Cessione crediti bonus anni precedenti?
I titoli più amati dai trader italiani: a tutta FAANG, ma a svettare è un’altra super big
Microsoft, Facebook, Apple. Ma anche Disney, Mastercard e Netflix. Sono solo alcuni dei titoli su cui gli investitori italiani e globali hanno puntato a giugno secondo eToro. Il portale di …
UBI boccia l’OPS di Intesa: non è conveniente per 6 motivi. Messina medita sul rilancio
L’ops lanciata da Intesa Sanpaolo non è conveniente. E’ il responso del cda odierno di UBI Banca, che conferma le attese della vigilia e apre le strade a due possibili …
BTP Futura, Mef alza velo su tassi cedolari minimi. Tesoro chiama investitori retail, la tentazione del premio fedeltà
ll Mef ha finalmente comunicato i tassi cedolari minimi garantiti della prima emissione del BTP Futura, il titolo di stato italiano offerto interamente agli investitori retail. L'emissione partirà lunedì 6 …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di er cash
    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    1,296
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    1009 Post(s)
    Potenza rep
    13667040

    Cessione crediti bonus anni precedenti?

    Cominciamo una discussione mirata su questo topic.

    Secondo IlSole24ore e altri analisti sarebbe possibbile la cessione di crediti accumulati con interventi svolti negli anni passati per la parte di quote non ancora utilizzate in compensazione:
    Dl Rilancio: cessione del credito fiscale anche per le detrazioni degli anni scorsi | Quotidiano del Condominio - Il Sole 24 Ore

    "Moneta dai crediti fiscali, se parte il mercato. Liquidità dai crediti fiscali dai bonus fiscali prima del superbonus. A stabilirlo il Dl”Rilancio”, n. 34 del 19.05.2020 , all'articolo 121 comma 3 “I crediti d'imposta di cui al presente articolo - recupero del patrimonio edilizio, ecobonus, sisma bonus, bonus facciate, impianti fotovoltaici e per l'installazione di colonnine elettriche - sono utilizzati anche in compensazione… sulla base delle rate residue di detrazione non fruite” con la stessa ripartizione in quote annuali con la quale sarebbe stata utilizzata la detrazione. Il medesimo comma precisa che la quota di credito d'imposta non utilizzata nell'anno non può essere usufruita negli anni successivi, e non può essere richiesta a rimborso."

    Pero' l'Art 121 esordisce dicendo:
    " I soggetti che sostengono, negli anni 2020 e 2021, spese per gli interventi elencati al comma 2 possono
    optare, in luogo dell'utilizzo diretto della detrazione, alternativamente:
    a) per un contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto fino a un importo massimo pari al
    corrispettivo dovuto, anticipate dal fornitore che ha effettuato gli interventi e da quest'ultimo recuperate
    sotto forma di credito d'imposta, con facolta di successiva cessione del credito ad altri soggetti, ivi inclusi
    gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari;
    b) per Ia trasformazione del corrispondente importo in credito d'imposta, con facolta di successiva
    cessione ad altri soggetti, ivi inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari."

    Quindi SICURAMENTE le spese sostenute nel biennio 2020-2021 per gli interventi elencati al comma2 saranno soggette a possibilità di cessione e sconto.

    Ma da dove si deduce che i crediti PREGRESSI siano cedibili? Il sole cita l'Art 3. Ma sarebbero potuti essere un po piu chiari in questo senso citando espressamente "spese sostenute dal al" o "spese sostenute in anni precedenti" o qualche altra formula. Invece la formula chiara e' stata usata solo nella relazione illustrativa contenuta nella bozza al DL 34 doce si spiega:
    " Ai sensi del comma 2, secondo periodo, la trasformazione del corrispondente importo della detrazione in credito di Imposta, con la facolta' di successive cessioni ad altri soggetti, di cui alla lettera b) comma 1 trova applicazione, su opzione da esercitare nel 2020, anche in relazione alle rate residue di detrazioni relative ad interventi effettuati in anni precedenti."

    L'avessero scritto cosi anche nel testo del decreto sarebbe stato tutto chiaro, invece...

    l'Art.3 dice:
    "I crediti d'imposta di cui al presente articolo sono utilizzati anche in compensazione ai sensi
    dell'articolo 17 del decreta legislative 9 luglio 1997, n. 241, sulla base delle rate residue di detrazione
    non fruite. Il credito d'imposta e' usufruito con la stessa ripartizione in quote annuali con la quale sarebbe
    stata utilizzata la detrazione. La quota di credito d'imposta non utilizzata nell'anno non puo' essere
    usufruita negli anni successivi, e non puo essere richiesta a rimborso. Non si applicano i limiti di cui
    all'articolo 34 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, e all'articolo 1, comma 53, della legge 24 dicembre
    2007, n. 244."

    (Il NON in neretto nella bozza non c'era, tre lettere... significato ribaltato)

    1. Da dove si evincerebbe che si parla di credito fiscale maturato attraverso interventi precedenti al 2020?
    2. "la stessa ripartizione in quote annuali con la quale sarebbe
    stata utilizzata la detrazione" vuol dire che se era a 10 anni una volta ceduto la ripartizione continua con gli anni residui o si riparte da zero fino? (quest'ultima interpretazione sarebbe estremamente vantaggiosa per lo Stato e semplificherebbe anche la cessione bulk)

    IO su questi due punti non ho ancora trovato risposta certa...
    si potrebbe interpretare cosi:
    ART. 1 riguarda le spese effettuate nel 2020 e 2021 per i bonus diversi dal superbonus, stabilendone la scontabilita e cedibilita
    ART. 2 riguarda invece il pregresso sebbene non sia esplicito
    ART. 3 indica le modalita
    Ultima modifica di er cash; 24-05-20 alle 10:23

  2. #2

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    544
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    275 Post(s)
    Potenza rep
    4963962
    Decreto Rilancio: Cessione detrazione ecobonus e detrazioni ristrutturazioni - FISCOeTASSE.com

    Anche qua dicono il comma 3 fa riferimento a interventi fatti negli anni precedenti

  3. #3

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    544
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    275 Post(s)
    Potenza rep
    4963962
    https://www.agenziaentrate.gov.it/po...5-2d48a25dde8f

    Qua invece mi sembrano stare sul vago

  4. #4
    L'avatar di er cash
    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    1,296
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    1009 Post(s)
    Potenza rep
    13667040
    Citazione Originariamente Scritto da axoduss Visualizza Messaggio
    https://www.agenziaentrate.gov.it/po...5-2d48a25dde8f

    Qua invece mi sembrano stare sul vago
    Piu che sul vago paiono espressamente limitarlo alle spese del 20 e 21... Ma un pdf a tabelle oversemplificative... Mi sa che domani ci sta una telefonata a AdE

  5. #5
    L'avatar di er cash
    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    1,296
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    1009 Post(s)
    Potenza rep
    13667040
    Ad una seconda lettura credo si possa confermare cessione crediti pregressi... Si parla per gli anni 20 e 21 della possibilita do conversione... Evidentemente a prescindere dall anno in cui la detrazione è maturata...

  6. #6
    L'avatar di ido
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    3,875
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    367 Post(s)
    Potenza rep
    42941167
    scusate se intervengo, premesso che ci capisco poco. Io ho acquistato e ristrutturato nel 2018, dichiarazione redditi relativa al 2018 e questa che farò nel 2019 metterò la quota relativa alla ristrutturazione (50% in 10 anni).
    con questa "riforma" io potrei girare il credito residuo a qualcuno (i restanti 8 anni) ed avere cash? ovviamente non pretendo di avere indietro il totale pieno, però già il fatto che fosse possibile non sarebbe male

    grazie in anticipo a chi può rispondere

  7. #7
    L'avatar di er cash
    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    1,296
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    1009 Post(s)
    Potenza rep
    13667040
    Citazione Originariamente Scritto da ido Visualizza Messaggio
    scusate se intervengo, premesso che ci capisco poco. Io ho acquistato e ristrutturato nel 2018, dichiarazione redditi relativa al 2018 e questa che farò nel 2019 metterò la quota relativa alla ristrutturazione (50% in 10 anni).
    con questa "riforma" io potrei girare il credito residuo a qualcuno (i restanti 8 anni) ed avere cash? ovviamente non pretendo di avere indietro il totale pieno, però già il fatto che fosse possibile non sarebbe male

    grazie in anticipo a chi può rispondere
    Si se si arrivasse ad una ragionevole certezza sul tema

  8. #8

    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    122
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    46 Post(s)
    Potenza rep
    1717995
    Supponendo si possano cedere i crediti pregressi, la domanda è a chi cederli ed a quali condizioni...
    ...un 70/80% del nominale ci si potrebbe pensare

  9. #9

    Data Registrazione
    May 2020
    Messaggi
    50
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    38 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Salve se si acquista casa dove il vecchio proprietario aveva delle detrazioni sui lavori nelle parti comuni del condominio non ancora 'riscosse' le detrazioni restano a lui o passano al nuovo proprietario ?

    Grazie

  10. #10
    L'avatar di er cash
    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    1,296
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    1009 Post(s)
    Potenza rep
    13667040
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea850 Visualizza Messaggio
    Salve se si acquista casa dove il vecchio proprietario aveva delle detrazioni sui lavori nelle parti comuni del condominio non ancora 'riscosse' le detrazioni restano a lui o passano al nuovo proprietario ?

    Grazie
    Possono essere trasferite al momento del rogito, una scelta tra le parti.

Accedi