Cassettare Sp500: differenze Future/Etf
Conti JPM e Citi non scuotono le banche del Ftse Mib: scatto di Banco BPM e Mediobanca, male UBI
Giornata negativa per Piazza Affari con i mercati che sono tornati a guardare con preoccupazione al rischio contagi dopo che la California ha deciso di tornare a chiudere tutte le …
Tassi vicini al 2% del Btp 2040 scaldano gli investitori, Tesoro fa en plein da 10 mld. BlackRock consiglia tre alternative alle azioni
I BTP continuano ad attirare molti investitori come evidenziato dall’asta di oggi e figurano tra gli asset meglio performanti in questo 2020 insieme all’oro e ai titoli di Stato di …
Joe Biden sfida Trump sul climate change: maxi-piano da 2.000 mld $ per l’energia pulita
Il clima sempre più al centro del piano di Joe Biden, per far ripartire l'economia a stelle e strisce nel post-Covid. Con un maxi investimento da 2 trilioni di dollari …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    422
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    157 Post(s)
    Potenza rep
    8945319

    Cassettare Sp500: differenze Future/Etf

    Salve, qualcuno se la sente di riassumere tutti gli aspetti da considerare per chi voglia cassettare l'essempì? Da quel che so, tra ETF e Future esistono prevalentemente delle differenze fiscali (con l'ETF non si matura il credito d'imposta sulle minus, giusto?)...grazie a chi vorrà riportare una panoramica

  2. #2

    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    422
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    157 Post(s)
    Potenza rep
    8945319
    domanda scema?

  3. #3

    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    478
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    302 Post(s)
    Potenza rep
    24549111
    Citazione Originariamente Scritto da nahar Visualizza Messaggio
    domanda scema?
    No, non lo è
    Il future è costoso e richiede margini, lo devi rollare ogni tre mesi, e ci rimetti dei soldi nel rollaggio e non da I dividendi
    Prova invece a investire sullo SPY, etf sul sp500 da dividendi e non devi pensare a spostare la posizione perché non scade come un future.
    Dal punto di vista fiscale mi astengo dal giudizio

    Ah dimenticavo, lo spy ha un capitale di mercato di circa 270 billion $

  4. #4
    L'avatar di AceOfDiamonds
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    447
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    150 Post(s)
    Potenza rep
    18380800
    Citazione Originariamente Scritto da nahar Visualizza Messaggio
    Salve, qualcuno se la sente di riassumere tutti gli aspetti da considerare per chi voglia cassettare l'essempì? Da quel che so, tra ETF e Future esistono prevalentemente delle differenze fiscali (con l'ETF non si matura il credito d'imposta sulle minus, giusto?)...grazie a chi vorrà riportare una panoramica
    Argomento già trattato, anche se tutt'altro che banale, comunque vedo di riepilogare.
    Prima grossa differenza, sull'ETF posso investire la cifra che voglio, eventualmente con un piano di accumulo, sul future devo investire a lotti abbastanza grandi, se uso i micro future si parla ai valori attuali di 15.000$ per volta.
    Supponiamo comunque di voler investire la stessa cifra sul future sullo SP500 o su un ETF, per semplicità diciamo 50.000 $.
    Per investire sull'ETF abbiamo bisogno della cifra intera più costi di acquisto, e poi non dobbiamo più preoccuparci di nulla se non di incassare i dividendi se si tratta di un ETF a distribuzione.
    L'ETF ha dei costi di gestione, di solito contenuti intorno allo 0,20-0,30% all'anno.
    Sul future invece ho bisogno circa del 10% della cifra per coprire il margine di mantenimento, poi nel tempo devo eventualmente reintegrare il margine per coprire eventuali perdite dell'indice.
    Di conseguenza mi serve una liquidità inferiore, potrei ad esempio destinare un 30% dell'importo totale alla gestione del future ed utilizzare la restante liquidità per acquistare ad esempio dei bond che mi permettono di ottenere un extrarendimento.
    Inoltre, mentre con l'ETF sono esposto sull'indice in dollari, con il future posso "sterilizzare" in buona parte l'andamento del cambio, in quanto il solo guadagno/perdita è esposto al rischio cambio. Dipende se la liquidità che mi avanza la tengo/investo in dollari piuttosto che Euro.
    Poi il future lo devo rollare, almeno 2 volte all'anno, pagando le commissioni di compravendita, abbastanza trascurabili, e devi avere una buona piattaforma per effettuare il rollover in modo ottimale, meglio se ti permette di inserire ordini spread.
    Al passaggio da una scadenza a quella successiva vi è una differenza tra il valore dei 2 future, determinato da 2 fattori:
    1. dividendi previsti che abbassano il prezzo del future con scadenza successiva, e che compensano pari pari i dividendi che incassi con il tuo ETF, ma su cui non paghi tasse.
    2. Tasso a breve sul dollaro che fa si che il prezzo del future successivo sia più alto (sei a leva), costo che compensi largamente impegnando la liquidità che ti è rimasta su bond a scadenze più lunghe.

    Rimane poi il discorso fiscale.
    Sull'ETF non puoi compensare le plusvalenze con eventuali minus accantonate (se hai minus maturi si un credito di imposta, ma non puoi usarlo se non con plusvalenze da redditi diversi), e devi pagare subito le tasse sui dividendi che ti vengono distribuiti, per cui è più efficiente fiscalmente un ETF ad accumulo.
    Col future devi considerare che al rollover potresti dover pagare sulla eventuale plusvalenza realizzata, ma puoi compensare con minus accantonate.

    Non so se per te è importante, come cassettista penso di no, ma in più i future sull'SP sono scambiati 24/24 5 giorni su 7 mentre gli ETF hanno orari più limitati.

    Abbastanza difficile stabilire quindi cosa è meglio, io propendo per i future, ma mi rendo conto che richiede una certa competenza che forse il cassettista non ha.

  5. #5

    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    422
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    157 Post(s)
    Potenza rep
    8945319
    Grazie mille per la spiegazione Ace! Come anche io pensavo, per cassettare "senza pensieri" forse è più indicato l'ETF. Riguardo gli ETF: ne consigli uno in particolare oppure uno vale l'altro? E considerando che non è un prodotto a leva, qual è l'importo minimo da investire?

  6. #6

    Data Registrazione
    Aug 2011
    Messaggi
    620
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    409 Post(s)
    Potenza rep
    24827781
    Citazione Originariamente Scritto da AceOfDiamonds Visualizza Messaggio
    Di conseguenza mi serve una liquidità inferiore, potrei ad esempio destinare un 30% dell'importo totale alla gestione del future ed utilizzare la restante liquidità per acquistare ad esempio dei bond che mi permettono di ottenere un extrarendimento.
    Inoltre, mentre con l'ETF sono esposto sull'indice in dollari, con il future posso "sterilizzare" in buona parte l'andamento del cambio, in quanto il solo guadagno/perdita è esposto al rischio cambio. Dipende se la liquidità che mi avanza la tengo/investo in dollari piuttosto che Euro.
    Dici che il 30% è un margine sufficiente per "cassettare" un future con tranquillità?

    Perchè solo il guadagno/perdita è esposto al rischio cambio e non l'intero controvalore del contratto?

  7. #7
    L'avatar di AceOfDiamonds
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    447
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    150 Post(s)
    Potenza rep
    18380800
    Citazione Originariamente Scritto da nahar Visualizza Messaggio
    Grazie mille per la spiegazione Ace! Come anche io pensavo, per cassettare "senza pensieri" forse è più indicato l'ETF. Riguardo gli ETF: ne consigli uno in particolare oppure uno vale l'altro? E considerando che non è un prodotto a leva, qual è l'importo minimo da investire?
    Suggerirei di prendere un ETF ad accumulo su Milano per massimizzare il rendimento ed evitare problemi di tassazione con ETF non armonizzati.

  8. #8
    L'avatar di AceOfDiamonds
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    447
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    150 Post(s)
    Potenza rep
    18380800
    Citazione Originariamente Scritto da ancet Visualizza Messaggio
    Dici che il 30% è un margine sufficiente per "cassettare" un future con tranquillità?

    Perchè solo il guadagno/perdita è esposto al rischio cambio e non l'intero controvalore del contratto?
    Il 30% è un valore indicativo, considerando che il 10% ti è richiesto di margine, il 30% ti permette di gestire perdite fino al 20% sull'indice, per perdite superiori devi liquidare parte della posizione in bond. Comunque alcuni intermediari ti permettono di usare il portafoglio titoli come garanzia per il margine.

    Non tutto l'investimento è esposto all'effetto cambio perchè sul future il guadagno o perdita è contabilizzato sulla differenza in $ tra acquisto e vendita, in più devi mantenere il margine in Dollari, quindi circa un 10% dell'investimento, il resto rimane in Euro.

Accedi