Per chi ha visto i video di Bow sulla previdenza
La giornata più nera dell’anno per le Borse, panic selling con petrolio a -13%. Ftse Mib affonda a -4,6%
Venerdì nero a tutti gli effetti sui mercati. In coincidenza con il Black Friday che segna l?avvio della stagione degli acquisti pre-natalizi, i mercati sono stati travolti dall?emergere di una …
Ariston si accomoda a Piazza Affari, è l’Ipo più grande del 2021. Valorizzazione superiore a quella di alcuni titoli del Ftse Mib
Debutto sottotono a Piazza Affari per Ariston per quella che è la maggiore IPO dell’anno sul listino milanese. Il titolo dello storico brand italiano attivo su scala globale nelle soluzioni …
Perché la variante B.1.1.529 fa tremare il mondo? Ecco le tre cose da sapere sul nuovo ceppo Covid supercontagioso
Ben 32 mutazioni e il rischio che riesca a eludere i vaccini. La nuova variante Covid scoperta in Sud Africa – chiamata B.1.1.529 – sta allertando non poco per la …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    5,831
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    3244 Post(s)
    Potenza rep
    42949684

    Per chi ha visto i video di Bow sulla previdenza

    Il penultimo, il numero 6,confronta un ptf di etf al 33 azionario con un fondo pensione. Ovviamente, come anche bow fa capire, la discriminante sono i costi, ma anche la possibilità di mantenere il capitale. Ora qiesta possibilità esiste anche pee i fondi pensione, ad esempio per inoccupazione superiori a 48 mesi.
    Non pensate che, dal punto di vista dei costi, un fondo chiuso ben gestito con isc pari allo 0,40 o meno, cone il mio, possa più o meno fare lo stesso lavoro?

  2. #2
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    17,764
    Mentioned
    651 Post(s)
    Quoted
    10044 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    Il penultimo, il numero 6,confronta un ptf di etf al 33 azionario con un fondo pensione. Ovviamente, come anche bow fa capire, la discriminante sono i costi, ma anche la possibilità di mantenere il capitale. Ora qiesta possibilità esiste anche pee i fondi pensione, ad esempio per inoccupazione superiori a 48 mesi.
    Non pensate che, dal punto di vista dei costi, un fondo chiuso ben gestito con isc pari allo 0,40 o meno, cone il mio, possa più o meno fare lo stesso lavoro?
    Certo che può. La questione è che nonostante i bassi costi di gestione i negoziali non battono gli aperti stante un punto di differenza, calcolata su tutti i comparti.

  3. #3

    Data Registrazione
    Jan 2021
    Messaggi
    550
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    371 Post(s)
    Potenza rep
    3799049
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    Il penultimo, il numero 6,confronta un ptf di etf al 33 azionario con un fondo pensione. Ovviamente, come anche bow fa capire, la discriminante sono i costi, ma anche la possibilità di mantenere il capitale. Ora qiesta possibilità esiste anche pee i fondi pensione, ad esempio per inoccupazione superiori a 48 mesi.
    Non pensate che, dal punto di vista dei costi, un fondo chiuso ben gestito con isc pari allo 0,40 o meno, cone il mio, possa più o meno fare lo stesso lavoro?
    C'è anche un'altra grande differenza e Cioè che il ptf a distribuzione comincia a maturare reddito da subito ,nn dopo 30 anni

  4. #4
    L'avatar di laradio
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    3,032
    Mentioned
    147 Post(s)
    Quoted
    1955 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da mander Visualizza Messaggio
    Certo che può. La questione è che nonostante i bassi costi di gestione i negoziali non battono gli aperti stante un punto di differenza, calcolata su tutti i comparti.
    Ancora per l’ennesima volta non è esaustivo quello che hai scritto in quanto, è assai noto, che, generalmente gli aperti , per poter competere con i bassi costi dei chiusi, debbono alzare l’asticella del rischio.

  5. #5
    L'avatar di Benjamin_Malaussène
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    4,021
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    3365 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    Il penultimo, il numero 6,confronta un ptf di etf al 33 azionario con un fondo pensione. Ovviamente, come anche bow fa capire, la discriminante sono i costi, ma anche la possibilità di mantenere il capitale. Ora qiesta possibilità esiste anche pee i fondi pensione, ad esempio per inoccupazione superiori a 48 mesi.
    Non pensate che, dal punto di vista dei costi, un fondo chiuso ben gestito con isc pari allo 0,40 o meno, cone il mio, possa più o meno fare lo stesso lavoro?
    La flessibilità non è da sottovalutare
    - con gli ETF puoi scegliere tu su cosa investire, con i fondi pensione devi accontentarti di quello che sono riusciti ad ottenere i sindacati
    - con gli ETF puoi disinvestire quando vuoi, con il fondo pensione solo in casi particolari (4 anni di disoccupazione, solo parzialmente se arrivato alla pensione, etc), rischiando di rimanere incagliato in rendite svantaggiose
    - con gli ETF sai che tassazione pagherai, con i fondi pensione nì (le ipotesi di allarme la tassazione sono in discussione spesso)

    Ora nel tuo caso gli elementi sopra magari pesano meno: perché hai un buon fondo pensione (mi sembra che nel credito il contributo datoriale sia tra i più generosi) e una carriera "lunga" (si, le banche cercano di tagliare personale, ma di solito con buonuscite consistenti che consentono di staccare prima la spina, avere un cuscinetto di liquidità importante, e il numero di anni da disoccupati adatto a riscattare l'intero montante).

    Ma.per un giovane che magari è un ottimo informatico ed in Italia viene inquadrato da metalmeccanico con 1500/mese (con contratto precario se al sud) e fondo pensione cometa che negli ultimi anni non ha rendimenti brillanti, possibilità di emigrare oltre-oceano per retribuzioni almeno 5x, capisci che il fondo pensione possa essere non così attraente come nel tuo caso.

  6. #6
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    17,764
    Mentioned
    651 Post(s)
    Quoted
    10044 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da laradio Visualizza Messaggio
    Ancora per l’ennesima volta non è esaustivo quello che hai scritto in quanto, è assai noto, che, generalmente gli aperti , per poter competere con i bassi costi dei chiusi, debbono alzare l’asticella del rischio.
    Quello e' un alibi non il motivo

  7. #7
    L'avatar di cataflic
    Data Registrazione
    Oct 2002
    Messaggi
    5,144
    Mentioned
    68 Post(s)
    Quoted
    1450 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da mander Visualizza Messaggio
    Quello e' un alibi non il motivo
    Hanno già fatto studi che indicano con fermezza che nel lungo periodo il gestore non fa nessuna differenza, ma la fanno solo i costi e l'allocazione "tipica".
    Il costo è un elemento dirimente, così come l'allocazione, bisogna farsene una ragione.
    In media bisogna basarsi su quello, poi si possono fare calcoli sulla tassazione.
    Non si possono confrontare due portafogli uno 20/80 e l'altro 30/70, così come non si può confrontare un gestore a parità di %ptf su un periodo di 5 anni, quando l'orizzonte è di 20/30.

  8. #8
    L'avatar di marble
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    4,003
    Mentioned
    51 Post(s)
    Quoted
    1815 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    FACT CHECKING


    Il foglio al link seguente mostra in ordine di rendimento decrescente a 10 anni (periodo 2011-2020) i fondi pensione negoziali ed aperti. Il rendimento è già al netto dei costi e della tassazione. fpn_fpa - Fogli Google


    La fonte è COVIP : Elenco dei rendimenti dei fondi pensione | COVIP


    L'immagine seguente mostra i primi 20 in classifica
    Importante sapere che il foglio contiene 289 righe, di queste 191 sono fondi aperti e 98 sono negoziali

    Per chi ha visto i video di Bow sulla previdenza-immagine.png


    Ho inserito la colonna % equity sui primi 20 (andando a spulciare i singoli comparti).


    Mie osservazioni

    1. Non vedo alcuna superiorità particolare in termini di rendimento dei fondi aperti sui fondi negoziali, o viceversa
    2. I fondi negoziali sono effettivamente un po' più prudenti (sono quasi tutti 60 equity, quando gli aperti sono quasi sempre più aggressivi)
    3. Il tanto decantato amundi secondapensione espansione (80 equity) sta a posizione 25 (!) , battuto da 11 aperti e 13 negoziali - tutti meno aggressivi di lui -
    Ultima modifica di marble; 04-10-21 alle 23:57

  9. #9

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    5,831
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    3244 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da marble Visualizza Messaggio
    FACT CHECKING


    Il foglio al link seguente mostra in ordine di rendimento decrescente a 10 anni (periodo 2011-2020) i fondi pensione negoziali ed aperti. Il rendimento è già al netto dei costi e della tassazione. fpn_fpa - Fogli Google


    La fonte è COVIP : Elenco dei rendimenti dei fondi pensione | COVIP


    L'immagine seguente mostra i primi 20 in classifica
    Importante sapere che il foglio contiene 289 righe, di queste 191 sono fondi aperti e 98 sono negoziali

    Per chi ha visto i video di Bow sulla previdenza-immagine.png


    Ho inserito la colonna % equity sui primi 20 (andando a spulciare i singoli comparti).


    Mie osservazioni

    1. Non vedo alcuna superiorità particolare in termini di rendimento dei fondi aperti sui fondi negoziali, o viceversa
    2. I fondi negoziali sono effettivamente un po' più prudenti (sono quasi tutti 60 equity, quando gli aperti sono quasi sempre più aggressivi)
    3. Il tanto decantato amundi secondapensione espansione (80 equity) sta a posizione 25 (!) , battuto da 11 aperti e 13 negoziali - tutti meno aggressivi di lui -
    Conclusioni?

  10. #10
    L'avatar di marble
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    4,003
    Mentioned
    51 Post(s)
    Quoted
    1815 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    Conclusioni?
    intendevo offrire alla perenne diatriba fra mander e laradio un dato concreto. È vero quel che dice @laradio che i fondi aperti si prendono qualche rischio in più. È vero quel che dice @mander che i minori costi dei negoziali a 10 anni non fanno particolare differenza.

    Ma bisognerà vedere a più lungo termine: quasi tutti i negoziali non hanno 20 anni di storia. Interessante far notare che a 20 anni il fondo più performante è un negoziale, Fopen.


    Quanto alla tua domanda iniziale, penso che soprattutto avendo accesso ad un buon negoziale con contributo datoriale, aderire è la scelta migliore. Sul tema invece se sia meglio alla fine la rendita della gestione separata o il fai da te, ecco qui ho molti dubbi.

Accedi