Passaggio immobile
Franklin si mangia Legg Mason nella lotta per sopravvivere ad avanzata fondi passivi a basso costo
Colpo grosso nel mondo del gestito. Franklin Templeton ha annunciato l’acquisizione di Legg Mason in un’operazione in contanti del valore di 4,5 miliardi di dollari. Franklin Templeton pagherà 50 dollari …
Etf: afflussi rallentano a inizio 2020 complice coronavirus, l’azionario è l’asset class più gettonata
Gli ETF europei hanno registrato afflussi per 11,6 miliardi di euro a gennaio 2020. Lo si legge nel “Money Monitor January 2020?, un?analisi approfondita pubblicata da Lyxor ETF Research, rivolta …
Ops di Intesa SanPaolo manda in orbita Ubi Banca: titolo +24%. Italia apre danze risiko bancario in Europa
Nozze Intesa SanPaolo-Ubi Banca, con ripercussioni su Bper, Unipol e UnipolSai: come la vedono gli analisti? Nel caso in cui l’Ops (offerta pubblica di scambio) di Intesa SanPaolo si dovesse …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    358
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    333 Post(s)
    Potenza rep
    15635114

    Passaggio immobile

    Salve a tutti.

    Questa è più una mia curiosità che altro perchè sto cercando di imparare il più possibile sugli immobili (come avevo spiegato in un'altro topic) e un conoscente mi ha esposto un problema a cui non sono riuscito a trovare una soluzione ma credo sia un caso davvero interessante da affrontare qui.

    Per farla breve i suoi genitori (ormai anziani) hanno degli appartamenti. La madre ne ha un paio a nome suo e il padre ne ha un'altro paio a nome suo.
    La famiglia è composta da lui, la sorella e un fratellastro da parte del padre che vive con la sua famiglia (l'ex del padre e il compagno).

    Ora, gli appartamenti del padre andranno ovviamente diviso 3 a tutti i figli. Il problema nasce dal fatto che la madre ovviamente vorrebbe lasciare i suoi solo ai suoi 2 figli, senza farci rientrare anche il 3° fratellastro.
    A quanto pare l'inghippo è che se lei dovesse morire prima del marito 1/3 dei suoi immobili andrebbero appunto al marito, e da li quel terzo andrebbe diviso ulteriormente tra i 3 figli (fratellastro compreso).

    La madre era inizialmente confusa da questa cosa perchè la casa della madre del fratellastro non andrà certo anche ai suoi 2 figli quindi le sembra assurdo che invece le sue vadano anche a una persona che non è suo figlio.
    Secondo il notaio questo succede perchè la differenza è che lei col marito ci è appunto sposata mentre con l'ex-compagna non c'è alcuna correlazione.

    Il mio conoscente mi ha detto che c'è un buon rapporto con questo fratellastro quindi si era quasi pensato alla donazione ma che ovviamente nessuno può sapere in futuro cosa possa accadere. Se dovesse essere in guai finanziari per qualche motivo con la donazione nessuno può assicurare che non decida di rivalersi su quella parte di eredità "acquisita" indirettamente.
    Inoltre secondo problema, a quanto pare il padre è ormai un pò che non ragiona più lucidamente ed è già successo che per poco non facesse cose che avrebbero messo a rischio i suoi immobili.

    Quindi insomma la madre dice che quelle 2 case sono il frutto del suo lavoro per i figli e vorrebbe anche in questo stesso momento darle a loro ma assurdamente non sa come.

    E parlando con questo mio amico mi sono reso conto che in effetti è una situazione davvero strana perchè c'è una madre che non può letteralmente dare via degli immobili ai figli.
    Che ne pensate?

  2. #2
    L'avatar di ido
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    3,717
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    270 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    una soluzione (un po' drastica) è il divorzio breve (6 mesi circa come tempistiche) tra i due coniugi anziani con successivo spostamento della residenza da parte della madre in uno dei due appartamenti intestati a lei.

  3. #3

    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    1,005
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    617 Post(s)
    Potenza rep
    12067238
    Citazione Originariamente Scritto da ido Visualizza Messaggio
    una soluzione (un po' drastica) è il divorzio breve (6 mesi circa come tempistiche) tra i due coniugi anziani con successivo spostamento della residenza da parte della madre in uno dei due appartamenti intestati a lei.
    Stiamo parlando di 1/9 di due appartamenti, non mi sembra un gran problema. E per la successione dei liquidi?
    Non vedo poi perche' la mamma sia confusa, e'sposata con un uomo con un altro figlio, ovvio che ci siano varie ripercussioni.

  4. #4

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    333
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    305 Post(s)
    Potenza rep
    9380793
    Citazione Originariamente Scritto da Mike_74 Visualizza Messaggio
    Stiamo parlando di 1/9 di due appartamenti, non mi sembra un gran problema. E per la successione dei liquidi?
    Non vedo poi perche' la mamma sia confusa, e'sposata con un uomo con un altro figlio, ovvio che ci siano varie ripercussioni.
    Concordo in pieno.

    Vorrei inoltre aggiungere che la quota legittima di successione e' una roba che non esiste in altri paesi (tipo USA) e che io abolirei domattina. Non capisco perche' lo stato debba poter disporre di almeno quota dei miei beni anche dopo morto. Per tutelare "gli eredi legittimi"? E perche?

  5. #5

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    636
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    486 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Itachi Visualizza Messaggio
    Salve a tutti.

    Questa è più una mia curiosità che altro perchè sto cercando di imparare il più possibile sugli immobili (come avevo spiegato in un'altro topic) e un conoscente mi ha esposto un problema a cui non sono riuscito a trovare una soluzione ma credo sia un caso davvero interessante da affrontare qui.

    Per farla breve i suoi genitori (ormai anziani) hanno degli appartamenti. La madre ne ha un paio a nome suo e il padre ne ha un'altro paio a nome suo.
    La famiglia è composta da lui, la sorella e un fratellastro da parte del padre che vive con la sua famiglia (l'ex del padre e il compagno).

    Ora, gli appartamenti del padre andranno ovviamente diviso 3 a tutti i figli. Il problema nasce dal fatto che la madre ovviamente vorrebbe lasciare i suoi solo ai suoi 2 figli, senza farci rientrare anche il 3° fratellastro.
    A quanto pare l'inghippo è che se lei dovesse morire prima del marito 1/3 dei suoi immobili andrebbero appunto al marito, e da li quel terzo andrebbe diviso ulteriormente tra i 3 figli (fratellastro compreso).

    La madre era inizialmente confusa da questa cosa perchè la casa della madre del fratellastro non andrà certo anche ai suoi 2 figli quindi le sembra assurdo che invece le sue vadano anche a una persona che non è suo figlio.
    Secondo il notaio questo succede perchè la differenza è che lei col marito ci è appunto sposata mentre con l'ex-compagna non c'è alcuna correlazione.

    Il mio conoscente mi ha detto che c'è un buon rapporto con questo fratellastro quindi si era quasi pensato alla donazione ma che ovviamente nessuno può sapere in futuro cosa possa accadere. Se dovesse essere in guai finanziari per qualche motivo con la donazione nessuno può assicurare che non decida di rivalersi su quella parte di eredità "acquisita" indirettamente.
    Inoltre secondo problema, a quanto pare il padre è ormai un pò che non ragiona più lucidamente ed è già successo che per poco non facesse cose che avrebbero messo a rischio i suoi immobili.

    Quindi insomma la madre dice che quelle 2 case sono il frutto del suo lavoro per i figli e vorrebbe anche in questo stesso momento darle a loro ma assurdamente non sa come.

    E parlando con questo mio amico mi sono reso conto che in effetti è una situazione davvero strana perchè c'è una madre che non può letteralmente dare via degli immobili ai figli.
    Che ne pensate?
    La madre vende, si nasconde il cash (fuori dalle banche) e glielo passa sotto-banco a chi crede.
    in alternativa: SI ARRENDA.

  6. #6

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    358
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    333 Post(s)
    Potenza rep
    15635114
    Ecco quindi non eravamo noi che non vedevamo una soluzione e che in effetti non c'è.

    Citazione Originariamente Scritto da Mike_74 Visualizza Messaggio
    Stiamo parlando di 1/9 di due appartamenti, non mi sembra un gran problema. E per la successione dei liquidi?
    Non vedo poi perche' la mamma sia confusa, e'sposata con un uomo con un altro figlio, ovvio che ci siano varie ripercussioni.
    La confusione della madre (ma anche mia e del mio amico in realtà) nasce dal fatto che apparentemente non sia possibile regalare qualcosa a qualcuno.
    Cioè se io mi compro una casa coi miei soldi e IO decido di volerla regalare a qualcuno (per motivi miei) apparentemente non è possibile. Perchè che io sappia l'unica opzione per fare questo è la donazione ma come sappiamo ha delle ripercussioni tutt'altro che semplici.
    Non è tanto il fatto che nel ramo degli eredi ci vada a rientrare il fratellastro quanto che sia una cosa obbligatoria anche mentre la madre è in vita, è quella la cosa strana.

    Poi se ho capito bene è che un po tutta la famiglia non si fida più della capacità di giudizio del padre quindi non è solo il problema di 1/9 dell'eredità ma che l'intero 1/3 che passa per il padre potrebbe non arrivarci proprio ai figli.
    Ovvio che con le sue cose può farci quello che vuole ma capisco che la madre possa non essere d'accordo che il padre si giochi per qualche motivo anche 1/3 delle sue cose.

    Citazione Originariamente Scritto da marcellomoini Visualizza Messaggio
    La madre vende, si nasconde il cash (fuori dalle banche) e glielo passa sotto-banco a chi crede.
    in alternativa: SI ARRENDA.
    Ecco e questa è l'altra cosa assurda a cui siamo giunti mentre parlavamo.

    Cioè quindi lo stato ti impedisce per legge di regalare una casa a qualcuno ma puoi tranquillamente vederla e poi dare i soldi a quella persona?
    Non ha alcun senso logico questa cosa.

  7. #7

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    636
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    486 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Itachi Visualizza Messaggio
    Ecco quindi non eravamo noi che non vedevamo una soluzione e che in effetti non c'è.



    La confusione della madre (ma anche mia e del mio amico in realtà) nasce dal fatto che apparentemente non sia possibile regalare qualcosa a qualcuno.
    Cioè se io mi compro una casa coi miei soldi e IO decido di volerla regalare a qualcuno (per motivi miei) apparentemente non è possibile. Perchè che io sappia l'unica opzione per fare questo è la donazione ma come sappiamo ha delle ripercussioni tutt'altro che semplici.
    Non è tanto il fatto che nel ramo degli eredi ci vada a rientrare il fratellastro quanto che sia una cosa obbligatoria anche mentre la madre è in vita, è quella la cosa strana.

    Poi se ho capito bene è che un po tutta la famiglia non si fida più della capacità di giudizio del padre quindi non è solo il problema di 1/9 dell'eredità ma che l'intero 1/3 che passa per il padre potrebbe non arrivarci proprio ai figli.
    Ovvio che con le sue cose può farci quello che vuole ma capisco che la madre possa non essere d'accordo che il padre si giochi per qualche motivo anche 1/3 delle sue cose.



    Ecco e questa è l'altra cosa assurda a cui siamo giunti mentre parlavamo.

    Cioè quindi lo stato ti impedisce per legge di regalare una casa a qualcuno ma puoi tranquillamente vederla e poi dare i soldi a quella persona?
    Non ha alcun senso logico questa cosa.
    Lo stato non impedisce a nessuno di donare "regalare" quello che crede a chi vuole.

    mah lo stato mette delle pezze ai furbacchioni che donano tutto alle "amanti" e poi lasciano in braghe di tela MOGLIE FIGLI....

    pertanto se la mamma ci tiene molto la soluzione c'è basta attuarla.

  8. #8

    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    329
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    130 Post(s)
    Potenza rep
    9568070
    Citazione Originariamente Scritto da marcellomoini Visualizza Messaggio
    Lo stato non impedisce a nessuno di donare "regalare" quello che crede a chi vuole.

    mah lo stato mette delle pezze ai furbacchioni che donano tutto alle "amanti" e poi lasciano in braghe di tela MOGLIE FIGLI....

    pertanto se la mamma ci tiene molto la soluzione c'è basta attuarla.
    Corretto!

    La soluzione più saggia per la madre sarebbe appunto quella di vendere la casa, tenersi i soldi sul conto (non si sa mai-nel caso impazzissero loro due) preparare due assegni senza data e intestati ai due figli legittimi, custoditi in luogo sicuro ed inaccessibile al fratellastro. Al momento opportuno li consegnerà ai figli.

  9. #9
    L'avatar di pydra
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    5,337
    Mentioned
    97 Post(s)
    Quoted
    3413 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    La soluzione è la donazione con rinuncia espressa del marito alla sua quota, in questo modo la donazione diventa inattaccabile dal fratellastro.

  10. #10

    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    636
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    486 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da pydra Visualizza Messaggio
    La soluzione è la donazione con rinuncia espressa del marito alla sua quota, in questo modo la donazione diventa inattaccabile dal fratellastro.
    mmm non credo il fratellastro può comunque fare l'azione di riduzione,

Accedi