EcoBonus al 110% fino al 2022 - Volume IV - Pagina 84
Dividendo Intesa Sanpaolo fa gola a tanti, titolo gongola e vede i top dal 2018 con +35% Ytd
Intesa Sanpaolo sugli scudi in attesa del corposo dividendo che verrà staccato lunedì 18 ottobre. Il titolo ha veleggiato oggi nelle posizioni di testa del Ftse Mib (close a +2,05% …
E’ frenesia da Bitcoin, +35% a ottobre con conto alla rovescia per lancio primo ETF ad hoc negli States. Occhio a trappola sell on news
Nuovo scatto del Bitcoin che si porta nei pressi dei 60.000 dollari per la prima volta in sei mesi avvicinandosi al suo massimo storico, mentre i trader esprimono fiducia sul …
ESG, più di $7 trilioni società esposte a cripto-shock. Ma Morgan Stanley teme più inflazione che criptovalute: ‘Fed faccia scoppiare un po’ quella bolla’
James Gorman, amministratore delegato di Morgan Stanley, lancia un appello alla Fed affinché “faccia scoppiare un po’ questa bolla” che ha creato, e sottolinea anche, guardando al Bitcoin e ad …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #831

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Messaggi
    1,005
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    700 Post(s)
    Potenza rep
    26757469
    Citazione Originariamente Scritto da Harry78 Visualizza Messaggio
    Diciamo che dormo ma non vorrei perdermi questa cosa darò che non avrei mai i soldi per tale ristrutturazione.. in ogni caso, in attesa di proroghe, cosa dovrei fare per tenermi pronto? Mi conviene fare tutto e prenotarmi le imprese e poi dare il via in caso di proroghe? Questo ingegnere poi per la realizzazione si tira fuori e mette in mezzo il general contractor, c'è da fidarsi?
    Secondo me dovresti lasciare perdere l'ingegnere e fissare un appuntamento con una società che fa tutto, dallo studio di fattibilità ai lavori.
    Vedi questa discussione: CONSIGLI 110% CHIAVI IN MANO
    Si assumono loro i rischi che qualcosa vada storto, e tu non tiri comunque fuori un soldo (tranne lo studio di fattibilità, che è comunque meno di 1000 €). Non dovresti nemmeno occuparti della cessione del credito, di contattare le imprese per i lavori, ecc.
    Insomma dormiresti sereno.
    La contropartita è che queste società tendenzialmente vogliono fare fotovoltaico, accumulo, pompa di calore, caldaia, colonnine ricarica e stop.
    Quindi difficilmente potrai fare cappotto e cambio infissi (però considera che per gli infissi esistono altri bonus e potrai cambiarli in un secondo momento).
    Secondo me allo stato attuale, per chi ha una villetta o simili, è l'unico modo per sfruttare il 110% senza rogne o problemi sulle tempistiche.
    Si tratta comunque di interventi che senza bonus costerebbero decine di migliaia di euro...

  2. #832

    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    115
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    17 Post(s)
    Potenza rep
    10
    Citazione Originariamente Scritto da fol-low me Visualizza Messaggio
    i lavori trainanti sono già conclusi?
    Assolutamente no sono ancora in corso

  3. #833

    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    90
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    31 Post(s)
    Potenza rep
    6374893
    Citazione Originariamente Scritto da acmex Visualizza Messaggio
    Superbonus 110%: definizione di edificio unifamiliare e unita immobiliare autonoma | Bollettino di Legislazione Tecnica

    una volta definito con il tuo architetto/geometra che è un'unità indipendente ci fai quello che vuoi senza preoccuparti del vicino
    grazie!!

  4. #834

    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    9,357
    Mentioned
    12 Post(s)
    Quoted
    2800 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da industry Visualizza Messaggio
    La contropartita è che queste società tendenzialmente vogliono fare fotovoltaico, accumulo, pompa di calore, caldaia, colonnine ricarica e stop.
    Quindi difficilmente potrai fare cappotto e cambio infissi (però considera che per gli infissi esistono altri bonus e potrai cambiarli in un secondo momento).
    Secondo me allo stato attuale, per chi ha una villetta o simili, è l'unico modo per sfruttare il 110% senza rogne o problemi sulle tempistiche.
    Si tratta comunque di interventi che senza bonus costerebbero decine di migliaia di euro...
    ma non esistono più i lavori trainanti?

  5. #835
    L'avatar di travis22
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    10,529
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3537 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da industry Visualizza Messaggio
    Secondo me dovresti lasciare perdere l'ingegnere e fissare un appuntamento con una società che fa tutto, dallo studio di fattibilità ai lavori.
    Vedi questa discussione: CONSIGLI 110% CHIAVI IN MANO
    Si assumono loro i rischi che qualcosa vada storto, e tu non tiri comunque fuori un soldo (tranne lo studio di fattibilità, che è comunque meno di 1000 €). Non dovresti nemmeno occuparti della cessione del credito, di contattare le imprese per i lavori, ecc.
    Insomma dormiresti sereno.
    La contropartita è che queste società tendenzialmente vogliono fare fotovoltaico, accumulo, pompa di calore, caldaia, colonnine ricarica e stop.
    Quindi difficilmente potrai fare cappotto e cambio infissi (però considera che per gli infissi esistono altri bonus e potrai cambiarli in un secondo momento).
    Secondo me allo stato attuale, per chi ha una villetta o simili, è l'unico modo per sfruttare il 110% senza rogne o problemi sulle tempistiche.
    Si tratta comunque di interventi che senza bonus costerebbero decine di migliaia di euro...
    a casa mia comunque mette mano solo un'impresa che lavora in zona, con esperienza, con un titolare che conosco e so dove abita
    che già non è garanzia di non avere rogne, eh...

    Senza cappotto poi tante volte il salto non lo fai

  6. #836

    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    362
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    238 Post(s)
    Potenza rep
    3006484
    Citazione Originariamente Scritto da industry Visualizza Messaggio
    Secondo me dovresti lasciare perdere l'ingegnere e fissare un appuntamento con una società che fa tutto, dallo studio di fattibilità ai lavori.
    Vedi questa discussione: CONSIGLI 110% CHIAVI IN MANO
    Si assumono loro i rischi che qualcosa vada storto, e tu non tiri comunque fuori un soldo (tranne lo studio di fattibilità, che è comunque meno di 1000 €). Non dovresti nemmeno occuparti della cessione del credito, di contattare le imprese per i lavori, ecc.
    Insomma dormiresti sereno.
    La contropartita è che queste società tendenzialmente vogliono fare fotovoltaico, accumulo, pompa di calore, caldaia, colonnine ricarica e stop.
    Quindi difficilmente potrai fare cappotto e cambio infissi (però considera che per gli infissi esistono altri bonus e potrai cambiarli in un secondo momento).
    Secondo me allo stato attuale, per chi ha una villetta o simili, è l'unico modo per sfruttare il 110% senza rogne o problemi sulle tempistiche.
    Si tratta comunque di interventi che senza bonus costerebbero decine di migliaia di euro...
    ti ringrazio. Leggo pareri discordanti su questo approccio, cioè in caso di una villa a tre piani, senza cappotto, non è che finisco a spendere di piu mettendo pompa di calore e pannelli e stop?
    A questo punto mi sorge un'altra domanda: potrei fare a step il tutto? Magari prendere il 110 su impianti e pannelli, e poi vedere se viene prorogato oltre giugno 2022 per procedere in un secondo step col cappotto e finestre. Grazie!

  7. #837

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Messaggi
    1,005
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    700 Post(s)
    Potenza rep
    26757469
    Citazione Originariamente Scritto da travis22 Visualizza Messaggio
    a casa mia comunque mette mano solo un'impresa che lavora in zona, con esperienza, con un titolare che conosco e so dove abita
    che già non è garanzia di non avere rogne, eh...

    Senza cappotto poi tante volte il salto non lo fai
    Se la trovi, un'impresa che conosci e ti fa tutti i lavori chiavi in mano nei tempi stabiliti, e che si occupa anche di prendersi il credito, fai bene.

    Senza cappotto il salto lo fai, se si parla di una villa anni 80-90 classe G. Se è una casa recente no

  8. #838

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Messaggi
    1,005
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    700 Post(s)
    Potenza rep
    26757469
    Citazione Originariamente Scritto da Harry78 Visualizza Messaggio
    ti ringrazio. Leggo pareri discordanti su questo approccio, cioè in caso di una villa a tre piani, senza cappotto, non è che finisco a spendere di piu mettendo pompa di calore e pannelli e stop?
    A questo punto mi sorge un'altra domanda: potrei fare a step il tutto? Magari prendere il 110 su impianti e pannelli, e poi vedere se viene prorogato oltre giugno 2022 per procedere in un secondo step col cappotto e finestre. Grazie!
    Premesso che non sono un tecnico, ma spendere di più mi sembra davvero impossibile. Senza cappotto avrai ovviamente la stessa dispersione di prima, ma l'energia ti costerà un bel po' meno. Senza contare l'aumento di valore dell'immobile per il salto di 2 classi.

    Non so se si può fare il cappotto in un secondo momento sfruttando lo stesso bonus.
    Riguardo le finestre invece, se le inserisci nel 110% come intervento trainato, devi rispettare i massimali si spesa, che sono appena sufficienti per serramenti molto basici, e aggiungere la differenza. A quel punto potrebbe forse convenire cambiarle con calma in un secondo momento col bonus ristrutturazione al 50%

  9. #839

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Messaggi
    1,005
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    700 Post(s)
    Potenza rep
    26757469
    Citazione Originariamente Scritto da amartya78 Visualizza Messaggio
    ma non esistono più i lavori trainanti?
    Sì, ma non sei costretta a farli tutti. L'importante è saltare 2 classi. L'idea che mi sono fatto è che le imprese che offrono il servizio "chiavi in mano" (o come vogliamo chiamarlo), essendo per lo più grosse imprese specializzate nell'installazione di impianti fotovoltaici, caldaie e pompe di calore, quando possibile evitano di fare il cappotto, perchè non essendo il loro core business, dovrebbero dare il lavoro in subappalto e ci guadagnerebbero poco

  10. #840

    Data Registrazione
    Aug 2020
    Messaggi
    103
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    63 Post(s)
    Potenza rep
    2714670
    Citazione Originariamente Scritto da industry Visualizza Messaggio
    Secondo me dovresti lasciare perdere l'ingegnere e fissare un appuntamento con una società che fa tutto, dallo studio di fattibilità ai lavori.
    Vedi questa discussione: CONSIGLI 110% CHIAVI IN MANO
    Si assumono loro i rischi che qualcosa vada storto, e tu non tiri comunque fuori un soldo (tranne lo studio di fattibilità, che è comunque meno di 1000 €). Non dovresti nemmeno occuparti della cessione del credito, di contattare le imprese per i lavori, ecc.
    Insomma dormiresti sereno.
    La contropartita è che queste società tendenzialmente vogliono fare fotovoltaico, accumulo, pompa di calore, caldaia, colonnine ricarica e stop.
    Quindi difficilmente potrai fare cappotto e cambio infissi (però considera che per gli infissi esistono altri bonus e potrai cambiarli in un secondo momento).
    Secondo me allo stato attuale, per chi ha una villetta o simili, è l'unico modo per sfruttare il 110% senza rogne o problemi sulle tempistiche.
    Si tratta comunque di interventi che senza bonus costerebbero decine di migliaia di euro...
    Mi sono fatto l'idea che una riqualificazione energetica di un edificio per definirsi tale deve consumare meno energia di prima e questo si ottiene solo isolando con: cappotto + coibentazione l'ultimo solaio + serramenti performanti. Qualsiasi soluzione di solo impiantistica porterà a costi di installazione importanti per ottenere un risparmio di energia minimo e bollette leggermente inferiori. Riscaldare un edificio in classe G è sempre costoso sia che avvenga con il gas che elettricamente con pompa di calore. Riscaldare un edificio riqualificato energicamente ha sempre costi ragionevoli sia che avvenga con gas che elettricamente con pompa di calore. Da considerare che il fotovoltaico in inverno produce pochissimo e sono proprio i mesi in cui serve corrente elettrica per alimentare la pompa di calore.

Accedi