CERTIFICATI DA SEGUIRE (Volume XVII) - Pagina 13
Mps-UniCredit: le trattative collassano, è ufficiale. Cronaca di un flop annunciato? Le richieste di Orcel ‘troppo punitive’
La conferma della rottura delle trattative tra il Mef, azionista di maggioranza di Mps con una partecipazione del 64% e UniCredit – rottura di cui si vociferava da ieri ma …
Siamo all’inizio dello Squid Game dei mercati, resta da vedere chi sopravviverà al rialzo dei tassi
Di seguito riportiamo l’analisi di Mark Dowding, CIO di BlueBay, relativa all’ultima settimana sui mercati.  Quando non sono stati seduti a fantasticare sulla surreale serie di Netflix, Squid Game, gli …
Analisti danno ragione a Gubitosi, Telecom Italia tra i titoli più sottovalutati del Ftse Mib. C’è chi vede oltre +100% di upside
Telecom Italia si appresta a diffondere settimana prossima i risultati del 3° trimestre (cda il 27 ottobre) e tra gli analisti c’è un cauto ottimismo dettato dal traino del Brasile …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #121
    L'avatar di Ste2111
    Data Registrazione
    Sep 2020
    Messaggi
    393
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    252 Post(s)
    Potenza rep
    13469471
    Citazione Originariamente Scritto da jaz Visualizza Messaggio
    domanda da ignorante, sto giocando con i certificati da poco ...
    ho identificato alcuni certificati Phoenix Memory di UBS che mi sembrano interessanti, ad esempio:
    - DE000UE9ZCQ9 su Intesa, Enel, Race
    - DE000UE7HQM0 su Leonardo, STM, Race
    - DE000UD7FHF8 su Regeneron, Gilead, Pfizer, J&J
    Due domande:
    1) Sono davvero interessanti come a me pare, o mi sfugge qualcosa ?
    2) Ho provato ad acquistarli (uso Fineco) ma il book è praticamente vuoto, solo 10 pezzi in lettera e denaro, su tutti e 3. Cosa significa ? sono prodotti illiquidi ? boh
    grazie in anticipo ....
    Non sono certo il più esperto qua dentro ma provo comunque a dare un contributo

    1) Permettimi una domanda: interessanti riguardo a quale aspetto? Rendimento/rischio, struttura, correlazione titoli, prezzo? Per te qual'è il più importante? Tra i certificati ce n'è per tutti i gusti, ma non tutti hanno gli stessi. La lettura del post n.1 di questo thread è fondamentale per orientarsi.CERTIFICATI DA SEGUIRE (Volume XVII)
    2) Sui certificati il book spesso è fatto solo dal Market Maker e a volte è presente solo in BID, mentre sull'ASK puoi anche non trovare nulla. Per cui sì, i certificati possono essere/diventare illiquidi in particolari fasi di mercato, quando i MM si fanno desiderare o proprio spariscono....

    Detto questo, benvenuto nel mondo dei certificati

  2. #122

    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    625
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    86 Post(s)
    Potenza rep
    17308403
    Ti ringrazio e provo a chiarirmi:
    Il mio obiettivo è avere un flusso cedolare decente (5-10% annuo mi va più che bene), con prodotti che consentano di recuperare le minus, e con un rischio moderato (questo è difficile assai da valutare)
    In tale ottica questi 3 certificati mi sembravano interessanti perché :a) distanza dalle barriere superiore al 40% su tutti i sottostanti; b) prezzo di mercato è inferiore nominale quindi anche in caso di 'call' non si avrebbe perdita c) Il flusso cedolare annuo teorico (senza tasse, ho minus da recuperare) è 'decente' cioè tra il 7 e il 10%.
    Riguardo al book, si so che certi titoli possano essere invendibili, ma oggi alcuni erano anche incomprabili.
    Ad esempio questo (DE000UE7HQM0) oggi per tutto il pomeriggio aveva solo 10 pezzi (950 euro !) sia in denaro che in lettera, quindi invendibile e incomprabile.
    Grazie comunque e ciao

    :

  3. #123

    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    4,100
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    347 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da jaz Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio e provo a chiarirmi:
    Il mio obiettivo è avere un flusso cedolare decente (5-10% annuo mi va più che bene), con prodotti che consentano di recuperare le minus, e con un rischio moderato (questo è difficile assai da valutare)
    In tale ottica questi 3 certificati mi sembravano interessanti perché :a) distanza dalle barriere superiore al 40% su tutti i sottostanti; b) prezzo di mercato è inferiore nominale quindi anche in caso di 'call' non si avrebbe perdita c) Il flusso cedolare annuo teorico (senza tasse, ho minus da recuperare) è 'decente' cioè tra il 7 e il 10%.
    Riguardo al book, si so che certi titoli possano essere invendibili, ma oggi alcuni erano anche incomprabili.
    Ad esempio questo (DE000UE7HQM0) oggi per tutto il pomeriggio aveva solo 10 pezzi (950 euro !) sia in denaro che in lettera, quindi invendibile e incomprabile.
    Grazie comunque e ciao

    :
    Alcuni MM scelgono size basse da esporre. Ma se vedi 10, non vuole dire che ne ha solo 10.
    Tu devi mettere il prezzo e la quantità che vuoi (per esempio 50 pz). Se lo prendi in ask, lui ti dà subito 10 pz. Poi in genere dopo i primi 10 pz, il MM ricarica (dopo qualche secondo/minuto) con altri 10 ecc. Quindi a meno di forti e improvvise variazioni di mercato, la quantità che vuoi la prendi anche se 10 pezzi la volta.

  4. #124

    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    625
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    86 Post(s)
    Potenza rep
    17308403
    Citazione Originariamente Scritto da investi Visualizza Messaggio
    Alcuni MM scelgono size basse da esporre. Ma se vedi 10, non vuole dire che ne ha solo 10.
    Tu devi mettere il prezzo e la quantità che vuoi (per esempio 50 pz). Se lo prendi in ask, lui ti dà subito 10 pz. Poi in genere dopo i primi 10 pz, il MM ricarica (dopo qualche secondo/minuto) con altri 10 ecc. Quindi a meno di forti e improvvise variazioni di mercato, la quantità che vuoi la prendi anche se 10 pezzi la volta.
    ok grazie, domani provo

  5. #125
    L'avatar di importante
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    2,020
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1030 Post(s)
    Potenza rep
    39302039
    Citazione Originariamente Scritto da jaz Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio e provo a chiarirmi:
    Il mio obiettivo è avere un flusso cedolare decente (5-10% annuo mi va più che bene), con prodotti che consentano di recuperare le minus, e con un rischio moderato (questo è difficile assai da valutare)
    In tale ottica questi 3 certificati mi sembravano interessanti perché :a) distanza dalle barriere superiore al 40% su tutti i sottostanti; b) prezzo di mercato è inferiore nominale quindi anche in caso di 'call' non si avrebbe perdita c) Il flusso cedolare annuo teorico (senza tasse, ho minus da recuperare) è 'decente' cioè tra il 7 e il 10%.
    Riguardo al book, si so che certi titoli possano essere invendibili, ma oggi alcuni erano anche incomprabili.
    Ad esempio questo (DE000UE7HQM0) oggi per tutto il pomeriggio aveva solo 10 pezzi (950 euro !) sia in denaro che in lettera, quindi invendibile e incomprabile.
    Grazie comunque e ciao

    :
    allora io non parlo a nome degli altri forumisti più bravi
    ma per un flusso cedolare del 7-10 come tu chiedi io e tanti altri ci faremmo la firma, io anche con il sangue
    il problema non è la cedola, è tendenzialmente il prezzo
    ti faccio un esempio, in un certificato il worst of in un paio di settimane storna del 10 per cento
    tu con un pmc di ipotizzo 950 magari te lo ritrovi a 850
    in pratica lti fumi e cedole di un anno se hai un rendimento cedolare al 10 per cento
    ti va bene? compreso questo concetto sei sverginato con i certificati
    insomma rendimento alto rischio alto, rendimento basso rischio basso
    occhio che ci siamo passati tutti, certo se me lo avessero detto prima diciamo che sarei stato un pò meno con tendenze suicide a marzo 2020
    difatti anche io dicevo tanto si cedola
    poi sono arrivato a -40 di ptf...

  6. #126

    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    625
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    86 Post(s)
    Potenza rep
    17308403
    Citazione Originariamente Scritto da importante Visualizza Messaggio
    allora io non parlo a nome degli altri forumisti più bravi
    ma per un flusso cedolare del 7-10 come tu chiedi io e tanti altri ci faremmo la firma, io anche con il sangue
    il problema non è la cedola, è tendenzialmente il prezzo
    ti faccio un esempio, in un certificato il worst of in un paio di settimane storna del 10 per cento
    tu con un pmc di ipotizzo 950 magari te lo ritrovi a 850
    in pratica lti fumi e cedole di un anno se hai un rendimento cedolare al 10 per cento
    ti va bene? compreso questo concetto sei sverginato con i certificati
    insomma rendimento alto rischio alto, rendimento basso rischio basso
    occhio che ci siamo passati tutti, certo se me lo avessero detto prima diciamo che sarei stato un pò meno con tendenze suicide a marzo 2020
    difatti anche io dicevo tanto si cedola
    poi sono arrivato a -40 di ptf...
    OK grazie per il commento, lo sapevo che doveva esserci un trucco da qualche parte ,,,,,,,,
    sì il flusso cedolare alto può essere farlocco,
    però una distanza di più del 40% in tutti i sottostanti mi pareva che fosse un rischio accettabile, ma forse mi sbaglio mi sa

  7. #127

    Data Registrazione
    Nov 2020
    Messaggi
    29
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    20 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da jaz Visualizza Messaggio
    OK grazie per il commento, lo sapevo che doveva esserci un trucco da qualche parte ,,,,,,,,
    sì il flusso cedolare alto può essere farlocco,
    però una distanza di più del 40% in tutti i sottostanti mi pareva che fosse un rischio accettabile, ma forse mi sbaglio mi sa
    Beh, dipende dai sottostanti e dagli eventi: è chiaro che quello che è successo a marzo 2020 non poteva essere previsto ma rimane (si spera) un caso eccezionale. A mio avviso un 40 % di margine offre una buona protezione per molti sottostanti, poi l'azione sbagliata può sempre capitare, ma con una buona diversificazione si riduce il rischio.

  8. #128
    L'avatar di fol-low me
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    7,237
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    2503 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da jaz Visualizza Messaggio
    OK grazie per il commento, lo sapevo che doveva esserci un trucco da qualche parte ,,,,,,,,
    sì il flusso cedolare alto può essere farlocco,
    però una distanza di più del 40% in tutti i sottostanti mi pareva che fosse un rischio accettabile, ma forse mi sbaglio mi sa
    aggiungo le mie 5 righe di banalità: ricorda che i rendimenti certificati ti vengono pagati dalla "volatilità" e dai "dividendi" : con sottostanti azioni poco volatili e bassi dividendi avrai pochi rendimenti, con sottostanti poco volatili ma con rendimenti avrai i rendimenti dei dividendi + forse qualcosa (da valutare l'investimento direttamente nel sottostanti.....se non si ha necessità di recupero fiscale minus), con sottostanti ad alta volatilità si hanno grandi rendimenti perché è + alta la probabilità che il capitale non ti ritorni interamente in tasca ma che la barriera a scadenza venga colpita.
    Parlare di "un 40% mi pare abbastanza" quando si compra un certificato con scadenza 2025 si sbaglia prospettiva .....perché semplificando stiamo parlando di un -10% annuo .... cosa che in 4 anni può accadere progressivamente o a step negli ultimi periodi di vita del certificato .....soprattutto quando si ha un certificato con sottostante ad alta volatilità (o cinese....ogni riferimento a Baba è puramente casuale )

  9. #129

    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    625
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    86 Post(s)
    Potenza rep
    17308403
    Scusatemi se continuo a rompere ma sto cercando di capire come si valuti un certificato senza cadere in tranelli da principiante.
    Prendiamo DE000UE9ZCQ9 di UBS.
    Cedola 0,58% mensile con memoria, barriera al 55%.
    Trigger autocall ogni 3 mesi, barriera 100%.
    Barriera scadenza al 55% nel 2024.
    Quotazione attuale circa 97,5.
    Sottostanti e distanza dalla barriera:
    - Intesa, 77% sopra barriera
    - Enel, 69% sopra barriera
    - Ferrari Race, 95% sopra barriera
    A me parrebbe da acquistare, ma forse sfugge qualcosa.
    Voi cosa ne pensate ?
    Grazie in anticipo

  10. #130
    L'avatar di fol-low me
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    7,237
    Blog Entries
    2
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    2503 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da jaz Visualizza Messaggio
    Scusatemi se continuo a rompere ma sto cercando di capire come si valuti un certificato senza cadere in tranelli da principiante.
    Prendiamo DE000UE9ZCQ9 di UBS.
    Cedola 0,58% mensile con memoria, barriera al 55%.
    Trigger autocall ogni 3 mesi, barriera 100%.
    Barriera scadenza al 55% nel 2024.
    Quotazione attuale circa 97,5.
    Sottostanti e distanza dalla barriera:
    - Intesa, 77% sopra barriera
    - Enel, 69% sopra barriera
    - Ferrari Race, 95% sopra barriera
    A me parrebbe da acquistare, ma forse sfugge qualcosa.
    Voi cosa ne pensate ?
    Grazie in anticipo
    non è male, ma sappi che
    ha durata di 2,75 anni
    la call la vedo difficile con ENEL che imho soffrirà x i dividendi e x la salita dei tassi di interesse nei prossimi 3 anni ocme tutte le utility
    la call la vedo difficile con ISP che imho x i dividendi previsti difficilmente tornerà a breve in stike.
    ha un rendimento del 7% lordo..... se ti sta bene tenerti il rischio per 3 anni ok.... altrimenti prediligi quelli trig autocall calante.....

Accedi