Casa ? Sventura per l'economia occidentale - Pagina 3
Apple punta i 2 trilioni $ e fa felice Buffett. Ma il peso record delle Mega Cap è un’insidia per tutta Wall Street
Era agosto 2018 quando Apple infranse per la prima volta il muro del trilione di dollari di capitalizzazione. Adesso a distanza di due anni esatti il colosso di Cupertino appare …
Chiusura Piazza Affari: Telecom e Unicredit tra i migliori sul Ftse Mib, CNH (+4%) grazie a scatto Nikola
La settimana di Ferragosto si è aperta con segno più per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha chiuso a 19.651 punti (+0,69%). Venerdì l’indice aveva chiuso in progresso grazie all’assist …
Triboo cede ShinyStat e avvia partnership con SevenData (gruppo Kompass)
Triboo cede ShinyStat a SevenData e contestualmente avvia una partnership con la società facente capo al Gruppo Kompass, permettendo lo sviluppo dell'offerta di ShinyStat a livello internazionale. Il gruppo attivo …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21
    L'avatar di FogOnLine
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    9,875
    Mentioned
    54 Post(s)
    Quoted
    3853 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da freetimenow Visualizza Messaggio
    Ma voi ve lo siete mai chiesto come mai le aziende e sopratutto le multinazionali "scelgono di concentrarsi nelle realta' urbane maggiori"?

    Beh ve lo rivelo io.

    Lo fanno per essere attrattive per i "giovani talentuosi". Il giovane Manager di Talento (finanziario, IT, Marketing fate voi) che mettiamo viene da Londra, forse potrebbe accettare una posizione in un'Azienda a Milano, ma mai a Pavia o Cremona.

    Qualcuno si e' mai chiesto come mai il gruppo Philips una quindicina di anni or sono decise di spostare ad Amsterdam il suo quartier generale invece di tenerlo a Eindhoven (citta Olandese dove il gruppo era nato, pulitissima, efficientissima e relativamente economica)? Domandatevi e rispondetevi….
    Aziende di una certa dimensione scelgono realtà strutturate perché necessitano sia di servizi di base efficienti (trasporti, logistica, connessioni adeguate...) sia di offerta di servizi evoluti. Questo è uno dei motivi per cui nascono e si concentrano poli tecnologici che includono aziende in sinergia sulle competenze (e, in questi casi, l'attrazione di 'talenti' la fanno automaticamente le opportunità di crescita professionale e la crescita del potere contrattuale sui salari potendo cambiare tra molte aziende concentrate).

    L'esempio che hai fatto, peraltro, non è calzante.
    Ad Eindhoven c'è ASML (che non è proprio un microbo ) che, in collaborazione con TU Eindhoven, fa attrazione di talenti talmente bene che le abitazioni hanno raggiunto prezzi mai visti. E la Philips ha lasciato gli stabilimenti (obsoleti dal punto di vista produttivo) facendone uno dei più grossi poli di ricerca e sviluppo per start-up.


    Citazione Originariamente Scritto da Antoniano2 Visualizza Messaggio
    No il discorso é più articolato. sintesi: gli incentivi discorcono il mercato. Ok boomer etc.
    Un mercato in cui l'investimento fosse più libero avrebbe una migliore offerta nel rapporto qualità prezzo
    Esattamente, un mercato dell'affitto limitato significa meno concorrenza, offerta minore e prezzi più alti.
    E il grosso limite dovuto alle percentuali di proprietà della casa di abitazione rende (e ha reso) più onerosa e meno appetibile la mobilità anche qualora si trattasse di zone relativamente vicine.
    Ultima modifica di FogOnLine; 21-01-20 alle 08:58

  2. #22

    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    2,035
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    1626 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Antoniano2 Visualizza Messaggio
    Ot e infantile ancora. La legge la sceglie la popolazione. La popolazione vuole l'incentivo alla prima casa e questo ottiene. Qui stiamo parlando delle CONSEGUENZE di tale azione che dura da decenni
    Scusa, ma l'incentivo alla prima casa in Italia quale sarebbe? Pagare il 2% invece del 9% di imposta d'acquisto? O cos'altro?

    L'uomo ha una naturale tendenza a volersi stanziare fin dalla notte dei tempi. Stanzialità e comunità. Quindi è umano e del tutto fisiologico che le persone cerchino di mettere radici e crearsi un'identità.

  3. #23

    Data Registrazione
    Apr 2018
    Messaggi
    4,213
    Mentioned
    41 Post(s)
    Quoted
    3427 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Il possesso della propria abitazione e' un fattore fondamentale per la stabilita', LIBERTA' e indipendenza di una famiglia.

    Il voler tutti in affitto e' solo un tentativo di destabilizzare le persone, rendendole precarie, sole e mobili, per avere una massa di lavoratori schiavi delle aziende pronti a lavorare e basta.

    I problemi legati al costo e alla speculazione sono solo frutto della mala gestione delle normative che dovrebbero tutelare un bene primario come la casa. E che ci hanno portati ad avere gli under 35 solo proprietari al 3% di case, quando la stessa fascia di eta' 40 anni fa' erano 10 volte tanto.
    Questo per di piu' in Italia in cui abbiamo un IPER costruito, ma dove i prezzi sono ancora da mutuo, e slegati dal potere di acquisto dato solo dal lavoro.

    Il problema delle case e' solo legislativo. Leggi che tutelano chi e' diventato proprietario decenni fa' a una frazione del costo attuale e che obbligano i giovani a diventare schiavi delle banche per possedere dei loculi.

  4. #24

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    794
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    705 Post(s)
    Potenza rep
    33244897
    Citazione Originariamente Scritto da FogOnLine Visualizza Messaggio
    Aziende di una certa dimensione scelgono realtà strutturate perché necessitano sia di servizi di base efficienti (trasporti, logistica, connessioni adeguate...) sia di offerta di servizi evoluti. Questo è uno dei motivi per cui nascono e si concentrano poli tecnologici che includono aziende in sinergia sulle competenze (e, in questi casi, l'attrazione di 'talenti' la fanno automaticamente le opportunità di crescita professionale e la crescita del potere contrattuale sui salari potendo cambiare tra molte aziende concentrate).

    L'esempio che hai fatto, peraltro, non è calzante.
    Ad Eindhoven c'è ASML (che non è proprio un microbo ) che, in collaborazione con TU Eindhoven, fa attrazione di talenti talmente bene che le abitazioni hanno raggiunto prezzi mai visti. E la Philips ha lasciato gli stabilimenti (obsoleti dal punto di vista produttivo) facendone uno dei più grossi poli di ricerca e sviluppo per start-up.




    Esattamente, un mercato dell'affitto limitato significa meno concorrenza, offerta minore e prezzi più alti.
    E il grosso limite dovuto alle percentuali di proprietà della casa di abitazione rende (e ha reso) più onerosa e meno appetibile la mobilità anche qualora si trattasse di zone relativamente vicine.
    1. Le cose che dici tu puoi averle benissimo o forse meglio fuori da una grande metropoli. Allora come mai molte aziende concentrano i loro HQ (non certo le fabbriche o I centri ricerca) nelle grandi metropoli?
    2. Il caso di Philips e' molto pertinente perche appunto parliamo dell'HQ e non degli stabilimenti (piu o meno obsoleti).
    3. Ogni azienda fa le sue scelte e quelle di ASML saranno diverse da Philips. Benissimo e meno male. Altrimenti Barilla doveva gia' essersene andata da Parma e Ferrero da Alba. Ma questo non inficia il discorso generale.
    4. I prezzi di Eindhoven rispetto ad Amsterdam sono molto economici, chiedi a chi ci vive.
    5. Prova a convincere un markettaro creativo di alto livello abituato a Londra o a New York a vivere in una cittadina di provincia che alle sette di sera c'e' il coprifuoco, poi mi racconti.

    Senza polemica ma e' cosi.

  5. #25
    L'avatar di sandalio
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    5,418
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    2262 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da cisiamoquasi Visualizza Messaggio
    Il problema delle case e' solo legislativo. Leggi che tutelano chi e' diventato proprietario decenni fa' a una frazione del costo attuale e che obbligano i giovani a diventare schiavi delle banche per possedere dei loculi.
    Mai frase fu più giusta.

  6. #26
    L'avatar di FogOnLine
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    9,875
    Mentioned
    54 Post(s)
    Quoted
    3853 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da freetimenow Visualizza Messaggio
    1. Le cose che dici tu puoi averle benissimo o forse meglio fuori da una grande metropoli. Allora come mai molte aziende concentrano i loro HQ (non certo le fabbriche o I centri ricerca) nelle grandi metropoli?
    2. Il caso di Philips e' molto pertinente perche appunto parliamo dell'HQ e non degli stabilimenti (piu o meno obsoleti).
    3. Ogni azienda fa le sue scelte e quelle di ASML saranno diverse da Philips. Benissimo e meno male. Altrimenti Barilla doveva gia' essersene andata da Parma e Ferrero da Alba. Ma questo non inficia il discorso generale.
    4. I prezzi di Eindhoven rispetto ad Amsterdam sono molto economici, chiedi a chi ci vive.
    5. Prova a convincere un markettaro creativo di alto livello abituato a Londra o a New York a vivere in una cittadina di provincia che alle sette di sera c'e' il coprifuoco, poi mi racconti.

    Senza polemica ma e' cosi.
    Ad Eindhoven ci passo circa 5 mesi l'anno e ci sto cercando casa. Penso che sia sufficiente.

  7. #27

    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    2,035
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    1626 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Aggiungo anche un elemento per prova a fare un pò di brainstorming.

    Ammettiamo per hp che da domani mattina diventa vietato essere proprietari di casa e che tutte le abitazioni diventano di proprietà di più investitori istituzionali che iniziano a gestirle occupandosi dei servizi generali e chiedendo una pigione a seconda delle esigenze delle persone (pay per use) anche in modo flessibile. Cosa succederebbe in questo nuova struttura di mercato? L'abitare diventerebbe più accessibile? Quale pricing fisseranno questi proprietari istituzionali?

  8. #28
    L'avatar di FogOnLine
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    9,875
    Mentioned
    54 Post(s)
    Quoted
    3853 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da 123abc Visualizza Messaggio
    Aggiungo anche un elemento per prova a fare un pò di brainstorming.

    Ammettiamo per hp che da domani mattina diventa vietato essere proprietari di casa e che tutte le abitazioni diventano di proprietà di più investitori istituzionali che iniziano a gestirle occupandosi dei servizi generali e chiedendo una pigione a seconda delle esigenze delle persone (pay per use) anche in modo flessibile. Cosa succederebbe in questo nuova struttura di mercato? L'abitare diventerebbe più accessibile? Quale pricing fisseranno questi proprietari istituzionali?
    @Antoniano2 ha focalizzato bene il problema.
    Incentivi o obblighi distorcono il mercato e la concorrenza.

    Anche il termine "vietato" è una (fortissima) distorsione di mercato (dal mio punto di vista molto negativo).

  9. #29

    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    2,035
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    1626 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da FogOnLine Visualizza Messaggio
    @Antoniano2 ha focalizzato bene il problema.
    Incentivi o obblighi distorcono il mercato e la concorrenza.

    Anche il termine "vietato" si è una (fortissima) distorsione di mercato.
    Ma gli incentivi e gli obblighi sempre ci sono stati e sempre ci saranno. Però per non parlare del sesso degli angeli (cioè una discussione filosofica non serve a nessuno) ammettiamo che l'Economist abbia centrato la causa dell'eccesso dei prezzi delle case nei grandi centri (secondo me neanche per idea, posto che vai causa che trovi, si fanno distorcere dall'home bias e pensano di applicarlo in tutto il mondo) l'alternativa quali pro e contro avrebbe?

  10. #30
    L'avatar di FogOnLine
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    9,875
    Mentioned
    54 Post(s)
    Quoted
    3853 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da 123abc Visualizza Messaggio
    Ma gli incentivi e gli obblighi sempre ci sono stati e sempre ci saranno. [...]
    Non è che sia un obbligo costituzionale, dove uno stato fa da regolatore del mercato piuttosto che obbligare ....

    "[...]Most important, in a few places the rate of home ownership is low and no one bats an eyelid. It is just 50% in Germany, which has a rental sector that encourages long-term tenancies and provides clear and enforceable rights for renters. With ample supply and few tax breaks or subsidies for owner-occupiers, home ownership is far less alluring and the political clout of NIMBYs is muted. Despite strong recent growth in some cities, Germany’s real house prices are, on average, no higher than they were in 1980.[...]"

Accedi