Exit Strategy - Pagina 4
Analisti danno ragione a Gubitosi, Telecom Italia tra i titoli più sottovalutati del Ftse Mib. C’è chi vede oltre +100% di upside
Telecom Italia si appresta a diffondere settimana prossima i risultati del 3° trimestre (cda il 27 ottobre) e tra gli analisti c’è un cauto ottimismo dettato dal traino del Brasile …
Trump SPACca a Wall Street, il titolo della sua piattaforma social raddoppia ancora dopo folgorante +350% di giovedì
Rialzo stellare quello che sta registrando a Wall Street un titolo, quello della società SPAC Digital World Acquisition Corp che ha chiuso ieri le contrattazioni a +350%e oggi preannuncia un …
Societe Generale: sei nuovi certificati Cash Collect Plus+ su valute emergenti
Societe Generale, banca leader nel mercato degli strumenti quotati in Italia, porta su EuroTLX di Borsa Italiana sei nuovi certificati Cash Collect PLUS+ su valute emergenti. Grazie a questi nuovi …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #31

    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    174
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    134 Post(s)
    Potenza rep
    3096696
    Citazione Originariamente Scritto da marble Visualizza Messaggio
    sparire del tutto da ovunque non ha senso ed è una chimera.

    Certo si può cambiare paese, ma anche lì ci saranno regole più o meno valide e sopportabili. Se trovi un testa di c... che ti mena, o ti ruba in casa, non chiami una polizia in aiuto? Se stai male, uno straccio di medico? Come li paghi, tutto privato, pagato in nero con le cripto? Niente macchina perché ha la targa? Niente rete (c'è l'IP).. e come tratti i bitcoin?

    Quel che può avere senso è avere un capitale al sicuro, e in caso di colpo di stato o fallimento del belpaese hai un paracadute.

    Ma mi affiderei più a oro e diamanti in cassetta di sicurezza a lugano, che a cripto.

    Ma, nel frattempo, per chi sta bene l'Italia non è mica un brutto posto per viverci, basta non avere troppe paranoie
    L'intenzione non è di sparire del tutto, altrimenti ci si ritira in qualche tempio con i monaci ed è fatta, vivendo d'amore e di spirito.

    L'obbiettivo è quello di avere una parte di capitale al sicuro, fuori dall'attuale sistema finanziario, esattamente l'equivalente di oro e diamanti in cassetta di sicurezza (o nascoso in qualche posto angusto), ma molto più facilmente spendibile e trasportabile in caso di bisogno. Il concetto è proprio quello del paracadute che hai citato.

    Per effettuare i pagamenti e prelievi si possono sfruttare i servizi dei vari exchange, Crypto.com, binance o simili convertendo gli USDC in Euro quando necessario.

  2. #32
    L'avatar di marble
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    3,826
    Mentioned
    47 Post(s)
    Quoted
    1672 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Celestino_JS Visualizza Messaggio
    L'intenzione non è di sparire del tutto, altrimenti ci si ritira in qualche tempio con i monaci ed è fatta, vivendo d'amore e di spirito.

    L'obbiettivo è quello di avere una parte di capitale al sicuro, fuori dall'attuale sistema finanziario, esattamente l'equivalente di oro e diamanti in cassetta di sicurezza (o nascoso in qualche posto angusto), ma molto più facilmente spendibile e trasportabile in caso di bisogno. Il concetto è proprio quello del paracadute che hai citato.

    Per effettuare i pagamenti e prelievi si possono sfruttare i servizi dei vari exchange, Crypto.com, binance o simili convertendo gli USDC in Euro quando necessario.
    Per lo scenario "afghano" (che mi pare un pochino estremo) meglio avere dollari sotto al mattone con cui corrompere le guardie sovraniste di frontiera a chiasso . Una volta di là, apri la cassetta di sicurezza di cui sopra. Per tutti gli altri scenari, non vedo la necessità di "sparire". Personalmente, ho più timore di venire derubato o truffato da parenti, amici, soci, vicini di casa... che dallo stato.

  3. #33
    L'avatar di marble
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    3,826
    Mentioned
    47 Post(s)
    Quoted
    1672 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da asimpleplan Visualizza Messaggio
    Ciao Marble,

    ti chiedo , per quali ragioni \argomenti consideri per esempio la sanita' pubblica (in romagna) meglio di quella privata; intendo per interventi "salva vita" come cardiologia, oncologia e ortopedia?

    Te lo chiedo perché in molti discorsi "da bar" e in certi programmi clickbait (alla televisione) c'è sempre la signora di mezza eta' in chiaro sovrappeso che scuote la testa e parla di tristi storie accadute nella sala d'attesa del pronto soccorso; o di liste d'attesa infinite;

    ovviamente parlo per sentito dire (quindi quanto meno scientifico e obbiettivo ci possa essere) .

    Un saluto
    Se siamo troppo ot, continuiamo in privato.


    Premessa. Non sono qui a dire che è tutto perfetto ed eccellente. Ne mi interessa fare lo spot regionale. E capisco che è molto diverso gestire un servizio sanitario in una metropoli rispetto ad un territorio come la Romagna.

    Presa Diretta su Rai3 ha fatto diversi servizi sul tema. Questo, anche se è di qualche anno fa, merita.


    Presadiretta 2012/13 - La meglio sanita - Video - RaiPlay

    Per quanto riguarda la mia esperienza,
    non so esattamente come sia nelle altre regioni. E non sono un medico quindi non ho competenze per valutare le questioni "limite".

    Qui per situazioni di routine è tutto molto liscio. Il medico di base fa una ricetta digitale e se vado in qualsiasi farmacia basta il tesserino. Le visite posso prenotarle via web, al telefono, in farmacia, al cup.... e mi indirizzano in strutture pubbliche o private chiedendomi quale preferisco. I tempi di attesa per mia esperienza sono quasi sempre di pochi giorni o settimane. Anche la prenotazione del vaccino è stata gestita attraverso il cup come qualsiasi altra prestazione, e potevo scegliere data, ora, luogo. Da casa mia ho 3 centri vaccinali a distanza massima di un quarto d'ora.

    Per le cose gravi, posso testimoniare di una parente anziana lo scorso anno in piena emergenza covid. Ha avvertito sintomi ad aprile, a inizio maggio fatto accertamenti, nel giro di 15 giorni diagnosi di tumore al pancreas, operata dopo un mese a Forlì, (operazione complessa effettuata con tecnica all'avanguardia). A fine luglio era già a casa, e anche il follow up (oncologico e diabetologico) è di alto livello.

    Non ha scucito una lira, non ha amicizie che l'abbiano aiutata a saltare file. Tutto l'iter inizialmente (nel momento più complesso per chi si trova travolto da una situazione così grave e inaspettata) è stato orchestrato dal medico di base.

    Pensa che l'unica lamentela della signora è stata di dovere andare "fino a Forlì" (da casa sua, 30km).

    In zona nessun ospedale privato, mi dicono, sarebbe stato in grado di fornire lo stesso livello. A dire del medico di famiglia, pochi anni fa lo stesso intervento non l'avrebbe potuto fare in nessuna parte del mondo.

    Poi ripeto, ci sono certamente casi di errori, come credo capiti anche in svezia. Ma ogni volta che vedo un servizio tv su gente che sta giorni abbandonata in barella al pronto soccorso resto allibito e dico a mia moglie (scherzando, ma fino ad un certo punto) : se siamo in vacanza a Roma e mi viene un infarto, caricami in macchina e portami al Bufalini (ospedale di Cesena): son solo 3 ore.....
    Ultima modifica di marble; 19-09-21 alle 16:04

  4. #34
    L'avatar di Evirc
    Data Registrazione
    Feb 2017
    Messaggi
    910
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    556 Post(s)
    Potenza rep
    17025265
    Citazione Originariamente Scritto da asimpleplan Visualizza Messaggio
    Ciao Evirc, intendi dire che in Italia è meglio la s. pubblica' rispetto alla privata?

    In base a quali argomenti?
    domanda NON provocatoria ma ancillare alla costante diatriba meglio il pubblico ( al nord) che il privato ?

    Curano le meglio le cliniche private o i grandi policlinici a MIlano, Roma, ?

    Un saluto
    Intendo che avere una sanità pubblica che funziona è impagabile, non devi pensare ad avere da parte soldi per coprire eventuali spese di salute, che possono essere tranquillamente sottostimate.
    Io vivo in Veneto, e la sanità funziona. Certo certe cose sono radicate, come già detto da altri, dentisti o ginecologi, ma se hai dei problemi puoi correre tranquillamente in ospedale.
    Trovo personalmente il modello di sanità italiana ottimo, come in tutte le cose, migliorabile, largamente migliorabile!
    Nel resto d’Italia non so come sia la situazione, e spero di non approfondire neppure la faccenda veneta

  5. #35
    L'avatar di Julius67
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    35,223
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    14393 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da Celestino_JS Visualizza Messaggio
    Di recente mi è capitato di ipotizzare una possibile "exit strategy" per risultare quanto più anonimo e il meno ricattabile possibile.
    Mi accorgo sempre più, purtroppo, che più hai, inteso come beni, disponibilità economiche, legami e altro, più sei vincolato e ricattabile dal sistema attuale.

    Una possibile soluzione quale potrebbe essere, per mantenere il patrimonio e al tempo stesso non esserne schiavo ?

    Spostare tutto su blockchain ? Con l'utilizzo di stablecoin (dovrebbero essere legate al valore del dollaro), registri le chiavi di accesso su un hardwallet e voilà, in pochi attimi sei fuori dal sistema tradizionale.

    Chiaro che il rischio, allo stato attuale della tecnologia, è piuttosto elevato, però potrebbe funzionare ? Pericoli ? Criticità ? Blocchi ?
    LA EXIT STRATEGY non è una sola e dipende in funzione dall'età che hai, dalla professione (se + interessante x l'estero), dai legami familiari, dal patrimonio immobiliare etc...
    Direi quindi che :

    1. Se puoi andare all'estero fallo. E' la strategy exit migliore ma non possono farlo solo in pochi ed è difficile se sei avanti con gli anni, patrimonio immobiliare da smobilitare vendendo in fretta, famiglia cresciuta qui.

    2. Se rimani devi attuare un insieme di azioni che richiedono tempo e devono essere fatte in modo attento perchè poi non torni indietro se sbaglia. Innanzitutto ridurre il patrimonio immobiliare in quanto cosa mantenerlo (utenze, manutenzioni ordinarie e straordinarie, etc..) e fiscalmente sarà sempre più oggetto di tassazione (imu, tari, etc.). Si inzia da quelli meno performanti e più vecchi e si tiene quelli che producono affitto certo e si smobilizza. Io sto facendo così anche svendendo e al momento non mi sono mai pentito.
    Il ricavato lo metti dove ritieni più opportuno, Se per te sono le cripto compri quelle. Io oro, etf a distribuzione mensile e assicurazione pronta ad essere trasformata in rendita vitalizia appena metteranno altre patrimoniali.
    Poi io sto facendo tutte assicurazioni che mi proteggono sul lato della salute vista che in futuro l'assistenza sanitaria sarà sempre più ridotta e a pagamento.
    Altro discorso è il lavoro. Se sei in una posizione che guadagni soldi continua. Se il guadagno è sempre più risicato allora riduci o chiudi. Io ho fatto così ed è una liberazione non avere più partita iva.
    In sostanza come ho già detto più volte la nostra risorsa principale è il tempo e i nostri risparmi vanno usati per renderci liberi non per accumularli per poi ti passa il primo sx e ti dice che devi essere solidale, etc...
    Fare il massimo del minimo tanto non ha più senso costruire qualcosa qui.

  6. #36
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    3,270
    Mentioned
    17 Post(s)
    Quoted
    2791 Post(s)
    Potenza rep
    15840011
    Citazione Originariamente Scritto da Julius67 Visualizza Messaggio
    LA EXIT STRATEGY non è una sola e dipende in funzione dall'età che hai, dalla professione (se + interessante x l'estero), dai legami familiari, dal patrimonio immobiliare etc...
    Direi quindi che :

    1. Se puoi andare all'estero fallo. E' la strategy exit migliore ma non possono farlo solo in pochi ed è difficile se sei avanti con gli anni, patrimonio immobiliare da smobilitare vendendo in fretta, famiglia cresciuta qui.

    2. Se rimani devi attuare un insieme di azioni che richiedono tempo e devono essere fatte in modo attento perchè poi non torni indietro se sbaglia. Innanzitutto ridurre il patrimonio immobiliare in quanto cosa mantenerlo (utenze, manutenzioni ordinarie e straordinarie, etc..) e fiscalmente sarà sempre più oggetto di tassazione (imu, tari, etc.). Si inzia da quelli meno performanti e più vecchi e si tiene quelli che producono affitto certo e si smobilizza. Io sto facendo così anche svendendo e al momento non mi sono mai pentito.
    Il ricavato lo metti dove ritieni più opportuno, Se per te sono le cripto compri quelle. Io oro, etf a distribuzione mensile e assicurazione pronta ad essere trasformata in rendita vitalizia appena metteranno altre patrimoniali.
    Poi io sto facendo tutte assicurazioni che mi proteggono sul lato della salute vista che in futuro l'assistenza sanitaria sarà sempre più ridotta e a pagamento.
    Altro discorso è il lavoro. Se sei in una posizione che guadagni soldi continua. Se il guadagno è sempre più risicato allora riduci o chiudi. Io ho fatto così ed è una liberazione non avere più partita iva.
    In sostanza come ho già detto più volte la nostra risorsa principale è il tempo e i nostri risparmi vanno usati per renderci liberi non per accumularli per poi ti passa il primo sx e ti dice che devi essere solidale, etc...
    Fare il massimo del minimo tanto non ha più senso costruire qualcosa qui.
    Ciao Julius, seguendo con interesse;

    se posso, in quanto tempo sei riuscito a vendere gran parte degli immobili che avevi e hai adottato particolari accortezze ( del tipo come valutavi quelli meno performanti?

    Un saluto
    Ultima modifica di asimpleplan; 20-09-21 alle 11:19

  7. #37
    L'avatar di Julius67
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    35,223
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    14393 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da asimpleplan Visualizza Messaggio
    Ciao Julius, seguendo con interesse;

    se posso, in quanto tempo sei riuscito a vendere gran parte degli immobili che avevi e hai adottato particolari accortezze ( del tipo come valutavi quelli meno performanti?

    Un saluto
    Io ho iniziato nel 2012 grazie a Monti. La dismissione è più lenta del previsto causa crisi economica generalizzata e beni miei messi in vendi non particolarmente attraenti. In ogni caso ho fatto già fuori due uffici, due alloggi, quattro garage e un terreno. Quest'anno un garage e un ufficio. In parte beni societari e in parte beni di famiglia. Su quelli di famiglia vorrei vendere ancora un alloggio, la casa al mare e quella in montagna (difficlmente vendibile) ma mi scontro con mia madre 80enne che non vuole disfarsi della "roba" ma intanto paga 5000 euro di imu pi+ spese condominiali+tari etc... praticamente la pensione va lì.
    Tengo e ristrutturo solo ciò che ha valore di mercato e produce reddito con certezza o quasi. Tutto il resto via e lo sostituisoc come ho detto.
    A livello di società (minuscola società di gestione immobiliare) una grossa mano me l'ha data renzi con la possibilità di affrancare la plusvalenza (i miei immobili societari erano anni 70) pagando una franchigia e di trasformarmi da sas in società semplice così ho tolto quasi ogni burocrazia, elimnato il rischio di essere una società di comodo (visto che non raggiungevao il fatturato richiesto dallo stato) etc. Pure per l'inps è un vantaggio perchè ora i contributi li pago solo su base volontaria.

  8. #38
    L'avatar di asimpleplan
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    3,270
    Mentioned
    17 Post(s)
    Quoted
    2791 Post(s)
    Potenza rep
    15840011
    Citazione Originariamente Scritto da Julius67 Visualizza Messaggio
    messi in vendi non particolarmente attraenti
    Ciao Julius, come hai fatto per vendere gli immobili meno attraenti? E soprattutto il terreno.

    Hai diminuito molto il prezzo, come sei riuscito a trovare gli acquirenti?

    Nella tua strategia di streamline, salvo quello di tua madre, pensi di tenerne qualcuno o risultare proprio a zero, poi?

    Un saluto ti seguo sempre con attenzione
    Ultima modifica di asimpleplan; 21-09-21 alle 08:47

  9. #39
    L'avatar di Nickbey
    Data Registrazione
    Dec 2020
    Messaggi
    98
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    70 Post(s)
    Potenza rep
    3501796
    Citazione Originariamente Scritto da asimpleplan Visualizza Messaggio
    Ciao Evirc, intendi dire che in Italia è meglio la s. pubblica' rispetto alla privata?

    In base a quali argomenti?
    domanda NON provocatoria ma ancillare alla costante diatriba meglio il pubblico ( al nord) che il privato ?

    Curano le meglio le cliniche private o i grandi policlinici a MIlano, Roma, ?

    Un saluto
    Se può interessare

    World's Best Hospitals 2021 - Top 200 Global

    Se si vuole dar credito alla classifica, ci sono diversi ospedali italiani nella top 100, tra cui diversi pubblici (tra l'altro policlinici universitari).
    Scusate per l'OT

  10. #40
    L'avatar di GreedyTrader
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    8,099
    Mentioned
    126 Post(s)
    Quoted
    6821 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Mah mi inserisco un attimo più che altro per raccontare mia esperienza. Sulla sanità penso che sapendo un attimo dove sbattere la testa in Italia te la cavi, il problema vero secondo me sono le non autosufficienze perché la le spese sono tante e se non hai un buon reddito sono cavoli tuoi. Pubblico o privato secondo me dietro l'apparenza un po' più chic delle strutture private e il servizio organizzato meglio e più veloce, quello che conta è il medico se è bravo e quello puoi più o meno trovarli tutti sia da una parte che dall'altra. Così come puoi trovare le capre e anzi di errori medici nel privato ne sento tanti lo stesso

    Per il resto concordo completamente con julius67. Il paese è assolutamente ridotto male e non ha quasi senso nessuna attività, si lavora per la gloria. Immobili vendere tutto, per me ha senso solo grandi città (dove comunque ho dovuto mettere avvocati, beghe legali ma non morosi ma burocrazia folle) e affitto turistico.
    Case come si diceva una volta "di villeggiatura" sono un lusso che costa 3-4000€ l'anno, per carità io sono amante dei mattoni e alcuni luoghi c'è un discorso affettivo ma da un punto di vista economico è da matti.
    Terreni e commerciale sono un incubo.
    Purtroppo è così a me quello che più da fastidio è la burocrazia perché ti ammazza, finché c'è da pagare le tasse ok, ma quando ti mettono i bastoni tra le ruote e moltiplichi il tutto per n proprietà diventi scemo

Accedi