Per chi ha visto i video di Bow sulla previdenza - Pagina 3
Violento crash Bitcoin a 42.000$, cosa è successo? Sabato nero per le cripto
Improvviso crollo del bitcoin che nel giro di un’ora oggi  ha ceduto quasi $ 10.000 toccando un minimo a circa di $ 42.000 prima di rimbalzare. Attualmente segna – 15% …
Outlook commodity: tre chiamate di Ing per il 2022 su petrolio, gas e alluminio
Le materie prime, in generale in questo 2021 si sono distinte in positivo registrando la migliore performance annuale degli ultimi vent’anni, trainate principalmente dal comparto energetico. Le politiche prudenti dell’OPEC+ …
Nervi tesi sui mercati non per colpa di Omicron e lo si capisce dal Nasdaq. Fugnoli (Kairos) spiega qual è oggi il vero nemico
E’ andata in archivio una settimana decisamente nervosa sui mercati con la volatilità indicata dall’indice VIX che si è portata ai massimi da gennaio. Tensioni dettate dal diffondersi della variante …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21

    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    2,730
    Mentioned
    20 Post(s)
    Quoted
    1285 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da marble Visualizza Messaggio
    FACT CHECKING

    ...

    3. Il tanto decantato amundi secondapensione espansione (80 equity) sta a posizione 25 (!) , battuto da 11 aperti e 13 negoziali - tutti meno aggressivi di lui -
    L'aggressivita' di un fondo non si determina solo dalla percentuale in equity. Fon.te dinamico ha un 60% di equity e Amundi espansione ha un 80% di equity. Ma l'80% di Amundi e' coperto dal rischio di cambio. Di conseguenza rinuncia a un po' di rendimento per proteggersi dal rischio che succeda come in Svizzera dove l'equity globale non ha reso niente per un periodo multidecennale a causa dell'andamento del cambio. Anche con la parte obbligazionariao Fon.te si e' preso qualche rischio in piu' rispetto ad Amundi che tiene in portafoglio principalmente titoli a breve termine.

  2. #22
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    17,839
    Mentioned
    651 Post(s)
    Quoted
    10101 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da marble Visualizza Messaggio
    intendevo offrire alla perenne diatriba fra mander e laradio un dato concreto. È vero quel che dice @laradio che i fondi aperti si prendono qualche rischio in più. È vero quel che dice @mander che i minori costi dei negoziali a 10 anni non fanno particolare differenza.

    Ma bisognerà vedere a più lungo termine: quasi tutti i negoziali non hanno 20 anni di storia. Interessante far notare che a 20 anni il fondo più performante è un negoziale, Fopen.


    Quanto alla tua domanda iniziale, penso che soprattutto avendo accesso ad un buon negoziale con contributo datoriale, aderire è la scelta migliore. Sul tema invece se sia meglio alla fine la rendita della gestione separata o il fai da te, ecco qui ho molti dubbi.
    E' pur vero che totuccio paga lo 0,4 ma la sua clientela paga 10 volte di più.

    .

  3. #23
    L'avatar di marble
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    4,016
    Mentioned
    51 Post(s)
    Quoted
    1822 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da jackls Visualizza Messaggio
    L'aggressivita' di un fondo non si determina solo dalla percentuale in equity. Fon.te dinamico ha un 60% di equity e Amundi espansione ha un 80% di equity. Ma l'80% di Amundi e' coperto dal rischio di cambio. Di conseguenza rinuncia a un po' di rendimento per proteggersi dal rischio che succeda come in Svizzera dove l'equity globale non ha reso niente per un periodo multidecennale a causa dell'andamento del cambio. Anche con la parte obbligazionariao Fon.te si e' preso qualche rischio in piu' rispetto ad Amundi che tiene in portafoglio principalmente titoli a breve termine.
    Ottima osservazione

  4. #24
    L'avatar di consindip
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    5,536
    Mentioned
    64 Post(s)
    Quoted
    1934 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    La butto lì:

    - avete considerato nei fondi pensione negoziali se e quanto possa influire la scelta dei gestori in delega?

    Alcuni comparti sono gestiti da un solo gestore, altri sono gestiti per metà da un gestore e per metà da un altro gestore.

    I gestori variano nel tempo.

    Ieri stavo analizzando il comparto più aggressivo di Fondosanità, Espansione, con costi più elevati di altri comparti.

    La delega è a Pictet e quasi l'80% del fondo è in fondi Pictet il resto BTP.

    Se la delega andasse in futuro ad altri, non credo che i fondi attuali verrebbero mantenuti.

    I comparti meno aggressivi sono in delega a Eurizon e Amundi. Per la parte di Eurizon, ci sono guarda caso fondi Eurizon...

  5. #25
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    17,839
    Mentioned
    651 Post(s)
    Quoted
    10101 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da consindip Visualizza Messaggio
    La butto lì:

    - avete considerato nei fondi pensione negoziali se e quanto possa influire la scelta dei gestori in delega?

    Alcuni comparti sono gestiti da un solo gestore, altri sono gestiti per metà da un gestore e per metà da un altro gestore.

    I gestori variano nel tempo.

    Ieri stavo analizzando il comparto più aggressivo di Fondosanità, Espansione, con costi più elevati di altri comparti.

    La delega è a Pictet e quasi l'80% del fondo è in fondi Pictet il resto BTP.

    Se la delega andasse in futuro ad altri, non credo che i fondi attuali verrebbero mantenuti.

    I comparti meno aggressivi sono in delega a Eurizon e Amundi. Per la parte di Eurizon, ci sono guarda caso fondi Eurizon...
    Per i negoziali era questa la situazione nel 2017:

    45,8 miliardi di euro. È a quanto ammontano le risorse dei fondi pensione negoziali affidate dai 32 soci di Assofondipensione a 30 diversi gestori finanziari, tramite la stipula di 244 convenzioni. Questo è il quadro che emerge dal “Rapporto sui fondi pensione negoziali 2017” di una delle più importanti associazioni nel settore della previdenza complementare.

    Su 45,8 miliardi, 115 mandati per un totale di 21,6 miliardi di euro fanno capo a società o gruppi italiani, e altri 129 mandati per un totale di 24,2 miliardi di euro a società o gruppi esteri. Numeri destinati a cambiare a fine 2017 per l’acquisizione di Pioneer Investment Management da parte del Gruppo francese Amundi, nonché per l’attività di rinnovo dei mandati in essere, si legge nella ricerca.

    Non conosco i dati attuali. Troppi gestori e troppe convenzioni. Tanto rumore per poco.

    Posto il delta aperti chiusi a 1 e i rendimenti in evidente costante calo la situazione è seria . Non mi pare proprio che la minore performance sia da addebitare al minor rischio, e se anche cosi fosse non si può far finta glissando.

    Se il punto di pareggio con il tfr è 2 occorre prevedere e provvedere, gia' oggi garantiti e obbligazionari sono sotto su distanze oltre i 5 anni.

  6. #26

    Data Registrazione
    May 2020
    Messaggi
    484
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    321 Post(s)
    Potenza rep
    11958373
    con questi tassi il tfr batterà tutti i garantiti, obbligazionari e bilanciati prudenti senza problemi

  7. #27
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    17,839
    Mentioned
    651 Post(s)
    Quoted
    10101 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da gallocedrone Visualizza Messaggio
    con questi tassi il tfr batterà tutti i garantiti, obbligazionari e bilanciati prudenti senza problemi
    Non è un frangente è una circostanza che denota la fragilità della PC fondata sul TFR e sulle agevolazioni fiscali

  8. #28
    L'avatar di Benjamin_Malaussène
    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    4,057
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    3391 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Citazione Originariamente Scritto da mander Visualizza Messaggio
    Non è un frangente è una circostanza che denota la fragilità della PC fondata sul TFR e sulle agevolazioni fiscali
    Scusa, ma cosa c'entra la PC?
    La PC offre dei rendimenti trasparenti correlati al mercato: direttamente proporzionali ai rendimenti obbligazionari o azionari, a cui sottrarre le spese di gestione (molto basse nei casi di fondi pensione negoziali).
    In un periodo storico come l'attuale, l'obbligazionario ha rendimenti nulli: questo non è modificabile da alcuna legge.

    Ciò che viene denotato, al massimo, è la generosità di rivalutazione del TFR lasciato in azienda /Inps, ma tale meccanismo è indipendente sia dai fondi pensione sia dalla fiscalità correlata.

    Non facciamo mega insalatone se abbiamo delle critiche.

  9. #29
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    17,839
    Mentioned
    651 Post(s)
    Quoted
    10101 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Benjamin_Malaussène Visualizza Messaggio
    Scusa, ma cosa c'entra la PC?
    La PC offre dei rendimenti trasparenti correlati al mercato: direttamente proporzionali ai rendimenti obbligazionari o azionari, a cui sottrarre le spese di gestione (molto basse nei casi di fondi pensione negoziali).
    In un periodo storico come l'attuale, l'obbligazionario ha rendimenti nulli: questo non è modificabile da alcuna legge.

    Ciò che viene denotato, al massimo, è la generosità di rivalutazione del TFR lasciato in azienda /Inps, ma tale meccanismo è indipendente sia dai fondi pensione sia dalla fiscalità correlata.

    Non facciamo mega insalatone se abbiamo delle critiche.
    Passo.

  10. #30
    L'avatar di marble
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    4,016
    Mentioned
    51 Post(s)
    Quoted
    1822 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da gallocedrone Visualizza Messaggio
    con questi tassi il tfr batterà tutti i garantiti, obbligazionari e bilanciati prudenti senza problemi

    Batterà, quando e per quanto tempo?

    È ovvio che un meccanismo di rendimento garantito per legge ha in alcuni anni un risultato migliore di un fondo (di qualsiasi tipo). Ci sono anni in cui i comparti vanno in negativo, non è una sorpresa. Ad esempio nel 2018 il tfr ha battuto tutti i comparti di fonte. Ma nel quinquennio le cose sono ben diverse.

    Non so se nel 21 o 22 il tfr batterà i comparti bilanciati prudenti, ma è inverosimile che li batta nei prossimi 5 - 10 anni. Idem per bilanciati aggressivi e azionari (su questi ultimi su periodi magari un po' più lunghi).

Accedi