La prossima volta che pagate un atto dal notaio non dimenticate di dargli la mancia ! - Pagina 12
Piazza Affari sale nonostante batosta Eni. Sul Ftse Mib impennata per STM e Banco BPM
Giornata senza verve oggi per Piazza Affari che alla fine strappa un tiepido segno più. Il Ftse Mib apre il nuovo mese e l’ultimo trimestre dell’anno con un +0,24% a …
Eni su minimi da brivido e -53% Ytd. Possibile buy opportunity che può far da traino a tutto il Ftse Mib
Ennesima giornata difficile per il comparto oil complice il violento dietrofront del petrolio con WTI arrivato fino a -5%. A Piazza Affari sono sotto il fuoco delle vendite ENI (oltre …
Borsa Usa: settembre da dimenticare, ma Big Tech fanno la fortuna nel III trimestre. Nasdaq +11% con Tesla +245%
Un settembre da dimenticare, ma un terzo trimestre di tutto rispetto per la Borsa Usa. Wall Street ha fatto bene nel periodo compreso tra luglio e settembre, grazie ai guadagni …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #111
    L'avatar di riavulill
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    1,778
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    1305 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Il notaio non è una figura top nè un dipendente qualunque, è semplicemente una figura superabile che esiste solo per l'inacapacità dello stato di farsi garante nelle varie forme di contrattazione.

  2. #112
    L'avatar di Mirtosardo
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    861
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    728 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Guarda @Flavio Ezio che non sto dicendo che siano una categoria di morti di fame, per niente. Dico solo che i guadagni che si immaginano ormai sono appannaggio di anni passati che non credo tornino più.
    Io so per certo che nel più grande studio di Milano che tutti conoscete, un notaio con qualche anno di esperienza prende netti 3200 euro più un premio di produzione di fine anno che si aggira intorno ai 15.000 lordi
    Cifre alte per carità, ma che per Milano magari non sguazzi nell'oro
    Diverso il discorso in provincia, qua da me conosco un notaio un po' più grande di me, cresciuti vicino a casa, spesso parliamo quando ci si incontra e mi dice che non supera i 2000 netti, ma questo perchè ormai qua si fanno solo successioni, donazioni e mutui, il diritto societario o M&A per esempio ovviamente non esiste, ed è lì che si trovano i veri guadagni

    Il discorso del "reddito minimo" notarile è vero ma incompleto, ma anche qua ci sarebbe da approfondire

    Il vero punto è che la professione è molto contingentata, quindi la concorrenza di fatto non esiste, i minimi tariffari non sono stati aboliti ( a differenza dei poveracci cugini avvocati). Ma è un mondo davvero ostico per chi entra senza agganci. Tanto per dirti, questo mio conoscente è stato deferito all'ordine perchè ha chiesto 60 euro (!!!) per una delega, considera che il prezzo medio è 120-180. Però se sei giovane e senza clienti, come fai a farti conoscere se non abbassando i prezzi? Il notaio è solo un esecutore, non si paga nessun valore aggiunto al suo servizio, è un passaggio forzato obbligato dalla burocrazia italiana, quindi uno vale l'altro

  3. #113
    L'avatar di Mirtosardo
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    861
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    728 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Per concludere: oggi il notaio è totalmente inutile, considera che gli atti sono sempre uguali, e scritti nella totalità dei casi dagli assistenti in studio. Il notaio autentica la firma e appone il timbro che certifica il suo potere concesso dallo Stato. Oggi tutte queste funzioni sarebbero esplorabili facilmente con un catasto aggiornato seriamente ( ma è chiedere troppo) e un sistema di autenticazione digitale, che già abbiamo come lo SPID

    Ripeto, c'è una direttiva Europa in ballo per la prossima estate se non ricordo male o addirittura per questa non ricordo con precisione, che in quanto direttiva è obbligatorio il fatto che dovrà essere recepita, che permette la costituzione di società online senza il timbro notarile. Penso che la strada ormai sia tracciata

  4. #114

    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    25,646
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    3308 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Comunque non si capisce perchè non può essere la cassa del notariato ad aiutare quelli poveri e in difficoltà.
    Perchè li dobbiamo aiutare tutti noi con i 600 euro?
    Io aiuterei solo chi ha davvero bisogno. Per anni ho versato all'inarcassa (che si guarda bene dal darmi la pensione fino a 70 anni) potrebbero aiutare loro eventuali giovani ingg. in difficoltà (vera).

  5. #115

    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    7,714
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    3621 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Mirtosardo Visualizza Messaggio
    Guarda @Flavio Ezio che non sto dicendo che siano una categoria di morti di fame, per niente. Dico solo che i guadagni che si immaginano ormai sono appannaggio di anni passati che non credo tornino più.
    Assolutamente, e come hai detto la stessa cosa riguarda proporzionalmente gli avvocati.

    Citazione Originariamente Scritto da Mirtosardo Visualizza Messaggio
    Io so per certo che nel più grande studio di Milano che tutti conoscete, un notaio con qualche anno di esperienza prende netti 3200 euro più un premio di produzione di fine anno che si aggira intorno ai 15.000 lordi
    Cifre alte per carità, ma che per Milano magari non sguazzi nell'oro
    Diverso il discorso in provincia, qua da me conosco un notaio un po' più grande di me, cresciuti vicino a casa, spesso parliamo quando ci si incontra e mi dice che non supera i 2000 netti, ma questo perchè ormai qua si fanno solo successioni, donazioni e mutui, il diritto societario o M&A per esempio ovviamente non esiste, ed è lì che si trovano i veri guadagni
    Citazione Originariamente Scritto da Mirtosardo Visualizza Messaggio
    Il discorso del "reddito minimo" notarile è vero ma incompleto, ma anche qua ci sarebbe da approfondire
    E allora approfondiamo, perché con il reddito minimo garantito, il tuo amico già andrebbe oltre quella soglia. Posto che stiamo parlando di un neo-notaio.

    Citazione Originariamente Scritto da Mirtosardo Visualizza Messaggio
    Il vero punto è che la professione è molto contingentata, quindi la concorrenza di fatto non esiste, i minimi tariffari non sono stati aboliti ( a differenza dei poveracci cugini avvocati). Ma è un mondo davvero ostico per chi entra senza agganci. Tanto per dirti, questo mio conoscente è stato deferito all'ordine perchè ha chiesto 60 euro (!!!) per una delega, considera che il prezzo medio è 120-180. Però se sei giovane e senza clienti, come fai a farti conoscere se non abbassando i prezzi? Il notaio è solo un esecutore, non si paga nessun valore aggiunto al suo servizio, è un passaggio forzato obbligato dalla burocrazia italiana, quindi uno vale l'altro
    Sì, come hai detto, il numero delle persone che si presentano è indice del grado di appetibilità di certe posizioni, soprattutto con confronti con altre epoche.
    Il fatto è che dire 'una volta che entri è comunque ostico' è un affronto all' altro 95 % di professioni, mestieri e lavori. Cioè, non scendiamo al livello 'è ostico perché la vita è ostica', ci sono cose che non sono cambiate: diventare notaio è difficilissimo, ma se lo diventi, rispetto alla gran parte dell'attuale comparto lavorativo italiano, hai svoltato. E' poi logico che se ci stiamo impoverendo redditualmente, anche il notaio si impoverisce, e quelle cose scritte da ci ha aperto il topic sono solo fotografie da un passato che non è più attuale, o al massimo casi eccezionali.

  6. #116
    L'avatar di Mirtosardo
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    861
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    728 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da Flavio Ezio Visualizza Messaggio
    Assolutamente, e come hai detto la stessa cosa riguarda proporzionalmente gli avvocati.





    E allora approfondiamo, perché con il reddito minimo garantito, il tuo amico già andrebbe oltre quella soglia. Posto che stiamo parlando di un neo-notaio.



    Sì, come hai detto, il numero delle persone che si presentano è indice del grado di appetibilità di certe posizioni, soprattutto con confronti con altre epoche.
    Il fatto è che dire 'una volta che entri è comunque ostico' è un affronto all' altro 95 % di professioni, mestieri e lavori. Cioè, non scendiamo al livello 'è ostico perché la vita è ostica', ci sono cose che non sono cambiate: diventare notaio è difficilissimo, ma se lo diventi, rispetto alla gran parte dell'attuale comparto lavorativo italiano, hai svoltato. E' poi logico che se ci stiamo impoverendo redditualmente, anche il notaio si impoverisce, e quelle cose scritte da ci ha aperto il topic sono solo fotografie da un passato che non è più attuale, o al massimo casi eccezionali.
    Svolti è vero, ma ti assicuro che svolti molto di più vincendo concorsi che sono di pari difficoltà, ma che ti danno l'accesso a Banca d'Italia, in magistratura o in avvocatura dello stato ( lasciando stare quelli politicizzati come in Consob o in Camera&Senato)


    Io parlavo di ostico nel senso che, come ho detto, il lavoro del notaio non porta concretamente nessun valore aggiunto, non è un commercialista che ti attua una pianificazione fiscale conveniente, non è un avvocato che ti evita la condanna, è solo un esecutore. Chiunque ha il timbro può farlo
    il problema non è solo quanto si guadagna, e comunque i primi anni anche solo con un dipendente, vieni a spendere comunque 5mila euro al mese, tra affitto, utenze, programmi notarili etc etc. poi metti di fatturare 10mila euro che corrispondono circa a 7 vendite più miscellanea (qualche procura, qualche testamento o donazione), alla fine hai un ante imposte di circa 5000 euro mensili (escluso agosto!), quindi il tuo netto è di 2000-2500 Euro mensili... tutto vero.

    In ogni caso queste somme non ripagano dieci anni di studi il cui costo, tra spese per la casa a Napoli o a Roma, scuole, libri, e soprattutto mancati guadagni (poniamo almeno 25mila Euro l'anno), possiamo ben pensare che la preparazione notarile costa tra i 200mila (per i più veloci) e i 300mila (per chi nel contempo non ha proprio lavorato).

    A conti fatti un saldo attivo solo dopo 7-10 anni di professione!!!
    Certo un caso a parte è chi eredita uno studio avviato, oppure è un maestro delle public relations (cosa difficile se ha passato chiuso in casa gli ultimi dieci anni!) e riesce a paracularsi agenzie immobiliari a pacchi. Ma queste sono eccezioni, la realtà dei nuovi notai è quella fotografata da Laurini.
    Il notariato è moribondo dal 2008, ora è definitivamente defunto.

    Chiunque - ripeto: chiunque! - viva nel mondo reale, lavori in uno studio notarile o in uno studio legale specializzato in diritto civile o societario (e, dunque, in contatto con studi notarili per ragioni di lavoro) sa benissimo che - salvi pochi studi notarili concentrati soprattutto a Milano e a Roma - gli altri studi notarili vivacchiano e galleggiano.

    I tempi d'oro degli anni novanta e della prima decade degli anni 2000 (sino al 2008, più precisamente) sono ormai un vago e pallido ricordo di una gloria passata e ormai relegata a una epoca finita.

    Pochi dati inoppugnabili bastano a dare un quadro della situazione:

    1) Nessuno vuole più fare il notaio, tanto è vero che:

    - in alcuni distretti il crollo delle vocazioni sfiora il 70%

    - l'innalzamento del numero di consegne (da 3 a 5) è teso a recuperare alcuni candidati in più, dati che, in mancanza, il concorso notarile correva il rischi di essere celebrato per ..... pochi intimi.

    Morale della favola: la professione non attira più.

    2) il 75% dei notai ha un reddito lordo pari a 70.000 euro per anno: oggi, anzi, forse pure meno, dato che tale statistica è del 2017 (Corriere della Sera, prima pagina) e da allora la situazione è peggiorata ulteriormente.

    Non oso immaginare quali prospettive vi sanno nell'immediato, a causa del corona virus.

    3) A fronte di tali numeri, c'è chi si illude leggendo la media dei numeri della categoria, ignorando che la media è falsata dal mega reddito lordo di pochi professionisti e che la stra - grande maggioranza dei notai ha un reddito lordo equiparabile a quello di un buon commercialista.

    Essendo pochi i notai (il numero da porre a denominatore nella frazione) , questi divarii tra i pochi (super ricchi) e i tanti altri (normali) creano una media ponderata assolutamente fuorviante, soprattutto se sei un notaio estraneo al ristretto circuito delle law firms notarili di Milano o Roma.

    4) La legge Bersani ha fatto il resto, abolendo il minimo tariffario : con la conseguenza di scatenare, ai fini dell'accaparramento della clientela, una gara al ribasso del valore delle prestazioni notarili

    5) Sottrazione di competenze

    Quando potrà farsi a meno del notaio per la costituzione di srl, resterà al notariato solo l'immobiliare, a prezzi da discount



    Ci sarebbero altre ragioni (aumento del numero di notai in esercizio, difficoltà nell'accesso al credito e minor numero di compravendite ecc), ma il quadro è, by and large, quello di cui sopra.


    @Flavio Ezio mi sono dilungato ma mi sembravi interessato

  7. #117

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    902
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    792 Post(s)
    Potenza rep
    36735822
    Certo che se un notaio, suppongo giovane e nel pieno delle sue forze e capacita' cognitive, fa sette compravendite e qualche procura in un mese c'e' da domandarsi come trascorre il suo tempo...
    Penso si dovra' trovare degli hobbies, oppure un secondo lavoro (ma credo che sia strettamente vietato).
    Da suggerire come soluzione a quelli che lambiccano il cervello su come vivere di rendita….

  8. #118

    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    7,714
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    3621 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Mirtosardo Visualizza Messaggio
    @Flavio Ezio mi sono dilungato ma mi sembravi interessato
    Sì, diciamo che non concordo minimamente con il tono che gli dai, perché poi ripeto che molte cifre sono esagerate o sottostimate, ovviamente non esiste una sola categoria professionale che non si lamenti o pianga, ma mica dal 2008 eh, fa parte del gioco delle parti.

  9. #119

    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    7,714
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    3621 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da freetimenow Visualizza Messaggio
    Certo che se un notaio, suppongo giovane e nel pieno delle sue forze e capacita' cognitive, fa sette compravendite e qualche procura in un mese c'e' da domandarsi come trascorre il suo tempo...
    Penso si dovra' trovare degli hobbies, oppure un secondo lavoro (ma credo che sia strettamente vietato).
    Da suggerire come soluzione a quelli che lambiccano il cervello su come vivere di rendita….
    Bè diciamo che di media, almeno per le compravendite, dipende dal periodo storico, sono quasi 5 mila notai e le NTN nel 2019 sono state quasi 600 mila, ed è stato il migliore anno in un decennio.

  10. #120

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    902
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    792 Post(s)
    Potenza rep
    36735822
    Citazione Originariamente Scritto da Flavio Ezio Visualizza Messaggio
    Bè diciamo che di media, almeno per le compravendite, dipende dal periodo storico, sono quasi 5 mila notai e le NTN nel 2019 sono state quasi 600 mila, ed è stato il migliore anno in un decennio.
    No, ma io mica mettevo in dubbio quello che dice @Mirtosardo, mi domandavo solo come trascorre il suo tempo un giovane professionista trentenne che a questo punto sara' seriamente impegnato max. 3/4 ore al giorno.

    Magari avra' assunto una bella gno.cca come segretaria e cosi' si fara' le sue otto ore in ufficio?

Accedi