Vivere a Milano con 1200 €, è possibile? - Pagina 196
Tesla non si ferma più, nuovi record e analisti la vedono a 800$. Musk bolla come ‘false’ le accuse su difetti nell’acceleratore
Nuovo strappo al rialzo del titolo Tesla dopo che la società ha bollato come “completamente falsa” la petizione alla NHTSA che lamenta l’improvvisa accelerazione di alcuni modelli Tesla. A dare …
Tesla: manca poco alla prova dei conti 2019, titolo abbatte il muro dei $500
Vontobel ha pubblicato la rubrica Investment Idea con un nuovo approfondimento su Tesla. Nelle ultime sedute il titolo è balzato sopra il muro dei 500$ per azione, più che raddoppiando …
Mps: accordo con Ue su derisking vicino? Mercato ci crede, titolo +7%. Ma occhio a scoglio prezzo NPL
Facendo riferimento alle ultime indiscrezioni stampa, Mediobanca Securities scrive in una nota odierna che l’Italia e la Commissione europea potrebbero essere vicine a raggiungere un accordo sul piano di derisking …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1951
    L'avatar di konda
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    167
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    49 Post(s)
    Potenza rep
    3351975
    Citazione Originariamente Scritto da ccc Visualizza Messaggio
    Barletta, il dirigente che ha assunto come operatori ecologici giovani laureati: <<Una fotografia mortificante a livello sociale>> - L'intervista - Open


    Come si è sentito quando ha visto la graduatoria e le competenze acquisite da queste ragazze e ragazzi nel corso degli anni in rapporto al lavoro che andranno a svolgere?

    «Mi sono sentito anzitutto orgoglioso come italiano. Vedere – per esempio – un ingegnere laureato con 110L/110, iscritto all’albo, che si adatta a fare l’operatore ecologico mi rende orgoglioso come italiano. Però mi sono sentito mortificato dal punto di vista sociale».
    Premesso che sarebbe da capire anche quale tipo di laurea abbiano conseguito le persone dell'articolo (e qui potremmo aprire un altro topic), in realtà questi sono i classici soggetti che farebbero di tutto pur di non allontanarsi troppo da casa di mammà

  2. #1952
    L'avatar di Fabio67
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    2,372
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    142 Post(s)
    Potenza rep
    42949685

  3. #1953

  4. #1954

    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    1,261
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    977 Post(s)
    Potenza rep
    34763187

  5. #1955

    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    18,486
    Mentioned
    47 Post(s)
    Quoted
    5360 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Mancano i Beatles! Quelli penso non tengono concerti neppure a Milano!

  6. #1956

    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    18,486
    Mentioned
    47 Post(s)
    Quoted
    5360 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da 123abc Visualizza Messaggio
    Se il biglietto te lo paga la ditta è un conto altrimenti diventa un salasso visto che prendere un freccia (a livello di costi) non è come prendere un regionale/interregionale.
    Che poi, per quanto le FS si vantino dell'alta velocità, pure i freccia hanno non di rado ritardi ingiustificati.

  7. #1957

    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    1,261
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    977 Post(s)
    Potenza rep
    34763187
    Citazione Originariamente Scritto da rickiconte Visualizza Messaggio
    Se il biglietto te lo paga la ditta è un conto altrimenti diventa un salasso visto che prendere un freccia (a livello di costi) non è come prendere un regionale/interregionale.
    Che poi, per quanto le FS si vantino dell'alta velocità, pure i freccia hanno non di rado ritardi ingiustificati.
    Su un Torino Milano in seconda classe lun-ven costa 374 euro al mese, la metà che affittare un pied a terre. E infatti sono molti che lo fanno anche perché oggi magari uno o dee giorni alla settimana lo fai in smart working. Le relazioni sociali proprie e della propria famiglia valgono di più. Chiaro che si parla di un lavoro qualificato, non ha senso per 1500 euro al mese (ma per quella cifra non ha senso spostarsi al Nord).

  8. #1958
    L'avatar di reganam
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    14,421
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    2939 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da Fabio67 Visualizza Messaggio
    Esiste una legge che dice che è vietato discriminare. Si chiama legge Mancino. Prova a fare un annuncio di lavoro dicendo che assumi solo romani e vedi cosa succede.
    fare un annuncio dove si dice che non si assumono romani si può?

    Fiumicino, chiede l&#39;uso del tassametro e il tassista gli rompe il naso - Cronaca - quotidiano.net

  9. #1959

    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    1,261
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    977 Post(s)
    Potenza rep
    34763187
    Ma cosa ne pensano gli expat stranieri che vivono a Milano?

    Non sono così attratti dalla Madonnina e le critiche sono quelle evidenziate anche qui da alcuni, ovvero costi della vita troppo elevati, scarso equilibrio tra lavoro e vita privata, scarsa soddisfazione lavorativa. Negativi anche i temi "sicurezza", "ambiente" e "inclusione sociale". Si salva ben poco.
    Infatti nel complesso è ranked terzultima tra le 82 città indagate in giro per il mondo...

    Milan comes in 80th place out of 82, ranking low across the board in the Expat City Ranking
    2019. The city performs particularly poorly in the Urban Work Life Index (77th), ranking among
    the bottom 10 in all its subcategories. It is even the world’s worst-rated city in terms of job
    satisfaction, with only 47% of expats being happy with their job in general (vs. 64% globally).
    What is more, around three in ten are displeased with their job security (29% unhappy vs.
    21% globally), their working hours (30% vs. 19% globally), and their work life balance (29% vs.
    21% globally). All the hard work does not seem to pay off as 39% are dissatisfied with their
    financial situation, too (vs. 26% globally). A German expat complains about the “bad balance
    between income and cost of living”, and other expats agree: just 23% are satisfied with the local
    cost of living (vs. 43% globally).
    While the shares of expats being satisfied with the local transportation (74% happy vs. 70%
    globally) and the weather (61% vs. 59% globally) are slightly above the global average, Milan
    still ranks only 60th in the Urban Living Index. One reason for this is the ranking for political
    stability (75th), as only 25% rate this factor positively. This is below the global average (61%)
    and also worse than in 2018 (44%). “The political situation is changing,” a Polish expat observes.
    “Foreigners now have more problems to register, use healthcare, and buy a house!” Maybe this is
    one reason why just 53% of expats feel at home in Milan, compared to 64% globally.

    Inoltre è peggiorata molto tra il 2018 e il 2019 per quanto rigurda il Qualitt of Urban Living Index:

    Milan’s showing in the Quality of Urban Living Index (from 43th in 2018 to 60th in 2019) has
    also been affected by its below-average results for personal safety (from 48th to 65th) and
    political stability (from 59th to 75th). While nearly four in five expats (78%) were happy with
    their personal safety in 2018, only 64% say the same in the 2019 survey.
    The respondents are also notably less satisfied with the availability of healthcare in the
    Italian city (from 41st to 60th) and with the quality of its environment (from 51st to 68th).
    For example, 36% of expats in Milan describe the latter in negative terms, more than twice
    the global average of 17%. What is more, local traffic and public transportation seem to be a
    common complaint among the survey respondents. Expats criticize the “traffic” in Milan, its
    “bad public infrastructure”, and the “frequent transport strikes”. It is therefore not particularly
    surprising that Milan just lands in a rather mediocre 41st place for local transportation (vs.
    ranking 30th in 2018).
    File Allegati File Allegati
    Ultima modifica di 123abc; 09-12-19 alle 22:43

  10. #1960
    L'avatar di ...
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    399
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    209 Post(s)
    Potenza rep
    7978842
    Citazione Originariamente Scritto da 123abc Visualizza Messaggio
    Ma cosa ne pensano gli expat stranieri che vivono a Milano?

    Non sono così attratti dalla Madonnina e le critiche sono quelle evidenziate anche qui da alcuni, ovvero costi della vita troppo elevati, scarso equilibrio tra lavoro e vita privata, scarsa soddisfazione lavorativa. Anche il tema "ambiente" e l'"inclusione sociale" non sono così apprezzate.

    Infatti nel complesso è ranked terzultima tra le 82 città indagate in giro per il mondo...

    Milan comes in 80th place out of 82, ranking low across the board in the Expat City Ranking
    2019. The city performs particularly poorly in the Urban Work Life Index (77th), ranking among
    the bottom 10 in all its subcategories. It is even the world’s worst-rated city in terms of job
    satisfaction, with only 47% of expats being happy with their job in general (vs. 64% globally).
    What is more, around three in ten are displeased with their job security (29% unhappy vs.
    21% globally), their working hours (30% vs. 19% globally), and their work life balance (29% vs.
    21% globally). All the hard work does not seem to pay off as 39% are dissatisfied with their
    financial situation, too (vs. 26% globally). A German expat complains about the “bad balance
    between income and cost of living”, and other expats agree: just 23% are satisfied with the local
    cost of living (vs. 43% globally).
    While the shares of expats being satisfied with the local transportation (74% happy vs. 70%
    globally) and the weather (61% vs. 59% globally) are slightly above the global average, Milan
    still ranks only 60th in the Urban Living Index. One reason for this is the ranking for political
    stability (75th), as only 25% rate this factor positively. This is below the global average (61%)
    and also worse than in 2018 (44%). “The political situation is changing,” a Polish expat observes.
    “Foreigners now have more problems to register, use healthcare, and buy a house!” Maybe this is
    one reason why just 53% of expats feel at home in Milan, compared to 64% globally.
    Secondo quello studio, gli expat preferirebbero vivere a Città del Messico, Nairobi e Lagos (tutte città dove dovreste provare a girare la sera disarmati) piuttosto che a Milano o Roma.
    La dice lunga su quanto possa valere quella classifica: nulla.

Accedi