Dove andare a vivere...In Italia? - Pagina 154
I bond segnalano problemi in arrivo, sarà fondamentale monitorare i rendimenti reali
Gli investitori dovrebbero iniziare a preoccuparsi dei loro investimenti, dal momento che i rendimenti del Tesoro USA si stanno muovendo più in alto, trascinando con loro i crediti a basso …
Trading fino a sera, nuovi orari per la Borsa tedesca che resterà aperta fino alla chiusura di Wall Street. Anche Piazza Affari pronta per gli straordinari?
Da lunedì 29 novembre la Borsa di Francoforte consentirà agli investitori di negoziare azioni, Etf/Etp e fondi comuni di investimento fino alle ore 22, potendo così reagire agli eventi sui …
La giornata più nera dell’anno per le Borse, panic selling con petrolio a -13%. Ftse Mib affonda a -4,6%
Venerdì nero a tutti gli effetti sui mercati. In coincidenza con il Black Friday che segna l?avvio della stagione degli acquisti pre-natalizi, i mercati sono stati travolti dall?emergere di una …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1531
    L'avatar di ForseSiForseNo
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    884
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    558 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da fdg86 Visualizza Messaggio
    Mah io questa cosa la potrei fare anche subito ma non vedo i vantaggi rispetto a vivere tipo un po'più giù a 200/300 metri con accesso più vicino ai servizi?
    No troppo bassa come quota, almeno per me che non sopporto il caldo eccessivo / afoso... Trasferirmi stabilmente in montagna è sempre stato il mio sogno, ma se poi dovessi continuare a patire il caldo, perdendomi uno dei principali vantaggi caratteristici (cioè quello climatico delle quote medie) sarebbe paradossale.

  2. #1532

    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    22,464
    Mentioned
    65 Post(s)
    Quoted
    7837 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Beh è chiaro che se ne fai anche una questione climatica la quota che dici (700-900 m) è un ottimo compromesso per sfuggire a temperature estreme (troppo caldo/troppo freddo).

  3. #1533
    L'avatar di ForseSiForseNo
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    884
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    558 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da rickiconte Visualizza Messaggio
    Beh è chiaro che se ne fai anche una questione climatica la quota che dici (700-900 m) è un ottimo compromesso per sfuggire a temperature estreme (troppo caldo/troppo freddo).
    Esattamente, e poi anche in inverno a volte ci sono notevoli vantaggi: per chi ha un po' di conoscenze meteo-climatiche, sa che possono capitare anche con una certa frequenza fasi anticicloniche in cui si attiva la cosiddetta "inversione termica", che porta a un accumulo di freddo (e inquinanti) più in pianura che in quota... percui si viene a verificare ad esempio il paradossale caso in cui in pianura c'è nebbia tutto il giorno o quasi con zero gradi, mentre già sopra i 500-600-700m c'è tutto un altro mondo con sole pieno e +8°/+10°... e la bolletta del gas ringrazia!.

  4. #1534

    Data Registrazione
    Jan 2021
    Messaggi
    90
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    65 Post(s)
    Potenza rep
    2781697
    Io sono fortunato, abito - e sono nato - in una bella città del Sud Italia. A volte penso che ci siano tanti problemi, ma mi basta farmi un giro a pochi chilometri di distanza, e mi rendo conto che la mia città è decisamente quella con la qualità della vita migliore, da qui ad almeno 200 chilometri. A volte basta davvero guardare bene ciò che ci circonda per rivalutare ciò che abbiamo.
    Una considerazione sugli Appennini: anch'io ho pensato spesso al paesello appenninico (magari pre-appenninico), ce ne sono di bellissimi, circondati dai boschi, ma... se andiamo a vedere le serie demografiche tutto l'arco appenninico si sta spopolando. Quindi evidentemente la qualità della vita, nel suo complesso, non è così alta. Oltretutto lo spopolamento comporta problemi, dal crollo del valore degli immobili, alla mancazna di servizi ecc.
    Si parla - mi riferisco a paeselli nei miei dintorni - di città di 20.000 abitanti all'inizio degli anni 60 che ora non arrivano a 6000, oppure che sono arrivata al punto di non ritorno con meno di 300 abitanti. Obiettivamente c'è poco da fare.

  5. #1535

    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    7,447
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    4870 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da BassaRendita Visualizza Messaggio
    Io sono fortunato, abito - e sono nato - in una bella città del Sud Italia. A volte penso che ci siano tanti problemi, ma mi basta farmi un giro a pochi chilometri di distanza, e mi rendo conto che la mia città è decisamente quella con la qualità della vita migliore, da qui ad almeno 200 chilometri. A volte basta davvero guardare bene ciò che ci circonda per rivalutare ciò che abbiamo.
    Una considerazione sugli Appennini: anch'io ho pensato spesso al paesello appenninico (magari pre-appenninico), ce ne sono di bellissimi, circondati dai boschi, ma... se andiamo a vedere le serie demografiche tutto l'arco appenninico si sta spopolando. Quindi evidentemente la qualità della vita, nel suo complesso, non è così alta. Oltretutto lo spopolamento comporta problemi, dal crollo del valore degli immobili, alla mancazna di servizi ecc.
    Si parla - mi riferisco a paeselli nei miei dintorni - di città di 20.000 abitanti all'inizio degli anni 60 che ora non arrivano a 6000, oppure che sono arrivata al punto di non ritorno con meno di 300 abitanti. Obiettivamente c'è poco da fare.
    Problema non solo appenninico. I giovani se ne vanno e gli anziani pian piano ci lasciano. Un po' per il lavoro, un po' son cambiati i modelli di vita.

  6. #1536
    L'avatar di Gabroker
    Data Registrazione
    Feb 2021
    Messaggi
    50
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    47 Post(s)
    Potenza rep
    1
    quanti nati e cresciuti a Roma sarebbero disposti a vendere e trasferirsi altrove?
    Risposte convinte e non "facilotte"

  7. #1537
    L'avatar di fdg86
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    20,846
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    9126 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Gabroker Visualizza Messaggio
    quanti nati e cresciuti a Roma sarebbero disposti a vendere e trasferirsi altrove?
    Risposte convinte e non "facilotte"
    Onestamente quando vivevo all'estero ho trovato frotte di Roma ni...(con cui ho fatto sempre volentieri amicizia)...mio padre è di Roma e a 18 anni è arrivato a Treviso e rimasto, il mio capo è di Roma e abita vicino a Verona ...

  8. #1538

    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    22,464
    Mentioned
    65 Post(s)
    Quoted
    7837 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Sei un veneto figlio di romano, sii fiero di ciò

    Mi hanno detto che sei pure un ultrà della Lazio e che oltre a "zio can" accompagni il termine con un "li mortacci tua"

  9. #1539

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    27,172
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    4239 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Gabroker Visualizza Messaggio
    quanti nati e cresciuti a Roma sarebbero disposti a vendere e trasferirsi altrove?
    Risposte convinte e non "facilotte"
    E' evidente che se Roma, Milano etc...hanno molti più abitanti di Suibricchi, Inculoailupi etc. vuoi per il lavoro, vuoi per i servizi, vuoi per le scuole, significa che sono molto più attraenti le città, dei paesini sperduti. (oppure non si spiega)

  10. #1540

    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    22,464
    Mentioned
    65 Post(s)
    Quoted
    7837 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Beh la domanda è troppo generica, un pensionato ad esempio potrebbe preferire andare a vivere altrove in un contesto più tranquillo, non è detto che Roma debba essere per forza la tomba di tutti coloro che ci sono nati e vissuti.

Accedi