco sopra. Infatti, come già si predisse, le zone che ora stanno soffrendo di più a leggere dall'articolo non sono le periferie o l'hinterland ma le zone più centrali (ovvero dve si era verificato maggiormente il boom).
    Ultima modifica di 123abc; 25-02-21 alle 17:44

  10. #10

    Data Registrazione
    Feb 2021
    Messaggi
    268
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    222 Post(s)
    Potenza rep
    1141825
    Citazione Originariamente Scritto da 123abc Visualizza Messaggio
    Questo è uno dei punti.

    Chi oggi ritiene i prezzi giusti se lo avessi intervistato nel 2017 non ti avrebbe risposto che i prezzi sarebbero cresciuti del 30%.
    I bias cognitivi tradiscono molti che credono di pensare in modo razionale.
    IMHO I motivi per i quali si è venuta a creare l'impennata di prezzi ora sono quasi tutti venuti meno e quindi è molto probabile vedere un ritorno verso valori pre boom o comunque poco sopra. Infatti, come già si predisse, le zone che ora stanno soffrendo di più a leggere dall'articolo non sono le periferie o l'hinterland ma le zone più centrali (ovvero dve si era verificato maggiormente il boom).
    è sempre un piacere leggere i tuoi interventi e le tue osservazioni che denotano una persona pacata ed intelligente.

Accedi