Negozi, bar, uffici vogliono tutti riaprire .. ma ci sarebbero clienti sufficienti ?
Il mito di Buffett tentenna con un mercato ‘troppo veloce’ per i suoi gusti, ecco cosa ha sbagliato prima e post Covid
Il rally del 40% di Wall Street dai minimi di marzo ha colto impreparato Warren Buffett che sembra aver perso il suo tocco magico e ha fatto fatica a destreggiarsi …
UniCredit: Memory Cash Collect con rimborso anticipato e barriera profonda
UniCredit lancia una nuova gamma di Memory Cash Collect Worst Of con premi trimestrali e autocallability. Diversi gli aspetti interessanti di questa nuova emissione che appare pensata per affrontare al …
ESG: Hsbc Global Asset Management quota su Borsa Italiana tre nuovi Etf azionari sostenibili
HSBC Global Asset Management annuncia la quotazione a partire da lunedì 6 luglio 2020 su Borsa Italiana di tre nuovi ETF azionari sostenibili: l’HSBC Europe Sustainable Equity UCITS ETF, l’HSBC …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    24,160
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    29 Post(s)
    Quoted
    8461 Post(s)
    Potenza rep
    42949692

    Negozi, bar, uffici vogliono tutti riaprire .. ma ci sarebbero clienti sufficienti ?

    Nella mia città commercianti ed esercenti sono sull'orlo della rivolta sociale. Si limitano ad occupare la piazze in silenzio, come hanno fatto gia' ieri, ma posso assicurarvi dalle loro conversazioni captate che il clima è drammatico. La Calabria addirittura minaccia di aprire tutto senza consenso governativo.

    Ma mi sembra che nessuno si ponga la domanda: ci saranno abbastanza clienti per beni e servizi alla riapertura dei bar, ristoranti, negozi, uffici ?

    La mia paura e' la seguente: se io fossi il presidente del Consiglio non mi incaponerei su sottili considerazioni tecniche del comitato tecnico scientifico. Lascerei aprire tutto, dal momento che prevedo che non ci saranno clienti per un bel po' di tempo ed eviterei i rischi della rivolta sociale, per me concreta.

    Commercianti ed esercenti hanno un'idea imperfetta che le riaperture di negozi ritorneranno gradualmente a far acquisire loro clienti. Temo che non sara' vero, poiché non ci sara' una ripresa lineare, ma una ripresa soffertissima, cioe' visite ed acquisti quasi inesistenti da far ravvedere commercianti ed esercenti che ha ragione Conte, cioe' che e' meglio tenere chiuso per non percepire la realta' drammatica in cui verserà una parte dell'Italia tra qualche mese.

  2. #2
    L'avatar di plak
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    17,537
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    4205 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Sento dire che molti non riapriranno più, se è così quelli che restano avranno un po' di clienti vista la minor concorrenza.

  3. #3
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    24,160
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    29 Post(s)
    Quoted
    8461 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da plak Visualizza Messaggio
    Sento dire che molti non riapriranno più, se è così quelli che restano avranno un po' di clienti vista la minor concorrenza.
    Secondo me invece riapriranno quasi tutti. Infatti non e' questo il punto se riapriranno o non riapriranno.
    Il punto e': ci saranno abbastanza clienti ?

    Quando constateranno che non ci saranno abbastanza clienti tutti quelli che dicevano che non avrebbero riaperto e che poi - contraddicendosi - hanno riaperto, chiuderanno.

    Definitivamente.

  4. #4
    L'avatar di P.A.T.
    Data Registrazione
    May 2001
    Messaggi
    24,160
    Blog Entries
    4
    Mentioned
    29 Post(s)
    Quoted
    8461 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da plak Visualizza Messaggio
    Sento dire che molti non riapriranno più
    Tieni conto che molte di queste posizioni sono strumentali, per accedere al credito bancario senza condizioni.

    Ma le banche non sono stupide, fanno questo lavoro dal 1400, dai tempi dei Medici a Firenze e nonostante quanto dicano i TG non daranno i 25.000 Euro a tutti con la minaccia che non riapriranno.

    Le regole base delle banche sono sempre le stesse, non cambia nulla:

    1 PRIORITA' DI ASSEGNAZIONE sulla base della considerazione se i beni immobiliari sono di proprieta' o meno e soprattutto se i beni immobiliari sono appetibili per la banca.

    2 Fideiussioni personali a garanzia del finanziamento per chi e' in affitto

    3 Richieste di compensazione parziale con posizioni pregresse.

    E per chi e' in affitto dicono che le banche chiedano persino bilanci 2019 in bozza.

  5. #5

    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    579
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    291 Post(s)
    Potenza rep
    17019140
    Citazione Originariamente Scritto da P.A.T. Visualizza Messaggio
    Nella mia città commercianti ed esercenti sono sull'orlo della rivolta sociale. Si limitano ad occupare la piazze in silenzio, come hanno fatto gia' ieri, ma posso assicurarvi dalle loro conversazioni captate che il clima è drammatico. La Calabria addirittura minaccia di aprire tutto senza consenso governativo.

    Ma mi sembra che nessuno si ponga la domanda: ci saranno abbastanza clienti per beni e servizi alla riapertura dei bar, ristoranti, negozi, uffici ?

    La mia paura e' la seguente: se io fossi il presidente del Consiglio non mi incaponerei su sottili considerazioni tecniche del comitato tecnico scientifico. Lascerei aprire tutto, dal momento che prevedo che non ci saranno clienti per un bel po' di tempo ed eviterei i rischi della rivolta sociale, per me concreta.

    Commercianti ed esercenti hanno un'idea imperfetta che le riaperture di negozi ritorneranno gradualmente a far acquisire loro clienti. Temo che non sara' vero, poiché non ci sara' una ripresa lineare, ma una ripresa soffertissima, cioe' visite ed acquisti quasi inesistenti da far ravvedere commercianti ed esercenti che ha ragione Conte, cioe' che e' meglio tenere chiuso per non percepire la realta' drammatica in cui verserà una parte dell'Italia tra qualche mese.
    Concordo.

    Per quanto mi riguarda, andare a prendere il caffè al bar rappresentava il piacere di entrare in luogo piacevole, stare al bancone sorseggiando il caffè mentre controllavo lo smartphone e magari facendo due chiacchere con qualche amico.

    L'idea di dover fare la coda, distanziato di due metri, magari in attesa per 10 minuti, per poi prendere il caffè nel bicchierino usa e getta ed uscire per consumarlo all'aperto......beh.....diciamo che ne faccio volentieri a meno.

    Pertanto difficilmente entrerò in un bar.

    Stesso discorso vale per i ristoranti, i negozi di abbigliamento e tutti quelli che non vendono oggetti di primaria necessità.

  6. #6
    L'avatar di Maxartax
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    36,081
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    1739 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    C'è gente che non vede l'ora di andare al ristorante, c'è gente che vorrebbe andarci ma ha paura, gente che vorrebbe andarci ma plexiglass & co. non li può vedere e gente che dopo due mesi a casa dei ristoranti può farne a meno

  7. #7
    L'avatar di Tonel
    Data Registrazione
    Mar 2020
    Messaggi
    239
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    155 Post(s)
    Potenza rep
    7703537
    Sono d'accordo, io credo che anche se aperti al pubblico (ristorazione e negozi) dovessero riapire domani non attirerebbe così tanti clienti: per i ristoranti la sensazione che leggo è "piuttosto che fare una cena che sembra di essere allo sportello postale rinuncio", per i negozi anche chi non era avverso all'online in questi mesi ha comprato li, non avendo alternativa.
    Mi sbaglierò, ma in parallelo con il minor volume di spesa dovuto alla crisi e disoccupazione, si scoprirà/riscoprirà/consoliderà il mercato online.

    My2cents

  8. #8
    L'avatar di fdg86
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    17,211
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    6585 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Penso che bar e ristoranti ritroveranno la clientela. Forse saremo tutti fulminati ma tra i miei conoscenti quasi tutti vorrebbero tornarci presto, a mangiare una pizza o verso un aperetivo all'aperto.
    Sui negozi la vedo più dura dato che molti negozianti avevano prezzi folli.

  9. #9
    L'avatar di Sirswatch
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    6,957
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    2107 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Guarda PAT io ti posso dire come è qui in Swiss.
    La gente SCALPITA per prenotare le vacanze all'estero. Tanto che dal governo federale hanno diramato una "intervista" in cui si suggeriva di attendere spiegando a cosa potessero andare incontro....
    Anch'io pensavo che le persone fossero un po' rinsavite, che avesso valutato come la vita frenetica e assurda che facevano prima cappuccino/brioche di corsa prima di andare al lavoro, apericena come se piovesse, pranzo farlocco al bar così non c'è da cucinare e lavare i piatti, eccetera eccetera. Invece nulla. il 90% di quelli con cui parlo non aspetta altro che di poter tornare alla vita "normale" e quando gli chiedo cosa è per lui normale mi elenca: calcio, bar, ristoranti
    Pertanto appena decretano il "tana liberi tutti" tornerà tutto come prima

  10. #10

    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    956
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    578 Post(s)
    Potenza rep
    21843090
    Citazione Originariamente Scritto da P.A.T. Visualizza Messaggio
    E per chi e' in affitto dicono che le banche chiedano persino bilanci 2019 in bozza.
    Chiedono il bilancio 2018 depositato + provvisorio 2019 + un paio di moduli da compilare.
    Ma non dovrebbe esserci l'istruttoria e quindi tempi di rilascio più rapidi.

    Io ho ssentito anche di chi, avendo un fido di oltre 30k, in caso di accesso al prestito da 25k avrebbe visto quei soldi ridurre il fido e non andare nella liquidità....

    Per le attività di ristorazione credo che prima di chiudere si andranno a riprendere i margini dove ci sono, ovvero nei dipendenti.
    Che saranno i primi a saltare.
    Poi se la coperta continuerà ad essere corta alla fine abbasseranno la serranda.

Accedi