Mai affittare ai precari - Pagina 13
Mercati alle prese con tre nodi da qui a fine anno, focus sugli asset meglio posizionati in ottica rialzo tassi
Il mercato del lavoro, le catene di approvvigionamento e la Cina. Sono questi i tre fattori da tener ben monitorati in questo momento dell?anno per superare senza particolari problemi la …
Titolo Telecom Italia sottovalutato? Mercato non dà retta a Gubitosi e in Borsa la tlc rivede gli inferi di ottobre 2020
Per Telecom Italia si sta materializzando un altro autunno da dimenticare in Borsa e anche le parole di Luigi Gubitosi non stanno riuscendo a dare fiato al titolo che segna …
Nasce il Mib ESG: funzionamento dell’indice e lista dei 40 titoli più sostenibili di Piazza Affari. Non mancano sorprese e differenze vs Ftse Mib
Prende vita oggi il primo indice Esg sulle blue chip di Piazza Affari. Il nuovo indice Mib ESG, annunciato oggi da Euronext, è infatti il primo indice Esg (Environmental, Social …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #121

    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    10,183
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    5423 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da lum Visualizza Messaggio
    Si l'intenzione non era quella di generalizzare. Ciò che intendo dire è: quanti si occupano in prima persona di approfondire l'ambito degli investimenti finanziari e quanti lasciano che l'impiegato di banca di turno gli consigli il prodotto (generalmente super inefficiente) su cui investire?
    Ma l'occuparsi in prima persona di investimenti finanziari, soprattutto di una certa entità, è un qualcosa che mediamente non esiste in nessuna parte del mondo ovviamente, chiunque si rivolge a specialisti preposti a questo. E' evidente che le commissioni che si prendano le banche su prodotti, non sono un unicum italiano ma presenti ovunque.

  2. #122

    Data Registrazione
    Aug 2020
    Messaggi
    1,362
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    861 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da lum Visualizza Messaggio
    Si l'intenzione non era quella di generalizzare. Ciò che intendo dire è: quanti si occupano in prima persona di approfondire l'ambito degli investimenti finanziari e quanti lasciano che l'impiegato di banca di turno gli consigli il prodotto (generalmente super inefficiente) su cui investire?

    Gente che ha comprato spazzatura di tutti i tipi su cui le banche prendono il 3% annuo di commissione, magari perché il compagno di bevute che fa l'impiegato alla banca del paese gli ha proposto il super affare del secolo (super affare per la banca, si intende...).

    Poi certo, con i Buoni Postali degli anni '80 che dopo 10 anni arrivavano a rendere il 15% annuo era facile investire.
    Se sei in gamba, ops, adesso si dice : avere una buona cultura finanziaria , non hai bisogno di delegare terzi per gestire i tuoi risparmi. Soprattutto considerando che spesso sono proprio i consulenti finanziari che ti fanno perdere un sacco di soldi

  3. #123

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    495
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    311 Post(s)
    Potenza rep
    6186989
    Citazione Originariamente Scritto da Flavio Ezio Visualizza Messaggio
    Ma l'occuparsi in prima persona di investimenti finanziari, soprattutto di una certa entità, è un qualcosa che mediamente non esiste in nessuna parte del mondo ovviamente, chiunque si rivolge a specialisti preposti a questo. E' evidente che le commissioni che si prendano le banche su prodotti, non sono un unicum italiano ma presenti ovunque.
    Per i capitali finanziari di una certa entità ci sono i consulenti finanziari indipendenti che non hanno nulla da venderti se non il tempo che ti dedicano e non guadagnano in base alle commissioni sul prodotto che ti vendono per fare budget.
    Per i capitali più modesti, è assolutamente possibile fare da se tramite piattaforme apposite (parlo di investimenti, no trading o altro genere di speculazioni).

    In ogni caso, anche volendo delegare, sarà pur necessario capire di cosa stiamo parlando o no? Sarà necessario capire quando ha senso indebitarsi oppure no? Sarà necessario conoscere concetti base (inflazione, interesse composto, diversificazione etc) oppure no? Questo capire di cosa stiamo parlando si chiama "alfabetizzazione finanziaria".

    I dati dicono che meno del 40% degli italiani è finanziariamente alfabetizzato, paesi come USA e UK stanno intorno al 65-70%.

    Mai affittare ai precari-schermata-2021-01-09-alle-16.27.51.jpg

    Fonte: https://responsiblefinanceforum.org/...F3_SINGLES.pdf

  4. #124

    Data Registrazione
    Oct 2016
    Messaggi
    2,645
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1876 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da lum Visualizza Messaggio
    Si l'intenzione non era quella di generalizzare. Ciò che intendo dire è: quanti si occupano in prima persona di approfondire l'ambito degli investimenti finanziari e quanti lasciano che l'impiegato di banca di turno gli consigli il prodotto (generalmente super inefficiente) su cui investire?

    Gente che ha comprato spazzatura di tutti i tipi su cui le banche prendono il 3% annuo di commissione, magari perché il compagno di bevute che fa l'impiegato alla banca del paese gli ha proposto il super affare del secolo (super affare per la banca, si intende...).

    Poi certo, con i Buoni Postali degli anni '80 che dopo 10 anni arrivavano a rendere il 15% annuo era facile investire.
    Quasi tutti i soldi li hanno fatti cosi'. Mettevano il nero nei buoni postali e nei bot e via.

    Quello che leggiamo su questo forum e' fantascienza per molte persone di una certa' eta' nel mondo reale.

  5. #125
    L'avatar di Rok
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    3,692
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    213 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Luzern2 Visualizza Messaggio
    Quasi tutti i soldi li hanno fatti cosi'. Mettevano il nero nei buoni postali e nei bot e via.

    Quello che leggiamo su questo forum e' fantascienza per molte persone di una certa' eta' nel mondo reale.
    Non solo il nero.
    C'erano, oltre ai più agiati, anche operai ed impiegati che provenendo da grandi privazioni, avevano un forte senso del risparmio.

  6. #126

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    21,903
    Mentioned
    55 Post(s)
    Quoted
    13727 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da lum Visualizza Messaggio
    Si l'intenzione non era quella di generalizzare. Ciò che intendo dire è: quanti si occupano in prima persona di approfondire l'ambito degli investimenti finanziari e quanti lasciano che l'impiegato di banca di turno gli consigli il prodotto (generalmente super inefficiente) su cui investire?

    Gente che ha comprato spazzatura di tutti i tipi su cui le banche prendono il 3% annuo di commissione, magari perché il compagno di bevute che fa l'impiegato alla banca del paese gli ha proposto il super affare del secolo (super affare per la banca, si intende...).

    Poi certo, con i Buoni Postali degli anni '80 che dopo 10 anni arrivavano a rendere il 15% annuo era facile investire.
    La cultura finanziaria italiana è ai livelli dei paesi centrafricani dove manca l'istruzione terziaria diffusa

  7. #127

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    21,903
    Mentioned
    55 Post(s)
    Quoted
    13727 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Luzern2 Visualizza Messaggio
    Quasi tutti i soldi li hanno fatti cosi'. Mettevano il nero nei buoni postali e nei bot e via.
    .
    Infatti gli imprenditori mettevano i soldi in Svizzera 40-50 anni fa e i loro operai nella seconda e terza casa oltre che nei bot. Sta finendo bene, debito pubblico e deflazione immobiliare, ma tanto da domani cambia tutto e si sale

  8. #128

    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    10,183
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    5423 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da lum Visualizza Messaggio
    Per i capitali finanziari di una certa entità ci sono i consulenti finanziari indipendenti che non hanno nulla da venderti se non il tempo che ti dedicano e non guadagnano in base alle commissioni sul prodotto che ti vendono per fare budget.
    Per i capitali più modesti, è assolutamente possibile fare da se tramite piattaforme apposite (parlo di investimenti, no trading o altro genere di speculazioni).

    In ogni caso, anche volendo delegare, sarà pur necessario capire di cosa stiamo parlando o no? Sarà necessario capire quando ha senso indebitarsi oppure no? Sarà necessario conoscere concetti base (inflazione, interesse composto, diversificazione etc) oppure no? Questo capire di cosa stiamo parlando si chiama "alfabetizzazione finanziaria".

    I dati dicono che meno del 40% degli italiani è finanziariamente alfabetizzato, paesi come USA e UK stanno intorno al 65-70%.

    Mai affittare ai precari-schermata-2021-01-09-alle-16.27.51.jpg

    Fonte: https://responsiblefinanceforum.org/...F3_SINGLES.pdf
    Secondo quale base 10, 20, 40 anni fa gli italiani sarebbero stati più 'finanziariamente alfabetizzati' rispetto ad ora, in modo assoluto e relativo (cioè rispetto ad altri paesi)? Non lo erano, non lo sono. Conoscere qualche nozione di finanza è positivo, ma da questo a stabilire se un popolo nella sua totalità investe bene o male, ci passa il mondo. L'Italia ha ben altri problemi rispetto al fatto che molti dei suoi abitanti non conoscono bene la finanza. Non la conoscevano neanche 40 anni fa.

  9. #129

    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    10,183
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    5423 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Luzern2 Visualizza Messaggio
    Quasi tutti i soldi li hanno fatti cosi'. Mettevano il nero nei buoni postali e nei bot e via.
    Dipende dal periodo, chi ha investito bene invece nei secondi '70 ha comprato immobili. Altro che bot che avevano rendimento reale negativo.

  10. #130

    Data Registrazione
    Oct 2016
    Messaggi
    2,645
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1876 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Flavio Ezio Visualizza Messaggio
    Dipende dal periodo, chi ha investito bene invece nei secondi '70 ha comprato immobili. Altro che bot che avevano rendimento reale negativo.
    Si, io mi riferivo a chi ha fatto i soldi veri negli anni 80. Timing perfetto.

    I miei comprarono un appartamento nuovo per 80 milioni nel 1983 che purtroppo per problemi economici hanno dovuto rivendere nel 2008 a circa 240.000 €.
    Investimento raddoppiato e per alcuni triplicato.

    Negli anni 80 in genere si compravano seconde case e con il fieno in cascina buoni postali, oro e pellicce.

    Questo mi raccontano, se qualcuno ci è passato può raccontarci meglio come stavano le cose.

Accedi