GOLD, SILVER e Metalli in Generale - 17 - Pagina 78
Arriva l’inverno e prezzo gas crolla negli Usa, non in Europa. Perchè?
Fa specie in questo periodo l?andamento divergente dei prezzi del gas sulle due sponde dell?Atlantico. Ieri ad esempio il gas naturale USA è crollato (-11,5%) mentre quello europeo si è …
Risk-on sui mercati riaccende appetito verso il bitcoin, cripto ha già recuperato il 25% dai minimi toccati nel flash crash di sabato
Il ritorno nelle ultime due sedute dell'ottimismo sui mercati, in scia ai primi riscontri sulla variante Omicron che mostrano sintomi abbastanza lievi, ha ridato sprint anche al bitcoin protagonista in …
Zegna pronta a sfilare a Wall Street, prima dell’IPO salgono a bordo nuovi investitori (tra cui Bertelli)
 Sempre più investitori credono nel progetto di quotazione a Wall street, annunciato lo scorso 19 luglio, del gruppo italiano di moda Ermenegildo Zegna il cui primo giorno di contrattazione è …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #771
    L'avatar di ladiga
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    9,328
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    1643 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da cthulhu Visualizza Messaggio
    gli indici azionari spingono al massimo con un manipolo ristretto di azioni, il resto delle azioni hanno tutt'altre performance
    Bravo.

    Ottima e attenta osservazione!

    La miglior banca italiana e nel lotto delle 3-4 più sane nel mondo è in laterale da più di tre mesi.

    Non si schioda.

    Chi indovina?
    Ultima modifica di ladiga; 23-09-21 alle 14:41

  2. #772

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    2,974
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1601 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da ladiga Visualizza Messaggio
    Bravo.

    Ottima e attenta osservazione!

    La miglior banca italiana e nel lotto delle 3-4 più sane nel mondo è in laterale da più di tre mesi.

    Non si schioda.

    Chi indovina?

    l'indice italiano poi è un caso a parte, ai massimi dell'ultimo periodo con ENI ed altre azioni ai minimi
    nello specifico mi riferivo alle stock USA, ai massimi ci sono solo quelle citate da robin e le altre che compongono gli indici principali

    tutto il resto è laterale al ribasso, per me con la fine degli stimoli della liquidità qualche scricchiolìo dovrebbe esserci

  3. #773

    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    2,974
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1601 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da ladiga Visualizza Messaggio
    Che S&P arrivi a 10.000 ho seri dubbi. Non ho la sfera, guardo come dici tu all’economia reale e hai bisogni/consumi del popolo.
    Da un momento all’altro potrebbe cambiare il trend.

    Pare che su certi alimenti base ci siano carenze importanti nella supply chain. Basta qualche scaffale vuoto per impanicare la gente.

    A quel punto (non utopia...) IPhone 13, Amazon Prime, e altre amenità si sciolgono alla velocità della luce.

    Mi aspetto una fuga dall’oro per incrementare a prezzo di vero saldo.

    La civiltà economica dalla rivoluzione industriale ha fatto tre passi avanti e uno indietro con una certa ciclicità. Adesso siamo a nove passi avanti e nessuno indietro dal 15 settembre 2008.

    Tic.. toc..tic..toc...

    per esperienze dirette
    il serramentista in ritardo di mesi coi materiali
    scarpe di una catena di articoli sportivi rifornite a singhiozzo

    secondo me si vedono i primi sintomi dei prezzi delle materie prime in aumento vs contratti di fornitura stipulati

  4. #774
    L'avatar di robinbreak
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    1,410
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    852 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da ladiga Visualizza Messaggio
    Che S&P arrivi a 10.000 ho seri dubbi. Non ho la sfera, guardo come dici tu all’economia reale e hai bisogni/consumi del popolo.
    Da un momento all’altro potrebbe cambiare il trend.

    Pare che su certi alimenti base ci siano carenze importanti nella supply chain. Basta qualche scaffale vuoto per impanicare la gente.

    A quel punto (non utopia...) IPhone 13, Amazon Prime, e altre amenità si sciolgono alla velocità della luce.

    Mi aspetto una fuga dall’oro per incrementare a prezzo di vero saldo.

    La civiltà economica dalla rivoluzione industriale ha fatto tre passi avanti e uno indietro con una certa ciclicità. Adesso siamo a nove passi avanti e nessuno indietro dal 15 settembre 2008.

    Tic.. toc..tic..toc...
    S&P500 a 10000 entro 18 mesi, probabilita' 80%.

    Quale trend dovrebbe cambiare?
    La fed che smette di emettere debito o che alza i tassi?
    I governi che tolgono gli aiuti e mandano tutti per strada?
    L'inflazione hanno detto che e' transitoria, quindi per un po' ce la dobbiamo tenere.
    E al mercato va bene cosi': inflazione dei prezzi al consumo = fatturati in aumento.
    E al governo va bene cosi': fatturati in aumento = maggiore gettito fiscale.
    Terranno il sistema in piedi perche' conviene a tutti i maggiori player.

    Inoltre vorrei far notare che l'ultimo vero Bear Market negli USA non e' stato il 2008-2009.
    Per definizione, un Bear Market ha due caratteristiche:
    1) un riprezzamento notevole degli asset al ribasso
    2) un cambiamento a livello psicologico del modo di investire il proprio risparmio
    Nel 2009 c'e' stato certamente un riprezzamento del 50%+, ma a livello piscologico non cambio' nulla: dopo un anno il mercato era gia' rimbalzato ai livelli pre-crisi, e agli investitori e' stato instillato il messaggio "tenere botta, tanto poi arriva mamma fed che sistema tutto".
    Per non parlare del 2020, con il mercato che e' rimbalzato ai livelli pre-covid nell'arco di pochi mesi e continua a fare nuovi massimi in tempi record. Il messaggio del 2009 e' stato riconfermato con forza: arriva mamma fed e salva tutti, stavolta ancora piu' velocemente e con piu' grinta del passato!
    E secondo me nemmeno la bolla delle dot-com nel 2000 fu un vero Bear Market: in quel caso furono punite (giustamente) le azioni tech iper-speculative, ma il resto dell'azionario dell'economia "classica" (industriale, farmaceutica, consumer staples, commodity, etc) non ne fu minimamente toccato.

    L'ultimo vero Bear Market negli USA fu il decennio 1968 - 1981.
    L'S&P500 fece su e giu' per una dozzina d'anni e chiuse il decennio nominalmente in pari.
    Ma l'inflazione galoppante ad ondate (5% - 15%) distrusse il potere d'acquisto dell'azionario in termini reali dell' 85% - 90%.
    Agli inizi degli anni 80, dopo 12 anni di bastonate, NESSUNO voleva piu' avere NULLA a che fare con gli stocks.
    E i detentori di bond a lungo termine persero TUTTO.

    Altro esempio di Bear Market e' il Giappone a partire 1990: il Nikkei arrivo' ad un PE di 80+, e poi si fece 30 anni di discesa delle valutazioni aziendali in combinazione con una inflazione dei beni al consumo attorno al 2%-3%.
    TRENTA ANNI di discesa. E' un Bear Market che distrugge la ricchezza di due generazioni.
    Ed ancora oggi la BOJ detiene il 40% degli ETF azionari giapponesi.

    L'S&P500 a 10000 entro 18 mesi e' una prospettiva terrificante.
    Ultima modifica di robinbreak; 23-09-21 alle 15:20

  5. #775

    Data Registrazione
    Apr 2020
    Messaggi
    291
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    258 Post(s)
    Potenza rep
    17184328
    Citazione Originariamente Scritto da robinbreak Visualizza Messaggio
    S&P500 a 10000 entro 18 mesi, probabilita' 80%.

    Quale trend dovrebbe cambiare?
    La fed che smette di emettere debito o che alza i tassi?
    I governi che tolgono gli aiuti e mandano tutti per strada?
    L'inflazione hanno detto che e' transitoria, quindi per un po' ce la dobbiamo tenere.
    E al mercato va bene cosi': inflazione dei prezzi al consumo = fatturati in aumento.
    E al governo va bene cosi': fatturati in aumento = maggiore gettito fiscale.
    Terranno il sistema in piedi perche' conviene a tutti i maggiori player.

    Inoltre vorrei far notare che l'ultimo vero Bear Market negli USA non e' stato il 2008-2009.
    Per definizione, un Bear Market ha due caratteristiche:
    1) un riprezzamento notevole degli asset al ribasso
    2) un cambiamento a livello psicologico del modo di investire il proprio risparmio
    Nel 2009 c'e' stato certamente un riprezzamento del 50%+, ma a livello piscologico non cambio' nulla: dopo un anno il mercato era gia' rimbalzato ai livelli pre-crisi, e agli investitori e' stato instillato il messaggio "tenere botta, tanto poi arriva mamma fed che sistema tutto".
    Per non parlare del 2020, con il mercato che e' rimbalzato ai livelli pre-covid nell'arco di pochi mesi e continua a fare nuovi massimi in tempi record. Il messaggio del 2009 e' stato riconfermato con forza: arriva mamma fed e salva tutti, stavolta ancora piu' velocemente e con piu' grinta del passato!
    E secondo me nemmeno la bolla delle dot-com nel 2000 fu un vero Bear Market: in quel caso furono punite (giustamente) le azioni tech iper-speculative, ma il resto dell'azionario dell'economia "classica" (industriale, farmaceutica, consumer staples, commodity, etc) non ne fu minimamente toccato.

    L'ultimo vero Bear Market negli USA fu il decennio 1968 - 1981.
    L'S&P500 fece su e giu' per una dozzina d'anni e chiuse il decennio nominalmente in pari.
    Ma l'inflazione galoppante ad ondate (5% - 15%) distrusse il potere d'acquisto dell'azionario in termini reali dell' 85% - 90%.
    Agli inizi degli anni 80, dopo 12 anni di bastonate, NESSUNO voleva piu' avere NULLA a che fare con gli stocks.
    E i detentori di bond a lungo termine persero TUTTO.

    Altro esempio di Bear Market e' il Giappone a partire 1990: il Nikkei arrivo' ad un PE di 80+, e poi si fece 30 anni di discesa delle valutazioni aziendali in combinazione con una inflazione dei beni al consumo attorno al 2%-3%.
    TRENTA ANNI di discesa. E' un Bear Market che distrugge la ricchezza di due generazioni.
    Ed ancora oggi la BOJ detiene il 40% degli ETF azionari giapponesi.

    L'S&P500 a 10000 entro 18 mesi e' una prospettiva terrificante.
    Chapeu. Da fine 2020/2021 infatti ho riallocato un 20-25% su oro/argento, perchè tutto il resto mi sembra paurosamente in bolla (Azioni, bond, Real Estate). Forse ora è il momento del permanent ptf o all-weather, perchè non si capisce veramente come mai prima dove andremo a finire. Certo, il fegato si fa grosso a vedere che tutto sale e oro/argento rimangono in quel range, ma la diversificazione anche sui metalli al momento è obbligata. Non vedo altre strade.

  6. #776
    L'avatar di ladiga
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    9,328
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    1643 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Robin, il trigger che farà invertire il trend nessuno sa quale sarà, a parte qualche manipolo di eletti seduti in poltrone importanti.

    Le evidenza numeriche ti danno ampiamente ragione, ma quelle empiriche e storiche non vanno dimenticate altrimenti cosa studiamo il passato a fare?

    Il welfare abitua l'uomo a non lavorare, o meglio a schiavizzare chi non se lo può permettere per avere manovalanza.

    Diciamo che stampare all'infinito porta verso il welfare ideale e spinge l'uomo a non lavorare contando sul supporto dello Stato,

    Sul fronte finanziario continuare a iniettare significa alzare l'azzardo e spingere il risk on. Ormai tutti cavalcano l'azionario convinti che il VAR non conti più. Come se si possa continuare all'infinito.

    Veramente crediamo ad un soft landing? Ad tapering pilotato con tassi che salgono piano piano? Che se succede per la terza o quarta volta un evento-cigno nero, tutto ritorna su come la pallina magica?

    La Fed e le sue amiche sanno di fare del male, perché comprano tempo, salvano il sistema senza porsi il problema delle sue grottesche contraddizioni.

    In Italia non si trova un muratore, un carpentiere, un cameriere, un idraulico, un elettricista, un falegname, un salariato agricolo, un addetto alle pulizie.....ITALIANO!!

    Ma in che ca..zo di mondo viviamo?

  7. #777

    Data Registrazione
    Sep 2021
    Messaggi
    131
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    38 Post(s)
    Potenza rep
    675067
    primo ingresso long 1748 gold eseguito..e silver 22,64 sono troppo sottovalutate entrambe

  8. #778
    L'avatar di <<< OLD >>>
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    13,670
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    663 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da ladiga Visualizza Messaggio

    Mi aspetto una fuga dall’oro per incrementare a prezzo di vero saldo.

    Tic.. toc..tic..toc...
    Mi piacerebbe conoscere la tua "previsione" su quale sia il prezzo di saldo del gold nel breve/medio termine , grazie .

  9. #779
    L'avatar di Elconde
    Data Registrazione
    Mar 2003
    Messaggi
    9,051
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    292 Post(s)
    Potenza rep
    42949691
    Citazione Originariamente Scritto da robinbreak Visualizza Messaggio
    S&P500 a 10000 entro 18 mesi, probabilita' 80%.

    Quale trend dovrebbe cambiare?
    La fed che smette di emettere debito o che alza i tassi?
    I governi che tolgono gli aiuti e mandano tutti per strada?
    L'inflazione hanno detto che e' transitoria, quindi per un po' ce la dobbiamo tenere.
    E al mercato va bene cosi': inflazione dei prezzi al consumo = fatturati in aumento.
    E al governo va bene cosi': fatturati in aumento = maggiore gettito fiscale.
    Terranno il sistema in piedi perche' conviene a tutti i maggiori player.

    Inoltre vorrei far notare che l'ultimo vero Bear Market negli USA non e' stato il 2008-2009.
    Per definizione, un Bear Market ha due caratteristiche:
    1) un riprezzamento notevole degli asset al ribasso
    2) un cambiamento a livello psicologico del modo di investire il proprio risparmio
    Nel 2009 c'e' stato certamente un riprezzamento del 50%+, ma a livello piscologico non cambio' nulla: dopo un anno il mercato era gia' rimbalzato ai livelli pre-crisi, e agli investitori e' stato instillato il messaggio "tenere botta, tanto poi arriva mamma fed che sistema tutto".
    Per non parlare del 2020, con il mercato che e' rimbalzato ai livelli pre-covid nell'arco di pochi mesi e continua a fare nuovi massimi in tempi record. Il messaggio del 2009 e' stato riconfermato con forza: arriva mamma fed e salva tutti, stavolta ancora piu' velocemente e con piu' grinta del passato!
    E secondo me nemmeno la bolla delle dot-com nel 2000 fu un vero Bear Market: in quel caso furono punite (giustamente) le azioni tech iper-speculative, ma il resto dell'azionario dell'economia "classica" (industriale, farmaceutica, consumer staples, commodity, etc) non ne fu minimamente toccato.

    L'ultimo vero Bear Market negli USA fu il decennio 1968 - 1981.
    L'S&P500 fece su e giu' per una dozzina d'anni e chiuse il decennio nominalmente in pari.
    Ma l'inflazione galoppante ad ondate (5% - 15%) distrusse il potere d'acquisto dell'azionario in termini reali dell' 85% - 90%.
    Agli inizi degli anni 80, dopo 12 anni di bastonate, NESSUNO voleva piu' avere NULLA a che fare con gli stocks.
    E i detentori di bond a lungo termine persero TUTTO.

    Altro esempio di Bear Market e' il Giappone a partire 1990: il Nikkei arrivo' ad un PE di 80+, e poi si fece 30 anni di discesa delle valutazioni aziendali in combinazione con una inflazione dei beni al consumo attorno al 2%-3%.
    TRENTA ANNI di discesa. E' un Bear Market che distrugge la ricchezza di due generazioni.
    Ed ancora oggi la BOJ detiene il 40% degli ETF azionari giapponesi.

    L'S&P500 a 10000 entro 18 mesi e' una prospettiva terrificante.
    My 2 cents
    Io credo che tu Robin e Ladiga abbiate entrambi ragione:
    nel senso che le intenzioni della Fed sono quelle che dici tu, ma più si va avanti più il sistema diventa fragile, vulnerabile all'imprevisto che dice Ladiga, e sopratutto (a differenza del "capolavoro" che hanno fatto col Black swan Covid) sarà più difficile rimettere sui binari il treno lanciato deragliato per un sassolino

  10. #780

    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    164
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    2739659

    Pensiero malato

    Buongiorno a tutti,
    è un pò che vi leggo con attenzione, il mio pensiero è che è un periodo storico nuovo e stanno accadendo cose MOOOLTO strane, dai valori degli indici azionari ai rendimenti dei titoli di stato , il tutto ben farcito da un'inflazione che forse dopo molto tempo invertirà il trend... Per non parlare della situazione geopolitica. Ma è possibile un'inversione di trend dell'inflazione con la stagnazione dei rendimenti ? E se dovessero aumentare i rendimenti cosa succederebbe ai debiti degli stati ? Non vorrei mai che si stiano infrangendo regole economiche "assodate".... Non è che forse la strada più semplice e sicura (non per il comune cittadino) sia quella della svalutazione della moneta in generale ? Ci sono un pò di belle gatte da pelare tutte assieme. A questo punto se devo investire in oro e argento per esempio quanto è meglio usare strumenti finanziari e quanto nell'acquisto fisico ? Un pò e un pò ?
    Grazie e scusate dell'intromissione

Accedi