GOLD, SILVER e Metalli in Generale - 16 - Pagina 21
Con misure anti-COVID rating junk quasi inevitabile, Commerzbank osa dire: ‘Vendete BTP’. L’ira di Buffagni
Addio investment grade, debito italiano downgradato a junk dalle agenzie di rating: per gli analisti di Commerzsbank questo scenario è diventato ormai “quasi inevitabile”, visto che le varie iniziative che …
Sprint rialzista petrolio, boom prezzi +11%. Mercato spera in Trump ma per S&P tagli output solo con Brent a $10
Un boom di questa portata, soprattutto in questo mercato, non lo si vedeva da parecchio. E invece gli acquisti tornano, e sono poderosi. Volano i prezzi del petrolio, con i …
Fca schiacciata da crollo volumi: aprile sarà peggio, ma analisti dicono buy
Seduta all'insegna della volatilità per Fca a Piazza Affari. Dopo un avvio in calo di oltre il 3%, il titolo del gruppo guidato da Mike Manley ha recuperato terreno e …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #201
    L'avatar di bubbolo
    Data Registrazione
    Oct 2019
    Messaggi
    142
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    76 Post(s)
    Potenza rep
    14165099
    Citazione Originariamente Scritto da spago Visualizza Messaggio
    sono per fortuna liquido da gennaio. mi è andata bene. tanto qlo

    vorrei destinare una parte della liquità ad un lingotto o due da 100gr. obiettivo metterlo via e riprenderlo tra due o tre anni.
    mi sono guardato un po' in giro ma vedo spread altissimi (che però al momento non mi interessano in quanto tali) ma non so rendermi conto se sono mortificati i prezzi per acquisto dell'oro da parte dei rivenditori o se hanno pompato il loro prezzo di vendita

    di solito guardo e compro (sterlne) da CON..VEST

    avete qualche suggerimento? (anche di altri fornitori)
    Al post 186 trovi una risposta.

  2. #202

    Data Registrazione
    Oct 2017
    Messaggi
    207
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    153 Post(s)
    Potenza rep
    2576983
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea4891 Visualizza Messaggio
    un po' tutti i giorni e quindi al momento della vendita

    il gestore ti dichiara una percentuale "di costo gestione annua" ma è ben difficile verificarla
    al momento della vendita non mi hanno addebitato le spese di gestione... avevo il GOLD/DB ETC 60 lo avevo comprato dal 2013 a 123€ e l'ho venduto perdendo 40€ circa (sfortunatamente l'anno scorso) quindi volevo sapere quanto avevo pagato di commissioni

  3. #203
    L'avatar di Andrea4891
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    25,812
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    1620 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da francesco3 Visualizza Messaggio
    al momento della vendita non mi hanno addebitato le spese di gestione... avevo il GOLD/DB ETC 60 lo avevo comprato dal 2013 a 123€ e l'ho venduto perdendo 40€ circa (sfortunatamente l'anno scorso) quindi volevo sapere quanto avevo pagato di commissioni
    le commissioni (di gestione) sono addebitate ... "intrinsecamente nel prezzo", se così si può dire; l'intermediario ti addebita le sue direttamente, mentre il gestore si fa la barba direttamente sul prezzo

    per esempio hai comprato in data 1-4-10 a 100$ quando l'oro prezzava esattamente come oggi, e oggi vai a rivendere; a parte l'intermediario ti trovi un prezzo dell'ETC che non è più 100$, ma solo 95$, e la differenza è lo "stipendio" del gestore (un 0,4% o 0,45% annuo)

    spero di essermi ... capito

  4. #204

    Data Registrazione
    Oct 2017
    Messaggi
    207
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    153 Post(s)
    Potenza rep
    2576983
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea4891 Visualizza Messaggio
    le commissioni (di gestione) sono addebitate ... "intrinsecamente nel prezzo", se così si può dire; l'intermediario ti addebita le sue direttamente, mentre il gestore si fa la barba direttamente sul prezzo

    per esempio hai comprato in data 1-4-10 a 100$ quando l'oro prezzava esattamente come oggi, e oggi vai a rivendere; a parte l'intermediario ti trovi un prezzo dell'ETC che non è più 100$, ma solo 95$, e la differenza è lo "stipendio" del gestore (un 0,4% o 0,45% annuo)

    spero di essermi ... capito
    quindi mi sembra di capire che il prezzo di carico col tempo diminuisce... pertanto, ad esempio, se compro oggi quell'etc a 139€ e lo tengo 10 anni quando lo andrò a rivendere avrò un prezzo di carico non più di 139€ ma di 135€, giusto ?

  5. #205
    L'avatar di Andrea4891
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Messaggi
    25,812
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    1620 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da francesco3 Visualizza Messaggio
    quindi mi sembra di capire che il prezzo di carico col tempo diminuisce... pertanto, ad esempio, se compro oggi quell'etc a 139€ e lo tengo 10 anni quando lo andrò a rivendere avrò un prezzo di carico non più di 139€ ma di 135€, giusto ?
    credo che prezzo di carico = prezzo pagato, quindi quello resta immutato

    il gestore succhia ogni anno la sua quota percentuale sul prezzo "attuale" distribuendola "come gli pare e conviene" nell'arco dell'anno

    se vuoi un esempio

    Gold Bullion Securities ETC, GBS:LSE:USD summary - FT.com
    Immagini Allegate Immagini Allegate GOLD, SILVER e Metalli in Generale - 16-fondo.jpg 

  6. #206

    Data Registrazione
    Mar 2020
    Messaggi
    54
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    21 Post(s)
    Potenza rep
    213781
    Preparatevi ad un rialzo storico

  7. #207
    L'avatar di esodo2003
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    5,052
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    182 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da martatabni Visualizza Messaggio
    Preparatevi ad un rialzo storico
    a cosa ti riferisci

  8. #208

    Data Registrazione
    Oct 2017
    Messaggi
    207
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    153 Post(s)
    Potenza rep
    2576983
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea4891 Visualizza Messaggio
    credo che prezzo di carico = prezzo pagato, quindi quello resta immutato

    il gestore succhia ogni anno la sua quota percentuale sul prezzo "attuale" distribuendola "come gli pare e conviene" nell'arco dell'anno

    se vuoi un esempio

    Gold Bullion Securities ETC, GBS:LSE:USD summary - FT.com
    allora vediamo se ho capito... compro 100 quote gold etc a 100€ spendendo così 10K ogni anno il gestore succhia lo 0,4% dalla mia quota (100) che diventerà di 99,6 il primo anno fino al settimo anno che sarà di 97,2 e i 10k iniziali diventeranno 9.720€ e il gestore avrà succhiato 280€ in 7 anni. Quindi al momento della vendita se avessi voluto chiudere in pari (recuperando i 10k) avrei dovuto vendere le quote non più a 100€ ma a 102,8€ circa, coretto?

  9. #209
    L'avatar di paul kersey
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    1,738
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    711 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Oro, la Russia ferma gli acquisti della banca centrale
    Per oltre un decennio Mosca è stata un importante motore della domanda di oro, quintuplicando le riserve auree dal 2007 a 2.300 tonnellate. Con il crollo del petrolio e del gas adesso non è escluso che si metta a vendere

    di Sissi Bellomo
    (Reuters)
    (Reuters)

    3' di lettura

    La Russia smette di accumulare oro. Dopo aver raddoppiato le riserve auree negli ultimi 5 anni (e averle quintuplicate dal 2007) la banca centrale ha annunciato l’interruzione degli acquisti a partire dal 1° aprile: un’inversione di tendenza che minaccia di pesare sulle quotazioni del lingotto.

    E non è tutto. Mosca potrebbe anche incrementare le vendite di oro – oltre che platino, palladio e diamanti - custoditi dal Gokhran, fondo statale che custodisce scorte strategiche di metalli e gemme preziosi. All’esame della Duma, riferisce Interfax, c’è un disegno di legge che punta ad autorizzare cessioni senza alcun vincolo, ufficialmente per finanziare la lotta contro il coronavirus.

    È comunque probabile che la Russia abbia anche bisogno di risorse per proteggere il bilancio dello stato dal crollo delle entrate da petrolio e gas.

    Le quotazioni del barile sono più che dimezzate nell’ultimo mese, a causa della pandemia e della guerra dei prezzi ingaggiata da Mosca e Riad. Il Wti per la prima volta dal 2002 è sceso sotto 20 dollari, mentre l’Ural – greggio di riferimento russo – vale appena 22 dollari al barile, la metà rispetto a quanto necessario per far quadrare il bilancio dello Stato.

    Il valore del gas intanto è addirittura ai minimi storici sul mercato europeo: sul principale hub, il Ttf olandese, le forniture per maggio scambiavano a 6,75 euro per Megawattora lunedì 30 marzo.

    1 aprile 2020

    Russia
    Mosca
    Cnbc
    Anton Siluanov
    Megawattora

    Salva
    0Commenta

    (Reuters)

    riserve auree
    L’oro brilla meno per le banche centrali: dimezzati gli acquisti

    di Sissi Bellomo

    guerre valutarie
    Cina e Russia «scaricano» il dollaro: accumulano oro e vendono Treasuries

    di Sissi Bellomo

    L’oro nei forzieri di Mosca è anche una sorta di polizza d’assicurazione per questo tipo di emergenze, aveva dichiarato lo scorso ottobre il ministro delle Finanze russo Anton Siluanov davanti alle telecamere di Cnbc.
    GOLDEN STATEGY

    Russia's gold reserves have surged in recent years
    GOLDEN STATEGY

    Le sue parole oggi suonano davvero profetiche: «Anche se il prezzo del petrolio dovesse scendere a 30 dollari al barile, o a 20 dollari, saremo in grado di onorare i nostri impegni per tre anni, senza alcuno shock o difficoltà», perché «abbiamo accumulato riserve auree pari al 7% del Pil» .

    La Russia non solo è il terzo produttore mondiale di oro, ma per oltre un decennio è stata cruciale anche per sostenere la domanda del metallo, con acquisti consistenti effettuati con estrema regolarità, senza saltare neppure un mese negli ultimi tre anni.

    La spinta verso la dedollarizzazione – accelerata dalle sanzioni Usa – ha portato la banca centrale a chiudere nei suoi caveau 2.279,2 tonnellate di lingotti, per un valore al 1° marzo di 119,7 miliardi di dollari secondo il Fondo monetario internazionale. L’oro rappresenta ormai un quinto delle riserve russe ed è il terzo asset, dopo il biglietto verde e l’euro.

    Non è detto che la banca centrale si metta a vendere lingotti: potrebbe anche non farlo. O non subito, anche se in questo momento – per problemi logistici legati al coronavirus – c’è grande richiesta di metallo fisico nel mondo. Ma il semplice fatto che l’autorità monetaria russa smetta di acquistare dalle minerarie locali “libererà” una grande quantità di metallo, destinato a finire sui mercati internazionali.

    Le società aurifere russe, tra cui Polyus Gold, stanno già facendo pressioni per ottenere licenze per l’esportazione diretta: un privilegio finora riservato solo alle banche, salvo eccezioni occasionalmente concesse caso per caso.

    A dire il vero Mosca aveva già rallentato il ritmo di accumulo delle riserve auree: l’anno scorso gli acquisti sono diminuiti del 42% rispetto al record del 2018, attestandosi a 158,1 tonnellate (volumi comunque decisamente importanti).

    In parallelo si sono impennate le esportazioni di oro dalla Russia: nel 2019 hanno preso il volo – diretti soprattutto verso Gran Bretagna e Svizzera, dunque verso gli hub finanziari dell’oro – 100,5 tonnellate di lingotti, contro appena 16 tonnellate nel 2018

  10. #210

    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    110
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    54 Post(s)
    Potenza rep
    4294970

    MP

    Per adesso le banche centrali /come hanno fatto in passato/inondano il mercato di liquidita ma il cavallo non ha voglia di bere ci dovra essere un giorno che linflazione iniziera a mordere e tutto sommato ai vari governi gli andra bene è un toccasana per i debiti degli stati a quel punto i MP potranno salire.Comunque é un quadro che non penso possa accadere nel breve.

Accedi