Sta arrivando la recessione, vendete tutto sul mercato azionario (Vol 24) - Pagina 176
Triboo: ricavi ed ebitda in forte crescita nei primi 9 mesi 2021
Primi nove mesi dell’anno con ricavi e margini in crescita a doppia cifra per Triboo, gruppo attivo nel settore digitale e quotato sul mercato MTA di Borsa Italiana. I ricavi …
Piazza Affari apre dicembre avanti tutta: sprint di Stellantis e Unicredit, il risk-on penalizza Diasorin
Avvio di dicembre a spron battuto per Piazza Affari dopo le tensioni della vigilia dettate dalle parole di Jerome Powell che ha anticipato la possibilità di un tapering accelerato da …
Tavares (Stellantis) lancia allarme elettrificazione forzata e indica due scenari possibili
Ferma presa di posizione dell'amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, sulla spinta in atto verso l'elettrificazione del mercato automobilistico. Il ceo di Stellantis ritiene che le pressioni esterne sulle case …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1751
    L'avatar di Lumaca
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    2,464
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    1710 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da sand1975 Visualizza Messaggio
    Quindi un fondo attivo è sempre meglio di un etf perché i prodotti buoni costano di più (nd consulente fideuram).

    Ps cosa mi da un servizio che costa 20 euro per acquistare un etf rispetto al mio che costa 2.7 e come può essere un costo nel tempo? Fare esempio di costo differito nel tempo nel comprare un etf con webank rispetto a fineco.
    un fondo è un prodotto e non un servizio. Se il confronto è tra un costo di 20 euro e 2,7 euro non c'è partita, ma se per 2,7 euro non mi censiscono il prodotto che voglio comprare allora preferisco pagare un costo che non sia "discount" per avere un servizio adeguato.

    Pagare molto poco un architetto che fa un pessimo lavoro in cantiere per la mia ristrutturazione nel tempo potrebbe rivelarsi peggio che pagare un po' di più un buon architetto che mi risolve problemi invece che crearli, ma forse è un concetto solo mio.

    Allora torniamo al discorso di Greedy, le uniche cose valide sono quelle gratis, ho bisogno di un lavoro da architetto, qualcuno me lo fa gratis ? bastano 2 o 3 settimane

    ...e dimenticavo, cmq hai ragione tu in ogni caso...

  2. #1752
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    11,269
    Mentioned
    52 Post(s)
    Quoted
    7179 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Lumaca Visualizza Messaggio
    un fondo è un prodotto e non un servizio. Se il confronto è tra un costo di 20 euro e 2,7 euro non c'è partita, ma se per 2,7 euro non mi censiscono il prodotto che voglio comprare allora preferisco pagare un costo che non sia "discount" per avere un servizio adeguato.

    Pagare molto poco un architetto che fa un pessimo lavoro in cantiere per la mia ristrutturazione nel tempo potrebbe rivelarsi peggio che pagare un po' di più un buon architetto che mi risolve problemi invece che crearli, ma forse è un concetto solo mio.

    Allora torniamo al discorso di Greedy, le uniche cose valide sono quelle gratis, ho bisogno di un lavoro da architetto, qualcuno me lo fa gratis ? bastano 2 o 3 settimane
    Acquistare un etf vuol dire ibserire un ordine condizionato magari con qualche parametro.
    Io i prodotti su milano li ho visti quasi tutti censiti. Almeno tutti quelli che ho cercato.

    Ora: aspetto ci capire nel passare da 2.7 a 19 ma anche 10 cosa cambia nel piazzare un ordine su etf e come può essere un costo che pagherei nel tempo visto che appunto gli etf non censiti sono una mosca bianca e su prodotti molto particolari che al 99.9% di chi compra etf neanche interessano.

    Aperto di capire cosa si ha nel piazzare un ordine con fineco o intesa pagando 4/5/700% del costo.
    Mi arriva a casa hostes in topless ad ogni eseguito?

    Il tuo esempio dell’architetto non è calzante: qui si parla di differenze di prezzo su servizi identici ovvero piazzare un ordine su etf.

  3. #1753

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    991
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    687 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da matteups Visualizza Messaggio
    ragazzi, però dire in linea generale che 5 anni per un PAC è il massimo non è corretto...

    io ad esempio non ho risparmi da parte per fare un PIC... ma ho la fortuna ad oggi di poter accumulare circa 1k€ al mese... per cui andrò di PAC finchè riesco ad risparmiare queste cifre mensili (avendo già casa sistemata, mi auguro sia per un periodo superiore ai 5 anni)
    No aspetta, c'è un equivoco. Nei post precedenti ci si riferisce all'allocazione della parte di risparmio che già esiste ed è pronta per essere investita. Non ovviamente ai risparmi che ancora non ci sono... per quelli è ovvio che si investono nel tempo, "a vita".

  4. #1754

    Data Registrazione
    Apr 2020
    Messaggi
    405
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    333 Post(s)
    Potenza rep
    0
    pagate troppo di commissioni... directa 0,19% ad eseguito con minimo di 1,50€ è il top

  5. #1755
    L'avatar di Lumaca
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    2,464
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    1710 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da sand1975 Visualizza Messaggio
    Acquistare un etf vuol dire ibserire un ordine condizionato magari con qualche parametro.
    Io i prodotti su milano li ho visti quasi tutti censiti. Almeno tutti quelli che ho cercato.

    Ora: aspetto ci capire nel passare da 2.7 a 19 ma anche 10 cosa cambia nel piazzare un ordine su etf e come può essere un costo che pagherei nel tempo visto che appunto gli etf non censiti sono una mosca bianca e su prodotti molto particolari che al 99.9% di chi compra etf neanche interessano.

    Aperto di capire cosa si ha nel piazzare un ordine con fineco o intesa pagando 4/5/700% del costo.
    Mi arriva a casa hostes in topless ad ogni eseguito?

    Il tuo esempio dell’architetto non è calzante: qui si parla di differenze di prezzo su servizi identici ovvero piazzare un ordine su etf.
    Vabbè, ti si è chiusa la vena, provo a riportarti con semplicità all'origine: c'è una controparte dove a 2 euro per eseguito non posso comprare l'etf che voglio perchè ancora non è operativo sui loro sistemi, c'è una seconda controparte dove a 5 euro per eseguito posso comprare un etf che voglio perchè è già operativo.

    Flow-chart di scelta:

    Mi interessa solo il costo basso = SI = scelgo solo prodotti già censiti dalla mia controparte
    Mi interessa anche avere la possibilità di negoziare una cosa che ad oggi sulla mia piattaforma non è censita = SI = inizio a valutare altre piattaforme anche se costano un po di più


    non mi sembrava un tema da farti perdere un'ora in vacanza, ma ognuno ha le sue priorità

  6. #1756
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    11,269
    Mentioned
    52 Post(s)
    Quoted
    7179 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Lumaca Visualizza Messaggio
    Vabbè, ti si è chiusa la vena, provo a riportarti con semplicità all'origine: c'è una controparte dove a 2 euro per eseguito non posso comprare l'etf che voglio perchè ancora non è operativo sui loro sistemi, c'è una seconda controparte dove a 5 euro per eseguito posso comprare un etf che voglio perchè è già operativo.

    Flow-chart di scelta:

    Mi interessa solo il costo basso = SI = scelgo solo prodotti già censiti dalla mia controparte
    Mi interessa anche avere la possibilità di negoziare una cosa che ad oggi sulla mia piattaforma non è censita = SI = inizio a valutare altre piattaforme anche se costano un po di più


    non mi sembrava un tema da farti perdere un'ora in vacanza, ma ognuno ha le sue priorità
    Ok, hai ragione te, intendevi proprio quello.

  7. #1757
    L'avatar di ForseSiForseNo
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    888
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    562 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da matteups Visualizza Messaggio
    ragazzi, però dire in linea generale che 5 anni per un PAC è il massimo non è corretto...

    io ad esempio non ho risparmi da parte per fare un PIC... ma ho la fortuna ad oggi di poter accumulare circa 1k€ al mese... per cui andrò di PAC finchè riesco ad risparmiare queste cifre mensili (avendo già casa sistemata, mi auguro sia per un periodo superiore ai 5 anni)
    Uno dei pochi inconvenienti dei PAC lunghi è che superata una certa entità del capitale investito, la singola rata in sè (se rimane costante nel tempo) incide sempre di meno sul PMC, che ormai risulterà ben definito e per smuoverlo in maniera apprezzabile occorrono rate molto più corpose.

  8. #1758

    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    991
    Mentioned
    24 Post(s)
    Quoted
    687 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da marco164 Visualizza Messaggio
    Mi mangerei le mani perché adesso ho pensato di dilazionare su 7 anni. Se riduco a 3 anni, per dire, e poi avviene un crollo al 4° anno, mi mangerei le mani pensando "*****, sarei dovuto rimanere con il mio piano iniziale". Se invece avviene dopo 8 anni, non mi mangerei le mani ma penserei "vabbè, prima o poi un crollo deve arrivare, sono stato sfortunato ma non ci posso fare nulla, non avrei mai potuto prevederlo 8 anni fa".
    La volatilità dopo che sono totalmente investito la vedo meno problematica, l'accetto, è normale che ci sia. Lo so, è una questione tutta psicologica.



    So che la probabilità è bassissima, anche se non so qual è la probabilità effettiva (una cosa è 0,1%, totalmente diversa è 10%) né qual è l'entità del potenziale guadagno che mi perdo. Se facessi qualche simulazione forse potrei avere un'idea più precisa e magari cambiare i miei piani... Ma non è semplice.
    Una stima della probabilità ce l'avresti facendo simulazioni su dati storici o "Montecarlo" di quella che è la tua effettiva strategia, cioè non un dca puro, ma "entrare con più rate" a seconda della distanza dai massimi (quante rate? Su quante rate "teoriche" in totale? Su quali distanze da massimi?) . Molto complicato e in ogni caso non vale la pena, anche perché non ti può dire nulla su ciò che accadrà l'unica volta che conta, cioè quando sarai tu a investire.

    Di certo, per quella che è la storia dei mercati azionari, e la matematica, diluire in un massimo di 7 anni ha una probabilità tendente a zero di fare meglio di ingressi in 2/3/4 anni, per l'ovvia ragione che il capitale medio investito, con un rendimento atteso positivo, sarebbe molto più alto nel secondo caso (a parità di periodo di osservazione). Non ci vuole un genio della statistica. Su periodi più brevi il confronto con il pic è meno scontato, perché almeno puoi sperare di avere la fortuna di beccare un calo importante e di sfruttarlo con una parte consistente della somma investibile (cosa che invece non faresti comunque se parti "spalmando" il totale in troppi anni...).

    Non è facile parlarne con brevi post, ma se leggi qualcosa sull'argomento vedrai che sarà più chiaro.

  9. #1759
    L'avatar di sand1975
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    11,269
    Mentioned
    52 Post(s)
    Quoted
    7179 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da simo78 Visualizza Messaggio
    Una stima della probabilità ce l'avresti facendo simulazioni su dati storici o "Montecarlo" di quella che è la tua effettiva strategia, cioè non un dca puro, ma "entrare con più rate" a seconda della distanza dai massimi (quante rate? Su quante rate "teoriche" in totale? Su quali distanze da massimi?) . Molto complicato e in ogni caso non vale la pena, anche perché non ti può dire nulla su ciò che accadrà l'unica volta che conta, cioè quando sarai tu a investire.

    Di certo, per quella che è la storia dei mercati azionari, e la matematica, diluire in un massimo di 7 anni ha una probabilità tendente a zero di fare meglio di ingressi in 2/3/4 anni, per l'ovvia ragione che il capitale medio investito, con un rendimento atteso positivo, sarebbe molto più alto nel secondo caso (a parità di periodo di osservazione). Non ci vuole un genio della statistica. Su periodi più brevi il confronto con il pic è meno scontato, perché almeno puoi sperare di avere la fortuna di beccare un calo importante e di sfruttarlo con una parte consistente della somma investibile (cosa che invece non faresti comunque se parti "spalmando" il totale in troppi anni...).

    Non è facile parlarne con brevi post, ma se leggi qualcosa sull'argomento vedrai che sarà più chiaro.
    Il problema sono i rendimenti attesi. Simulare sul passato lascia il tempo che trova se grazie al debito e ai bassi rendimenti dell’obbligazionario ci si ritrova oggi con un rendimento atteso nel decennio per un 60/40 forse intorno al 3% se va bene…

    Il rischio invece rimane sostanzialmente uguale che per un 60/40 è sempre un portafogli di rischio medio alto. Quindi la domanda che deve farsi l’investitore è: ne vale la pena?

  10. #1760
    L'avatar di bomba84
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    18,085
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    8558 Post(s)
    Potenza rep
    42949680

Accedi