“Uffici vuoti e ristoranti in crisi”. Citylife vittima dello smart working - Pagina 4
Titoli FAANG e i tanti rischi non riflessi nei prezzi, solo uno è ‘invincibile’ nel lungo periodo
Amazon questa settimana è entrata nel gotha dei titoli da 1,5 trilioni di dollari e non si è fermata con il balzo ieri fino a 1,6 trilioni, tallonando Apple (1,66 …
Programma Biden incombe su Wall Street, rischio listini giù fino a -20%. Gli scenari con lui alla Casa Bianca
Entra nel vivo la campagna elettorale per le presidenziali 2020 negli Stati Uniti con l?annuncio da parte del candidato democratico, l’ex vicepresidente Joe Biden, delle misure da adottare per far …
BTP Futura troppo avaro e complesso per essere amato dagli italiani bramosi di rendimenti. I motivi del mancato boom del bond anti-MES
Gli italiani non hanno fatto la fila per accaparrarsi il nuovo BTP Futura, destinato ai soli risparmiatori retail e che sarà interamente destinato a finanziare misure quali il rafforzamento del …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #31
    L'avatar di paolodivi
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    4,371
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    162 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da Napoli1986 Visualizza Messaggio
    io facevo un giorno di smart working a settimana e prima del covid era abbastanza ostracizzato (andava concordato una settimana prima, doveva essere approvato dal responsabile, non poteva essere attaccato a un WE se il giovedì avevi preso ferie; insomma, temevano in continuazione la fregatura).
    Dopo che si sono accorti che la gente lavora MOLTO di più lo hanno già esteso ufficialmente fino al 31.12 e molto probabilmente diventerà la modalità di lavoro principale anche a emergenza finita.

    Aumenta la produttività, risparmiano costi (buoni pasto, manutenzione e pulizia uffici, etc)... Ma per quale motivo si dovrebbe tornare indietro?
    Io ogni mattina resto incredulo perché il traffico è umano....ogni mattina nn mi pare vero.......spero vivamente nello Smartworking a oltranza...

  2. #32
    L'avatar di vtt2
    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    833
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    596 Post(s)
    Potenza rep
    28912159
    Citazione Originariamente Scritto da massit78 Visualizza Messaggio
    i vari capi e responsabili si sentono sminuiti in smartworking, anche solo avere persone vicino che ti portano reverenza ed eseguono comandi dovuti al tuo ruolo da un senso di soddisfazione e compiacimento, è un sottile piacere dovuto all’esercitare un potere su un altro individuo

    Anche solo andare da un proprio sottoposto e chiedergli di interrompere un’attività per farne un’altra a propria discrezione, in smartworking tutto ciò è molto attenuato
    Dove lavoravo prima per un periodo come capo progetto c'era una donna di mezza età mai sposata e senza figli la classica zitella e praticamente aveva un gusto incontrollabile di complicare la vita alle altre donne specialmente quelle giovani e belle che piacevano ai colleghi.

    A me per fortuna andava bene anzi era molto cordiale con me perchè vedendomi bruttino aveva capito che le relazioni venivano difficili ma nei confronti delle altre donne era veramente una serpe, si vedeva proprio che ci provava gusto a vendicarsi su di loro.
    Ad esempio se al lavoro organizzavano un aperitivo lei faceva in modo di trattenere alcune di loro fino a dopo l'orario standard, sarei anche potuto rimanere io che tanto non venivo mai invitato invece lo chiedeva sempre alle ragazze.

  3. #33
    L'avatar di paolodivi
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    4,371
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    162 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da wilangee Visualizza Messaggio
    Vero, brutto momento per la ristorazione in generale. E lo dico con tristezza. Però....
    Non uscivo a cena da febbraio, chiamo il mio preferito per sapere se è aperto... Sì, bene!!
    Arriviamo, siamo io e mia moglie, siamo in confidenza con la titolare, ci accoglie e abbraccia (senza mascherina).
    Al tavolo ci porta il cesto del pane e, sempre senza mascherina, comincia a raccontare come va, si lamenta della gente che ha paura ad uscire... (sempre parlando sopra al mio pane e stoviglie varie)
    Non riesco a stare zitto, le dico che non può comportarsi così, se lei pensa che il covid sia una ca**ata magari i suoi clienti la pensano diversamente e dei 20 clienti (su 60 coperti) magari 10 non torneranno, me incluso....Ca**o, non ti puoi lamentare se poi non hai clienti.... E mi dispiacerebbe veder chiudere il ristorante, ci sono affezionato
    Io sono di Bergamo, il locale è in provincia di Milano, qualcosa dovremmo aver imparato...
    Io nn ho imparato niente di niente di niente....ho solo più dubbi di prima su chi prende decisioni importanti....e sinceramente ho SERI dubbi sulla Genesi di sto virus...

    Però ho sempre sperato che prima o poi si levasse dal ***** sto virus ....che si estinguesse......e continuo a sperare che diventi solo una brutta storia.

    Nn credo che sta tizia pensi che il covid è stata una cazzata, magari crede solo che sia alle spalle...

  4. #34
    L'avatar di paolodivi
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    4,371
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    162 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da vtt2 Visualizza Messaggio
    Dove lavoravo prima per un periodo come capo progetto c'era una donna di mezza età mai sposata e senza figli la classica zitella e praticamente aveva un gusto incontrollabile di complicare la vita alle altre donne specialmente quelle giovani e belle che piacevano ai colleghi.

    A me per fortuna andava bene anzi era molto cordiale con me perchè vedendomi bruttino aveva capito che le relazioni venivano difficili ma nei confronti delle altre donne era veramente una serpe, si vedeva proprio che ci provava gusto a vendicarsi su di loro.
    Ad esempio se al lavoro organizzavano un aperitivo lei faceva in modo di trattenere alcune di loro fino a dopo l'orario standard, sarei anche potuto rimanere io che tanto non venivo mai invitato invece lo chiedeva sempre alle ragazze.
    Brutta e cattiva è tipico....

  5. #35

    Data Registrazione
    Nov 2017
    Messaggi
    88
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    1717990
    Citazione Originariamente Scritto da Wally6 Visualizza Messaggio
    non è vero che aumenta la produttività, aumenta solamente lo "schiavismo".
    Perché bisogna essere connessi: l'orario di pranzo non esiste quasi più, riunioni inutili a manetta in orari improponibili solo per far vedere che si è presenti, persone che lavorano oltre il normale orario di ufficio per il motivo di prima.
    Non è produttività, è la nuova era del lecchinaggio.
    Se in più ci aggiungiamo che la maggior parte delle persone non hanno nessun interesse o hobby, le aziende pagano 8 ore per avere dipendenti lavorano 10/12 h/gg.
    Non aumenta la produttività, aumenta solo l'orario di lavoro.
    va sempre ricordato che questo smartworking "forzato" su larga scala non è mai stato sperimentato in tal modo credo nel 99,9% delle aziende che lo stanno adottando, ed è svolto in un periodo in cui l'incertezza è elevata così come la necessità di tagliare tutto il tagliabile (che poi questo è forse il motivo principale per cui molte aziende stanno lasciando i dipendenti "remotizzabili" fino a dopo l'estate/fine anno), quindi di fatto è uno SW mai fatto prima in un periodo tutt'altro che normale

    il post covid dubito sarà così, sicuramente si troveranno delle vie di mezzo (lo dicevo un mesetto fa in altri post, almeno 2/3 giorni a settimana per chi ne faceva uno fino a qualche mese fa e, in generale, un'adozione in pianta stabile/estensione anche a più giorni a chi non ne faceva) e un minimo dovrà essere regolamentata la parte da svolgere a casa (anche se non so come di preciso, specie il lavoro del futuro sarà molto più basato sugli obiettivi che sullo stare in un ufficio per un tot. tempo)

  6. #36

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    667
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    679 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Citazione Originariamente Scritto da Wally6 Visualizza Messaggio
    non è vero che aumenta la produttività, aumenta solamente lo "schiavismo".
    Perché bisogna essere connessi: l'orario di pranzo non esiste quasi più, riunioni inutili a manetta in orari improponibili solo per far vedere che si è presenti, persone che lavorano oltre il normale orario di ufficio per il motivo di prima.
    Non è produttività, è la nuova era del lecchinaggio.
    Se in più ci aggiungiamo che la maggior parte delle persone non hanno nessun interesse o hobby, le aziende pagano 8 ore per avere dipendenti lavorano 10/12 h/gg.
    Non aumenta la produttività, aumenta solo l'orario di lavoro.
    In Italia forse, in ogni paese normale è l'esatto contrario, proprio perché non sei li fisicamente all'ora X stacchi tutto in automatico.

  7. #37
    L'avatar di arte3000
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    4,275
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    869 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da wilangee Visualizza Messaggio
    Vero, brutto momento per la ristorazione in generale. E lo dico con tristezza. Però....
    Non uscivo a cena da febbraio, chiamo il mio preferito per sapere se è aperto... Sì, bene!!
    Arriviamo, siamo io e mia moglie, siamo in confidenza con la titolare, ci accoglie e abbraccia (senza mascherina).
    Al tavolo ci porta il cesto del pane e, sempre senza mascherina, comincia a raccontare come va, si lamenta della gente che ha paura ad uscire... (sempre parlando sopra al mio pane e stoviglie varie)
    Non riesco a stare zitto, le dico che non può comportarsi così, se lei pensa che il covid sia una ca**ata magari i suoi clienti la pensano diversamente e dei 20 clienti (su 60 coperti) magari 10 non torneranno, me incluso....Ca**o, non ti puoi lamentare se poi non hai clienti.... E mi dispiacerebbe veder chiudere il ristorante, ci sono affezionato
    Io sono di Bergamo, il locale è in provincia di Milano, qualcosa dovremmo aver imparato...



    Il virus,oltre che le vie respiratorie,in alcuni casi ha colpito anche il cervello.

    Per ogni professione è stato redatto un disciplinare.Quindi,che si tratti di uno stellato o di una tavola calda,le regole vanno rispettate.

    La cosa vale anche per i clienti.Ieri ho visto e sentito un tizio che all'ingresso di un locale,dove gli veniva educatamente chiesto di misurare la febbre,ha dato di matto e se ne è andato.

    Ti puoi immaginare la scena.

  8. #38

    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    592
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    498 Post(s)
    Potenza rep
    6532018
    Citazione Originariamente Scritto da Wally6 Visualizza Messaggio
    non è vero che aumenta la produttività, aumenta solamente lo "schiavismo".
    Perché bisogna essere connessi: l'orario di pranzo non esiste quasi più, riunioni inutili a manetta in orari improponibili solo per far vedere che si è presenti, persone che lavorano oltre il normale orario di ufficio per il motivo di prima.
    Non è produttività, è la nuova era del lecchinaggio.
    Se in più ci aggiungiamo che la maggior parte delle persone non hanno nessun interesse o hobby, le aziende pagano 8 ore per avere dipendenti lavorano 10/12 h/gg.
    Non aumenta la produttività, aumenta solo l'orario di lavoro.
    Non dove lavoro io. E il fatto che risparmio 2h di viaggio al gg mi aiuta molto ad organizzarmi meglio la vita privata.

  9. #39
    L'avatar di Benjamin_Malaussène
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    1,190
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    963 Post(s)
    Potenza rep
    42949673
    Citazione Originariamente Scritto da ragefast Visualizza Messaggio
    va sempre ricordato che questo smartworking "forzato" su larga scala non è mai stato sperimentato in tal modo credo nel 99,9% delle aziende che lo stanno adottando, ed è svolto in un periodo in cui l'incertezza è elevata così come la necessità di tagliare tutto il tagliabile (che poi questo è forse il motivo principale per cui molte aziende stanno lasciando i dipendenti "remotizzabili" fino a dopo l'estate/fine anno), quindi di fatto è uno SW mai fatto prima in un periodo tutt'altro che normale

    il post covid dubito sarà così, sicuramente si troveranno delle vie di mezzo (lo dicevo un mesetto fa in altri post, almeno 2/3 giorni a settimana per chi ne faceva uno fino a qualche mese fa e, in generale, un'adozione in pianta stabile/estensione anche a più giorni a chi non ne faceva) e un minimo dovrà essere regolamentata la parte da svolgere a casa (anche se non so come di preciso, specie il lavoro del futuro sarà molto più basato sugli obiettivi che sullo stare in un ufficio per un tot. tempo)
    Esatto: le uniche lamentele che ho visto in questi mesi sullo Smart working sono quelle legate alla situazione contingente: figli che giocano in casa, mancanza di aria aperta , etc.

    Quando torneremo alla vita normale, uno smart working sano (2/3 giorni a casa e in ufficio solo per riunioni, incontri, affiancamenti) potrebbe aiutare di molto il work-life balance di chi ne usufruisce, oltre a sgonfiare prezzi in città che, a parte l'offerta lavorativa, non giustificavano in alcun modo i costi di housing

  10. #40
    L'avatar di Benjamin_Malaussène
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    1,190
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    963 Post(s)
    Potenza rep
    42949673
    Citazione Originariamente Scritto da Itachi Visualizza Messaggio
    In Italia forse, in ogni paese normale è l'esatto contrario, proprio perché non sei li fisicamente all'ora X stacchi tutto in automatico.
    Ma neanche in Italia è così: anzi, essere da remoto (senza traffico in strada, pause nei corridoi, gente da rincorrere negli ascensori) aiuta ad avere routine quotidiane più regolari.

    Poi esistono i truffatori (aziende che dichiarano la cig per fare pagare i dipendenti allo stato ma continuano a farli lavorare) o i maleducati (gente che ti chiama comunque alla fine della giornata).
    I primi sembra che siano un'eccezione italiana rispetto al resto del mondo. In questo aiuta purtroppo un tessuto imprenditoriale frammentato, dove si tutelano troppo i piccoli (aka sono aziende che dovrebbero fallire ma rimangono in piedi aetificialmente).
    I secondi sono invece un'eccezione anche in Italia ed è sufficiente, quando ci si ha a che fare, non dargli corda.

Accedi