Vivere a Milano con 1200 €, è possibile? - Pagina 64
BTP Italia tornerà a far breccia tra le famiglie? Emissione al via tra tante certezze e qualche incognita
Tutto pronto per il Btp Italia. Il collocamento della quindicesima emissione del titolo di stato indicizzato all?inflazione (FOI meno tabacchi) dedicato ai piccoli risparmiatori italiani avrà luogo dal 21 al …
Tassi di interesse negativi ci dicono che il futuro vale più del presente in un mondo dove sovrabbonda il risparmio
Cosa si nasconde dietro questa grossa ondata di tassi d?interesse negativi? Da Francoforte  a Zurigo passando per Tokio, più di un terzo dei bond presenti sul mercato offrono ormai ritorni …
Calendario conti 3° trimestre 2019 Ftse Mib: apre Saipem, banche e FCA le più attese
Dopo un inizio poco fortunato, il mese di ottobre ha visto un forte rialzo dei mercati azionari internazionali. Gli indici USA sono tornati sui massimi storici, mentre quelli europei (Ftse …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #631

    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    1,392
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    952 Post(s)
    Potenza rep
    40426697
    Citazione Originariamente Scritto da Due.Zero Visualizza Messaggio
    Ma scusa, se ti vuoi allontanare dalla famiglia (scelta su cui ovviamente non entro in merito) ed attualmente fai 140 Km al giorno (immagino 70 andata e 70 ritorno), perchè non ti trasferisci avvicinandoti all'attuale posto di lavoro od in una località ad esso più vicina ma magari sul mare o più grande?

    Ecco che così facendo metteresti un po' di distanza dalla famiglia, risparmieresti tempo e denaro negli spostamenti e forse avresti costi della vita più abbordabili che in qualunque città al nord.

    Ed andresti a mettere via da parte qualche soldo che non fa mai male.

    Poi se anche questa situazione non ti dovesse soddisfare, dopo averla provata, puoi pensare di cambiare la sede di lavoro.

    Ma almeno lo fai per gradi... magari un piccolo cambiamento può bastare a toglierti quella sensazione di frustrazine di cui parli.
    Io suggerirei Emilia o Veneto.
    Per un semplice motivo: la [email protected]


    Va bene la boutade, ma se lo scopo principale è cambiare aria suggerisco quelle zone. I locali sono abbastanza espansivi ed è facile fare conoscenze femminili. Costo della vita assolutamente sostenibile.
    Ultima modifica di cecc88; Ieri alle 14:08

  2. #632

    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    1,392
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    952 Post(s)
    Potenza rep
    40426697
    Citazione Originariamente Scritto da havokiano Visualizza Messaggio
    questa cosa del "a 6 anni dalla laurea" non la condivido proprio. La mentalità del "o fai carriera da giovane o sei tagliato fuori" è sbagliata, la carriera la puoi fare anche a 30 come 35 come 40. Se uno si sveglia più tardi di un altro non significa certo che abbia fallito, l'importante è che si sveglia.
    Trovo un sacco di giovani che fino alla laurea si fanno una guerra a colpi di 110 per poi buttarsi via alla prima proposta di lavoro e rimanere nella stessa posizione lavorativa per tutta la vita. Quello che conta è la fame di crescita, la capacità di capire se ci sono sbocchi e crescita nel lavoro che stai facendo o nel settore in cui stai lavorando.
    Devi avere ambizione e rischiare ogni volta il cambiamento, io mi sono dimesso più volte da contratti a tempo indeterminato per andare ad aumentare il mio ral, a volte mi è andata peggio (aumentando il ral ma a dismisura il monte ore) ma a furia di cambiare prima o poi becchi l'opportunità giusta e come una radice ti fai strada per trovare la fonte di acqua più redditizia. Poi arriverà il giorno che ti stancherai di cambiare e cercare, c'è chi si stanca dopo 1 cambiamento, chi dopo 2 chi dopo 3.. finchè non ti stanchi hai possibilità di crescita
    Hai ragione, tutto vero.
    Però diciamo che ci sono due paletti di solito:
    - molte aziende hanno un policy di non nominare dirigenti sopra una certà età
    - il tempo passa e invecchi. Se ti ammazzi dai 25 ai 35 puoi alzare il piede dall'acceleratore e fare famiglia. Se lavori come un matto più avanti dovrai essere molto bravo a gestire i rapporti familiari.

  3. #633
    L'avatar di havokiano
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    34,196
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    3625 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da cecc88 Visualizza Messaggio
    Hai ragione, tutto vero.
    Però diciamo che ci sono due paletti di solito:
    - molte aziende hanno un policy di non nominare dirigenti sopra una certà età
    - il tempo passa e invecchi. Se ti ammazzi dai 25 ai 35 puoi alzare il piede dall'acceleratore e fare famiglia. Se lavori come un matto più avanti dovrai essere molto bravo a gestire i rapporti familiari.
    Molte. Non tutte.
    Poi chi ha detto di lavorare come un matto? Bisogna lavorare bene, non tanto. Chi crede di fare soldi semplicemente lavorando più ore per quanto mi riguarda buttala sua vita e la accorcia.
    Rapporti familiari? Più guadagni e più ti vorranno bene. Gestisci famiglia con 1200 1400 al mese e gestiscila con 2000 3000. Poi mi dici

  4. #634

    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    1,392
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    952 Post(s)
    Potenza rep
    40426697
    Citazione Originariamente Scritto da havokiano Visualizza Messaggio
    Molte. Non tutte.
    Poi chi ha detto di lavorare come un matto? Bisogna lavorare bene, non tanto. Chi crede di fare soldi semplicemente lavorando più ore per quanto mi riguarda buttala sua vita e la accorcia.
    Rapporti familiari? Più guadagni e più ti vorranno bene. Gestisci famiglia con 1200 1400 al mese e gestiscila con 2000 3000. Poi mi dici
    Si certo. Devo ancora conocerli dirigenti che han fatto carriera lavorando 8 ore al giorno.
    Non commento nemmeno il discorso sui famigliari, una tristezza indicibile.

  5. #635

    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    118
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    86 Post(s)
    Potenza rep
    5911176
    Citazione Originariamente Scritto da havokiano Visualizza Messaggio
    questa cosa del "a 6 anni dalla laurea" non la condivido proprio. La mentalità del "o fai carriera da giovane o sei tagliato fuori" è sbagliata, la carriera la puoi fare anche a 30 come 35 come 40. Se uno si sveglia più tardi di un altro non significa certo che abbia fallito, l'importante è che si sveglia.
    Trovo un sacco di giovani che fino alla laurea si fanno una guerra a colpi di 110 per poi buttarsi via alla prima proposta di lavoro e rimanere nella stessa posizione lavorativa per tutta la vita. Quello che conta è la fame di crescita, la capacità di capire se ci sono sbocchi e crescita nel lavoro che stai facendo o nel settore in cui stai lavorando.
    Devi avere ambizione e rischiare ogni volta il cambiamento, io mi sono dimesso più volte da contratti a tempo indeterminato per andare ad aumentare il mio ral, a volte mi è andata peggio (aumentando il ral ma a dismisura il monte ore) ma a furia di cambiare prima o poi becchi l'opportunità giusta e come una radice ti fai strada per trovare la fonte di acqua più redditizia. Poi arriverà il giorno che ti stancherai di cambiare e cercare, c'è chi si stanca dopo 1 cambiamento, chi dopo 2 chi dopo 3.. finchè non ti stanchi hai possibilità di crescita
    Questo messaggio è molto positivo, ma le aziende hanno un modello gerarchico molto simile e omogeneo, per il quale si diventa quadri intorno ai 30 e dirigenti tra i 35 ed i 45.
    Ovviamente i passaggi di ruolo, si portano dietro relativi stipendi.

    Per ogni salto sono di norma necessari grandi sforzi (cioè esser disponibile a qualunque ora) ed iniziare a dare il massimo da un certo momento in poi, non è generalmente ben visto.

    Poi magari tu sei stato particolarmente bravo o fortunato, ma carriere legate più alle performance individuali che all'idea che gli hr hanno di te (e a quanto ti avvicini a quel percorso di cui sopra) sono più comuni tra liberi professionisti (medici, avvocati, docenti universitari) che in aziende private.

    Citazione Originariamente Scritto da cecc88 Visualizza Messaggio
    Si certo. Devo ancora conocerli dirigenti che han fatto carriera lavorando 8 ore al giorno.
    Non commento nemmeno il discorso sui famigliari, una tristezza indicibile.
    Vedi quanto sopra.
    Nel pubblico forse, dove i passaggi sono legati anche a concorsi interni. Ma nel privato no di certo

  6. #636
    L'avatar di havokiano
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    34,196
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    3625 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da cecc88 Visualizza Messaggio
    Si certo. Devo ancora conocerli dirigenti che han fatto carriera lavorando 8 ore al giorno.
    Non commento nemmeno il discorso sui famigliari, una tristezza indicibile.
    cecc si è qui anche per discutere, nessuno dice che ciò che dico io sia la verità assoluta. Ognuno dice ciò che pensa anche in base alle proprie esperienze

Accedi