Investire in Opzioni - Pagina 112
M&A a Wall Street: Broadcom acquista VMware per 61 miliardi di dollari
Broadcom acquista VMware in una transazione in contanti e azioni per il valore di 61 miliardi di dollari. L’accordo rappresenta una delle più grandi acquisizioni tecnologiche di tutti i tempi, …
S&P 500 e lo spauracchio Bear Market: analisi dei precedenti mercati ribassisti e le strategie per affrontare al meglio l’Orso
La settimana scorsa si è conclusa con uno S&P 500 sull?orlo di un mercato orso, mentre l?indice Nasdaq Composite è entrato in territorio ribassista già lo scorso marzo. I timori …
Intesa Sanpaolo e Unicredit tra i 5 titoli bancari UE indicati da IG come potenziali winner sui mercati in questo 2022 sfidante
L’ultimissima conferma è arrivata proprio oggi, con il PIL Usa che è calato oltre le attese dell’1,5%. Un segnale chiaro, l’ennesimo, sul rallentamento dell’economia globale scatenato dalla sfortunata combinazione di eventi tra la …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1111
    L'avatar di francs
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    12,716
    Blog Entries
    3
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1658 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Comunque contento di sapere che la realtà (inclusa tutta la programmazione SW del mercato e chi oggi comprerà/venderà per n motivi inconoscibili, modificando il prezzo di qualsiasi sottostante, istituzionale o retail che sia) è una "distorsione cognitiva".
    Aspetto Morpheus (pillola rossa o blu).
    Ultima modifica di francs; 14-01-22 alle 11:59

  2. #1112
    L'avatar di Emmhanuel
    Data Registrazione
    Feb 2002
    Messaggi
    1,046
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    263 Post(s)
    Potenza rep
    13677903
    Citazione Originariamente Scritto da Gianni78bari Visualizza Messaggio
    Riporto direttamente dall'Hull a conferma del concetto:

    It is natural to assume that, as the probability of an upward movement in the stock price increases, the value of a call option on the stock increases and the value of a put option on the stock decreases. This is not the case. The key reason is that we are not valuing the option in absolute terms. We are calculating its value in terms of the price of the underlying stock. The probabilities of future up or down movements are already incorporated into the stock price: we do not need to take them into account again when valuing the option in terms of the stock price.
    nessuno commento?
    A parte che si può condividere per via della parity e dissentire perchè la cristallizzazione del maggior scarto q m consolidandosi nella vola storica verrebbe trasfusa poi almeno in parte nella iv (e ragionamenti similari) ... perche scendere su questo piano concettuale?

    per me è geocentrismo.

  3. #1113
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    6,374
    Mentioned
    79 Post(s)
    Quoted
    3870 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Emmhanuel Visualizza Messaggio
    nessuno commento?
    A parte che si può condividere per via della parity e dissentire perchè la cristallizzazione del maggior scarto q m consolidandosi nella vola storica verrebbe trasfusa poi almeno in parte nella iv (e ragionamenti similari) ... perche scendere su questo piano concettuale?

    per me è geocentrismo.
    Se cambiano solo le probabilità di upward/downward ma il range resta lo stesso, anche il prezzo delle opzioni resta lo stesso.

    E' quello che ha fatto vedere Gianni78bari nella semplificazione binomiale.

    Citazione Originariamente Scritto da francs Visualizza Messaggio
    Comunque contento di sapere che la realtà (inclusa tutta la programmazione SW del mercato e chi oggi comprerà/venderà per n motivi inconoscibili, modificando il prezzo di qualsiasi sottostante, istituzionale o retail che sia) è una "distorsione cognitiva".
    Aspetto Morpheus (pillola rossa o blu).
    La distorsione sta nel pensare che davvero tutti i profitti e tutti i capzi siano davvero prevedibili. I prezzi sono solo domanda e offerta che ognuno fa come gli pare.

    Così vale pure per le opzioni però. I prezzi sono oggettivi a parità di volatilità attesa. La domanda e l'offerta si sposta sulla volatilità implicita. Ma, analogamente, ognuno avrà la sua volatilità target.

  4. #1114

    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    10,569
    Blog Entries
    61
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    800 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Per la volatilità il mercato non c'è?

    Lo smile nel prezzo della volatilità non indica (anche) una diversa propensione/avversione al rischio?

    P.S. A me sembra una distorsione soggettiva anche l'idea che tutti gli investitori in opzioni siano neutrali al rischio.

    Va bene che i prezzi delle opzioni sono indifferenti alle probabilità che il sottostante raggiunga una o l'altra estremità del range, ma solo una metà degli opzionisti (% a caso) si affida a questo; l'altra metà fa la domanda e l'offerta di volatilità proprio in base a dove pensa che il sottostante possa arrivare.

    Forse quello che voleva dire Francs era che nel passaggio da sottostante a opzioni resta comunque una metà degli investitori (% a caso) che in pratica traspone i target di prezzo in target di volatilità.
    Bisogna distinguere tra B&S - che era l'oggetto della discussione - e funzionamento del mercato delle opzioni.

    Lo smile/skew di suo non è un coefficiente di avversione al rischio, in realtà è un prodotto di scarto di ipotesi modellistiche che non reggono: cambia queste ipotesi utilizzando un modello diverso e il prezzo di non arbitraggio rimane, semplicemente non vedrai più skew perchè non passerai più da B&S; introduci anche solo un nuovo parametro e avrai la semplificazione di volatilità costante su tempo e prezzi ma la complicazione di una nuova variabile su cui negoziare.

    Per quanto riguarda le "code grasse", queste non sono incompatibili con la valutazione neutrale al rischio né col fatto che la domanda di protezione - e volatilità in generale - riconduca ad un unico prezzo di non arbitraggio: anche depurato il sottostante di tutte le nostre distorsioni cognitive (passando quindi alla misura neutrale al rischio), avrai comunque eventi esogeni che devono essere arbitraggiati dal derivato; se introduci il fatto che la volatilità non è costante ma cambia, stai introducendo una nuova fonte di rischio (tecnicamente: un nuovo premio di mercato del rischio) e ancora una volta farai prezzo in modo da annullarla con un portafoglio di replica che darà un unico prezzo al derivato.

    Introduci dei futures sulla volatilità e improvvisamente sei nuovamente coperto annullando una fonte di rischio e spostando la negoziazione sulla successiva: leggiti questa storiella stilizzata per capire cosa intendo a pag. 26, mentre a pag. 16 c'è quello che francs disperatamente vorrebbe.

    Ripeto: come specifica l'Hull, questo non è un problema del derivato, ma un problema del sottostante; il derivato non deve mai risentire della nostra interpretazione degli eventi fintanto che è possibile un portafoglio di replica, a differenza di quanto vorrebbe francs per cui dovrei usare in "ingresso" gli starnuti di Powell e le paranoie degli analisti economici.

    Se poi ti vuoi spingere a interpretare le code grasse come avversione al rischio, domanda di protezione, indizio di posizionamento dei "grossi" etc. etc. sei in buona compagnia con tanti (me compreso) ma restiamo nel campo delle congetture sul sottostante per cui gli investitori hanno tutta una serie di distorsioni cognitive che scaricano sui prezzi e che creano inefficienze.
    Ultima modifica di Cren; 14-01-22 alle 14:55

  5. #1115

    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    122
    Blog Entries
    16
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    64 Post(s)
    Potenza rep
    11108875
    Mille grazie a @Cren per il powerpoint che finisce dritto nel mio materiale. Non avevo ancora trovato uno che sintetizzasse così.

    Interessante discussione da parte di tutti

  6. #1116
    L'avatar di Emmhanuel
    Data Registrazione
    Feb 2002
    Messaggi
    1,046
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    263 Post(s)
    Potenza rep
    13677903
    Citazione Originariamente Scritto da Blacksmith. Visualizza Messaggio
    Se cambiano solo le probabilità di upward/downward ma il range resta lo stesso, anche il prezzo delle opzioni resta lo stesso.

    E' quello che ha fatto vedere Gianni78bari nella semplificazione binomiale.



    La distorsione sta nel pensare che davvero tutti i profitti e tutti i capzi siano davvero prevedibili. I prezzi sono solo domanda e offerta che ognuno fa come gli pare.

    Così vale pure per le opzioni però. I prezzi sono oggettivi a parità di volatilità attesa. La domanda e l'offerta si sposta sulla volatilità implicita. Ma, analogamente, ognuno avrà la sua volatilità target.
    maggiori probabilità di upward/downward il range non può rimanere lo stesso, concordo invece che non tutti i profitti sono prevedibili

  7. #1117
    L'avatar di Blacksmith.
    Data Registrazione
    Apr 2016
    Messaggi
    6,374
    Mentioned
    79 Post(s)
    Quoted
    3870 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Cren Visualizza Messaggio
    Introduci dei futures sulla volatilità e improvvisamente sei nuovamente coperto annullando una fonte di rischio e spostando la negoziazione sulla successiva: leggiti questa storiella stilizzata per capire cosa intendo a pag. 26, mentre a pag. 16 c'è quello che francs disperatamente vorrebbe.
    Ah, ok... quindi è per questo che esistono i futures sul VIX.

    E' come per le obbligazioni: se ci compri sopra IRS, CDS e currency swap non ti resta un cavolo; ma non è che il rischio scompare, viene passato ad altri che nel frattempo guadagneranno o perderanno sui flussi di cassa.

    Con le opzioni ti puoi pure hedgiare tutto restando solo con il risk free, ma il cerino in mano delle speculazioni sul sottostante trasposte sulla volatilità non scompaiono, resteranno comunque in capo a qualcuno.

  8. #1118

    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    122
    Blog Entries
    16
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    64 Post(s)
    Potenza rep
    11108875
    A me piacerebbe fare un testo completo e coerente con gli altri argomenti che ho accennato le scorse settimane oltre a quelli nn ancora toccati, e una volta terminato renderlo aperto ai miglioramenti e le integrazioni suggerite da tutti quelli interessati. Con lo scopo di rendere accessibili concetti che a primo impatto potrebbero disorientare.
    Cosa fatta in altri campi, es. informatica.
    Un pdf come si deve con l’utilizzo di esemplificazioni visive di questi concetti più complessi e considerazioni sul contesto macro oltre che sui singoli attori e strumenti, il tutto infine mirato ad esempi pratici (qui sarebbe un continuo aggiornamento).
    Ci provo quest’anno sempre nei miei limiti, mi ci vorranno un po’ di mesi.

  9. #1119

    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    10,569
    Blog Entries
    61
    Mentioned
    28 Post(s)
    Quoted
    800 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Gianni78bari Visualizza Messaggio
    A me piacerebbe fare un testo completo e coerente con gli altri argomenti che ho accennato le scorse settimane oltre a quelli nn ancora toccati, e una volta terminato renderlo aperto ai miglioramenti e le integrazioni suggerite da tutti quelli interessati. Con lo scopo di rendere accessibili concetti che a primo impatto potrebbero disorientare.
    Cosa fatta in altri campi, es. informatica.
    Un pdf come si deve con l’utilizzo di esemplificazioni visive di questi concetti più complessi e considerazioni sul contesto macro oltre che sui singoli attori e strumenti, il tutto infine mirato ad esempi pratici (qui sarebbe un continuo aggiornamento).
    Ci provo quest’anno sempre nei miei limiti, mi ci vorranno un po’ di mesi.
    Se posso permettermi - e assumendo che il tuo interesse sia fare qualche soldino sui mercati anziché semplice passione didattica per la materia - non perderei tempo così.

    Come detto in precedenza, i tecnicismi sulle misure di rischio non servono a fare soldi, al massimo servono a non essere vittima di illusioni ottiche.

    Puoi mettere molto più a frutto il tuo tempo cercando di capire cosa succede sui mercati per elaborare delle idee di trading; l'ultimo libro di Sinclair è un buon punto di partenza per capire cosa intendo.

    Cerca di restare sul concreto: se ti avviti su modelli di pricing, calibrazione, alberi trinomiali, volatilità stocastica etc. quasi sicuramente sei andato fuori strada come trader e investitore (ma magari vuoi fare il quantitativo, dipende da te).

    A questo punto più utile che ti getti con profondo spirito critico nello strabordante calderone di "fattori" che dovrebbero sconfessare l'ipotesi di efficienza dei mercati, parti da SSRN.

    È ciò che cercavo di spiegare all'amico che decantava la vendita sistematica di Put: tutto bene, ma il valore aggiunto non sta nella tecnica quanto nei criteri con cui scegli il sottostante.
    Ultima modifica di Cren; 15-01-22 alle 12:21

  10. #1120

    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    122
    Blog Entries
    16
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    64 Post(s)
    Potenza rep
    11108875
    Citazione Originariamente Scritto da Cren Visualizza Messaggio
    Se posso permettermi - e assumendo che il tuo interesse sia fare qualche soldino sui mercati anziché semplice passione didattica per la materia - non perderei tempo così.

    Come detto in precedenza, i tecnicismi sulle misure di rischio non servono a fare soldi, al massimo servono a non essere vittima di illusioni ottiche.

    Puoi mettere molto più a frutto il tuo tempo cercando di capire cosa succede sui mercati per elaborare delle idee di trading; l'ultimo libro di Sinclair è un buon punto di partenza per capire cosa intendo.

    Cerca di restare sul concreto: se ti avviti su modelli di pricing, calibrazione, alberi trinomiali, volatilità stocastica etc. quasi sicuramente sei andato fuori strada come trader e investitore (ma magari vuoi fare il quantitativo, dipende da te).

    A questo punto più utile che ti getti con profondo spirito critico nello strabordante calderone di "fattori" che dovrebbero sconfessare l'ipotesi di efficienza dei mercati, parti da SSRN.

    È ciò che cercavo di spiegare all'amico che decantava la vendita sistematica di Put: tutto bene, ma il valore aggiunto non sta nella tecnica quanto nei criteri con cui scegli il sottostante.
    Grazie per la risposta e per il suo contenuto soprattutto.
    Ho già quaderni e file word pieni di appunti e rielaborazioni, comunque vorrei metterci ordine. Sono effettivamente animato da passione didattica che qualche anno fa ha sostituito un altro importante interesse che ho dovuto lasciare per cause di forza maggiore. Per fortuna ho potuto alimentare quest'altro.
    Per operare concretamente oltre i soldi del monopoli dovrei fare il salto psicologico di trattarlo come un secondo lavoro con tutte le conseguenze del caso, mi riferisco all'aumento di stress che dovrei cominciare a gestire con le piccole cifre (al momento ho solo investimenti passivi programmabili da qualsiasi consulente finanziario)

Accedi