Investimento di 5 anni (circa): cosa fare? - Pagina 2
Salva-spread Draghi al Quirinale: outlook BTP e consigli su Piazza Affari con rebus Italia
Elezioni presidenziali e incognita Draghi tra market mover principali degli asset made in Italy, spread BTP-Bund e Piazza Affari in primis. Analisti ed economisti continuano a focalizzarsi sui temi cruciali …
Iliad spiazza la concorrenza con l’offerta sul fisso e smentisce l’accordo con Vodafone
Il lancio della nuova offerta su rete fissa da parte di Iliad oggi ha scosso il mercato delle telecomunicazioni italiano. L’operatore francese con un’offerta da 15,99 € al mese per …
Bce e tassi, Deutsche Bank più hawkish: inflazione rallenterà meno delle attese, rialzo tassi già quest’anno. Il rischio stretta 50 pb
Primo rialzo dei tassi da parte della Bce a dicembre di quest'anno: è l'outlook firmato dagli economisti di Deutsche Bank che, in un momento in cui i mercati percepiscono il …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11

    Data Registrazione
    Jul 2021
    Messaggi
    275
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    250 Post(s)
    Potenza rep
    1220048
    ALTRA OPZIONE DA VALUTARE:

    Fondi di investimento (ETF) a distribuzione, quindi che staccano dividendi.

    Tra 5 anni mi ritrovo con 100k liquidi:
    - faccio mutuo da 200k (0 anticipo) - supponiamo 20 anni al 2%
    - i 100k liquidi li investo in un fondo a distribuzione

    esistono fondi a distribuzione (o prodotti simili) che rendono ALMENO il 4%? Perchè è ovvio che ho bisogno di almeno il 4% per andare "pari" con il costo del mutuo ... In realtà per far si che il gioco valga la candela i 100k dovrebbero rendermi 6-7% per 20 anni, allora sì che vedrei del guadagno (parlo di rendimenti netti ovviamente)

    che ne pensate?

  2. #12
    L'avatar di Iamhere
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    70
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    29 Post(s)
    Potenza rep
    2880487
    Citazione Originariamente Scritto da noncicredoneanche Visualizza Messaggio
    sto appunto per versare la mia prima quota da 5k nel fondo pensione Allianz, entro il 31-12 di quest'anno, e proverò a saturarla ogni anno se riesco

    per quanto riguarda la liquidità da "parcheggiare" con rischio zero (capitale garantito), stavo pensando a qualche prodotto (meglio se senza vincoli temporali, quindi liquido) che sia agganciato all'inflazione, così da non guadagnare ma nemmeno perdere valore nel tempo. Non ne conosco personalmente, te ne conosci qualcuno?

    Grazie
    Ottimo il versamento al fondo pensione, per altre cose hai un orizzonte temporale troppo breve per rischiare il capitale, che, tra l'altro, ti servirebbe bello corposo.
    Quindi CD, per le Poste mi sembra strano che ci sia un prodotto che ti da l'1,5% netto al'anno, liquido e sottoscrivibile adesso, sei sicuro?
    L'altra ipotesi che fai è sostanzialmente alzare la cifra del mutuo, metterci meno anticipo e rientrare delle spese del mutuo (2%, secondo me puoi trovare di molto meglio) con un investimento.
    Se usi obbligazionario emergente o HY, puoi arrivarci ad un 2% netto, il capitale non sarebbe garantito, anzi, ma in realtà non avendolo usato per il mutuo il tuo orizzonte temporale si allunga permettendoti, forse, di rientrare in caso di storni.
    L'obbligazionario ad alto rendimento ha una volatilità quasi da azionario, a maggior ragione ora con i cambi in movimento ed i tassi dai movimenti incerti.

    Come vedi ci sono sempre delle scelte, se vuoi campare tranquillo CD o poste(?) e cerca di parare l'inflazione.
    Per il resto superare l'1% netto, ora come ora, vuole dire prendersi dei rischi, più vai su, più rischi.

  3. #13

    Data Registrazione
    Jul 2021
    Messaggi
    275
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    250 Post(s)
    Potenza rep
    1220048
    Citazione Originariamente Scritto da Iamhere Visualizza Messaggio
    Ottimo il versamento al fondo pensione, per altre cose hai un orizzonte temporale troppo breve per rischiare il capitale, che, tra l'altro, ti servirebbe bello corposo.
    Quindi CD, per le Poste mi sembra strano che ci sia un prodotto che ti da l'1,5% netto al'anno, liquido e sottoscrivibile adesso, sei sicuro?
    L'altra ipotesi che fai è sostanzialmente alzare la cifra del mutuo, metterci meno anticipo e rientrare delle spese del mutuo (2%, secondo me puoi trovare di molto meglio) con un investimento.
    Se usi obbligazionario emergente o HY, puoi arrivarci ad un 2% netto, il capitale non sarebbe garantito, anzi, ma in realtà non avendolo usato per il mutuo il tuo orizzonte temporale si allunga permettendoti, forse, di rientrare in caso di storni.
    L'obbligazionario ad alto rendimento ha una volatilità quasi da azionario, a maggior ragione ora con i cambi in movimento ed i tassi dai movimenti incerti.

    Come vedi ci sono sempre delle scelte, se vuoi campare tranquillo CD o poste(?) e cerca di parare l'inflazione.
    Per il resto superare l'1% netto, ora come ora, vuole dire prendersi dei rischi, più vai su, più rischi.
    Davvero chiaro ed esaustivo, grazie mille

    riguardo il prodotto di Poste, ho tralasciato un dettaglio importante perchè non volevo farla lunga: questo prodotto, che mi sembra si chiavi Postevita *qualcosa* i primi 2-3 anni dalla sottoscrizione ha un costo che in sostanza ti annulla il rendimento, dopo è tutto rendimento con capitale garantito e totalmente liquido. Io ne approfitterei perchè semplicemente andrei a spostare i miei risparmi su questa polizza che però è di mio padre (che per ovvi motivi di età cercava qualcosa di garantito qualche anno fa). Non so nemmeno se il prodotto è ancora sottoscrivibile, ma appunto io non lo sottoscriverei, passerei solo i miei soldi a mio padre che a sua volta li verserebbe

    ma qualcosa di fortemente legato all'inflazione non c'è in giro? a me basterebbe non erodere il capitale di qui a 5 anni, sarebbe già una bella vittoria per il mio obiettivo

  4. #14

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    1,038
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    716 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da noncicredoneanche Visualizza Messaggio
    Davvero chiaro ed esaustivo, grazie mille

    riguardo il prodotto di Poste, ho tralasciato un dettaglio importante perchè non volevo farla lunga: questo prodotto, che mi sembra si chiavi Postevita *qualcosa* i primi 2-3 anni dalla sottoscrizione ha un costo che in sostanza ti annulla il rendimento, dopo è tutto rendimento con capitale garantito e totalmente liquido. Io ne approfitterei perchè semplicemente andrei a spostare i miei risparmi su questa polizza che però è di mio padre (che per ovvi motivi di età cercava qualcosa di garantito qualche anno fa). Non so nemmeno se il prodotto è ancora sottoscrivibile, ma appunto io non lo sottoscriverei, passerei solo i miei soldi a mio padre che a sua volta li verserebbe

    ma qualcosa di fortemente legato all'inflazione non c'è in giro? a me basterebbe non erodere il capitale di qui a 5 anni, sarebbe già una bella vittoria per il mio obiettivo
    No, non c'è quello che vorresti tu nelle attuali condizioni di mercato.

    Ad esempio, il btpi scadenza maggio 2026, quindi meno di 5 anni, ha una cedola reale dello 0,65% annuo ma oggi quota circa 109. Vuol dire che ha rendimento reale negativo a scadenza. E parliamo dell'emittente governativo in euro con il rendimento maggiore.

    Per coprire l'inflazione attesa, oggi, devi assumere qualche rischio che non è compatibile con un orizzonte temporale di 5 anni. Non si scappa. O ti accontenti di meno (= rendimento reale probabilmente negativo, tranne discesa dell'inflazione sotto le attese), o prendi qualche rischio, consapevole che questo può significare erodere il capitale anche in termini nominali alla "scadenza" che ti sei dato. Se questi soldi servono realmente per comprare una casa in cui abitare, per me non si pone nemmeno il dubbio.

  5. #15
    L'avatar di bow
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    2,311
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    2065 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da noncicredoneanche Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    la mia attuale situazione è questa:


    • ho 30 anni (praticamente 31, a Gennaio)
    • ho intenzione di acquistare la mia prima casa entro 4-5 anni (mi sono dato questo limite temporale arbitrario ma anche basato sull'attuale disponibilità finanziaria che ho e quella futura che prevedo di accumulare)
    • l'idea è di arrivare a dare un corposo anticipo, diciamo 100k (almeno) su un'ipotetica casa del valore di 200k
    • attualmente dispongo di circa 40k (mi lascio circa 5k sul conto per le evenienze)
    • con le previsioni e proiezioni che ho fatto, appunto, potrei arrivarci tra 4-5 anni
    • dopo questa prima entrata di 40k ovviamente andrò ad incrementare ogni anno, probabilmente con un PAC
    • importante: tra 5 anni andrei ad utilizzare quasi tutta la liquidità disponibile, diciamo almeno il 90%


    Ora, sono mesi che mi studio un pò di cose qui su Fol e sinceramente, per il tipo di investitore che sarei, un ETF Lifestrategy sarebbe il prodotto per me... ma.. c'è un MA: gli ETF non vanno bene per investimenti di 5 anni (giusto?!)

    Le due opzioni a cui ho pensato (non tengo conto dell'inflazione)

    1) ETF Lifestrategy: se continua a salire fino a che non compro casa ho vinto alla lotteria, se poco dopo che ho investito crolla beh.. in 3-4 anni penso che riesca a recuperare almeno quanto ha perso, se crolla poco prima che decido di acquistare casa in teoria ho coperto il crollo con i precedenti anni di crescita --> morale della favola: nello scenario peggiore, in teoria, non ho ne guadagnato ne perso.

    2) Al diavolo gli investimenti, ho campato bene fin'ora senza (anche perchè fino a poco fa non c'avevo un euro): visto che questi soldi mi servono per dare un anticipo il più corposo possibile, li metto in qualche prodotto delle Poste con capitale garantito, ce ne è uno che ha mio padre che dà 1.5% netto l'anno (in passato ha reso di più, credo che più salga l'inflazione più renda), e ho la certezza di ritrovare il capitale tra 5 anni più qualche briciolina extra.


    Dall'alto della mia ignoranza vi chiedo gentilmente cosa fareste al mio posto e ovviamente sono aperto ad altri prodotti/soluzioni, ci mancherebbe.

    Grazie infinite a chi vorrà condividere la sua opinione
    A livello DIDATTICO:

    Con un'allocazione moderata 30/70 (es. 30% azionario e 70% obbligazionario), ad esempio, è veramente difficile che su un arco temporale di 5 anni un portafoglio abbia riportato serie perdite.
    Il problema oggi, semmai, lo vedrei nel dove concentrare il 70% di prudente, dato che il rendimento di molti obbligazionari più "sicuri" è nullo se non negativo.

    Un conto deposito online a 5 anni mantiene ancora un minimo di rendimento e potrebbe fare da "timer" al restante investimento (un esempio: Banca Sistema, una banca dove puoi fare tutto online dove ho un mio piccolo conto deposito a 60 mesi da 1,3% annuo senza imposta di bollo, in altre parole (1,3*0,74)x5 = +4,8% netto. Soldi bloccati... ma a trovarla un'obbligazione non speculativa che faccia lo stesso...).

    Se poi l'altra quota la poni in obbligazionario a bassa durata finanziaria, anche se speculativo (es. valuta dollaro, paesi emergenti... high yield ma al momento mi sembra molto 'altino') e azionario, magari solido (non azionario Russia insomma) con strumenti a costi non erosivi (ETF!) e te li scordi la probabilità di fare danni seri la reputo, a fine 2026, comunque inferiore alla probabilità di avere crescita.
    Poi se arriva una nuova crisi del '29 con contemporaneo 10% annuo d'inflazione... beh, almeno crollerà anche l'immobiliare.

  6. #16
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    3,693
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    3098 Post(s)
    Potenza rep
    23232636
    Citazione Originariamente Scritto da bow Visualizza Messaggio
    Poi se arriva una nuova crisi del '29 con contemporaneo 10% annuo d'inflazione... beh, almeno crollerà anche l'immobiliare.
    Ciao Bow; seguendo i tuoi ragionamenti. Si parla sempre di asset reali come protezione dall'inflazione, quindi avere delle case ( salvo che in zone desolate) non dovrebbe aumentare la possibilita' di "coprirsi dall'inflazione"?

    Un saluto

  7. #17
    L'avatar di x0x
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    689
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    360 Post(s)
    Potenza rep
    15912862
    Citazione Originariamente Scritto da noncicredoneanche Visualizza Messaggio
    [*]importante: tra 5 anni andrei ad utilizzare quasi tutta la liquidità disponibile, diciamo almeno il 90%[/LIST]
    Conto deposito o prodotto equivalente altrettanto sicuro il 95% ed il 5% in un ETF tipo LS 40/60 oppure tutto in un CD o prodotto di risparmio analogo.

  8. #18

    Data Registrazione
    Nov 2020
    Messaggi
    1,880
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1072 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Citazione Originariamente Scritto da asimpleplan Visualizza Messaggio
    Ciao Bow; seguendo i tuoi ragionamenti. Si parla sempre di asset reali come protezione dall'inflazione, quindi avere delle case ( salvo che in zone desolate) non dovrebbe aumentare la possibilita' di "coprirsi dall'inflazione"?

    Un saluto
    Se inflazione sale ma salari rimangono al palo come succede nel nostro stivaletto e potere d'acquisto crolla gli immobili non possono che sgonfiarsi.. Peggio se BC alzano tassi e quindi anche accesso al credito diventa difficoltoso..
    Poi chiaramente il super pregio avendo domanda specifica potrebbe facilmente anche aumentare di valore ma il medione sicuramente no...

  9. #19

    Data Registrazione
    Jul 2021
    Messaggi
    275
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    250 Post(s)
    Potenza rep
    1220048
    grazie ancora a tutti per i preziosi consigli e spunti di riflessione

    è chiaro come un progetto importante tipo l'acquisto di una casa ti "leghi le mani" al 90% , proprio per il discorso di preservare il capitale (non considerando la maledetta inflazione)

    Interessante il punto sull'immobiliare: anche io avevo fatto una riflessione del genere, nel senso che 5 anni è l'arco temporale ad oggi con le condizioni attuali di mercato, ma se ad esempio tra 2 anni l'immobiliare crolla beh a quel punto l'appartamento invece di 200k ci sta che lo paghi 170k , ed ecco qui che è come se "anticipo" gli rimanenti ad arrivare a 5

    Mi sembra di capire che l'opzione più tranquilla, a livello anche di "ansia" è quella di mettere i soldi in quel prodotto di Poste (che ha mio padre, in realtà) aspettando un possibile, ma non garantito, crollo dei mercati e/o immobiliare. A quel punto potrebbe valere la pena investire in azionario e/o addirittura anticipare l'acquisto della casa

  10. #20

    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    367
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    242 Post(s)
    Potenza rep
    21134073
    Citazione Originariamente Scritto da noncicredoneanche Visualizza Messaggio
    grazie ancora a tutti per i preziosi consigli e spunti di riflessione

    è chiaro come un progetto importante tipo l'acquisto di una casa ti "leghi le mani" al 90% , proprio per il discorso di preservare il capitale (non considerando la maledetta inflazione)

    Interessante il punto sull'immobiliare: anche io avevo fatto una riflessione del genere, nel senso che 5 anni è l'arco temporale ad oggi con le condizioni attuali di mercato, ma se ad esempio tra 2 anni l'immobiliare crolla beh a quel punto l'appartamento invece di 200k ci sta che lo paghi 170k , ed ecco qui che è come se "anticipo" gli rimanenti ad arrivare a 5

    Mi sembra di capire che l'opzione più tranquilla, a livello anche di "ansia" è quella di mettere i soldi in quel prodotto di Poste (che ha mio padre, in realtà) aspettando un possibile, ma non garantito, crollo dei mercati e/o immobiliare. A quel punto potrebbe valere la pena investire in azionario e/o addirittura anticipare l'acquisto della casa
    io cambierei prospettiva e se fossi in te comincerei a guardarmi intorno cercando l'immobile. Visto che non hai particolarmente fretta puoi cercare un immobile che faccia per te a un prezzo magari inferiore al mercato. Credo che adesso si compri bene (ma dipende dalle zone) e se lo trovi a buon prezzo hai fatto molto più "gain" di quello che puoi fare con la finanza.. puoi usufruire di tassi dei mutui bassi, un tasso fisso a 30 anni: non hai più paura dell'inflazione e non ti strozzi con la rata... magari lo metti a reddito e con l'affitto ci paghi almeno in parte il mutuo. Col tempo, se avrai dei soldi da parte estingui il mutuo anticipatamente.
    Se lo compri da ristrutturare, lo pagherai meno e la rata sarà più bassa: potrai ristrutturare in qualche anno, in base ai tuoi risparmi e magari usufruire di qualche altro vantaggio tipo i vari bonus ristrutturazione, ecobonus, facciate ecc..

Accedi