Volume 1 - Vicini alla soluzione?

Volume 1 - Vicini alla soluzione?

  1. holysky
    holysky
    Quello che scrivi è come al solito interessante, come conferma ho notato che le uscite di Guaidò sono sempre più avvelenate, accorgendosi di contare sempre meno proprio come l'inutile conte pentastellato.
  2. Combattivo
    Combattivo
    Sicuramente l'Arabia Saudita ci metterà una pezza e innalzerà prontamente la sua produzione di circa 3mbd solo per far contenti gli USA che lo hanno garbatamente chiesto.

    Per pura cortesia diplomatica naturalmente.



    Dimenticandosi, naturalmente, di una serie cosette come:

    - I miliardi che gli deve essere costata la guerra commerciale contro i produttori di shale oil USA, che a suo tempo non hanno mai accettato di moderare la loro
    superproduzione per favorire l'Arabia Saudita e il resto dell'Opec+

    - Il sostegno dato per anni dalla Russia a tale guerra commerciale promossa in primo luogo proprio dall'Arabia Saudita.

    - Le politiche green avviate dagli USA che con le incertezze che creano sul futuro del settore petrolifero hanno limitato per anni
    la propensione ad avviare nuovi progetti in questo settore

    - Gli insulti di USA e occidente tutto incassati per anni dal principe ereditario saudita solo per aver fatto né più é meno
    di quello che altri ben più amabili dittatori sostenuti dagli USA hanno fatto per decenni prima di lui



    Eventuali decisioni in tal senso verranno prese nella prossima riunione dell'Opec+ prevista per il 3 di Agosto.

    E noi attendiamo fiduciosi che la tradizionale generosità dei Sauditi contribuisca alla nobile causa della riduzione del prezzo al gallone pagato dagli elettori USA per abbeverare i loro poderosi V8 durante la campagna elettorale di mid term.




    Ma nel frattempo prendiamo atto dell'ennesimo ormai abituale scostamento al ribasso fra obiettivi di produzione e produzione reale riportato dei membri dell'Opec+:

    https://oilprice.com/Latest-Energy-N...on-Target.html


    Pari a circa 3 mbd, per la precisione.



    Non che questi numeri e queste considerazioni possano influire nell'immediato sulle decisioni dell'Ofac, però.....
  3. Combattivo
    Combattivo
    Facilmente evitabile ma non evitato, nel momento peggiore, ecco in arrivo un altro bel pasticcio:

    https://www.internazionale.it/opinio...ta-stati-uniti


    Ovvio che con l'avvicinarsi delle elezioni di mid term tutti i politici più in vista, o perlomeno quelli più vanitosi,
    amino mostrarsi come un rullo compressore implacabile contro i nemici della Nazione.




    Ma speriamo che questa esuberante signora, se proprio deciderà di confermare la sua visita alquanto inopportuna,
    almeno si astenga dal prendere a borsettate qualche intervistatore del Global Times.

    La borsetta potrebbe rovinarsi, la testa del giornalista pure.



    E di gravi crisi diplomatiche in giro per il mondo per quest'anno ne abbiamo già avute abbastanza.
  4. topomarcio
    topomarcio
  5. Combattivo
    Combattivo
    La prudente scuola norvegese finalmente sembra aver insegnato qualcosa a chavisti, antichavisti e ai rispettivi amici internazionali

    E così anche se molto probabilmente le trattative fra USA e Chavismo iniziate a Marzo stanno procedendo, da qualche settimana non trapela più nulla.

    Come è giusto che sia quando un negoziato importante è in corso e non si vuole che i soliti sabotatori utilizzino le indiscrezioni per mandarlo a monte.



    Poco male.

    La situazione internazionale si è finalmente messa a spingere nelle direzione di uno sblocco della situazione in Venezuela.

    E qualcosa più prima che poi succederà.

    E qualche notizia di un certo interesse più prima che poi, probabilmente già in agosto, verrà fatta circolare.




    Nel frattempo, per chi è interessato a questi sviluppi non restano che 2 alternative:

    1) Continuare a rimestare la solita zuppa a base di notizie minori, fake, editoriali a pagamento, previsioni sballate, sfoggi di erudizioni varie, ecc... riempiendo pagine di post tanto inutili quanto nocivi al buon umore

    2) Prendersi qualche settimana di pausa in attesa di sviluppi veri, che quando finalmente si verificheranno,
    verranno sicuramente annunciati con la dovuta pompa magna da norvegesi, americani chavisti e antichavisti tutti finalmente mano nella mano, incravattati e profumati per la storica occasione



    Agosto è iniziato, il caldo non molla, i titoli sono bloccati e per il momento, indipendentemente dalle indiscrezioni "sicure" di cui si può disporre, purtroppo non si può fare nulla.

    Io opto per la 2).

    Vi saluto e auguro buone vacanze a tutti.
  6. holysky
    holysky
    Altrettanto. w la soluzione 2 👍
  7. Combattivo
    Combattivo
    Ecco a voi quella che, visto come stanno andando avanti le cose, potrebbe rivelarsi l'unica notizia degna di nota di questo assai placido mese di Agosto.

    Se escludiamo naturalmente le dichiarazioni del povero Blyde costretto, povero lui, dalla mancanza di notizie vere a spacciare le sue pie illusioni per fatti con una "altissima probabilità" di verificarsi "molto presto".

    Se escludiamo ovviamente anche il solito tweet della solita persona non direttamente coinvolta ma molto ben informata dei fatti che ha dato intendere a (quasi) tutti che gli USA fossero pronti a riportare a Caracas la loro ambasciata nel giro di pochissimo tempo.


    Ma veniamo alla notizia:

    https://dolartoday.com/nicmer-evans-...sin-primarias/



    Devo ammettere che lui non è venuto molto bene nella foto.

    Ma è comunque un candidato alle primarie che l'opposizione sta organizzando.

    E come tutti i candidati a qualche elezione potrà anche parlare un po' a vanvera per farsi notare, ma è tenuto comunque a non esagerare per non mettere troppo a rischio la sua credibilità.



    Riprende, mettendoci la faccia e fornendo alcuni dettagli, indiscrezioni che stanno circolando molto sottotraccia da diversi mesi, almeno da inizio anno.

    Potrebbero essere anche queste semplici e pie illusioni come quelle di Blyde.



    Se non fosse che una mossa come quella descritta avvantaggerebbe di molto il chavismo che in un sol colpo otterrebbe il triplo vandaggio di:

    - Dimostrarsi disponibile nei confronti degli USA concedendo molto di più di quel poco che ormai si pensa sia disposto a concedere

    - Disarticolare del tutto i piani dell'opposizione che si troverebbe a dover partecipare alle elezioni presidenziali senza avere ancora pronta una candidatura unitaria

    - Mettere l'opposizione con le spalle al muro e costringerla ad accettare la proposta, visto che questa non potrebbe spiegare a nessuno di aver fatto saltare per la seconda volta (dopo quello in Republica Dominicana di qualche anno fa) un negoziato che potrebbe essere concluso in modo apparentemente vanaggioso e nuovamente per il motivo di non essere in grado di organizzarsi per tempo per la data elettorale proposta

    (SEGUE 1 di 2)
  8. Combattivo
    Combattivo
    (SEGUE 2 di 2)

    Mettendo insieme queste considerazioni.

    E il fatto che da mesi l'opposizione parla di tenere le primarie nel 2023 (come ho detto altre volte troppo presto nel caso si preveda di andare ad elezioni a fine 2024).

    Direi che forse, anche senza credere troppo a quanto ha dichiarato Evans, ce ne può essere abbastanza per prendere nota della notizia
  9. andreija
    andreija
    Il 2027, scadenza di quasi tutti i bond governativi Venezuela che detengo, ci sarà una soluzione ?
  10. Combattivo
    Combattivo
    Andreja ha scritto: "Il 2027, scadenza di quasi tutti i bond governativi Venezuela che detengo, ci sarà una soluzione ?"



    Sì, ma molto prima del 2027.



    Ma non perché lo dico o lo spero io che non sono nessuno.

    Ma perché nessuna delle opposte fazioni sta così bene come vuole far credere.
    E l'attuale situazione di stallo non è semplicemente più sostenibile.





    Guarda ad esempio gli andamenti dei tassi del cambio $/bs ed Euro/bs delle riserve bcv degli ultimi mesi e dell'ultima settimana:
    https://dolartoday.com/category/cotizacion/
    http://www.bcv.org.ve/estadisticas/r...nternacionales




    Poi guarda a come stanno andando bene le alleanze strategiche (in termini di apporto utile non di pacche sulla spalla) fra Maduro e i suoi partner internazionali (Russia, Argentina, Cina,Cuba,...).
    E pensa cosa ne sarebbe del sistema chavista se anche l'Iran li mollasse per inseguire la firma di un nuovo accordo su nucleare con gli USA e la UE come pare stia facendo:

    https://oilprice.com/Geopolitics/Int...ear-Talks.html




    Infine immagina a che livello potrebbero arrivare a fine inverno le riserve strategiche di petrolio degli USA per forzare verso un minimo di stabilità il mercato del petrolio:

    https://oilprice.com/Latest-Energy-N...-Year-Low.html


    Poi giudica tu.



    Una volta risolto il nodo geopolitico, la risoluzione dei problemi finanziari seguirà a ruota per il semplice motivo che un paese senza finanze non si regge.

    E che nessuna potenza militare/geopolitica passa 20 anni a mobbizzare un paese per forzarlo ad essere suo amico e quando finalmente sta per riuscirci lo lascia sull'orlo di un default rischiando di farselo scippare dalle banche centrali delle odiate potenze rivali.



    Purtroppo al momento il problema è esclusivamente geopolitico e bisogna parlare sempre di geopolitica.

    Ma presto verrà il momento di parlare di recovery.

    E penso che parlarne sarà molto più bello di quanto si possa temere ora.
Risultati da 821 a 830 di 863

Accedi