EcoBonus al 110% fino al 2022 - Volume II
Posizioni nette corte: Saipem capolista degli short di Piazza Affari, subito dietro Maire e Bper
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Saipem con 6 posizioni short aperte per una quota pari al …
Piazza Affari archivia una settimana buia: sul Ftse Mib agli inferi Unicredit, Bper ed ENI
Piazza Affari manda in archivio una settimana incolore e anche l?ultima seduta si conclude con segno meno. L’indice Ftse Mib ha chiuso con un calo dell?1,09% a 19.524 punti in …
Analisti si sfregano le mani in attesa del Tesla Battery Day: upgrade sul titolo che ha fatto +400% da inizio anno
Il Tesla Battery Day è ormai imminente: l’attesissimo evento è in calendario il prossimo martedì, 22 settembre. Grande trepidazione per le novità che il gruppo fondato da Elon Musk potrebbe …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di Nemor
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    22,228
    Mentioned
    87 Post(s)
    Quoted
    10316 Post(s)
    Potenza rep
    42949686

    EcoBonus al 110% fino al 2022 - Volume II

    Mi permetto di aprirlo io..
    Veniamo da qui

    EcoBonus al 120% fino al 2022

  2. #2
    L'avatar di robimo
    Data Registrazione
    Feb 2001
    Messaggi
    1,482
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    236 Post(s)
    Potenza rep
    40068789
    Forse era meglio correggere il titolo da 120% a 110%

  3. #3
    L'avatar di Nemor
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    22,228
    Mentioned
    87 Post(s)
    Quoted
    10316 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da robimo Visualizza Messaggio
    Forse era meglio correggere il titolo da 120% a 110%
    Fatto

  4. #4
    L'avatar di robimo
    Data Registrazione
    Feb 2001
    Messaggi
    1,482
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    236 Post(s)
    Potenza rep
    40068789
    Dal tono dei vari post vedo una grossa distinzione tra chi è interessato ai lavori su case singole e chi ai condomini.

    Ad esempio è vero che, se si ha capienza fiscale meglio detrarre in 5 anni che cedere, ma questo può essere valido in ambito di casa singola.
    In un condominio è praticamente impossibile.
    O parte la cessione del credito o i lavori nei condomini non partiranno mai. My two cents.

  5. #5
    L'avatar di Nemor
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    22,228
    Mentioned
    87 Post(s)
    Quoted
    10316 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da robimo Visualizza Messaggio
    Dal tono dei vari post vedo una grossa distinzione tra chi è interessato ai lavori su case singole e chi ai condomini.

    Ad esempio è vero che, se si ha capienza fiscale meglio detrarre in 5 anni che cedere, ma questo può essere valido in ambito di casa singola.
    In un condominio è praticamente impossibile.
    O parte la cessione del credito o i lavori nei condomini non partiranno mai. My two cents.
    Si, in genere neo condomini i lavori che si fanno sono quelli strettamente necessari, ossia quelli che usufruiscono delle agevolazioni al 50%.. E gia' cosi' e' un calvario partire.. Figurarsi ecobonus, "roba da ricchi", lo faranno davvero pochi condomini.

  6. #6

    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    183
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    65 Post(s)
    Potenza rep
    4803428
    Citazione Originariamente Scritto da <<< OLD >>> Visualizza Messaggio
    La ditta che vi fa il lavoro gratis non esiste , ne oggi , ne mai .
    Concordo pienamente sul fatto di non illudersi di poter realizzare lavori gratuitamente. E' meglio invece concentrarsi su quante concrete possibilità esistono di poter recuperare il maggior credito fiscale possibile, cercando di fare più chiarezza possibile in merito alla questione della cessione del credito

  7. #7
    L'avatar di Nemor
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    22,228
    Mentioned
    87 Post(s)
    Quoted
    10316 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da geomarc Visualizza Messaggio
    Concordo pienamente sul fatto di non illudersi di poter realizzare lavori gratuitamente. E' meglio invece concentrarsi su quante concrete possibilità esistono di poter recuperare il maggior credito fiscale possibile, cercando di fare più chiarezza possibile in merito alla questione della cessione del credito
    Una idea potrebbe essere che la banca accetti la cessione per una quota del 50% del credito a fronte del finanziamento dell'ulteriore 50%, ma non so se e' vietato dalla normativa..

  8. #8

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    650
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    333 Post(s)
    Potenza rep
    5056625
    Secondo me e' chiaro a tutti.. Il problema e' avere capienza IRPEF, qui ci vogliono "stipendi" nell'ordine dei 100/150k annui per fare qualcosa di decente. E sara' dura avere certi introiti adesso che il paese e' a terra. Ci saranno, ma saranno una minima parte.. Sulla cessione del credito concordo con te.. Gia' e' stato un calvario far arrivare 600 euro garantiti dallo stato a dei poveri cristi, figurarsi importi nell'ordine di 100k.. Poi c'e' da pagare dipendenti e fornitori e questi ( specie adesso ) hanno bisogno di cash subitissimo.. Forse sarebbe stato meglio mantenere la detrazione in 10 anni

    ma che dici? con RAL di 50k paghi 20k di IRPEF quindi in 5 anni hai 100k di capienza
    Con 100k ci fai un po' di lavori, non sfrutterai tutti i massimali ma qualcosa di buono porti a casa.

    Il problema e' che devi avere almeno 200k disponibili sul conto e questo potrebbe essere un problema specialmente per chi magari ha appena comprato casa e non ha fatto un mutuo ad hoc per includere anche la ristrutturazione (anche perche' questa e' una novita')

    Io ad esempio non ne ho abbastanza per fare tutti i lavori quindi mi serve prima di tutto della liquidita' che posso poi ripagare con il credito fiscale e preferisco cederlo tutto piuttosto che avere un prestito in aggiunta al mutuo, ci sara' qualcun altro a beneficiare del 10% netto di rendimento (se qualcuno e' interessato mi faccia sapere )


    Ciao
    Andrea

  9. #9
    L'avatar di er cash
    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    1,472
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    1147 Post(s)
    Potenza rep
    22196180
    Citazione Originariamente Scritto da Paolo Vittori Visualizza Messaggio
    Fammi capire. Le banche prestano, ora, a che interesse prestano? Per L acquisto di una prima casa prestano allo 0,9%. Se non è prima casa L interesse e il 2,1%.
    In questo caso la banca presta allo stato soldi per i quali riceve il 2% NETTO all anno per 5 anni.

    E vero che la banca è avida e non le basta mai, ma il 2% netto su una somma complessiva massiva, con L inflazione a zero, francamente non mi pare malaccio
    La banca presta soldi in leva sui mutui... prende 1% su 100 ma mette 10...
    sui crediti di imposta non puo fare leva

  10. #10
    L'avatar di er cash
    Data Registrazione
    Jan 2019
    Messaggi
    1,472
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    1147 Post(s)
    Potenza rep
    22196180
    Citazione Originariamente Scritto da axoduss Visualizza Messaggio
    ma che dici? con RAL di 50k paghi 20k di IRPEF quindi in 5 anni hai 100k di capienza
    Con 100k ci fai un po' di lavori, non sfrutterai tutti i massimali ma qualcosa di buono porti a casa.

    Il problema e' che devi avere almeno 200k disponibili sul conto e questo potrebbe essere un problema specialmente per chi magari ha appena comprato casa e non ha fatto un mutuo ad hoc per includere anche la ristrutturazione (anche perche' questa e' una novita')

    Io ad esempio non ne ho abbastanza per fare tutti i lavori quindi mi serve prima di tutto della liquidita' che posso poi ripagare con il credito fiscale (e preferisco cederlo tutto piuttosto che avere un prestito in aggiunta al mutuo).

    Ciao
    Andrea
    Ma cosa vi interessa della capienza? cedere cedere cedere

Accedi