Spread p/e - forward p/e insieme a p/bv per identificare bolle speculative
I bond segnalano problemi in arrivo, sarà fondamentale monitorare i rendimenti reali
Gli investitori dovrebbero iniziare a preoccuparsi dei loro investimenti, dal momento che i rendimenti del Tesoro USA si stanno muovendo più in alto, trascinando con loro i crediti a basso …
Trading fino a sera, nuovi orari per la Borsa tedesca che resterà aperta fino alla chiusura di Wall Street. Anche Piazza Affari pronta per gli straordinari?
Da lunedì 29 novembre la Borsa di Francoforte consentirà agli investitori di negoziare azioni, Etf/Etp e fondi comuni di investimento fino alle ore 22, potendo così reagire agli eventi sui …
La giornata più nera dell’anno per le Borse, panic selling con petrolio a -13%. Ftse Mib affonda a -4,6%
Venerdì nero a tutti gli effetti sui mercati. In coincidenza con il Black Friday che segna l?avvio della stagione degli acquisti pre-natalizi, i mercati sono stati travolti dall?emergere di una …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    May 2021
    Messaggi
    317
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    244 Post(s)
    Potenza rep
    12169188

    Spread p/e - forward p/e insieme a p/bv per identificare bolle speculative

    Buongiorno, anche voi seguite questi multipli?
    Se si ha un p/e a 30 e un forward p/e 1years a 15 il mercato si aspetta utili futuri, se aspettative vengono disattese i prezzi crollano.
    Se si ha un p/e a 10 e un forward p/e 1 years a 10 il mercato non si aspetta maggiori utili futuri pertanto non c’è frenesia nel voler possedere quelle azioni..
    quindi si elimina il rischio bolla.

    Se questa situazione la si trova nel segmento azionario laddove gli utili sono a bassa variabilità storicamente, ma anche per definizione ( aziende attive in settori che producono beni e servizi difficilmente evitabili ) insieme ad un p/bv accettabile ( vicino a 1 ), secondo me oggi non si dovrebbe avere paura ad accumulare, per il lungo termine, azionario con parametri value.

    Un esempio:

    Gldv ha un p/e 12 e forward p/e 12 circa....
    Mentre Msci world momentum ad esempio ha p/e 27 e forward p/e 17 circa..

    Un piano di accumulo su gldv significa investire ogni singolo euro a condizioni vantaggiose, investire ogni singolo euro su iwmo significa investire ogni singolo euro a prezzi cari e potenzialmente in bolla, visto l’aspettativa che potrebbe essere disattesa..

    Un ulteriore elemento è la prova che tutto ciò sia funzionato negli anni passati, vista la statistica sui cape redatta da una società del settore, la quale testimonia che in caso il capitale fosse investito a qualsiasi prezzo ma in presenza di un cape inferiore a 10 si sarebbero ottenuti rendimenti positivi nei successivi 15 anni.Mano a mano che il
    Cape “ di carico “ presentava un numero maggiore i rendimenti nei successivi 15 anni vanno proporzionalmente diminuendo. Fino a diventare negativi con i cape superiori a 25..
    Tale statistica prendeva in esame sp500 dal 1880, altri indici abbastanza importanti ( tipo ftse100, dax, nikkei e altri anche un po’ più piccoli tipo Indice Danese e Svedese )

    Voi osservate altro? Come scegliete gli indici (etf )da comprare?

  2. #2

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    991
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    687 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Personalmente li ho scelti così: globale sviluppati a capitalizzazione (Msci World) ; emergenti a capitalizzazione (M. Emerging Markets IMI); zona euro a capitalizzazione (M. Emu), per sovrappesare un po' nostra valuta.

    Comunque, la composizione di Gldv non mi convince: al primo posto un petrolifero, meno di 100 titoli e il 25% di finanziari. Già meglio, per me, Vhyl, in quella categoria (anche se la ripartizione settoriale è simile).

    Un'osservazione su World Momentum: veramente dalla brochure di Msci al 30/09 risulterebbe che oggi p/e e p/e forward sono rispettivamente 19.8 e 16.8 circa, inferiori ai rispettivi valori dell'indice "classico". Ed è comprensibile, vista la miglior performance negli ultimi mesi dei titoli value, che quindi sono entrati in forza nella composizione del Momentum.

  3. #3

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    10,355
    Mentioned
    145 Post(s)
    Quoted
    7355 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da Gabriele01 Visualizza Messaggio
    Buongiorno, anche voi seguite questi multipli?
    Se si ha un p/e a 30 e un forward p/e 1years a 15 il mercato si aspetta utili futuri, se aspettative vengono disattese i prezzi crollano.
    Se si ha un p/e a 10 e un forward p/e 1 years a 10 il mercato non si aspetta maggiori utili futuri pertanto non c’è frenesia nel voler possedere quelle azioni..
    quindi si elimina il rischio bolla.

    Se questa situazione la si trova nel segmento azionario laddove gli utili sono a bassa variabilità storicamente, ma anche per definizione ( aziende attive in settori che producono beni e servizi difficilmente evitabili ) insieme ad un p/bv accettabile ( vicino a 1 ), secondo me oggi non si dovrebbe avere paura ad accumulare, per il lungo termine, azionario con parametri value.

    Un esempio:

    Gldv ha un p/e 12 e forward p/e 12 circa....
    Mentre Msci world momentum ad esempio ha p/e 27 e forward p/e 17 circa..

    Un piano di accumulo su gldv significa investire ogni singolo euro a condizioni vantaggiose, investire ogni singolo euro su iwmo significa investire ogni singolo euro a prezzi cari e potenzialmente in bolla, visto l’aspettativa che potrebbe essere disattesa..

    Un ulteriore elemento è la prova che tutto ciò sia funzionato negli anni passati, vista la statistica sui cape redatta da una società del settore, la quale testimonia che in caso il capitale fosse investito a qualsiasi prezzo ma in presenza di un cape inferiore a 10 si sarebbero ottenuti rendimenti positivi nei successivi 15 anni.Mano a mano che il
    Cape “ di carico “ presentava un numero maggiore i rendimenti nei successivi 15 anni vanno proporzionalmente diminuendo. Fino a diventare negativi con i cape superiori a 25..
    Tale statistica prendeva in esame sp500 dal 1880, altri indici abbastanza importanti ( tipo ftse100, dax, nikkei e altri anche un po’ più piccoli tipo Indice Danese e Svedese )

    Voi osservate altro? Come scegliete gli indici (etf )da comprare?
    Che hai fatto un confronto sbagliato visto che il momentum ogni 6 mesi modifica il proprio paniere e infatti i tuoi dati sono sbagliati

    Il confronto eventualmente lo devi fare con il semplice msci world che ha un turnover delle posizioni praticamente nullo

  4. #4

    Data Registrazione
    May 2021
    Messaggi
    317
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    244 Post(s)
    Potenza rep
    12169188
    Citazione Originariamente Scritto da wolfbalck Visualizza Messaggio
    Che hai fatto un confronto sbagliato visto che il momentum ogni 6 mesi modifica il proprio paniere e infatti i tuoi dati sono sbagliati

    Il confronto eventualmente lo devi fare con il semplice msci world che ha un turnover delle posizioni praticamente nullo

    1)Al 7/10 il p/e è 27...........................
    Exchange-Traded Funds (ETFs) | iShares IT – BlackRock
    .......
    Ma mettiamo che sia anche 19.. il punto non è tanto se il p/e è basso o alto ma l’aspettativa.
    Potrebbe essersi abbassato AL 30/09 a 19 perché sconta degli utili eccezionali, frutto dello stampaggio criminale delle banche centrali in particolare la fed.

    2)
    Che non hai capito nulla.....
    Perché si parlava principalmente di spread tra p/e e forward p/e..
    Quindi se il p/e è 19 e il
    F p/e 1y è 16 c’è comunque aspettativa di incremento utili nell’anno successivo.
    Se GLDV invece presenta un p/e uguale al f p/e 1y significa che il mercato si aspetta in futuro utili pari a quelli attuali..
    Questa condizione da luogo ad una ovvietà ovvero che il mercato non sta comprando freneticamente quelle azioni= no
    Bolla.
    Inoltre il p/e di un dividend aristocrats è stabile proprio perché le aziende che vi sono al suo interno sono aziende a bassa variabilità degli utili.
    Mentre un momentum che oggi si trova comunque sovraesposto al growth ( vedi composizione ) ha un elevata variabilità degli utili..
    Quindi il p/e osservato da solo può essere fuorviante, specialmente se riflette una condizione di utili straordinari.
    Quello che resta è l’aspettativa.

    Occhio all’effetto di Dunning- Kruger..
    può essere molto pericoloso

  5. #5

    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    10,355
    Mentioned
    145 Post(s)
    Quoted
    7355 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da Gabriele01 Visualizza Messaggio
    1)Al 7/10 il p/e è 27...........................
    Exchange-Traded Funds (ETFs) | iShares IT – BlackRock
    .......
    Ma mettiamo che sia anche 19.. il punto non è tanto se il p/e è basso o alto ma l’aspettativa.
    Potrebbe essersi abbassato AL 30/09 a 19 perché sconta degli utili eccezionali, frutto dello stampaggio criminale delle banche centrali in particolare la fed.

    2)
    Che non hai capito nulla.....
    Perché si parlava principalmente di spread tra p/e e forward p/e..
    Quindi se il p/e è 19 e il
    F p/e 1y è 16 c’è comunque aspettativa di incremento utili nell’anno successivo.
    Se GLDV invece presenta un p/e uguale al f p/e 1y significa che il mercato si aspetta in futuro utili pari a quelli attuali..
    Questa condizione da luogo ad una ovvietà ovvero che il mercato non sta comprando freneticamente quelle azioni= no
    Bolla.
    Inoltre il p/e di un dividend aristocrats è stabile proprio perché le aziende che vi sono al suo interno sono aziende a bassa variabilità degli utili.
    Mentre un momentum che oggi si trova comunque sovraesposto al growth ( vedi composizione ) ha un elevata variabilità degli utili..
    Quindi il p/e osservato da solo può essere fuorviante, specialmente se riflette una condizione di utili straordinari.
    Quello che resta è l’aspettativa.

    Occhio all’effetto di Dunning- Kruger..
    può essere molto pericoloso
    Il momentum fra 6 mesi potrebbe avere nelle prime 100 posizioni le stesse dello spdr…..non è difficile capirlo….pensa se il mondo si sveglia e la pensa tutti come te….

    Quindi utilizzarlo come confronto significa capirci poco o nulla.

    Avrai scritto almeno in 50 messaggi sta pappardella del p/e…..amen non faccio compia in colla perché mi rompo.

    Ora hai aperto l’ennesima discussione….comprati sto spdr e basta fessi gli altri che nella vita si sono comprati Amazon quando aveva p/e 1000 e avranno fatto il 1000%.

    Chi ha scelto una strategia value negli ultimi 10 anni pure se domani il Nasdaq facesse il -60% avrà comunque meno soldi di chi ha comprato semplicemente tutto il mercato.

    Comunque bravo probabilmente sei ancora nella fase post adolescenza mettiti contro la brutta e cattiva fed e mettiti short.

    Con 4 numeretti pensi di prevedere il mercato….beata gioventù o beata ignoranza.

  6. #6

    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    2,565
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    595 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Gabriele01 Visualizza Messaggio
    Gldv ha un p/e 12 e forward p/e 12 circa....
    Mentre Msci world momentum ad esempio ha p/e 27 e forward p/e 17 circa..
    Analizzare i p/e non ha senso per gli indici, perche' al denominatore c'e' la somma degli utili delle aziende che fanno utili senza sottrarre le perdite delle aziende che registrano perdite. Dividi il prezzo per qualcosa che non e' l'aggregato degli utili fatti dalle aziende contenute nell'indice.

  7. #7

    Data Registrazione
    Nov 2020
    Messaggi
    1,585
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    896 Post(s)
    Potenza rep
    35644464
    Citazione Originariamente Scritto da tobyy Visualizza Messaggio
    Analizzare i p/e non ha senso per gli indici, perche' al denominatore c'e' la somma degli utili delle aziende che fanno utili senza sottrarre le perdite delle aziende che registrano perdite. Dividi il prezzo per qualcosa che non e' l'aggregato degli utili fatti dalle aziende contenute nell'indice.
    buon punto su cui non avevo mai riflettuto . Ma sei veramente sicuro che sia cosi il calcolo perchè se realmente cosi il dato è sicuramente misleading?

  8. #8

    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    2,565
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    595 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Aga820000 Visualizza Messaggio
    buon punto su cui non avevo mai riflettuto . Ma sei veramente sicuro che sia cosi il calcolo perchè se realmente cosi il dato è sicuramente misleading?
    Basta cliccare il "?" in parte al p/e nel link di Gabriele01:

    "Il rapporto prezzo/utili rappresenta una misura fondamentale utilizzata al fine di stabilire se un investimento viene valutato in modo adeguato. Il rapporto prezzo/utili di ciascuna partecipazione corrisponde all'ultimo prezzo di chiusura diviso per gli utili per azione degli ultimi 12 mesi. Gli utili negativi vengono esclusi, così come le voci straordinarie, e i rapporti prezzo/utili superiori a 60 vengono fissati a 60."

  9. #9

    Data Registrazione
    May 2021
    Messaggi
    317
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    244 Post(s)
    Potenza rep
    12169188
    Citazione Originariamente Scritto da tobyy Visualizza Messaggio
    Basta cliccare il "?" in parte al p/e nel link di Gabriele01:

    "Il rapporto prezzo/utili rappresenta una misura fondamentale utilizzata al fine di stabilire se un investimento viene valutato in modo adeguato. Il rapporto prezzo/utili di ciascuna partecipazione corrisponde all'ultimo prezzo di chiusura diviso per gli utili per azione degli ultimi 12 mesi. Gli utili negativi vengono esclusi, così come le voci straordinarie, e i rapporti prezzo/utili superiori a 60 vengono fissati a 60."
    https://www.stoxx.com/document/Indic...ugust/SDGP.pdf

    Da qui si nota come gli indici "select dividend " che sono si diversi dagli aristocrats come composizione, ma molto simili nel total return abbiano un p/e ex.negative e p/e incl.negative sia forward che last 12 month.. praticamente identici...
    Quindi perchè il p/e dici che non ha senso guardarlo?
    Ci sono gli stessi dati con lo stoxx global 1800 e invece lì si nota una differenza tra p/e ex.negative e p/e incl.negative...

    Ma le differenze non sono così abissali.. almeno per quegli indici.
    Allora ti chiedo, qualora ishares avesse rilevato i p/e includendo i negativi, quel valore sarebbe stato più alto? Per forza.
    Quindi il p/e sul momentum, non considerando gli utili negativi, è già molto alto..ovvero 27. Se considerassimo anche gli utili negativi quel p/e dovrebbe essere più alto ancora... quindi una sorta di bomba pronta ad esplodere...
    Ma L'espertone sopra dice che c'è il ribilanciamento ogni 6 mesi quindi si sente in una botte di ferro, ma i soldi che lui investe ora li investe a p/e decisamente molto elevati.
    E questa cosa non è mai stata una mossa molto intelligente.....

    Stando a questo grafico, ( qui si parla di cape ) chi ha investito con cape alti ha storicamente fatto danno nei successivi 15 anni.
    La statistica è stata redatta, vado da una società, che andando a memoria mi pare fosse o pimco o jpmorgan( al tempo quando la vidi io) Poi successivamente è stata pubblicata anche su siti di consulenti indipendenti ecc

    Spread p/e - forward p/e insieme a p/bv per identificare bolle speculative-statistiche-p-e-.jpg

  10. #10

    Data Registrazione
    May 2021
    Messaggi
    317
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    244 Post(s)
    Potenza rep
    12169188
    Citazione Originariamente Scritto da wolfbalck Visualizza Messaggio
    Il momentum fra 6 mesi potrebbe avere nelle prime 100 posizioni le stesse dello spdr…..non è difficile capirlo….pensa se il mondo si sveglia e la pensa tutti come te….

    Quindi utilizzarlo come confronto significa capirci poco o nulla.

    Avrai scritto almeno in 50 messaggi sta pappardella del p/e…..amen non faccio compia in colla perché mi rompo.

    Ora hai aperto l’ennesima discussione….comprati sto spdr e basta fessi gli altri che nella vita si sono comprati Amazon quando aveva p/e 1000 e avranno fatto il 1000%.

    Chi ha scelto una strategia value negli ultimi 10 anni pure se domani il Nasdaq facesse il -60% avrà comunque meno soldi di chi ha comprato semplicemente tutto il mercato.

    Comunque bravo probabilmente sei ancora nella fase post adolescenza mettiti contro la brutta e cattiva fed e mettiti short.

    Con 4 numeretti pensi di prevedere il mercato….beata gioventù o beata ignoranza.
    Beh.... uno che dice " vallo a dire a chi ha comprato amazon con p/e 1000 e ha fatto il 1000% " oppure " chi ha comprato il nasdaq negli ultimi 10 anni sovraperformerà chi ha comprato il value anche se facesse -60 % " non può certo dire di capirci qualcosa.............
    Forse i grafici che osservi tu, non arrivano indietro fino al 2000.... Quando scoppiò la bolla dot-com, quanto ci ha messo il nasdaq a ritornare sui massimi del 2000? O ancora da quando è quotata Amazon ? Da quando ha realizzato performance degne di nota? Dai, va bene non capirci nulla, ma essere ancora a guardare i rendimenti passati sperando che ci siano anche in futuro... altro che beata ignoranza....

    p.s.
    I p/e su singole aziende specialmente se growth sono un'altro discorso. Infatti chi compra singole aziende analizza i bilanci ecc... e se si deve sovraesporre, non credo che possa usare lo stasso approccio che utilizza uno che investe in etf globali.. Infatti è pieno di investitori ignoranti che hanno mediato su singoli titoli convinti dai multipli, e sono finiti sotto un ponte. Diverso è per gli indici.. Pensavo che il concetto di diversificazione fosse chiaro....... Mah a questo punto penso che tu stia trollando.
    Saluti!
    Ultima modifica di Gabriele01; 10-10-21 alle 17:07

Accedi